Skip to main content

Il Patterdale Terrier

Patterdale Terrier

Carattere e Caratteristiche

Il Patterdale Terrier ha origine in Gran Bretagna e nasce come cane da caccia alla volpe e caccia da tana ad altri piccoli animali selvatici.

Ha un carattere allegro ed è un ottimo cane da lavoro, ma i forti istinti da cane da caccia non lo rendono la razza più adatta a chi cerca semplicemente un cane da compagnia.

E non è nemmeno riconosciuto come razza se non in Inghilterra, per cui si hanno poche informazioni su questo simpatico cagnolino. Vediamo quindi di riunire tutto quello che abbiamo trovato per permetterti di scoprire se il Patterdale Terrier è esattamente il cucciolo che stavi cercando.

Il Patterdale Terrier in breve

Buono con i bambini 54%
Amichevole con gli animali 24%
Protettivo 70%
Facile da addestrare 92%
Ha bisogno di esercizio 100%
Amichevole con gli sconosciuti 33%
Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.

Il Patterdale Terrier in breve

Buono con i bambini 54%
Amichevole con gli animali 24%
Protettivo 70%
Facile da addestrare 92%
Ha bisogno di esercizio 100%
Amichevole con gli sconosciuti 33%
Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
Storia Patterdale Terrier

Storia del Patterdale Terrier

La storia di questo cane è praticamente inesistente. Si sa che deriva da una razza, o meglio, un gruppo di razze di terrier a gamba lunga chiamate in modo generico Fell Terrier e autoctone della regione dei laghi in Inghilterra, nella zona settentrionale (Lake District)

Dalla stessa razza derivano anche il Lakeland Terrier e lo Scottish Terrier. Il Patterdale Terrier non sembra avere un’identità propria ma è considerato solo una variante del Fell Terrier (a cui somiglia molto come aspetto), motivo per il quale non è riconosciuto da FCI.

Anche se i Fell Terrier erano conosciuti già nel 1700 il Patterdale Terrier è stato sviluppato come razza solo negli anni ’50, grazie al lavoro intenso di tre allevatori locali, Joe Bowman, Frank Buck e Cyril Breay.

Questi cani erano allevati per dedicarsi alla caccia alla volpe e alla talpa, avevano i tratti fisici ideali per infilarsi nella tane più strette e riuscivano ad estrarre i predatori che decimavano i greggi di pecore, il bestiame e il pollame e distruggevano le coltivazioni.

Oltre alla velocità e alla forza fisica avevano dalla loro anche un manto resistente ai graffi e alle intemperie, così da poter sopravvivere alla fredde temperature della zona.

Poiché le aspre colline dell’Inghilterra del nord ovest non sono percorribili a cavallo ma solo a piedi, l’unica soluzione era quella di avere un animale che adattasse a tutte le condizioni climatiche avverse e che potesse sopportare l’estrema fatica delle lunghe camminate.

Da quando la caccia alla volpe con i cani da tana è diventata illegale nel 2004 il Patterdale Terrier si è reso meno necessario, perdendo così popolarità e numero di esemplari.

E’ stato anche esportato negli Stati Uniti, dove era utilizzato per cacciare la volpe e i procioni, e nel 1995 è stato riconosciuto da United Kennel Club, ma non da American Kennel Club. E’ tuttora solo riconosciuto dal Kennel Club Inglese.

carattere patter

Carattere del Patterdale Terrier

Questo cane è allegro e gioviale, ma non è un cane nato come razza da compagnia: conserva tutto il suo istinto da cacciatore e da cane da lavoro ed ha bisogno di essere messo all’opera il più spesso possibile.

E’ rustico e robusto e si adatta bene a qualsiasi ambiente, ma non è il tipico cane da appartamento e ha bisogno di moltissimo esercizio.

E’ un cane da caccia e quindi ha una forte tendenza alla fuga. Per questo necessita di un buon addestramento sin da cucciolo.

Ha una grande energia ed è molto devoto al padrone, ma non tollera bene sia gli sconosciuti che gli altri animali.

Caratteristiche del Patterdale Terrier

Il Patterdale è un cane piuttosto raro e quindi difficile da riconoscere, ma abbiamo raccolto tantissime informazioni e ti aiuteremo a riconoscere questo bellissimo animale quando ne incontrerai uno.

Standard ENCI FCI

  • La razza non è riconosciuta dalla Federazione Cinologica Internazionale, F.C.I.

Dimensioni Patterdale Terrier

Dimensioni

Ne esiste una sola:

  • Altezza al garrese 25-38 cm, peso 4-6 kg

Tipo di pelo e mantello

Corto e mediamente duro.

Colori Patterdale Terrier

Colori

Nero, fulvo, marrone cioccolato e fegato, più alcune varianti bicolori.

Testa

Forte e potente, con mascella a forbice, occhi e tartufo in armonia con il colore del pelo.

Corpo

Longilineo e snello ma forte e muscoloso, con zampe lunghe, squadrato e leggermente più lungo che alto. Il torace ha una buona circonferenza e costole ben cerchiate.

Coda

Alta, ma non portata rovesciata sul dorso.
vita-patte

Quanto vive il Patterdale Terrier

Mediamente questo cane vive circa 12-14 anni.

Malattie del Patterdale Terrier

Il Patterdale Terrier è un cane naturalmente sano e robusto, ma può soffrire di malattie ereditarie comuni a questi tipi di cani o alle normali malattie del cane. Tra le più frequenti:

  • Otite, sordità congenita
  • Allergie alimentari e del pelo
  • Patologie del cavo orale
  • Obesità
  • Mielopatia degenerativa, cataratta, glaucoma
  • Ernia del disco
  • Problemi cardiovascolari
  • Calcoli renali

Cosa mangia un Patterdale Terrier

I Patterdale Terrier erano cani molto attivi ma la vita in famiglia e la mancata attività fisica hanno fatto che sì che la razza sviluppasse una certa tendenza al sovrappeso. Bisognerà quindi somministrare cibo di buona qualità per evitare problemi futuri quali obesità, diabete e colesterolo.

Alimentazione del cucciolo

Lo svezzamento del cucciolo di Patterdale Terrier inizia verso le 4 settimane di età. A partire dal primo mese di vita si potrà iniziare ad inserire del mangime specifico per cuccioli o della carne macinata fine, iniziando con un pasto al giorno in combinazione con il latte materno.

Tra il primo e il secondo mese i pasti a base di cibo solido dovranno essere somministrati circa 3/4 volte al giorno, e tre a partire dal secondo mese di vita.

Alimentazione dell'adulto di Patterdale Terrier

Trattandosi di un cane di taglia piccola ma che brucia molta energia è consigliabile somministrare due pasti al giorno, per evitare che il cane si ritrovi con lo stomaco vuoto per troppo tempo. I pasti devono essere bilanciati e contenere il giusto apporto di proteine, carboidrati, grassi e minerali.

Il cibo secco (crocchette per cani)

La scelta più naturale è quella di optare per cibo secco di buona qualità, attenendosi alle dosi consigliate per peso ed età. E sceglierne uno studiato per cani di piccola taglia e con le caratteristiche giuste per la razza (in commercio se ne trovano addirittura alcune varietà specifiche per piccoli terrier che sono indicate anche per la razza Patterdale Terrier)

Ricorda di controllare sempre gli ingredienti e soprattutto l’apporto di vitamine e minerali, indispensabile per mantenere in forma i nostri cani. L’utilizzo del cibo umido come unica alternativa è sconsigliabile, ma se ne può aggiungere una piccola quantità per rendere più gradevole il cibo secco.

LA DIETA CASALINGA PER CANI

Se invece non volessi somministrare cibo industriale e volessi cucinare per il tuo cane, la scelta più indicata per la preparazione di cibo casalingo ricade su prodotti primari da somministrarsi prevalentemente bolliti.

Cibi permessi

  • Carne
  • Interiora
  • Pesce
  • Cereali
  • Frutta e verdura adatta al cane
  • Solo occasionalmente uova e un po’ di formaggio.

Cibi vietati

  • Dolci
  • Prodotti da forno
  • Cibi grassi e unti
  • Ossa tubolari
  • Cibo speziato e affumicato
  • Cipolla e aglio
  • Funghi
  • Avocado

Ma è importante ricordare che per dieta casalinga non si intendono gli avanzi di cucina, bensì cibo appositamente preparato per il tuo compagno, che potrà essere congelato e scongelato all’occorrenza

Cucinare in casa non è difficile, ti basterà preparare un misto di proteine, carboidrati e verdure (50% – 25% -25%) e aggiungere un multivitaminico e un integratore di glucosamina e omega 3.

La quantità dei componenti del cibo casalingo per cani può variare ma la parte maggiore deve sempre essere composta dalle proteine, che sono alla base di una corretta alimentazione.

Per maggiori informazioni su come alimentare correttamente il tuo cane con cibo casalingo puoi attenerti ai suggerimenti presenti nella nostra guida: “La dieta casalinga per il cane”. Si consiglia comunque di rivolgersi sempre a un veterinario nutrizionista.

Il cane è un animale che non ama i cambiamenti quando si tratta di dieta, quindi è meglio sceglierne una dall’inizio e non cambiare successivamente le abitudini del cane.

patter-cura

Sverminazione del Patterdale Terrier

E’ importante ricordarsi di sverminare periodicamente sia i cani cuccioli che gli esemplari adulti, in particolare se adottati da rifugi, canili o da privati.

I Patterdale Terrier hanno una forte tendenza a scavare e a cacciare piccole prede, per cui attenzione ai parassiti con cui potrebbero venire in contatto. Scegli un vermifugo per cani indicato al peso e all’età del tuo cane.

Altri consigli per mantenere in forma il tuo Patterdale Terrier

Profilassi per zecche e pulci

Il Patterdale Terrier deve fare molto esercizio e i marciapiedi della città non gli bastano, deve stare in aperta campagna. Per questo motivo, se vivi in zone a rischio, si consiglia di effettuare regolarmente la profilassi per pulci e zecche.

E di fare molta attenzione alle spighe di forasacco, a questi cani piace molto infilarsi tra i cespugli e correre nei campi coltivati, quindi rischiano di ritrovarsele ovunque.

Taglio delle unghie

Anche se il cane esce poco, le unghie vanno accorciate regolarmente per evitare che il tuo amico si faccia male quando corre.

Pulizia delle orecchie

Il Patterdale Terrier è predisposto a infezioni del canale auricolare e sordità. La pulizia delle orecchie è indispensabile per evitare odori sgradevoli o patologie quali:

  • Otoacarasi
  • Otiti batteriche
  • Otiti micotiche
  • Catarro auricolare
  • Otiti da corpo estraneo

Pulizia dei denti

Anche la pulizia dei denti è di vitale importanza, poiché una scarsa igiene orale può essere responsabile di gravi disturbi quali:

  • Gengivite
  • Stomatite
  • Parodontite
  • Tumori della bocca
  • Alitosi

Anche se questo cane potrebbe non essere la razza più docile quando si tratta di operazioni di questo tipo, dovrai cercare di effettuare una pulizia dentale quotidiana per evitare perdita di denti in giovane età o costose pulizie sotto sedazione.

Potranno esserti di aiuto, oltre che modelli classici, anche spazzolini tipo guanto che si infilano sulle dita o spazzolini che puliscono contemporaneamente arcata interna ed esterna, e vari gusti di dentifricio enzimatico specifico per il tuo pet!

Cerca di lavare i denti almeno una volta ogni due giorni per assicurarti che tartaro e placca vengano rimossi regolarmente.

Può essere utile somministrare uno snack per la pulizia dei denti ogni giorno, in commercio se ne trovano tantissimi di gusti e forme diverse. Ma da soli non risolvono la situazione, i denti vanno comunque spazzolati!

Ghiandole perianali

Ricordarsi di controllare periodicamente lo stato delle ghiandole perianali per evitare  situazioni quali:

  • Ascesso dei sacchi anali
  • Tumori (adenomi e adenocarcinomi)
  • Infezioni batteriche atipiche
  • Micosi

Ti accorgerai quando è il momento perché il cane inizierà a strusciare l’ano sul pavimento, si gratta o lecca ripetutamente ed ha cattivo odore.

Sterilizzazione

Sterilizzare il tuo Patterdale Terrier può metterlo al sicuro da futuri problemi: la femmina, se operata prima del primo calore, rischierà molto meno di sviluppare tumori maligni delle mammelle, mentre il maschio sarà meno aggressivo e meno propenso alla fuga.

Questi piccoli terrier da caccia sviluppano tendenze dominanti e potrebbero attaccare cani più grandi. La castrazione nel maschio limita questo tipo di comportamento a rischio.

Per chi è adatta la razza Patterdale Terrier

Per chi abbia una casa grande con molto spazio e lo possa addestrare.

E per chi cerca un cane rustico e resistente capace di passare anche qualche ora all’aperto nonostante il freddo.

Per chi non è adatto il Patterdale Terrier

Per chi non vuole un cane con troppa energia, per chi preferisce animali più affettuosi e per chi non può farlo uscire spesso.

E anche per chi ha gatti o lo metterebbe in contatto con estranei molto di frequente, visto che tollera male sia gli uni che gli altri.

Domande Frequenti

Quanto costa un cucciolo di Patterdale Terrier

Il prezzo di un cucciolo testato e con pedigree varia dai 300 ai 500 Euro, ma in Italia se ne trovano pochi.

Il Patterdale Terrier perde pelo?

Si, ma non necessita di grande manutenzione, basta spazzolare una volta a settimana e fargli un bel bagno quando serve.

Il Patterdale Terrier puzza?

Generalmente no, e la puzza potrebbe essere il segnale d’allarme che qualcosa non va nell’animale, o che ha problemi ormonali.

I problemi più comuni che riguardano il cattivo odore del cane sono:

  • Batteri nelle pieghe del muso (problema per il quale si consiglia una pulizia dopo i pasti con un panno di cotone umido)
  • Alito cattivo, dovuto a scarsa igiene dentale
  • Ghiandole perianali non svuotate
  • Orecchie sporche
  • Mantello sporco
  • Periodo del calore nella femmina
  • Flatulenza (le classiche puzzette, spesso dovute a cattiva alimentazione)

Solitamente questi inconvenienti non compromettono fortemente la salute del cane, ma solo tu conosci bene il tuo pet e se noti qualcosa di anormale o di cui non sei sicuro fallo controllare da un veterinario.

Come toelettare un Patterdale Terrier

C’è davvero poco da fare, più che altro questa è una guida per fargli il bagno nel modo migliore.

Si inizia sempre spazzolando bene il cane per rimuovere tutte le impurità dal pelo, soprattutto se è un’operazione che non si fa quotidianamente.

Inserisci delle palline di cotone nelle orecchie del cane per evitare che ci entrino acqua o schiuma.

Dovrai poi lavare bene il cane con uno shampoo specifico, risciacquare bene e poi ammorbidire il pelo con un balsamo condizionatore (importante: usa esclusivamente prodotti per cani e non per umani!). Attenzione a occhi e orecchie.

Tampona bene il cane con un asciugamano asciutto, meglio se tiepido, e rimuovi tutta l’acqua in eccesso. Asciuga bene con il phon non troppo caldo.

Come addestrare il Patterdale Terrier

Con molta pazienza e iniziando fin da cucciolo. Premialo con piccoli snack in combinazione con il classico clicker. E con un guinzaglio e pettorina che ovviamente porterai sempre con te.

Inizia con i comandi di base quali

  • Seduto
  • A terra
  • Vieni
  • Stop o Fermo

Potrai insegnargli i comandi di base a casa e poi quelli in movimento all’aperto. L’addestramento non deve protrarsi per più di 30 minuti consecutivi.

Accetto di ricevere informazioni su novità, prodotti e offerte da canipiccoli.it

* Accetto di ricevere informazioni su novità, prodotti e offerte da canipiccoli.it
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments