Skip to main content

Lo Schnauzer Nano

schnauzer

Carattere e Caratteristiche

Lo Schnauzer nano è un cane di origine tedesca, dal corpo compatto e dal muso dotato di un bel paio di baffi e di una bella barba folta.

Ha un carattere allegro e solare, è un gran simpaticone ed è estremamente intelligente. Se ancora non lo conosci continua a leggere e scoprilo insieme a noi!

Il Schnauzer nano in breve

Buono con i bambini 100%
Amichevole con gli animali 38%
Protettivo 69%
Facile da addestrare 61%
Ha bisogno di esercizio 100%
Amichevole con gli sconosciuti 75%
Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.

Il Schnauzer nano in breve

Buono con i bambini 100%
Amichevole con gli animali 38%
Protettivo 69%
Facile da addestrare 61%
Ha bisogno di esercizio 100%
Amichevole con gli sconosciuti 75%
Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
storia schn

Storia dello Schnauzer nano

Lo Schnauzer nano, detto anche Miniature Schnauzer, Mini Schnauzer o Zwergschnauzer, è originario della Germania del Sud, in particolare della zona di Francoforte.

Sembra che l’antenato di questa razza fosse già presente nel territorio Germanico nel XIV e XV secolo e che che abbia nell’albero genealogico una varietà di Barbone Tedesco, la razza Wolfspitz e il Pinscher a pelo forte.

Inizialmente veniva utilizzato nelle fattorie principalmente come cane da caccia ai topi e per occuparsi del bestiame. Era ancora una taglia grande, e la caccia ai topi gli risultava difficile, nonostante il grande talento.

In seguito fu incrociato con Affenpinscher e Barbone nano per ridurre le dimensioni fino a quella che conosciamo oggi.

Proprio in Germania si trovano le tracce della versione in Miniatura già verso la fine del 1800 e la razza, creata inizialmente esclusivamente per la caccia ai piccoli roditori e per proteggere le mandrie, viene presto utilizzata anche per la guardia e la difesa.

Essendo un cane che non teme i cavalli il mini Schnauzer veniva spesso scelto come sentinella per scortare le carrozze, così da avvertire conducente e passeggeri di eventuali pericoli.

Nel 1895 veniva ancora chiamato Pinscher Schnauzer (o Pinscher a pelo ruvido, oppure Pinscher nano a pelo duro) per la presunta somiglianza con questa razza.

Lo Schnauzer nano venne riconosciuto come razza separata dallo Schnauzer gigante e di taglia media solo nel 1899, mentre l’American Kennel Club ne ha fissato gli standard di razza nel 1926.

Da tempo non era più un cane da guardia e da lavoro ma solamente un cane da compagnia. Viene classificato nella categoria degli Schnauzer e dei Bovari.

carattere sch

Carattere dello Schnauzer

Grazie all’aspetto accattivante e al carattere allegro questo terrier è diventato con il tempo un animale esclusivamente da compagnia, soprattutto nella versione Schnauzer Miniatura.

Adora stare in compagnia della famiglia e ama molto i bambini; si adatta bene alla vita in appartamento ma adora fare lunghe passeggiate e stare all’aperto in mezzo alla natura.

Purtroppo, a causa del carattere forte e coraggioso, il cane Schnauzer può diventare dominante e a volte rissoso e aggressivo, soprattutto verso gli altri cani maschi. Per questo va educato già dalla giovane età a relazionarsi con altri animali.

Pur tollerando molto bene la vita in appartamento il cane di questa razza soffre molto la solitudine e odia essere lasciato da solo. Ha bisogno di interagire costantemente con il padrone e con la famiglia, e di continue attenzioni.

Ma richiede un certo livello di attenzione da parte del proprietario anche nelle ore di libertà: lo Zwergschnauzer ha una forte propensione alla fuga, scappa con facilità e ama inseguire altri animali, e potrebbe essere difficile recuperarlo, o quasi impossibile se inseguisse una preda.

Soffre anche molto il caldo, mentre grazie al fitto strato di sottopelo tollera molto bene le basse temperature.

E’ un cane estremamente intelligente e facilmente addestrabile, ma è piuttosto goloso, e tende ad ingrassare facilmente. Per questo lo Schnauzer nano va mantenuto in perfetta forma sia attraverso l’esercizio fisico che con un’alimentazione con cibi di buona qualità e senza eccessi in quantità.

Curiosità sul cane Miniature Schnauzer

La parola Schnauzer significa baffo, e il nome non poteva essere più azzeccato: il mini Schnauzer è un cane baffuto, di bella presenza, piccolo e robusto, giocherellone ma volitivo, con un bel muso barbuto che gli conferisce un aspetto particolare e molto simpatico.

Caratteristiche fisiche del cane Miniature Schnauzer

NB: questi sono gli standard fissati da FCI e ENCI e quindi validi per l’Europa. Standard di taglia, colore o manto diversi possono essere accettati da AKC e NKC. Per maggiori informazioni controlla gli standard del paese che ti interessa.

Le foto presenti in questo sito possono rappresentare sia gli standard FCI che quelli di AKC e NKC.

Standard ENCI FCI

  • Gruppo 2 cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi, Cani da montagna, Bovari
  • Sezione 1 cani di tipo Pinscher e Schnauzer
  • Senza prova di lavoro
dimemsioni schn

Dimensioni

La razza Schnauzer esiste, oltre che in versione miniatura, anche in versione Schnauzer taglia media e Schnauzer gigante.

  • Schnauzer nano adulto (maschio e femmina) altezza media al garrese 30/35 cm, peso 4-8 kg
  • Schnauzer medio adulto (maschio e femmina) altezza media al garrese 45/50/35 cm, peso 14-20 kg
  • Schnauzer nano adulto (maschio e femmina) altezza media al garrese 60/70 cm, peso 35-47 kg

Tipo di pelo e mantello

Il pelo dello Schnauzer è denso, ruvido e forte (detto a fil di ferro), ed è composto da uno strato molto spesso di sottopelo, mentre lo strato superiore è liscio, duro e compatto.

Non è mai crespo né ondulato. Sulla testa e sugli arti tende ad essere un po’ meno duro, mentre sulla fronte e sugli orecchi è corto. Le sue caratteristiche tipiche sono la barba non troppo morbida sul muso e le sopracciglia cespugliose che nascondono leggermente gli occhi.

colori schn

Colori

Vengono approvate 4 tonalità:

  • Nero puro con sottopelo nero
  • Pepe e sale (tono grigio chiaro)
  • Nero/argento (nero con grigio)
  • Bianco puro con sottopelo bianco

I toni bicolore (pepe e sale e nero argento) devo essere ben distinti e correttamente distribuiti.

I più diffusi sono quelli pepe e sale, ma sono molto ricercati anche gli Schnauzer nani neri.

Il colore bianco era considerato un difetto genetico e gli allevatori non esitavano a disfarsi dei piccoli con il manto candido, considerati deboli e poco richiesti.

Pepe e sale e nero argento erano inizialmente considerati un solo colore, ma essendo molto diversi sono poi stati riconosciuti come varietà individuale.

Testa

Cranio forte e allungato, la linea orizzontale della fronte deve essere parallela alla linea superiore del muso. La testa deve essere in armonia con il corpo del cane. Il tartufo è ben sviluppato e di colore nero. La mascella è forte, e deve combaciare a forbice. Gli occhi devono essere scuri, il muso deve avere la classica bella barba da cui prende il nome.

Corpo

Lo Schnauzer nano ha una costituzione piuttosto quadrata, ovvero con l’altezza la garrese corrispondente all’incirca alla lunghezza del tronco, mentre la lunghezza della testa (tartufo-occipite) corrisponde alla metà della lunghezza della linea superiore (garrese-inserzione della coda).

Le forme sono ben definite, con un aspetto armonico ed equilibrato, e la taglia deve corrispondere a quella fissata per il mini Schnauzer. L'eccedenza in centimetri e chilogrammi potrebbero essere dovute a obesità oppure all'incrocio con un genitore di taglia media.

Coda

Naturale e portata dritta. La coda arricciata o a cavatappi è considerata un difetto.
vita-schn

Quanto vive lo Schnauzer nano

Lo Zwergschnauzer vive in media 12-15 anni, ma una corretta alimentazione e tanta attività fisica manterranno il tuo amico a quattro zampe in ottima salute e ne allungheranno notevolmente l’aspettativa di vita.

Il Mini Schnauzer più vecchio ufficialmente documentato fino ad ora è vissuto ben 18 anni. La ricerca non dice altro, ma è comunque un numero di anni decisamente rassicurante!

Malattie dello Schnauzer

Pur essendo tendenzialmente una razza molto forte, lo Schnauzer nano può essere soggetto sia a malattie ereditarie che malattie comuni a tutte le razze di cani, ad esempio:

  • Sovrappeso
  • Colesterolo
  • Pancreatite
  • Problemi ai denti e gengiviti
  • Problemi della pelle e del pelo
  • Otite e altre infezione dell’orecchio
  • Allergie alimentari
  • Displasia dell’anca
  • Problemi alla vista

Cosa mangia lo Schnauzer nano?

Come tutte le razze di cani d’appartamento anche il Mini Schnauzer tende ad ingrassare, per cui bisogna fare attenzione a nutrirlo correttamente. Tende a soffrire di pancreatite e problemi al fegato per cui evitate di alimentarlo con cibi ricchi di sale e pepe, dolci e prodotti da forno di cui è molto goloso.

Alimentazione del cucciolo

Lo svezzamento dei cuccioli di Schnauzer inizia verso le 4/5 settimane di età. A partire da quella data si potrà iniziare ad inserire del mangime specifico per cuccioli o un po’ di carne macinata fine, iniziando con un pasto al giorno in combinazione con il latte materno o con la formula in polvere.

Verso i due mesi i cuccioli si alimenteranno esclusivamente con cibo secco, ma si dovranno somministrare almeno tre pasti al giorno.

Alimentazione del Mini Schnauzer adulto

Trattandosi di un animale di taglia piccola è consigliabile somministrare due pasti al giorno. I pasti devono contenere il corretto apporto nutrizionale e fornire la giusta quantità di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali. La scelta più semplice è quella di orientarsi verso il cibo secco di buona qualità, attenendosi alle dosi consigliate per peso ed età.

Il cibo secco (crocchette per cani)

Il modo più semplice per assicurarsi di non nutrire eccessivamente l’animale è quello di somministrare cibo secco di buona qualità, attenendosi alle dosi consigliate per peso ed età. E sceglierne uno studiato per cani di piccola taglia e con le caratteristiche giuste per la razza.

Ricorda sempre di controllare sempre gli ingredienti e soprattutto l’apporto di vitamine e minerali, indispensabile per mantenere in forma i nostri cani. L’utilizzo del cibo umido come unica alternativa è sconsigliabile, ma se ne può aggiungere una piccola quantità per rendere più gradevole il cibo secco.

LA DIETA CASALINGA PER CANI

Per chi invece preferisse evitare le classiche crocchette e optare per alimenti cucinati al momento la scelta ideale per la preparazione di cibo casalingo ricade su prodotti primari, da somministrarsi prevalentemente bolliti.

Cibi permessi

  • Carne
  • Interiora
  • Pesce
  • Cereali
  • Frutta e verdura adatta al cane
  • Solo occasionalmente uova e un po’ di formaggio.

Cibi vietati

  • Dolci
  • Prodotti da forno
  • Cibi grassi e unti
  • Ossa tubolari
  • Cibo speziato e affumicato
  • Cipolla e aglio
  • Funghi
  • Avocado

Ma è importante ricordare che per dieta casalinga non si intendono gli avanzi di cucina, bensì cibo appositamente preparato per il tuo compagno, che potrà essere congelato e scongelato all’occorrenza

Cucinare in casa non è difficile, ti basterà preparare un misto di proteine, carboidrati e verdure (50% – 25% -25%) e aggiungere un multivitaminico e un integratore di glucosamina e omega 3.

La quantità dei componenti del cibo casalingo per cani può variare ma la parte maggiore deve sempre essere composta dalle proteine, che sono alla base di una corretta alimentazione.

Per maggiori informazioni su come alimentare correttamente il tuo cane con cibo casalingo puoi attenerti ai suggerimenti presenti nella nostra guida: “La dieta casalinga per il cane”. Si consiglia comunque di rivolgersi sempre a un veterinario nutrizionista.

I cani sono animali molto abitudinari quando si tratta di dieta, quindi è meglio sceglierne una fin da cucciolo e mantenerla il più a lungo possibile.

cura schn

Sverminazione dello Zwergschnauzer

E’ importante ricordarsi di sverminare periodicamente sia i cani cuccioli che gli esemplari adulti, in particolare se adottati da rifugi, canili o da privati.

Gli Schnauzer nani conservano l’antica indole del cacciatore e amano infilarsi tra le rocce e nelle tane, per cui possono facilmente essere infestati dai comuni parassiti. Scegli un vermifugo per cani indicato al peso e all’età del tuo cane.

Altri consigli per mantenere in forma il tuo Schnauzer Nano

Profilassi per zecche e pulci

Lo Schnauzer nano ha bisogno di molto esercizio e deve uscire tutti i giorni, possibilmente in mezzo al verde. Per questo motivo si consiglia di effettuare regolarmente la profilassi per pulci e zecche.

E fai molta attenzione alle spighe di forasacco, che in estate sono causa di tantissimi incidenti. Assicurati sempre che non si infilino nel naso, negli occhi e nelle orecchie del tuo migliore amico.

Taglio delle unghie

Anche se il cane esce poco, le unghie vanno accorciate regolarmente per evitare che il tuo amico si faccia male quando corre.

Pulizia delle orecchie

La pulizia dell’orecchio interno ed esterno è molto importante per evitare la formazione di batteri e parassiti, evitare odori sgradevoli o malattie del canale auricolare quali:

  • Otoacarasi
  • Otiti batteriche
  • Otiti micotiche
  • Catarro auricolare
  • Otiti da corpo estraneo

Pulizia dei denti

Questo è un punto dolente per quanto riguarda la cura dei cani. La pulizia dentale è molto importante, poiché una scarsa igiene orale può essere responsabile di gravi disturbi quali:

  • Gengivite
  • Stomatite
  • Parodontite
  • Tumori della bocca
  • Alitosi

Anche se può essere difficile tenere fermo l’animale, sarebbe meglio effettuare una pulizia dei denti quotidiana per evitare in futuro costose sessioni sotto sedazione.

Potrai trovare in vendita, oltre ai modelli classici, anche spazzolini tipo guanto che si infilano sulle dita o spazzolini che puliscono contemporaneamente arcata interna ed esterna, e vari gusti di dentifricio enzimatico specifico per il tuo pet!

L’ideale sarebbe mantenere la bocca pulita almeno una volta ogni due giorni per evitare l’accumulo di tartaro.

Può essere utile somministrare uno snack per la pulizia dei denti ogni giorno, in commercio se ne trovano tantissimi di gusti e forme diverse. Ma da soli non risolvono la situazione, i denti vanno comunque spazzolati.

Ghiandole perianali

Ricordarsi di controllare periodicamente lo stato delle ghiandole perianali per evitare  situazioni quali:

  • Ascesso dei sacchi anali
  • Tumori (adenomi e adenocarcinomi)
  • Infezioni batteriche atipiche
  • Micosi

Ti accorgerai quando è il momento perché il cane inizierà a strusciare l’ano sul pavimento, si gratta o lecca ripetutamente ed ha cattivo odore.

Sterilizzazione

Sterilizzare il tuo amico a quattro zampe può metterlo al sicuro da futuri problemi: la femmina, se operata prima del primo calore, rischierà molto meno di sviluppare tumori maligni delle ghiandole mammarie, mentre lo maschio sarà meno aggressivo e meno propenso alla fuga.

Questa razza tende anche ad essere dominante e la sterilizzazione potrebbe evitare problemi durante gli incontri con altri maschi.

Per chi è adatto Miniature Schnauzer

E’ adatto sia per chi ha già avuto altri cani che per chi è alla prime armi. Sarà il compagno ideale per persone attive che amano fare vita all’aria aperta. E’ uno dei cani più adorabili e divertenti che ci siano e farà davvero felice qualunque famiglia.

Ha tutte le caratteristiche necessarie per intrattenere allegramente persone adulte e bambini, e nonostante le piccole dimensioni può essere un buon cane da guardia in presenza di sconosciuti.

Generalmente va d’accordo con i gatti, ma visto che alcuni soggetti tendono a essere dominanti fai un test prima di convalidare l’adozione, soprattutto nel caso si trattasse di un cane adulto.

Attenzione anche che siano i gatti a non essere aggressivi, perché da gran giocherellone quale è questo simpatico clown potrebbe inavvertitamente molestarli.

Per chi non è adatto lo Schnauzer nano

Per chi vive in posti molto caldi e per anziani o persone che non possono farlo uscire regolarmente.

Per chi vive in appartamenti molto piccoli, poiché ha bisogno di spazio, e di fare attività frequente all’aperto. E’ un cane da compagnia che vive bene in appartamento ma deve comunque relazionarsi con il mondo esterno e con altri animali.

Per chi soffre di allergie al pelo di cane o non vuole perdere tempo con le spazzole adesive.

Attenzione ai bambini molto piccoli, poiché il mini Schnauzer è un cane con una grande energia e potrebbe ferirli inavvertitamente.

Domande Frequenti

Quanto costa lo Schnauzer nano?

Il prezzo di un esemplare di razza pura e di taglia piccola si aggira tra il 900 e i 1500 euro se con pedigree, ma online troverai vari annunci di vendita che suonano quasi come un regalo.

Meglio fare attenzione alle truffe, perché questi annunci sono spesso riconducibili a privati che non possono certificare il cucciolo sia in salute o esente da malattie genetiche, o che la taglia da adulto sia corretta. Il prezzo troppo basso deve essere sempre un deterrente alla vendita.

Lo Schnauzer nano perde pelo?

Si, fa la muta e perde pelo. Se per te questa è una caratteristica intollerabile e non ti va di che il tuo maglione nero diventi pepe sale opta per una razza senza sottopelo quale Barboncino, Havanese, Maltese o Bolognese.

Ci sono razze di cani per tutti i gusti, meglio informarsi prima per non ritrovarsi con spiacevoli sorprese. Non stiamo parlando di tonnellate di pelo ma dovresti comunque passare l’aspirapolvere abbastanza di frequente.

Lo Schnauzer nano puzza?

Generalmente no, e la puzza potrebbe essere il segnale d’allarme che qualcosa non va nell’animale, o che ha problemi ormonali.

I problemi più comuni che riguardano il cattivo odore del cane sono:

  • Batteri nelle pieghe del muso (problema per il quale si consiglia una pulizia dopo i pasti con un panno di cotone umido)
  • Alito cattivo, dovuto a scarsa igiene dentale
  • Ghiandole perianali non svuotate
  • Orecchie sporche
  • Mantello sporco
  • Periodo del calore nella femmina
  • Flatulenza (le classiche puzzette, spesso dovute a cattiva alimentazione)

Fortunatamente nella maggior parte dei casi non si tratta di problematiche che compromettano la salute del cane, ma solo tu conosci bene il tuo pet e se noti qualcosa di anormale o di cui non sei sicuro fallo controllare da un veterinario.

Come toelettare lo Schnauzer nano

Lo Schnauzer nano dovrebbe fare lo stripping almeno due volte l’anno. La procedura è indolore e si tratta semplicemente di rimuovere tutto il pelo morto dal manto dell’animale, però è molto lunga e ci vuole molta pazienza. Il mio consiglio è quello di lasciar fare ad un toelettatore esperto.

Per quanto riguarda invece la manutenzione ordinaria si inizia sempre spazzolando bene il cane per rimuovere tutti i nodi dal pelo, soprattutto se è un’operazione che non si fa quotidianamente. Spazzola il manto dividendolo per livelli. Per rimuovere il sottopelo usa un pettine per stripping.

Inserisci delle palline di cotone nelle orecchie del cane per evitare che ci entrino acqua o schiuma. Dovrai poi lavare bene il cane con uno shampoo specifico, risciacquare bene e poi ammorbidire il pelo con un balsamo condizionatore (importante: usa esclusivamente prodotti per cani e non per umani!). Attenzione a occhi e orecchie.

Tampona bene il cane con un asciugamano asciutto, meglio se tiepido, e rimuovi tutta l’acqua in eccesso. Asciuga bene con il phon non troppo caldo.

Nel caso dovessi fare un leggero trimming inizia a spuntare zampe e corpo e poi passa alla testa. Attenzione ai punti delicati (occhi, orecchie, interno delle dita, zona intorno ai genitali). Usa una tosatrice specifica e non tagliare mai il pelo troppo corto. Oppure taglia a forbice.

Anche in questo caso, poiché lo Schnauzer nano deve avere un aspetto molto particolare, consiglio di lasciar fare a mani esperte. Il taglio del mantello ha un certo costo ma il cane avrà sempre un aspetto spettacolare, quindi ne vale la pena.

Il mini Schnauzer nero costa di più?

No, il prezzo di vendita dipende dall’allevamento o dal pedigree, quindi il fatto che il tuo mini Schnauzer abbia il pelo pepe sale, bianco, nero o nero argento non ha importanza. Se in allevamento uno dei colori viene svenduto poniti qualche dubbio.

Come addestrare lo Schnauzer nano?

Inizia con i comandi di base quali

  • Seduto
  • A terra
  • Vieni
  • Stop o Fermo

Impartisci i comandi gentilmente durante una passeggiata in un posto tranquillo e usa sempre lo stesso termine per ogni comando. Premia l’animale con uno stack e una carezza quando ubbidisce.

Utilizzazione clicker: consigliata, poiché troppi snack potrebbero fare ingrassare il quel golosone del tuo Cairn! Non ha un gran prezzo e potrebbe esserti davvero utile.

Ed evita di dare a Fido il nome di un oggetto di uso comune (ad esempio Pallina) o un nome simile a quello di un membro della famiglia, potrebbe confondersi con richiami e comandi.

Accetto di ricevere informazioni su novità, prodotti e offerte da canipiccoli.it

* Accetto di ricevere informazioni su novità, prodotti e offerte da canipiccoli.it
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments