Skip to main content

Pulci del cane: come eliminarle per sempre

le pulci del cane

Chiunque abbia avuto animali domestici prima o poi si è trovato ad aver a che fare con un tanto piccolo quanto fastidioso parassita: le pulci del cane.

Le pulci sono piccoli insetti ematofagi (che si nutrono di sangue) e che infestano gli animali e in caso di bisogno anche l’essere umano.

La loro puntura provoca fastidio e prurito e può essere causa di pericolose malattie quali la dermatite allergica da pulci.

Le loro punture non preoccupano tanto per il prurito, che è semplicemente un fastidio, quanto piuttosto per le possibili malattie che possono trasmettere.

E’ tra l’altro molto semplice ritrovarsele in casa, e potrebbe essere difficile sbarazzarsene se non si agisse in tempo e con determinazione.

In questo articolo ti spiegheremo tutto quello che sappiamo sulle pulci del cane, su come riconoscerle e come liberarsene.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
come sono le pulci

Come sono le pulci dei cani?

Le pulci dei cani sono insetti minuscoli di colore nero, marrone scuro o rosso scuro, con il corpo schiacciato e sei piccole zampette.

Non hanno ali per volare ma le zampe posteriori hanno molta forza e permettono loro di spostarsi a grandi balzi tra un animale e l’altro. Riescono a saltare tranquillamente per una lunghezza di 30 o 40 cm.

La lunghezza del corpo varia da 1 a 5 millimetri e una volta sul corpo dell’animale sono in grado di correre e spostarsi molto in fretta, motivo per cui potrebbe essere difficile vederle tra il pelo dell’animale.

Una volta finito il pasto di sangue il colore tende a virare dal nero o marrone scuro ad un marrone più rossastro.

Quelli che invece sono facilmente riconoscibili sono gli escrementi delle pulci, dei piccoli puntini neri che se bagnati producono un alone rossastro. Se sono presenti tra il pelo del cane ovviamente ci saranno anche le pulci.

Ci sono oltre 2000 specie di pulci: la più diffusa è la pulce del gatto (nome scientifico Ctenocephalides felis) che è la maggiore responsabile delle infestazioni nel cane, mentre la pulce del cane (Ctenocephalides canis) è molto più rara.

La pulce del cane ha una caratteristica particolare, che la differenzia dalle altre varietà: è dotata di pettine genale, ovvero una serie di aculei sulla cuticola intorno alla bocca. Ne ha anche uno pronotale, ovvero lungo il primo segmento del torace.

Questi aculei permettono ai parassiti di restare saldamente aggrappati agli ospiti e di spostarsi in tutta tranquillità senza cadere.

Dove vivono le pulci?

La pulce del cane si può annidare ovunque. Non ha un ambiente preferito, e non ha nemmeno bisogno di nutrirsi continuamente.

Le basta un posto riscaldato (anche se sta diventando sempre più tollerante alle temperature fredde di inizio inverno) e un buon pasto di sangue ogni tanto.

Vive in città come in campagna, ama gli ambienti chiusi come gli spazi aperti. Le pulci adulte possono annidarsi ovunque, e nessuno è completamente al riparo da questa terribile infestazione.

Quando le pulci entrano in casa trasportate da un ignaro ospite, dove potranno annidarsi? Sfortunatamente non si limiteranno ad annidarsi nel pelo dei cani, ma invaderanno tutta la casa.

I luoghi più comuni in cui si annida la pulce del cane sono i seguenti:

  • Cucce e lettini
  • Divani
  • Tappeti
  • Sedili e tappetini delle auto
  • Letti
  • Scarichi della casa
  • Anfratti sporchi nelle pareti o nei pavimenti della casa
  • Moquette o pavimenti al riparo dalla luce
  • Aiuole, cespugli, erba e piante nei giardini

La pulce percepisce sia il calore che il movimento, per cui non le sarà difficile individuare un animale su cui saltare nel momento del bisogno.

Quando compaiono le pulci?

Le pulci sono attive soprattutto nel periodo che va tra la tarda primavera e l’inizio dell’autunno.

Purtroppo i cambiamenti climatici, responsabili dell’allungamento della stagione calda, hanno fatto sì che il ciclo stagionale della pulce si sia allungato rispetto a quello dei decenni passati.

In un ambiente chiuso e riscaldato, ad esempio la casa, le pulci adulte saranno in grado di sopravvivere e riprodursi anche d’inverno.

Come si riproducono le pulci nel cane?

La pulce ha un ciclo vitale di circa 4 settimane. E’ decisamente un tempo sufficiente perché possa arrecare parecchio disagio ai noi e ai nostri pet.

La femmina di pulce, una volta fecondata, arriva a deporre dalle 20 alle 50 uova al giorno, per un totale di circa 2000 nell’arco della vita.

Le uova sono piuttosto grandi, di forma ovale. Se habitat e temperature sono favorevoli le uova si schiudono in 2-5 giorni circa, mentre se le temperature sono più fredde possono volerci fino a 2 settimane.

Una volta schiuse nasceranno le larve, dei piccoli vermi bianchi che riescono a spostarsi abbastanza velocemente strisciando sulle zampe posteriori.

Le larve si nutrono di detriti organici, ovvero degli scarti di sangue digerito dalle pulci adulte.

Dopo dieci giorni circa, una volta pronte per la trasformazione finale, formano un bozzolo costituito da polvere e detriti incollati con la saliva, da cui usciranno pochi giorni più tardi trasformate nei parassiti adulti.

E a quel punto questa nuova infestazione sarà diventata un bel problema.

Come si nutrono le pulci?

Le otiti e le infezioni condotto uditivo possono essere molteplici.

Infestazione da acari, batteri, funghi o lieviti

Quando l’infezione è causata da batteri, lieviti, funghi o acari la situazione cambia completamente. In questi casi il cerume tende ad assumere una colorazione molto scura, quasi nera e piuttosto maleodorante e il cane prova molto fastidio.

Se sospetti che si sia verificata una di queste situazioni porta subito il cane dal veterinario, un test specifico gli permetterà di verificare quale sia la causa della malattia e di intervenire con la terapia giusta.

Malattia autoimmune

Le infezioni del canale auricolare sono spesso uno dei sintomi che compaiono in presenza di una malattia autoimmune. Se ti trovassi di fronte ad una infezione che sembra resistere a quasi tutte le terapie e non sembra migliorare forse sarebbe il caso di testare Fido per patologie quali:

  • Lupus Eritematoso
  • Vasculite
  • Ipotiroidismo
  • Malattia infiammatoria intestinale
  • Pemfigo
  • Poliartrite immuno mediata
  • Morbo di Addison
  • Anemia emolitica autoimmune
  • Trombocitopenia immunomediata

I sintomi comuni che appaiono in concomitanza con una malattia autoimmune sono:

  • perdita di pelo
  • arrossamento
  • formazione di pustole
  • ulcere e croste, generalmente nella zona del muso, tartufo, orecchie, sotto gli occhi
  • croste
  • Discolorazione del tartufo, che passa da nero a rosa
  • letargia
  • prurito
  • abbattimento
  • alta temperatura corporea.
  • Difficoltà motoria dovuta all’ulcerazione dei polpastrelli

Presenza di corpi estranei

Tra tutti il più frequente e pericoloso è la temibile spiga di forasacco, ovvero l’arista delle graminacee, che grazia a dei piccoli gancetti riesce ad attaccarsi ovunque, mentre l’estremità appuntita fora la pelle penetrando nella cavità o nel corpo del tuo animale.

Le pulci non hanno gusti particolari in fatto di sangue, e si nutrono volentieri di vari tipi di mammiferi, esseri umani inclusi.

In campagna infestano qualunque tipo di animale, dai topi ai cinghiali. Questi inconsapevoli vettori ne facilitano gli spostamenti da un luogo all’altro, permettendo ai parassiti di spostarsi per lunghe distanze.

Una volta trovato un ospite succulento la pulce si nutrirà del suo sangue, provocando una piccola lesione, o meglio, un piccolo ponfo, mentre la saliva emessa durante il morso sarà responsabile del classico prurito.

prevenire le pulci del cane

Come prevenire le pulci nel cane

Il modo più efficace per prevenire le pulci nel cane è quello di utilizzare prodotti repellenti che tengano lontano i parassiti dal nostro adorato pet.

Prodotti per la prevenzione delle pulci

  • I migliori sono i classici spot-on (pipette) che si mettono una volta al mese tra le scapole del cane.
  • Ci sono poi i collari antipulci, molti dei quali rilasciano il principio attivo per tutta la stagione.
  • Ottima soluzione anche le compresse per uso orale, che proteggono dall’interno.
  • C’è poi lo shampoo antipulci, da utilizzarsi una volta ogni tanto o dopo una passeggiata in mezzo al verde, se il cane va lavato. Oppure non appena si rileva la nuova infezione.
  • E per finire, spray e salviettine repellenti, la cui efficacia è però molto limitata e vanno utilizzate solo come precauzione estrema prima della passeggiata.

Accorgimenti per la prevenzione delle pulci

Ci sono alcuni accorgimenti che eviteranno il diffondersi di questi fastidiosi parassiti:

  1. Tenere sempre la casa pulita, passare l’aspirapolvere spesso su tappeti e mobili imbottiti.
  2. Aspirare con un aspiratore apposito i divani e i letti, se il cane dorme con te.
  3. Utilizzare l’aspiratore quotidianamente per pulire la cuccia del cane.
  4. Controllare il mantello del cane regolarmente, e passarlo con un apposito pettine antipulci.
  5. Tosare di frequente il prato di casa.
  6. Verificare che il gatto o gli altri animali di casa non siano stati infettati dalle pulci.
  7. Utilizzare prodotti repellenti anche per la casa, a condizione che siano compatibili con cane e gatto.

Come sapere se il cane ha le pulci?

Riconoscere le pulci non è difficile, innanzitutto noterai un cambiamento nel comportamento del tuo animale e spostando il pelo potrai anche vedere i parassiti o i loro escrementi.

Quali sono i sintomi che indicano che il cane possa essere infestato dalle pulci?

I sintomi iniziali sono facilmente riconoscibili, ti accorgerai velocemente che qualcosa non va nell’animale:

  • Il cane si gratta frequentemente, in particolare nella zona del collo, vicino alle orecchie o nella zona dei genitali
  • Si morde o si lecca di frequente, in modo quasi conpulsivo
  • Il pelo ha un aspetto diverso, e in alcuni punti il mantello può sembrare spelacchiato
  • La cute è arrossata e coperta da piccoli ponfi di colore rossastro oppure da minuscole croste
  • La pelle si presenta infiammata, con un aspetto eritematoso (caso in cui il cane potrebbe soffrire di dermatite della pulce)
  • Le gengive sono molto chiare, segno classico di anemia, che può verificarsi in caso di infestazioni gravi
  • Nella cuccia sono presenti piccoli puntini neri (feci) che a contatto con l’acqua diventano di colore rossastro.

Oltre alle pulci il cane potrebbe avere le zecche. Per saperne di più leggi qui.

Malattie trasmesse dalle pulci del cane

Le pulci del cane non sono pericolose se consideriamo la puntura in se stessa, ma lo sono perché possono provocare varie malattie.

Le parassitosi più gravi sono:

  • Bartonellosi, malattia infettiva prodotta da batteri del genere Bartonella che provoca la Malattia da Graffio del Gatto. Questa può essere contratta dall’uomo se graffiato da un gatto infetto o attraverso la puntura di una pulce infetta.
  • Tularemia, o febbre dei conigli, infezione causata dal batterio Gram-negativo Francisella tularensis che si contrae per contatto diretto con animali selvatici infetti, solitamente conigli, oppure con la puntura di una zecca o una pulce infette
  • Infezione da tenia (dipylidium caninum), che il cane contrae leccandosi le parti pruriginose e ingerendo accidentalmente una pulce infetta
  • Tifo murino, una forma di tifo esantematico trasmesso dalle pulci dei ratti
  • Tungiasi, infestazione della cute provocata dalla pulce scavatrice Tunga penetrans o da specie simili
  • Peste (in Italia, questa malattia è stata debellata ma non in altre parti del mondo. Il batterio può essere trasmesso dalle punture delle pulci del ratto (Xenopsylla cheopis) e dell’uomo (Pulex irritans))

Ci sono poi altri problemi legati alla presenza di pulci, quali:

  • Dermatite allergica da pulci
  • Lesioni dovute a graffi eccessivi
  • Alopecia (perdita del pelo)
  • Anemia, in caso di infestazioni massicce
  • Iperpigmentazione della pelle
  • Forte prurito localizzato
  • Presenza di croste sulla pelle
  • Eritema
come eliminare le pulci

Come eliminare le pulci nel cane

Una volta riscontrata l’infestazione il modo migliore per procedere è il seguente:

1. Lavare il cane con uno shampoo antipulci e zecche:

Per prima cosa si dovrà lavare il cane a fondo con acqua calda e strofinare la sua pelliccia con lo shampoo antipulci.

Il prodotto deve agire per almeno 10 minuti prima di procedere con il risciacquo. La maggior parte dei prodotti antiparassitari contiene piretrina, un prodotto chimico capace di uccidere le zecche e le pulci già presenti sul cane.

Si consiglia l’uso di un prodotto specifico e non quello del comune shampoo del cane, che potrebbe anche essere efficace, ma se non uccidesse tutti i parassiti il problema potrebbe ricominciare.

2. Acquistare un prodotto spray insetticida:

Il prodotto va nebulizzato per eliminare le pulci adulte insieme alle larve. Vanno indossati guanti usa e getta e quando si strofina vicino a parti delicate del cane l’insetticida va spruzzato sul guanto e poi strofinato sulla cute, e non direttamente sulla pelle dei cani,

3. Utilizzare polveri antipulci:

I prodotti in polvere si usano cospargendo il manto del cane con un sottile strato di insetticida e lasciandolo in posa. Si inizia dalla testa per poi spostarsi sulla schiena e verso la coda. L’operazione va ripetuta una volta a settimana o quando necessario.

4) Mantenere ogni ambiente domestico pulito e disinfettato

Procedere alla disinfestazione della casa con prodotti antiparassitari e sessioni di pulizia. Vanno disinfettati mobili in tessuto e ambienti domestici per evitare il rischio che i parassiti tornino in circolo.

rimedi naturali

Come eliminare le pulci dal cane con rimedi naturali

Per chi non volesse utilizzare troppi prodotti chimici ci sono rimedi casalinghi e alternative naturali che potranno aiutarti a prevenire le pulci nel cane.

Prevenire è il termine corretto, perché una volta che il cane avrà contratto le pulci non avrai molto tempo per fare esperimenti, ma dovrai agire subito per debellare gli orribili parassiti.

I rimedi naturali per prevenire l’infestazione da pulci sono i seguenti:

1) Aceto di vino bianco

Va applicato sul pelo del cane dopo essere stato diluito con dell’acqua e spruzzato su un panno morbido. Può anche essere usato per lavare i giocattoli o come detergente per lavare la cuccia.

2) Lavanda

Tenere in casa alcune piante terrà lontane le pulci. La lavanda si trova anche in spray.

3) Succo di limone

Mescola il succo di 4 limoni in mezzo litro d’acqua con 2 cucchiai di bicarbonato di sodio, inumidisci un panno e tampona il pelo dell’animale.

4) Oli essenziali

Alcuni oli essenziali hanno un potere antiparassitario. Tra questi ci sono Limone, the verde, Garofano, cannella, Tea Tree e Neem.

Come riconoscere la puntura di pulce nell'uomo

Il morsi delle pulci si identificano con piccoli puntini rossi, isolati o raggruppati e ognuno con un alone rosso intorno. Al centro della lesione può essere presente una piccola vescicola contenente del siero, oppure una piccola crosticina.

I morsi possono fare molto prurito e la vittima tenderà a grattarsi furiosamente. Spesso le punture sono localizzate in punti ben precisi, solitamente sui piedi o sulle gambe. e possono provocare forme acute di dermatiti o malattie allergiche.

Il prurito si può ridurre con prodotti antibiotici e lenitivi.

malattie trasmesse dalle pulci all'uomo

Malattie trasmesse dalle pulci all'uomo

Il morso della pulce è molto pericoloso per l’uomo, che può a sua volta contrarre varie malattie.

  • Peste (Yersinia pestis), debellata in Italia ma presente in aree del Terzo Mondo
  • Bartonellosi
  • Tifo (Rickettsia typhi)
  • Tungiasi
  • Tenia delle pulci

E’ molto importante non prendere alla leggera il problema delle pulci dei cani. Una buona prevenzione terrà alla larga questi pericolosi insetti e salvaguarderà il benessere dei tuoi animali.

Quale detergente scegliere per pulire le orecchie al cane?

Le pulci non sono l’unico parassita che può essere fastidioso o addirittura epricoloso per l’uomo, oltre che per il quale. Vieni a scoprire con noi quali sono i parassiti dei  cani piccoli. 

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments