Skip to main content

Piccolo Brabantino

Piccolo Brabantino

Carattere e Caratteristiche

Il Piccolo Brabantino (o Petit Brabançon, o Kleine Brabander) ha origine in Belgio, e si distingue dai cugini Griffone di Bruxelles e Griffone Belga solo dalla lunghezza del pelo, in quanto è stato selezionato da esemplari che nascono occasionalmente con il pelo corto.

Tutto fa pensare che discenda dall’Affenpinscher, anche conosciuto come cane scimmia, e come questa razza presenta il caratteristico muso da bertuccia.

Questo adorabile cane da compagnia è affettuoso, leale e devoto, e nutre un amore spassionato per il proprio padrone. E’ molto intelligente e a volte un po’ testardo.

Se sei alla ricerca di una razza particolare, con tratti somatici diversi da quelli dei comunissimi terrier e dei classici cani brachicefali il Piccolo Brabantino potrebbe essere il cane giusto per te. Continua a leggere fino in fondo e inizia a conoscerlo meglio.

Il Piccolo Brabantino in breve

Buono con i bambini 60%
Amichevole con gli animali 95%
Protettivo 60%
Facile da addestrare 90%
Ha bisogno di esercizio 95%
Amichevole con gli sconosciuti 90%
Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.

Il Piccolo Brabantino in breve

Buono con i bambini 60%
Amichevole con gli animali 95%
Protettivo 60%
Facile da addestrare 90%
Ha bisogno di esercizio 95%
Amichevole con gli sconosciuti 90%
Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
Storia del Piccolo Brabantino

Storia del Piccolo Brabantino

Il Piccolo Brabantino, O Griffon Brabançon, fa parte della categoria dei tre cani Belgi di piccola taglia, insieme al Griffone Belga e al Griffone Di Bruxelles, dai quali si differenzia solo per il colore e la lunghezza del mantello. Era molto diffuso in Belgio, Olanda e nel Nord della Francia.

Il nome, Piccolo Bramantino, ci dice chiaramente che la razza ha origine in Belgio, e nello specifico, da Bramante, una regione storica europea divisa tra il Belgio e i Paesi Bassi. La sua storia è comune a quella delle due razze da cui discende.

Le tre razze derivano dall’incrocio di un’antica razza Belga chiamata “Smousje” (era simile al Griffone Barbet) con il Carlino, lo Yorkshire Terrier e il King Charles Spaniel.

In passato era utilizzato come guardiano nelle scuderie: sapeva stare tranquillamente in mezzo ai cavalli ed era particolarmente portato per la caccia ai roditori, oltre ad essere un devoto sorvegliante di animali e carrozze.

Il numero di unità dei piccoli Griffoni del Belgio si ridusse drasticamente durante la prima guerra mondiale e rischiarono tutte l’estinzione. Fu solo grazie alla dedizione di alcuni appassionati in Gran Bretagna e negli Stati Uniti che nessuna delle tre andò completamente persa. Il primo standard di razza venne fissato nel 1905.

Carattere del Piccolo Brabantino

Carattere del Piccolo Brabantino

Il Piccolo Brabantino non ha dubbi: una volta deciso chi è il padrone passerà la sua vita a compiacerlo e non avrà occhi per nessun altro al mondo. Attenzione però: sarà lui a decidere quando tu dovrai ricevere le sue attenzioni e non il contrario.

E’ un cane da compagnia intelligente, coraggioso, affettuoso e giocoso, ma sa anche essere indipendente e ha bisogno dei suoi spazi. Ha un carattere deciso ma non arrogante e non è mai aggressivo.

Si relaziona bene con gli altri animali e con i gatti, ma non è ideale per famiglie con bambini molto piccoli: non gli piace essere toccato eccessivamente e ha bisogno di avere i suoi spazi.

E’ vigile e attento, non ha paura di nulla e sa essere protettivo verso le persone che ama e anche verso il suo territorio, caratteristica che ne fa un ottimo cane da guardia ma che comporta una forte tendenza all’abbaio.

Si adatta bene alla vita in appartamento ma non può fare a meno di molta attività fisica. E’ un allievo preparato e devoto e si addestra facilmente. Nonostante il temperamento sensibile potrebbe diventare protettivo verso il padrone, ma in generale va facilmente d’accordo con gli estranei.

Curiosità sul Piccolo Brabantino

In Europa Griffone di Bruxelles e Griffone Belga sono classificati come razze separate pur differenziandosi solo nel colore, mentre negli Stati Uniti L’American Kennel Club li classifica come razza unica.

Poiché si differenzia solo nella lunghezza del pelo il Piccolo Brabantino viene considerato da molti non una razza vera e propria ma solo una varietà diversa da quelle a pelo duro. E in effetti da due esemplari a pelo duro possono nascere occasionalmente cuccioli a pelo raso.

Caratteristiche del Piccolo Brabantino

Questa razza è praticamente sconosciuta in Italia ed è quindi facile confonderlo con i suoi cugini del Belgio Griffone di Bruxelles e Griffone Belga. Vediamo di descriverlo al meglio per aiutarti a conoscere a fondo questa bellissima razza.

NB: questi sono gli standard fissati da FCI e ENCI e quindi validi per l’Europa. Standard di taglia, colore o manto diversi possono essere accettati da AKC e NKC. Per maggiori informazioni controlla gli standard del paese che ti interessa.

Le foto presenti in questo sito possono rappresentare sia gli standard FCI che quelli di AKC e NKC.

Standard di razza ENCI F.C.I

  • Gruppo 9 Cani da compagnia
  • Sezione 3 Cani belgi di piccola taglia e Brabantini
  • Senza prova di lavoro
brabantino dimensioni

Dimensioni

Ne esiste una sola taglia:

  • Piccolo Brabantino altezza al garrese indicativa 25 cm, peso 3,5-6 kg.

Tipo di pelo e mantello

Questo Griffoncino ha il pelo corto, liscio e un po’ ruvido, adagiato e brillante, di 2 cm al massimo e ben distribuito su tutta la superficie.

Barba e baffi cominciano sotto la linea naso-occhio e vanno da un orecchio all’altro, ricoprendo bene il muso e le guance con un pelo fitto e più lungo che su tutto il resto del corpo. Sopra gli occhi, il pelo deve essere più lungo che sul resto del cranio e forma delle belle sopracciglia cespugliose.

colori brabantino

Colori

I colori del manto ammessi sono marrone e nero focato. Le focature devono essere nette e di colore acceso. Si trovano sugli anteriori, dal piede al carpo, sui posteriori dal piede fino al garretto e risalgono all’interno degli arti.

Sono presenti focature anche sul petto, sulle guance, sul mento, sopra gli occhi, all’interno degli orecchi, sulla parte inferiore della coda e attorno all’ano. Il nero può essere mischiato col rosso-bruno, anche se si privilegiano il nero puro e il nero focato.

Testa

La testa è piuttosto grande se paragonata al corpo, è ben ricoperta di pelo duro e arruffato ed ha una dolce espressione quasi umana.
Il tartufo è nero, posizionato alla stessa altezza degli occhi, che sono ben distanziati , grandi, tondi, non sporgenti e di colore scuro. La mascella è prognata e gli orecchi sono piccoli, inseriti alti e portati piuttosto eretti.

Corpo

La lunghezza è simile all’altezza al garrese. Ne risulta un piccolo cane quadrato e potente. Ha una corporatura agile ma robusta

Coda

La coda non tagliata è portata rialzata, con la punta diretta verso il dorso, senza tuttavia toccarlo, e senza essere arrotolata.
vita brabantino

Quanto vive un Piccolo Brabantino

Questo bellissimo Griffone raggiunge facilmente i 13-15 anni di età.  E’ un cane davvero longevo e ti basterà mantenerlo in buona salute perché resti con te molto più a lungo.

Malattie del Piccolo Brabantino

Il Piccolo Brabantino è un cane che generalmente non ha seri problemi di salute, ma come tutti gli animali può soffrire di malattie ereditarie comuni a questi tipi di cani, o alle normali malattie del cane.

Senza dimenticare che è un cane brachicefalo e quindi il problema maggiore è rappresentato dalla difficoltà respiratoria.

Tra le patologie più frequenti:

  • Otite, sordità congenita
  • Allergie alimentari e del pelo
  • Displasia dell’anca
  • Atrofia progressiva della retina
  • Cataratta
  • Eclampsia puerperale, una grave patologia post parto dovuta una diminuzione del calcio ematico per la produzione di latte
  • Sindrome da ostruzione respiratoria, tipica dei cani brachicefali
  • Idrocefalia, una patologia in cui si verifica l’accumulo di liquido nel sistema ventricolare, dilatandolo e provocando danni cerebrali.

Cosa mangia un Piccolo Brabantino

Questi piccoli Griffoni sono cani che non hanno tendenza ad ingrassare, anche perché sono spesso in movimento. Purtroppo la vita in famiglia e la mancata attività fisica possono essere provocare sovrappeso.

Dovrai quindi controllare l’alimentazione per evitare problemi futuri quali obesità, diabete e colesterolo.

Alimentazione del cucciolo

Lo svezzamento del cucciolo di Piccolo Brabantino inizia verso le 4 settimane di età. A partire dal primo mese di vita si potrà iniziare ad inserire del mangime Junior o della carne macinata fine, iniziando con un pasto al giorno di cibo solido in combinazione con il latte materno.

Tra il primo e il secondo mese i pasti a base di cibo solido dovranno essere somministrati circa 3/4 volte al giorno, e tre a partire dal secondo mese di

Alimentazione del Piccolo Brabantino

Trattandosi di un cane di taglia piccola è consigliabile somministrare due pasti al giorno per evitare che il cane si ritrovi con lo stomaco vuoto per troppe ore di seguito. I pasti devono essere bilanciati e contenere il giusto apporto di proteine, carboidrati, grassi e minerali.

Il cibo secco (crocchette per cani)

Generalmente si privilegia la scelta del cibo secco, che però deve essere di buona qualità e somministrato nelle dosi consigliate per peso ed età. Quello più indicato è la varietà per cani di piccola taglia e con le caratteristiche giuste per la razza.

Ricorda di controllare sempre gli ingredienti e soprattutto l’apporto di vitamine e minerali, indispensabile per mantenere in forma i nostri cani. L’utilizzo del cibo umido come unica alternativa è sconsigliabile, ma se ne può aggiungere una piccola quantità per rendere più gradevole il cibo secco.

La dieta casalinga per cani

Per chi proprio non ne vuole sapere di cibo confezionato e preferisce cucinare per il proprio pelosetto la scelta ideale per la preparazione di cibo casalingo ricade su prodotti primari, da somministrarsi prevalentemente bolliti.

Cibi permessi

  • Carne
  • Interiora
  • Pesce
  • Cereali
  • Frutta e verdura adatta al cane
  • Solo occasionalmente uova e un po’ di formaggio.

Cibi vietati

  • Dolci
  • Prodotti da forno
  • Cibi grassi e unti
  • Ossa tubolari
  • Cibo speziato e affumicato
  • Cipolla e aglio
  • Funghi
  • Avocado

Ma è importante tenere presente che per dieta casalinga non si intendono i resti dei nostri pasti, che contengono sale, grassi e spezie in abbondanza, ma cibo appositamente preparato per Fido, che potrà essere congelato per utilizzo giornaliero o quando necessario.

Una combinazione di proteine, carboidrati e verdure (50% – 25% -25%) e un buon multivitaminico in combinazione con un integratore di glucosamina e omega 3 formano la base della dieta casalinga ideale. Se cucini pesce almeno due volte a settimana potrai fare a meno dell’integratore di omega 3.

Le proteine vanno variate: fegato una volta a settimana, 1 o 2 uova a settimana e il resto diviso in carni di tipo diverso e pesce. La carne deve essere disossata e il pesce senza lische. La carne di maiale, se somministrata, deve essere ben cotta.

Le quantità nei nutrienti dei pasti possono variare ma la parte maggiore deve sempre essere composta dalle proteine, che sono alla base di una corretta alimentazione.

Per maggiori informazioni su come alimentare correttamente il tuo cane con cibo casalingo puoi attenerti ai suggerimenti presenti nella nostra guida: “La dieta casalinga per il cane”. Si consiglia comunque di rivolgersi sempre a un veterinario nutrizionista.

Il cane è un animale estremamente abitudinario quando si tratta di dieta, quindi è meglio sceglierne una dall’inizio e non cambiare successivamente le abitudini del tuo quattrozampe.

cura brabantino

Sverminazione del Piccolo Brabantino

E’ importante ricordarsi di sverminare periodicamente sia i cani cuccioli che gli esemplari adulti, in particolare se adottati da rifugi, canili o da privati.

I Piccoli Brabantini, come tutti i cani che hanno temperamento da cacciatori, tendono ad inseguire prede e a catturare piccoli animali e potrebbero facilmente essere infettati da comuni parassiti. Scegli un vermifugo per cani indicato al peso e all’età del tuo cane.

Altri consigli per mantenere in forma il tuo Piccolo Brabantino

Profilassi per zecche e pulci

Questo Griffoncino per restare in salute ha bisogno di fare sport quotidianamente e una semplice passeggiata nei dintorni di casa potrebbe non essere sufficiente. Per questo motivo, se lo lasci libero in campagna e vivi in zone a rischio ti consiglio di effettuare regolarmente la profilassi per pulci e zecche.

E di fare molta attenzione alle spighe di forasacco, che riescono a penetrare molto facilmente negli occhi, nel naso e nelle orecchie.

Taglio delle unghie

Anche se Fido esce poco, le unghie vanno accorciate regolarmente per evitare che il tuo amico si faccia male quando corre.

Pulizia delle orecchie

I Piccoli Brabantini sono predisposti ad infezioni del canale auricolare e sordità. La pulizia delle orecchie è indispensabile per evitare odori sgradevoli o patologie quali:

  • Otoacarasi
  • Otiti batteriche
  • Otiti micotiche
  • Catarro auricolare
  • Otiti da corpo estraneo

Pulizia dei denti

Anche la pulizia dei denti è molto importante, poiché una scarsa igiene orale può essere responsabile di gravi disturbi quali:

  • Gengivite
  • Stomatite
  • Parodontite
  • Tumori della bocca
  • Alitosi

La raccomandazione è quella di effettuare la pulizia dei denti quotidianamente per evitare perdita di denti in giovane età o costose pulizie sotto sedazione.

Oggi ci vengono in aiuto, oltre ai modelli classici, anche spazzolini tipo guanto che si infilano sulle dita o spazzolini che puliscono contemporaneamente arcata interna ed esterna, e vari gusti di dentifricio enzimatico specifico per il tuo pet!

Spazzolare i denti una volta ogni due giorni sarà sufficiente per avere un cane allegro e con la bocca in salute.

Potrai anche somministrare uno snack per la pulizia dentale una volta al giorno, in commercio se ne trovano tantissimi di gusti e forme diverse.

Ghiandole perianali

Ricordati di controllare periodicamente lo stato delle ghiandole perianali per evitare situazioni quali:

  • Ascesso dei sacchi anali
  • Tumori (adenomi e adenocarcinomi)
  • Infezioni batteriche atipiche
  • Micosi

Ti accorgerai quando è il momento perché il cane inizierà a strusciare l’ano sul pavimento, si gratta o lecca ripetutamente ed ha cattivo odore.

Sterilizzazione

Sterilizzare il tuo amico a quattro zampe può metterlo al sicuro da futuri problemi: la femmina, se operata prima del primo calore, rischierà molto meno di sviluppare tumori maligni delle mammelle, mentre il maschio sarà meno aggressivo e meno propenso alla fuga.

I maschi non castrati tendono a sviluppare tendenze dominanti e potrebbero provocare cani maschi di grandi dimensioni, con conseguenze anche letali.

Per chi è adatto il Piccolo Brabantino

Questo piccolo cane da compagnia è adatto a chi cerca una razza che viva in simbiosi con il proprio padrone, e a chi ha gusti non convenzionali in fatto di aspetto. E per chi ha gatti.

E’ la razza perfetta anche per chi lavora a contatto con il pubblico, non solo perché è molto estroverso e va d’accordo con tutti ma anche perché resta perennemente attaccato alle gambe del proprio padrone, e quindi difficilmente si darà alla fuga.

Per chi non è adatto il Piccolo Brabantino

Per chi cerca un cane molto indipendente, perché non gli piace essere lasciato solo e vuole rapportarsi con la famiglia come se fosse un umano.

Per chi ha bambini molto piccoli, perché non ama essere toccato eccessivamente e potrebbe perdere la pazienza velocemente se non vengono rispettati i suoi spazi.

Domande Frequenti

Quanto costa un cucciolo di Piccolo Brabantino?

Un cucciolo di Piccolo Brabantino costa circa 800 Euro. Parliamo ovviamente di cuccioli testati e provenienti da un buon allevamento. Il Griffone di Bruxelles e il Griffone Belga hanno lo stesso prezzo (circa 1500 Euro)

Per chi ama queste razze così particolari ma ha un budget limitato il Piccolo Brabantino potrebbe essere una buona alternativa per accaparrarsi un simpaticissimo Griffoncino, in fondo le tre razze sono uguali in tutto e per tutto tranne che nel mantello.

Il Piccolo Brabantino perde pelo?

Si, lo perde, fa la muta due volte l’anno ma perde pelo anche durante il resto dell’anno. Stessa cosa per il Griffone di Bruxelles e il Griffone Belga.

Però il Piccolo Brabantino a differenza dei due cugini a pelo duro non ha bisogno di sessioni annuali di stripping, quindi calcola che avrai un certo risparmio scegliendo questa tra le tre razze di Griffoni.

Il pelo è anche molto più corto e meno visibile, quindi ti basterà una spazzola guanto per limitare il problema.

Il Piccolo Brabantino puzza?

Assolutamente no, ha il pelo corto e resta piuttosto pulito, per cui la puzza potrebbe essere il segnale d’allarme che qualcosa non va nell’animale.

I problemi più comuni che riguardano il cattivo odore del cane sono:

  • Batteri nelle pieghe del muso nei cani brachicefali (problema per il quale si consiglia una pulizia dopo i pasti con un panno di cotone umido)
  • Alito cattivo, dovuto a scarsa igiene dentale
  • Ghiandole perianali non svuotate
  • Orecchie sporche
  • Mantello sporco
  • Periodo del calore nella femmina
  • Flatulenza (le classiche puzzette, spesso dovute a cattiva alimentazione)

Solitamente questi piccoli disturbi non richiedono la visita da un veterinario, ma solo tu conosci bene il tuo pet e se noti qualcosa di anormale o di cui non sei sicuro fallo controllare da un veterinario.

Come toelettare un Piccolo Brabantino?

Questa razza ha il pelo corto, per cui la toelettatura si limita a qualche bagno in caso di bisogno. Niente stripping o costosi tagli come nel caso del Griffone Belga e del Griffone di Bruxelles.

Inizia sempre spazzolando bene il cane per rimuovere tutti i nodi dal pelo, soprattutto se è un’operazione che non si fa quotidianamente.

Inserisci delle palline di cotone nelle orecchie del cane per evitare che ci entrino acqua o schiuma.

Dovrai poi lavare bene il cane con uno shampoo specifico, risciacquare bene e poi ammorbidire il pelo con un balsamo condizionatore (importante: usa esclusivamente prodotti per cani e non per umani!). Attenzione a occhi e orecchie.

Tampona bene il cane con un asciugamano asciutto, meglio se tiepido, e rimuovi tutta l’acqua in eccesso. Asciuga bene con il phon non troppo caldo.

Come addestrare il Piccolo Brabantino?

Visto che è un cane da compagnia intelligente e che si addestra facilmente Non farai nessuna fatica a farti capire. Abbi un po’ di pazienza all’inizio e usa comandi semplici e chiari. Porta con te snack, guinzaglio, pettorina e clicker e raggiungi un posto tranquillo.

Inizia con i comandi standard di base quali:

  • Seduto
  • A terra
  • Vieni
  • Stop o Fermo

E premialo quando risponde correttamente.

Accetto di ricevere informazioni su novità, prodotti e offerte da canipiccoli.it

* Accetto di ricevere informazioni su novità, prodotti e offerte da canipiccoli.it
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments