Skip to main content

Lavare il cane a casa: come farlo senza errori

Lavare il cane a casa

Se e quando lavare il cane è sempre stato un argomento controverso: ci sono i fautori del bagno settimanale, chi lava il cane solo quando è davvero sporco, chi non lo lava mai e chi gli pulisce muso, zampe e parti intime dopo ogni pasto e ogni uscita.

Possiamo lavare il cane in casa, e ogni quando è giusto farlo? Con quale frequenza?

Posso lavare tutti i cani, e posso lavare anche il cucciolo? E c’è un modo corretto per lavare il cane e per farlo senza errori?

Vediamo di trattare a fondo l’argomento, perché il bagno del cane è una di quelle operazioni che dobbiamo fare tutti prima o poi!

Ti daremo informazioni e consigli in merito a seguito, insieme a una piccola guida dove ti spiegheremo passo a passo come procedere per questa semplice procedura.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.

Perché devo lavare il cane?

Lavare Fido non è solo necessario per pulirlo quando è sporco, ma anche perché spesso le impurità che si accumulano nel pelo e sulla pelle possono essere causa di dermatite o infezioni della cute.

A volte il lavaggio è necessario per rimuovere il pelo morto dal mantello, mentre in alcuni casi è indispensabile per eliminare fastidiosi parassiti, oppure per facilitare la cura di infezioni micotiche del cane, ad esempio la rogna.

ogni quanto posso lavare il cane

Ogni quanto posso lavare il cane?

E’ opinione comune che il cane non vada mai lavato o vada lavato pochissimo: se è vero che la pulizia eccessiva potrebbe danneggiare gli oli naturali del pelo dei nostri amici, è anche vero tenersi in casa un cane sporco e che emana cattivo odore non sarebbe compatibile con la convivenza tra uomo e animale in tempi moderni.

Non c’è una risposta precisa alla domanda, e la frequenza dipende da vari fattori, tra cui:

  • il luogo in cui vive (casa o giardino, città o campagna)
  • lo stile di vita (sale sul divano, dorme sul letto, ecc.)
  • l’età (i cuccioli molto giovani non vanno lavati, i cani molto anziani con moderazione)
  • la razza
  • che tipo di attività svolge (frequenta concorsi, viene in negozio con te)
  • il tipo di pelo (lungo, ruvido, raso, a crescita continuo oppure potrebbe essere un cane nudo)
  • lo stato di salute
  • presenza di eventuale allergie a fattori ambientali

Diciamo che il linea di massima sarebbe corretto non lavarlo più frequentemente di una volta al mese, ma ovviamente tutto dipende da quanto si sporca!

Quello che invece è importante è la scelta di prodotti specifici per animali, che rispettino il ph della pelle (7, quindi diverso dal nostro) e non rimuovano completamente gli oli naturali del manto.

Vietato utilizzare prodotti per capelli ad uso umano. Ci sono anche rimedi casalinghi di emergenza ma onestamente i prodotti igienici per cane costano molto poco e funzionano bene, assicurati di averne sempre a disposizione quando dovrai fare il bagnetto al tuo amico a quattro zampe.

Posso lavare il cane cucciolo?

Anche in questo caso non c’è una risposta precisa, dipende da quanto sia necessario, ma non andrebbe sicuramente lavato prima dei due o tre mesi di età.

Purtroppo in alcuni casi questa data viene anticipata, ad esempio quando un cagnolino viene recuperato in stato di abbandono ed è ricoperto di parassiti, ma se il cane è davvero molto giovane sarebbe opportuno discuterne con il veterinario.

I due mesi di età sono il minimo consigliato per fare il bagno al cane, a condizione che lo si effettui nel modo corretto e soprattutto che il cagnolino venga asciugato completamente.

Il discorso cambia se il bagno viene fatto fuori casa: in questo caso sarebbe meglio attendere che il cucciolo abbia ricevuto tutti i vaccini e i richiami, poiché in tenera età il sistema immunitario non è maturo e non è consigliabile esporlo a possibili agenti patogeni.

Prodotti per il bagno del cane

1) Shampoo per cani:

Ne esistono tantissime varietà:

  • shampoo per cattivi odori
  • shampoo per pelo liscio
  • shampoo calmante per prurito
  • shampoo antipulci
  • shampoo ipoallergenico
  • shampoo per Deshedding
  • Shampoo secco

La scelta può dipendere dal tipo di mantello e dallo stato di salute (presenza di parassiti, dermatite, ecc.)

2) Balsamo per cani:

Sono tutti ammorbidenti:

  • balsamo districante sciogli nodi
  • balsamo condizionante per manto bianco
  • balsamo condizionante per manto scuro
  • balsamo idratante
  • balsamo specifico per naso e polpastrelli

Anche in questo caso la scelta può variare in base al tipo di pelliccia e allo stato di salute.

Ovviamente in base al pelo del cane ci vorranno anche una o più spazzole, oppure un pettine specifico per il tipo di mantello.

Servono poi asciugamano e soffiatore. Perché il soffiatore e non il classico asciugacapelli? Molto semplice: il soffiatore è specifico per asciugare il pelo dei nostri amici, ha la temperatura giusta e asciuga velocemente senza scottare l’animale.

Quello che per noi sembra un innocuo getto d’aria potrebbe essere molto caldo per il cane, che non può chiederci di abbassare la temperatura. Non ha un gran costo, se lavi spesso il cane fai l’investimento.

Se vuoi saperne di più sulla toelettatura del cane leggi qui!

Come lavare il cane in pochi semplici passi

1) Spazzolatura

Inizia spazzolando bene il cane: questa parte è fondamentale, poiché vanno rimossi tutti i peli morti da mantello e sottopelo. Occupati anche dei nodi nei punti sensibili : zampe, coda, zona intorno ai genitali, muso e peli sotto gli occhi. Se hai un cane a pelo raso passa comunque pettine o spazzola guanto.

2) Proteggi le orecchie

Inserisci dei batuffoli di cotone nelle orecchie del cane per evitare che entrino acqua e schiuma. Non spingerli molto a fondo ma assicurati che l’acqua non riesca a penetrare nel canale uditivo.

3) Bagna con acqua

Bagna perfettamente il tuo cane con acqua tiepida, anche nei punti nascosti, dal collo in giù. Assicurati che tutto il pelo tranne la testa sia ben bagnato.

4) Versa lo shampoo

Versa una buona dose di shampoo e inizia a massaggiare bene il corpo, poi passa alla testa, zampe e coda. Assicurati di rimuovere lo sporco anche tra le dita dei piedi, la zona dei genitali e il collo.

5) Pulisci il muso

La parte del muso va fatta molto delicatamente per non irritare gli occhi del cane. Se non sei sicuro di riuscire utilizza un cotoncino intriso di detergente specifico invece dello shampoo per la zona degli occhi, oppure pulisci il muso con un asciugamano bagnato. Risciacqua a fondo.

6) Usa il balsamo

Ripeti il trattamento precedente con il balsamo, lascia agire per il tempo richiesto sulla confezione e poi risciacqua di nuovo. Non deve rimanere nessun residuo di condizionatore.

7) Tampona con l’asciugamano

Tampona a fondo il cane con un asciugamano tiepido e asciutto e rimuovi tutta l’acqua residua.

8) Asciuga il pelo

Asciuga il cane con il soffiatore.

asciuga sempre bene il cane

Posso lasciare il cane bagnato?

L’asciugatura è un’operazione è molto importante perché Fido non deve assolutamente prendere freddo. Il cucciolo va sempre asciugato, e il cane adulto anche se la temperatura non è ideale. Oppure se ha il pelo lungo e che non si asciuga subito, o se è anziano o malato.

I cani si asciugano anche all’aria ma solo tu conosci il tuo pet e sai se si può correre il rischio, fai quindi molta attenzione ed evitagli spiacevoli disturbi dovuti al raffreddamento.

Il fatto che i cani in estate facciano il bagno al mare o al lago e non si ammalino non è una scusa per saltare questo passaggio. E attenzione all’aria condizionata, che potrebbe raffreddare l’animale.

Devo lavare il cane dopo la spiaggia?

Assolutamente si! Il sale presente nell’acqua marina potrebbe seccare eccessivamente la cute e il pelo e quindi gli dovrai fare il bagno con acqua dolce. Se sei in vacanza e non puoi fargli un bagno completo risciacqualo almeno sotto la doccia.

Posso lavare il cane a secco?

Ultimamente gli shampoo per il lavaggio a secco sono diventati molto popolari e fanno tendenza, ma non possono sostituire il bagno, se non in casi particolari.

Cos’è lo shampoo a secco?

E’ un prodotto che pulisce il pelo del cane senza bisogno di acqua: assorbe infatti il sebo in eccesso e lascia il manto profumato.

Agisce grazie all’azione dei tensioattivi, sostanze presenti in quasi tutti i saponi e bagnoschiuma, che si legano sia al grasso che all’acqua o all’aria. Quando vengono risciacquati, spazzolati o pettinati portano con sé le particelle di sporco.

Quali tipi ci sono?

Il prodotto esiste in forma di:

  • polvere
  • schiuma
  • spray

Quando usarlo

  • per una pulizia rapida e immediata se non fosse possibile lavare il cane
  • durante l’inverno e non fosse possibile asciugare il cane
  • se l’animale non sta bene ma emana cattivo odore
  • in vacanza per bagni di emergenza, ma non se il cane ha fatto il bagno in mare
  • quando il cane è anziano e diventa difficile lavarlo

Perché non usarlo spesso

  • rende il pelo appiccicoso, visto che non si risciacqua
  • il cane potrebbe leccarlo ed è un prodotto non commestibile
  • potrebbe creare allergia
  • con l’uso continuo il pelo potrebbe spezzarsi

Seppur molto comodi e profumati, questi prodotti devono essere usati solo occasionalmente. Sono pratici e veloci ma pensa al benessere del tuo amico a quattro zampe e concedigli la pulizia più corretta per i suoi bisogni.

Altri consigli per lavare il correttamente

Fare il bagnetto al cane nella vasca da bagno o nella doccia può essere difficile visto che molti animali si divincolano quando vengono lavati

In commercio si trovano delle vasche realizzate apposta per questo scopo, oppure delle stazioni bagno complete di vasca e soffiatore, che si possono anche rialzare.

I toelettatori con una buona esperienza hanno tavolini rialzabili che permettono di posizionare il cane in modo che lo si possa spazzolare e asciugare facilmente. Sono in vendita anche per i privati, in caso ti servissero.

Dallo Staff di Cani Piccoli

So quanto importante sia fare la scelta giusta quando si adotta un cucciolo o un cane adulto, per cui meglio informarsi esattamente sulle caratteristiche della razza, incluse quelle che riguardano la toelettatura, che può essere molto costosa. Trova tante informazioni su canipiccoli.it

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments