Skip to main content

Malattie infettive del cane: come riconoscerle e prevenirle

malattie infettive del cane

Perché siamo obbligati a vaccinare i nostri amici a quattrozampe contro le principali malattie del cane?

E’ veramente necessario, o possiamo evitare perché tanto il cane resta solo in città, non si ammala mai e i vaccini sono molto costosi? Dobbiamo davvero vaccinare così di frequente?

Molti padroni di cani si sono posti questa domanda, alla quale c’è una sola risposta: sì, bisogna vaccinare.

Le malattie infettive del cane sono tante, sono molto comuni, si diffondono con estrema facilità e molto velocemente e in molti casi sono patologie croniche invalidanti o addirittura letali.

La prevenzione è l’arma migliore che abbiamo ma non sempre basta ad evitare eventi catastrofici che mettano a repentaglio la salute del cane e a volte anche la nostra, e i vaccini sono il nostro strumento più utile per garantire a Fido una vita lunga e felice.

In questo articolo cercheremo di fare un po’ di chiarezza sulle malattie infettive del cane, su come prevenirle e su come curarle oppure controllarne i sintomi.

Ti aiuteremo a capire con poche brevi linee guida la pericolosità di queste malattie, e perché la prevenzione, quando possibile, è l’unico modo sicuro di proteggere la vita del tuo fedele amico.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
come si trasmettono le malattie del cane

Come si trasmettono le malattie infettive del cane?

Le malattie infettive si trasmettono per contatto tra batteri, virus, funghi o parassiti e l’organismo umano.

La trasmissione può avvenire per contatto da animale a persona o viceversa, attraverso punture o morsi di vettori, ingestione di acqua o alimenti contaminati.

Per alcune di queste malattie infettive sono disponibili i relativi vaccini, che possono essere obbligatori o facoltativi.

Data la pericolosità di queste infezioni le vaccinazioni sono tutte raccomandate, salvo nei casi di patologie in corso che possano mettere a rischio la salute del tuo cane (ad esempio malattie autoimmuni quali la vasculite).

Quali sono le più diffuse malattie infettive del cane? Ce ne sono varie, che abbiamo diviso per fonte di infezione.

malattie del cane trasmesse da virus

Malattie trasmesse da virus

Le malattie trasmesse da virus sono le seguenti:

  • parvovirosi
  • epatite infettiva
  • cimurro
  • rabbia
  • bordetella bronchiseptica

A parte la bordetella sono tutte molto pericolose e possono essere letali. Ti spiegheremo a seguito come si evolvono e cosa fare se il cane contrae la malattia.

Parvovirosi

La Parvovirosi (gastroenterite infettiva, gastroenterite virale o enterite virale) è una malattia altamente contagiosa ed è tra le più gravi che si possano contrarre.

Questa infezione si trasmette attraverso le feci di animali infetti e sopravvive a lungo anche nel suolo e negli oggetti (ad esempio le cucce e i canili), per cui è estremamente facile per un cane essere contagiato.

Il virus attacca il miocardio e l’apparato gastroenterico e provoca una paralisi della muscolatura intestinale causando accumuli d’aria all’interno dello stesso.

I sintomi sono:

  • Inappetenza e disidratazione
  • Diarrea emorragica e vomito intenso
  • Febbre

In caso si riscontrino questi sintomi il cane va isolato immediatamente. Se la patologia non diagnosticata in tempo può portare alla morte.

Diagnosi

La malattia, se presa allo stadio iniziale, è curabile somministrando fluidi per via endovenosa e antibiotici per eventuali infezioni batteriche.

Vaccino

Per questa patologia è disponibile un vaccino, che è obbligatorio per legge.

Trasmissione

L’uomo non può essere infettato dal Parvovirus.

epatite infettiva nel cane

Epatite Infettiva

L’epatite infettiva è un’infiammazione del fegato altamente contagiosa e causata da un virus chiamato adenovirus, che colpisce principalmente i cani di meno di un anno di età.

Questa malattia si contrae principalmente attraverso l’ingestione di sangue, urina, feci e saliva di cani infetti.

I sintomi sono:

  • rigonfiamento dell’addome, dolore addominale, fegato dolente e ingrossato, ittero
  • febbre, tonsillite, arrossamento delle mucose, aumento delle secrezioni nasali e oculari
  • sete eccessiva, perdita dell’appetito, vomito, diarrea
  • ingrossamento dei linfonodi mandibolari
  • sangue nelle mucose, sanguinamento delle gengive
  • perdita dell’appetito
  • aumento delle secrezioni nasali e oculari
  • sensibilità alla luce
  • perdita di coordinazione nei movimenti
  • letargia
  • ecchimosi cutanea
  • epilessia

Diagnosi

Al momento non esiste cura ma se diagnosticata al primo stadio può essere iniziata una terapia di sostegno per alleviare i sintomi. In caso contrario porterà alla morte.

Vaccino

Per questa patologia è disponibile un vaccino, che è obbligatorio per legge.

Trasmissione

L’uomo non può contrarre l’Epatite infettiva

Cimurro

Il cimurro è un malattia virale spesso letale. E’ altamente contagiosa ed è causata da un virus potenzialmente mortale (paramyxovirus) appartenente alla famiglia del morbillo umano.

Si diffonde per contatto diretto tramite lo scambio di saliva e altri fluidi, quindi si può trasmettere anche semplicemente condividendo le ciotole, bevendo dalla stessa fontanella o nella normale interazione del cane.

Il virus del cimurro attacca i linfonodi della bocca e delle tonsille e dopo alcuni giorni si diffonde nel sistema circolatorio attaccando stomaco e polmoni. Infine aggredisce sistema nervoso, stomaco, polmoni e cute con danni gravissimi per l’animale.

La sintomatologia può variare ma i sintomi più comuni sono:

  • Febbre, tosse, starnuti e problemi respiratori
  • Inappetenza, dimagrimento
  • Scolo nasale e lacrimazione eccessiva agli occhi
  • Ispessimento dei polpastrelli
  • Vomito e diarrea spesso emorragica, disidratazione
  • Letargia, malessere generale, depressione
  • Tremori, convulsioni, difficoltà motorie
  • Problemi della cute, dermatite

Ne esiste una forma molto pericolosa, definita Nervosa. I sintomi, che possono apparire anche tardivamente, ci sono

  • Tremori, convulsioni, difficoltà motorie
  • Convulsioni
  • Salivazione eccessiva
  • Paresi o paralisi

Il cimurro si diagnostica con esami specifici.

Diagnosi

Non esiste una cura specifica per la malattia. Si somministrano fluidi per via endovenosa. Se necessario si procede con una terapia di supporto a base di antibiotici nell’attesa che il sistema immunitario del cane sviluppi una risposta all’attacco del virus.

La guarigione non è garantita e la mortalità è più alta nel caso di cani giovani il cui sistema immunitario non sia ancora maturo.

Vaccino

Per questa patologia è disponibile un vaccino, che è obbligatorio per legge.

Trasmissione

L’uomo non può contrarre il cimurro.

la rabbia è infettiva

Rabbia

La rabbia è una malattia infettiva del sistema nervoso centrale causata da un virus (Rhabdovirus) che può colpire tutti i mammiferi, incluso uomo, gatto e animali di grandi dimensioni quali bovini e suini.

Si trasmette attraverso la saliva degli animali infetti e generalmente tramite il morso, e ne sono spesso vettori alcune specie di pipistrelli.

I sintomi sono:

  • Aggressività
  • Cambiamento nel comportamento (paura, nervosismo, diffidenza)
  • Stimolo a mordere senza ragione o preavviso
  • Salivazione eccessiva
  • Febbre
  • Deambulazione
  • Disorientamento
  • Convulsioni
  • Paralisi

L’unico mezzo diagnostico per questa infezione è l’esame del tessuto cerebrale post-mortem.

Diagnosi

Non esiste una cura per la rabbia, un animale infetto verrà soppresso in quanto l’infezione è altamente contagiosa e il cane particolarmente aggressivo..

Vaccino

Per questa patologia è disponibile un vaccino, che è obbligatorio per legge non all’interno del paese ma quando si viaggia verso un paese straniero.

E’ comunque altamente raccomandabile, soprattutto per cani che stanno all’aperto.

Trasmissione

La rabbia può essere trasmessa all’uomo.

Nota aggiuntiva

La rabbia è considerata una minaccia la sanità pubblica, per cui ogni animale che morda una persona deve essere denunciato e posto in osservazione per almeno 10 giorni, anche se vaccinato.

La vittima viene sottoposta a un trattamento immunitario preventivo.

Bordetella bronchiseptica (o tosse canina)

La Bordetella, o tosse canina, è un’infezione virale delle vie respiratorie che causa bronchite e tosse nel cane. E’ trasmessa da un virus simile a quello della pertosse umana.

E’ altamente contagiosa e si sviluppa prevalentemente in luoghi molto affollati quali i canili (è chiamata anche tosse dei canili). Attacca prevalentemente animali con il sistema immunitario deficitario.

E’ molto importante diagnosticarla tempestivamente poiché potrebbe diventare polmonite.

I sintomi sono:

  • Tosse persistente
  • inappetenza
  • Letargia
  • Muco liquido
  • Febbre
  • Polmonite

Diagnosi

La malattia, se presa allo stadio iniziale, è curabile somministrando antibiotici. Spesso si risolve senza trattamenti.

Vaccino

Per questa patologia è disponibile un vaccino, che non è obbligatorio per legge.

Trasmissione

Anche l’uomo può contrarre la Bordetella. Il rischio è estremamente basso.

Le malattie trasmesse da batteri nel cane

Malattie trasmesse da batteri

Le malattie del cane trasmesse da batteri sono le seguenti:

  • leptospirosi
  • leishmania
  • tubercolosi del cane
  • tetano nel cane

Sono tutte letali o molto difficili da curare.

leptospirosi malattia infettiva

Leptospirosi

La Leptospirosi è una malattia infettiva acuta che si trasmette tramite l’urina o altri fluidi corporei di animali infetti, che sopravvivono per mesi nell’acqua o nel terreno.

I batteri possono penetrare nell’organismo attraverso le mucose o la pelle (principalmente se vi sono graffi o ferite).

Il principale vettore è il ratto. I casi di trasmissione da cane a cane sono molto rari. La Leptospira raggiunge il ciclo sanguigno e provoca danni a organi quali fegato e reni. Ne esistono diverse varietà.

I sintomi della Leptospirosi sono:

  • febbre
  • dolori muscolari
  • debolezza
  • inappetenza
  • vomito
  • diarrea

A volte la patologia può essere asintomatica. Il test si effettua con prelievo di sangue e delle urine.

Diagnosi

La malattia, se presa allo stadio iniziale, è curabile somministrando antibiotici e fluidi per via endovenosa.

Vaccino

Per questa patologia è disponibile un vaccino, che è obbligatorio per legge.

Trasmissione

Anche l’uomo può contrarre la Leptospirosi. Il rischio di contrarlo dal cane è estremamente basso.

la leishmania è infettiva

Leishmania (o Lieshmaniosi)

La Leishmaniosi è una patologia infettiva trasmessa dalle punture di un insetto, il flebotomo, molto simile alla zanzara e comunemente chiamato pappatacio.

Il Pappatacio al momento del pasto immette nell’organismo dell’ospite un protozoo parassita che si annida nell’organismo, provocando gravi danni e successivamente la morte.

I sintomi sono:

  • Stanchezza cronica, sonnolenza, letargia
  • Febbre
  • Forfora
  • Sangue nelle urine, fuoriuscita di sangue dalle narici
  • Lesioni cutanee (tra cui alopecia, dermatite, ulcerazioni della pelle con possibile sanguinamento, dermatite secca con forfora, e onicogrifosi, ovvero una crescita anomala delle unghie, lesioni all’occhio)
  • Gonfiore e dolore diffuso alle articolazioni
  • Ingrossamento dei linfonodi
  • Insufficienza renale
  • Perdita dell’appetito, vomito, diarrea, sete, dimagrimento
  • Pallore delle mucose
  • Alterazione del pelo
  • Anemia
  • Addome gonfio (a causa dell’aumento di volume di fegato e milza)

Il test si effettua con biopsie dei linfonodi o del midollo osseo e test del sangue e dei tessuti degli animali.

Diagnosi

Non esiste cura per la Leishmaniosi, se diagnosticata allo stadio iniziale si può iniziare una terapia per contenere i sintomi ma si rivela spesso fallimentare. La terapia si effettua con due farmaci in particolare:

  • Allopurinolo
  • Antimoniato di meglumina

Purtroppo hanno molti effetti collaterali e la risposta del paziente non è sempre buona, oltre ad esservi spesso recidive.

Vaccino

Per questa patologia è disponibile un vaccino, che non è obbligatorio per legge.

La Leishmaniosi è però diffusa ormai ovunque e i pappataci compaiono nella stagione calda, ovvero quando gli animali passano più tempo all’aperto, per cui è quasi indispensabile farlo.

Si consiglia l’uso di antiparassitari specifici quali spot on e collari che proteggano contro i flebotomi.

Trasmissione

Anche l’uomo può contrarre la Leishmaniosi ma il contagio è estremamente raro. Non può essere trasmessa dal cane, solo da una zanzara infetta.

Tubercolosi del cane

La tubercolosi del cane è trasmessa da una famiglia di batteri che ne comprende oltre 40 tipi diversi.

Generalmente il cane adulto ne è immune, mentre a contrarla più facilmente è il cucciolo. Il contagio avviene per via aerea. E’ una zoonosi invertita, ovvero è l’uomo a contagiare gli animali.

Colpisce anche bovini, gatti e altri animali domestici.

I sintomi principali sono:

  • astenia
  • debolezza
  • mancanza di appetito
  • vomito o rigurgito e/o diarrea
  • difficoltà respiratorie, con presenza di espettorati fluidi o catarrali, tosse cronica, infiammazione cronica della mucosa con bronchite, pleurite
  • patologie del fegato, milza, peritoneo
  • indebolimento del sistema immunitario,
  • difficoltà di guarigione per piccole ferite o lesioni

Diagnosi

La malattia è letale: quando viene riscontrata gli animali vengono abbattuti per la sicurezza sociale.

Vaccino

Non esiste vaccino.

Trasmissione

E’ una zoonosi e si può trasmettere da uomo a cane.

Tetano nel cane

Il tetano del cane è una patologia trasmessa da un batterio che si annida nel terreno e lo contamina.

Penetra nell’organismo dell’ospite attraverso le ferite e restare in incubazione anche per 15 giorni prima di manifestare sintomi.

I più comuni sono:

  • rigidità muscolare
  • difficoltà respiratoria
  • Difficoltà o impossibilità a deglutire
  • Febbre
  • Contrazioni muscolari violente e spasmi

Diagnosi

La terapia per il tetano del cane consiste in antidolorifici, miorilassanti e antibiotici.

Vaccino

Non esiste un vaccino.

Trasmissione

Il tetano non si trasmette all’uomo.

la tigna è infettiva

Malattie trasmesse da funghi: la Tigna

La tigna è un’infezione fungina che colpisce pelle, pelo e unghie. E’ trasmissibile a diverse specie animali e anche all’uomo. Si trasmette con contatto diretto o attraverso oggetti contaminati.

I sintomi sono:

  • Alopecia irregolare o circolare;
  • Pelo danneggiato;
  • Ulcere della pelo, arrossamento della cute
  • Desquamazione e croste
  • Forfora

Diagnosi

La tigna è curabile in ambulatorio, ma potrebbe essere richiesta la quarantena. Si procede con l’utilizzo di prodotti topici o in casi gravi di prodotti fungicidi.

Vaccino

Non esiste un vaccino.

Trasmissione

La tigna si trasmette all’uomo.

Malattie parassitarie cel cane

Le malattie parassitarie del cane sono provocate da parassiti che colpiscono cani e gatti a livello intestinale, cardiocircolatorio e cutaneo; alcune sono curabile, altre sfortunatamente non lo sono.

È dunque molto importante saperle riconoscerle per effettuare una prevenzione antiparassitaria adeguata.

Le più comuni sono:

  • ecchinoccosi
  • rogna (ce ne sono più varianti)
  • infezioni da pulci e zecche

Sono tutte trasmissibili da cane a uomo.

la tenia nel cane

Echinoccosi

L’echinococcosi è una malattia causata da un piccolo verme piatto, comunemente chiamato tenia.

Si trasmette quando il cane ingerisce carni crude o poco cotte di animali infetti. Le larve si annidano nel fegato e da lì possono distribuirsi in tutto l’organismo.

L’infezione è generalmente asintomatica ma si possono riscontrare:

  • Dolore addominale e ittero
  • Dolore toracico e tosse con sangue
  • Orticaria o grave reazione allergica potenzialmente letale

Diagnosi

Per la terapia si procede con la somministrazione di prodotti antiparassitari a largo spettro.

Vaccino

Non esiste un vaccino.

Trasmissione

La tenia si trasmette all’uomo.

Rogna

La rogna del cane (o scabbia) è una patologia infiammatoria della cute provocata dalla presenza di acari, piccoli parassiti che normalmente vivono indisturbati sulla pelle del cane.

Se il numero di acari presenti sul cane resta moderato il cane non svilupperà sintomi della malattia, mentre nel caso di un sistema immunitario indebolito gli acari potrebbero trovare terreno fertile per moltiplicarsi, dando vita ai classici sintomi della rogna.

Ne esistono varie tipologie:

  1. Rogna Sarcoptica
  2. Rogna Demodettica (o Demodicosi, o rogna rossa)
  3. Rogna Otodettica (Otocariasi)

I sintomi più comuni sono:

  • Grave perdita di pelo molto estesa
  • Cute ricoperta di pustole, lesioni e croste spesso sanguinolente
  • Seborrea, comedoni e forte odore rancido, come se la pelle fosse in decomposizione
  • Lesioni podali (del piede), che possono diventare croniche se non trattate nella fase iniziale

Diagnosi

Per la terapia si procede con la somministrazione di prodotti micotici topici o per via orale. La terapia varia in base al tipo di infezione.

Vaccino

Non esiste un vaccino.

Trasmissione

La rogna si trasmette all’uomo.

infezione da pulci e zecche

Infezioni da pulci e zecche

Pulci e zecche sono tra i comuni parassiti dei cani. Si trasmettono spostandosi da un vettore all’altro in cerca di un pasto di sangue e vivono sull’ospite fino a quando non terminano il ciclo vitale o ne trovano uno nuovo.

I sintomi più comuni sono

  • Forte prurito
  • Arrossamento della cute
  • Lesioni dovute al grattare compulsivo

In ambedue i casi i parassiti sono visibili e chiaramente riconoscibili tra il pelo dell’animale.

Diagnosi

Per la terapia si procede con la somministrazione di prodotti antiparassitari topici o per via orale. La terapia varia in base al tipo di parassita. E importante fare la profilassi preventiva che si effettua con spray, spot-on e collari antiparassitari.

Vaccino

Non esiste un vaccino.

Trasmissione

Pulci e zecche si trasmettono all’uomo.

Conclusione

Le malattie infettive sono tutte pericolose, per cui va fatto il vaccino quando disponibile o se non ci sono controindicazioni.

Anche le infezioni micotiche e parassitarie non vanno prese alla leggera, poiché possono essere molto fastidiose o provocare patologie gravi quali la borreliosi o malattie simili.

La prevenzione resta la migliore arma quando non è disponibile un vaccino, ma anche quando lo è, poiché la maggior parte dei vaccini non ha copertura totale e il cane può comunque ammalarsi.

Se ami i tuoi animali domestici fai la cosa giusta e proteggi la loro salute con tutti i mezzi a disposizione.

Dallo Staff di Cani Piccoli

Se queste informazioni ti sono state utili e vuoi saperne di più sui cani piccoli e come gestirli al meglio leggi le nostre guide utili, ti saranno d’aiuto per migliorare il tuo rapporto con Fido e occuparti di lui al meglio.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments