Skip to main content

Vaccini del cane: cosa sono e quando farli

vaccini cane

I vaccini contro le malattie infettive sono il primo mezzo di prevenzione per proteggere il nostro cane da gravi patologie che potrebbero causare la morte o determinare gravi problemi di salute.

Alcuni vaccini del cane sono obbligatori, altri sono solo consigliati, ma valutare quelli da fare dovrebbe essere una questione di buon senso.

Un padrone attento saprà quali sono i rischi per la salute di Fido nella zona in cui vive, e un veterinario fidato saprà consigliare quali sono le vaccinazioni indicate per ogni singolo caso.

Ma vediamo di fare chiarezza su quali siano i vaccini del cane e perché sia importante conoscere sia come funzionano che i possibili effetti collaterali.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
cosa sono i vaccini

Quali soni i tipi di vaccinazione del cane?

I vaccini sono farmaci che stimolano il sistema immunitario a produrre anticorpi.

Gli anticorpi sono proteine con funzione difensiva, prodotte nel plasma o nei tessuti del sistema immunitario e capaci di riconoscere e neutralizzare gli agenti estranei e patogeni.

In pratica, quando ci viene somministrato un vaccino, il nostro corpo reagisce come se stesse affrontando un’infezione anche se non l’abbiamo mai contratta.

La vaccinazione rende il nostro sistema immunitario in grado di riconoscere, attraverso lo sviluppo della memoria immunologica, l’agente estraneo contro cui il vaccino è diretto.

Il nostro organismo svilupperà una risposta immunologica all’agente patogeno e lo farà più velocemente di quanto avverrebbe se avessimo effettivamente contratto la malattia.

In poche parole, i vaccini contengono una forma modificata di un virus o di un batterio che non provoca la malattia ma che insegna al nostro organismo, o meglio al nostro sistema immunitario, a rispondere velocemente nel caso fossimo attaccati dallo stesso virus.

I vaccini del cane funzionano nello stesso modo, e sono quindi l’unica vera protezione che abbiamo contro le terribili malattie che potrebbero accorciare o compromettere seriamente la vita di Fido.

Cosa sono i vaccini?

Le vaccinazioni del cane si dividono in due categorie:

1) Vaccini core: si definiscono core tutti quei vaccini che vanno somministrati ai cani a intervalli regolari per fornirgli una protezione contro le malattie infettive ad alto rischio: Virus del Cimurro (Canine Distemper Virus, CDV), Epatite Infettiva (Canine Adenovirus, CAV; tipi 1 e 2) e Parvovirus Canino tipo 2 (Canine Parvovirus 2, CPV-2) e le sue varianti.

In Italia non è obbligatorio ma in alcune nazioni, e in altri continenti, fa parte dei core anche il vaccino contro la rabbia.

2) Vaccini non-core: questi vaccini si somministrano a seconda della zona di residenza e del rischio di esposizione di ogni animale. E’ comunque raccomandabile somministrare il vaccino non core anche quando il rischio di trasmissione della malattia non sia altissimo.

Oggi i nostri cani viaggiano, i cani degli altri viaggiano e animali, batteri e insetti vengono trasportati con molta facilità da un paese all’altro, quindi se vivi in una regione non a rischio di Leishmaniosi ma porti il cane in Piemonte la vaccinazione sarà comunque necessaria.

Sarà lo specialista di fiducia a darti i consigli giusti su quale vaccinazione sia importante e quale si possa eventualmente evitare.

quali sono i vaccini

Quali sono i vaccini obbligatori?

I vaccini obbligatori in Italia sono i seguenti:

  • Leptospirosi
  • Cimurro
  • Parvovirus
  • Epatite Infettiva
  • Rabbia (obbligatoria solo se il cane esce dal Paese, ma poiché deve essere somministrato almeno 3 settimane prima della partenza meglio farlo in caso di emergenza)
vaccini non obbligatori

Quali sono le vaccinazioni del cane non obbligatorie?

Le vaccinazioni non obbligatorie, ma fortemente raccomandate, sono:

  • Leishmania
  • Bordetella bronchiseptica (tosse canina)
  • Parainfluenza canina
  • Malattia di Lyme
  • Rabbia (solo se il cane non esce dal Paese)

Vaccini polivalenti

Alcuni vaccini vengono somministrati in combinazione con altri in una sola iniezione, e sono quindi definiti polivalenti.

Quelli più comunemente usati sono:

1) Pentavalente

Questo vaccino immunizza contro cimurro, adenovirus 1 e 2 (epatite e tosse canina), parvovirus e parainfluenza.

2) Esavalente

Immunizza contro cimurro, adenovirus 1 e 2 (epatite e tosse canina), 2 ceppi che causano leptospirosi e parvovirus.

3) Eptavalente

Immunizza contro cimurro, adenovirus 1 e 2 (epatite e tosse canina), 2 ceppi che provocano leptospirosi, parvovirus, parainfluenza e coronavirus.

vaccini cucciolo

Quando iniziare le vaccinazioni del cucciolo?

Per le vaccinazioni del cucciolo bisogna attenersi strettamente al calendario vaccinale. I cuccioli beneficiano di quella che si chiama immunità materna, ovvero una immunità naturale attiva che li protegge da alcune malattie.

Durante la gravidanza, alcuni tipi di cellule immunitarie possono attraversare la placenta e passare dalla madre al feto. Grazie a questo passaggio il cucciolo beneficia dell’immunità trasmessagli dalla madre nelle prime settimane di vita.

Nel caso di cuccioli debilitati, ad esempio cani di peso inferiore a quello normale corrispondente ai mesi di età, oppure a quelli in fase di recupero da una malattia, il medico veterinario potrà decidere di posticipare il calendario vaccinale.

Calendario vaccinale per il cucciolo

Il programma vaccinale per il cane cucciolo è il seguente:

Cuccioli 6-8 settimane di vita: Parvovirosi, Cimurro, Epatite Infettiva, Virus della Parainfluenza (solo se necessario)

Cuccioli 10-12 settimane: Parvovirosi, Cimurro, Epatite Infettiva, Leptospirosi, Virus della Parainfluenza (consigliato)

Cuccioli 14-16 settimane: Parvovirosi, Cimurro, Epatite Infettiva, Leptospirosi
Rabbia (consigliato), malattia di lyme

Cuccioli 12 mesi dopo: Parvovirosi, Cimurro, Epatite Infettiva, Leptospirosi, Virus della Parainfluenza (consigliato)

Cuccioli richiamo annuale: Rabbia (consigliato)

Cuccioli ogni 3 anni richiamo per: Parvovirosi, Cimurro, Epatite Infettiva, Virus della Parainfluenza (consigliato), Rabbia (consigliato)

Attenzione:

Parvovirus: nel caso del cucciolo vengono fatti richiami poiché beneficia in parte dell’immunità materna, che però non è efficace al 100%.

Si sconsiglia di mettere il cucciolo a contatto con altri animali prima di aver completato il ciclo immunitario.

Rabbia: il vaccino della rabbia crea immunità dopo 14 giorni dalla somministrazione, ma la prima volta va effettuato un richiamo dopo solo un anno e successivamente dopo 3 anni. Ha efficacia del 100%.

Questo vaccino è il più importante perché è obbligatorio quando il cane viaggia fuori dal Paese.

Le leggi possono variare da stato a stato per cui meglio informarsi per tempo su quali siano le normative in vigore nel Paese di destinazione.

Il cane cucciolo non può essere vaccinato fino ai tre mesi di età, motivo per il quale teoricamente non potrebbe viaggiare prima dei 90 giorni di vita.

Ci sono vaccini per la rabbia che possono essere somministrati anticipatamente, ma andrà valutato lo stato di salute del cucciolo da parte di un medico veterinario.

vaccini adulto

Calendario vaccinale cane adulto (prima vaccinazione)

Il programma vaccinale per il cane adulto è il seguente:

Primo ciclo vaccinale cani adulti: Parvovirosi, Cimurro, Epatite Infettiva, Leptospirosi, Virus della Parainfluenza (consigliato)

3 settimane dopo: Parvovirosi, Cimurro, Epatite Infettiva, Leptospirosi, Rabbia (consigliato), Virus della Parainfluenza (consigliato)

Richiamo annuale cani adulti: Rabbia (consigliato), Malattia di Lyme

Ogni 3 anni richiamo per: Parvovirosi, Cimurro, Epatite Infettiva, Rabbia (consigliato), Virus della Parainfluenza consigliato)

Rabbia: il vaccino della rabbia crea immunità dopo 14 giorni dalla somministrazione, ma la prima volta va effettuato un richiamo dopo solo un anno e successivamente dopo 3 anni. Ha efficacia del 100%.

Questo vaccino è il più importante perché è obbligatorio quando il cane viaggia fuori dal Paese. Le leggi possono variare da stato a stato per cui meglio informarsi per tempo su quali siano le normative in vigore nel Paese di destinazione.

Quanto costa vaccinare un cane?

Il costo dei vaccini nel cane può variare da zona a zona, ma indicativamente è di 30 o 40 Euro a vaccino.

Cosa succede se non vaccino il cane?

La prevenzione è l’unico modo quasi sicuro di proteggere il cane da malattie che possono essere letali oppure debilitanti per tutta la vita. Il rischio di contrarre una delle malattie di cui abbiamo parlato è molto alto.

Non vaccinarlo potrebbe avere come conseguenze non solo la morte del cane ma lunghi periodi di sofferenza per padrone e animale e ingenti costi di spese mediche.

Per merito di una costante campagna vaccinale la rabbia è praticamente scomparsa in Italia ma non in altri paesi, e anche se il rischio di contrarla è basso non è del tutto inesistente.

Alcuni dei vaccini per cani sono solo raccomandati, ma per molte delle malattie comuni del cane non c’è cura e non vaccinare gli animali domestici è un segno di scarsa attenzione.

Per quanto riguarda le vaccinazioni obbligatorie ovviamente fanno fatte per legge, ma anche le altre sono importanti per salvaguardare la salute del nostro amico.

Il consiglio migliore è quello di consultare il tuo veterinario in riferimento alla somministrazione dei vaccini, in quanto si dovrà tenere conto di fattori quali:

  • zona e paese di residenza
  • età dell’animale
  • stato di salute dell’animale
  • frequenza con cui l’animale viaggia

I richiami dei vaccini vanno fatti alla scadenza?

Si, bisogna attenersi strettamente al piano vaccinale, soprattutto nel caso del cane cucciolo.

Non rispettare gli appuntamenti potrebbe rendere inefficace la copertura vaccinale, lasciando il tuo cane senza protezione o compromettendo la copertura del vaccino successivo.

I vaccini proteggono al 100% dalle malattie del cane?

I vaccini spesso non hanno una copertura totale e i cani possono comunque ammalarsi. Questa non deve essere una scusa per non vaccinare gli animali, poiché la vaccinazione offre una protezione percentuale molto alta e vaccinare il cane renderà la possibilità di contrarre un’infezione davvero minima.

Il rischio di ammalarsi nonostante siano stati fatti tutti i vaccini esiste soprattutto per animali anziani o debilitati da altre patologie, per cui assicurati di consultare sempre il tuo veterinario di fiducia per capire quale sia il miglior piano vaccinale per il tuo pelosetto.

effetti collaterali

Effetti collaterali della vaccinazione del cane

I vaccini, come tutti i medicinali, possono avere effetti collaterali, ma i benefici che derivano dalla protezione che offrono al nostro cane valgono il piccolo rischio percentuale di alcuni effetti avversi.

Le conseguenze da affrontare sarebbero ben più gravi dei rischi provocati dai vaccini nel cane.

Tra le reazioni più comuni alla somministrazione delle vaccinazioni troviamo:

  • Febbre
  • Stanchezza e malessere generale
  • Vomito persistente (di cibo e bile) e diarrea
  • Perdita di appetito
  • Gonfiore generalizzato, rash cutanei, gonfiore della zampa
  • Letargia
  • Gonfiore del muso, soprattutto labbra e occhi
  • Dolore o gonfiore nel punto in cui si somministra l’iniezione;
  • Collasso, difficoltà respiratorie e convulsioni dovute a shock anafilattico
  • Lingua ingrossata e variazione del colore delle gengive

La stanchezza è un sintomo piuttosto comune, dura solo il giorno della somministrazione o poco più a lungo, e si potranno avere episodi di leggera diarrea. Non sono sintomi preoccupanti e passeranno presto.

Se invece ti rendessi conto che il cucciolo, o il cane adulto, stanno male, portali immediatamente dal veterinario poiché lo shock anafilattico può essere letale.

Alcune vaccinazioni, ad esempio quella della rabbia, in alcuni casi sono state causa di reazioni nel sistema immunitario che hanno portato alla comparsa di malattie autoimmuni. Sono però casi molto rari.

Vaccini senza adiuvanti

L’adiuvante è una sostanza presente nella maggior parte dei vaccini per cani e che stimola il sistema immunitario.

Purtroppo questa sostanza sembra essere causa di molte delle reazioni avverse. Se necessario si possono richiedere i vaccini senza adiuvanti, alcuni veterinari li somministrano.

Dallo Staff di Cani Piccoli

So quanto importante sia fare la scelta giusta quando si adotta un cucciolo o un cane adulto, per cui meglio informarsi esattamente su quali vaccini fargli fare. Trova tante informazioni su canipiccoli.it

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments