Skip to main content

Come pulire i denti al cane: tutto quello che devi sapere

come pulire i denti al cane

La pulizia dei denti è una delle operazioni più sottovalutate dai padroni di cani: non è facile eseguirla, il cane non se la lascia fare volentieri e spesso si pensa non sia importante.

Invece, sfortunatamente, non andrebbe mai tralasciata. Tutti i cani prima o poi affrontano problemi del cavo orale, in particolare infezioni delle gengive, tartaro e rimozione dei denti.

E ancor più sfortunatamente, tutte le operazioni che riguardano la bocca del cane sono estremamente costose, e molto dolorose per l’animale, oltre a dover essere eseguite in anestesia totale nella maggior parte dei casi.

Come possiamo quindi evitare di trovarci ad affrontare questo particolare problema? E come pulire i denti al cane senza che Fido tenti di sbranarci o di darsi alla fuga?

Te lo spieghiamo passo a passo in una breve guida, insieme ad altri consigli utili che ti potranno servire per garantire al tuo animale un sorriso splendente a tutte le età.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
la pulizia dei denti è importante

Perché è importante la pulizia dei denti del cane?

Se la pulizia dei denti non viene effettuata regolarmente possono insorgere infezioni del cavo orale o altre malattie quali:

  • Gengivite, un’infiammazione delle gengive che risultano gonfie e arrossate
  • Stomatite, un’infezione batterica cronica che comporta l’infiammazione dei tessuti molli interni della bocca.
  • Parodontite, la malattia delle strutture di sostegno del dente, comprendenti la gengiva, l’osso alveolare, il legamento parodontale ed il cemento
  • Tumori della bocca
  • Alito cattivo
  • Carie
  • Perdita prematura dei denti

Quello che si verificherà sicuramente è l’accumulo di placca e tartaro, una patina gialla, marrone o verdastra e dall’aspetto malsano, che ricopre i denti e che potrà successivamente essere rimossa solo con una pulizia profonda sotto sedazione.

cos'è la placca

Cos'è la placca?

La placca dentale è una specie di pellicola che si attacca ai denti ed è formata da saliva, batteri e accumuli di cibo.

Se la pulizia dentale non viene effettuata costantemente la placca continua a riempirsi di batteri che pian piano si infilano anche sotto gengiva (si tratta di batteri anaerobi, ovvero che che vivono in assenza di ossigeno), finendo per infettarla.

A quel punto sorgeranno infiammazioni batteriche che peggiorando potrebbero sfociare in altre malattie quali gengivite e parodontite, e infine nella caduta di denti e nel degrado del tessuto osseo mandibolare.

Cos'è il tartaro?

Si definisce tartaro la placca dentale che si mineralizza con il trascorrere del tempo. Il tartaro appare come una patina dura che ricopre inizialmente la parte alta del dente (quella attaccata alla gengiva) per poi scendere e ricoprire il dente intero.

Ha un colore che varia dal giallo, al marrone e al verde e la sua presenza favorisce quella della placca, che si mineralizzerà creando altro tartaro e dando vita ad un circolo vizioso.

Successivamente si verificherà l’infiammazione delle gengive, che è molto dolorosa per il cane. Ma non è tutto: le infezioni batteriche del cavo orale possono essere responsabili addirittura di patologie cardiache quali l’endocardite infettiva.

E senza arrivare a tanto possono formarsi ascessi con pus, rigonfiamenti e lesioni così dolorose da impedire al cane di alimentarsi correttamente.

come sapere se il cane ha problemi ai denti

Come sapere se il cane ha problemi ai denti?

Forse non lo sai, ma i cani manifestano il dolore in modo molto diverso da nostro: se il dolore acuto viene riferito in modo chiaro attraverso pianti e lamenti, quello cronico e costante si manifesta in modo molto diverso e più difficile da identificare.

Il cane ci si abitua lentamente e impara a conviverci, per cui ci saranno piccoli cambiamenti nel suo comportamento: diventerà irrequieto, tenderà a stare nascosto in posti bui e isolati, avrà perso la voglia di giocare e a volte l’appetito. Si percepirà un senso di malessere generale.

Questi segnali si manifestano poco per volta e se il cane è anziano spesso vengono scambiati per indizi che il cane sta invecchiando, mentre spesso sta solo cercando di abituarsi al dolore.

Potrebbero passare mesi prima che ci si renda conto che qualcosa non va nella salute dell’animale, e in particolare nei denti. E lui potrebbe aver ripreso a comportarsi in modo normale.

Tra i sintomi più visibili ci sono invece alitosi, sanguinamento delle gengive, salivazione eccessiva o scarsa e incapacità di masticare il cibo normalmente.

prodotti pulizia per i denti del cane

Quali sono i prodotti per la pulizia dei denti?

Ci sono vari prodotti che possono venirci in aiuto in questa delicata operazione:

  • Spazzolino classico: è uno spazzolino molto simile a quello per umani, può però variare la dimensione in base alla taglia del cane
  • Spazzolino da dito: è una specie di guanto per il dito indice ricoperto di piccole setole. Permette di entrare facilmente nella bocca del cane senza che questi lo veda come una minaccia
  • Spazzolino a doppia testa: è uno spazzolino le cui setole sono conformate in modo da riuscire a passare contemporaneamente sia sull’arcata esteriore che su quella interiore
  • Dentifricio enzimatico: disponibile in vari gusti
  • Gel all’aloe: facoltativo, ma aiuta se al cane facessero male le gengive dopo la spazzolatura

E’ necessario acquistare spazzolini specifici per cani invece di utilizzare quelli umani, poiché hanno un’impugnatura più ferma, il manico più lungo, le setole più corte e morbide e la testa adatta alle dimensioni della bocca degli animali di tutte le taglie.

come fare per pulire i denti al cane

Come pulire i denti al cane?

Lavare i denti ai cani può rivelarsi un’operazione veramente difficile, se non impossibile. Pochi cani la tollerano e la maggior parte cerca di evitarla come la peste.

Ma vediamo di seguire passo a passo alcune semplici mosse per facilitare questa difficile procedura.

  1. Aiuta il cane a prendere confidenza con il gusto del dentifricio: mettine un po’ sul dito e inizia a sfregarlo sui denti, come se fosse un gioco. Oltre al classico gusto menta ce ne sono anche ai gusti di carne, che potrebbero essere più indicati nella fase di apprendimento.
  2. Fagli fare la conoscenza dello spazzolino da denti: per prima cosa mettici un po’ di dentifricio così che il cane lo possa leccare, poi mettiglielo in bocca e lascia che ci giochi un po’, ma senza romperlo.
  3. Appena il cane appare rilassato, mettiti il dentifricio su un dito e spargilo bene sui denti. Inizia dai denti posteriori e prosegui verso i canini e poi gli incisivi.
  4. Metti un’altra piccola quantità di dentifricio sulle setole e inizia a spazzolare molto dolcemente le arcate esterne, con una leggera pressione e un movimento rotatorio, per poi spazzolare dall’alto al basso. Le arcate esterne sono le più sporche, quindi spazzolare bene i denti esterni è molto importante.
  5. Ora arriva la parte più difficile, le arcate interne: a questo punto dovrai cercare di aprire la bocca del cane con la mano e spazzolare la parte interna dei denti, sempre molto gentilmente.
  6. Concedigli tempo tra un passaggio e l’altro, porta pazienza e non ti irritare se la prima esperienza non è delle migliori. Fai attenzione a non spaventarlo perché se si traumatizza poi ti sarà impossibile anche solo avvicinargli lo spazzolino alla bocca.
  7. Aspetta il momento giusto: la sera è quello ideale perché il nostro amico a quattro zampe ha già sfogato tutta l’energia residua ed è naturalmente più rilassato. Ed evita momenti in cui ci sono troppe persone nella stanza, potrebbero eccitarlo inutilmente.

Probabilmente usare tutti i vari tipi di spazzolini raccomandati potrebbe essere la soluzione giusta, quello classico è il migliore per l’esterno, mentre il guanto da dito e quello doppio potranno facilitarti il lavorio nell’arcata interna.

Una volta finito premia il cane con un piccolo snack e tanti complimenti.

E se vuoi saperne di più anche sul taglio delle unghie leggi qui.

cane rifiuta lo spazzolino

Cosa faccio se il cane rifiuta lo spazzolino?

Prova con un sistema alternativo: avvolgiti una piccola garza su un dito, cospargi la punta con un po’ di dentifricio e usa quello per spazzolare i denti del cane. Potrebbe essere più semplice e meno traumatico per l’animale.

Ogni quanto va fatta la pulizia dei denti nel cane?

La pulizia andrebbe effettuata ogni due giorni, perché quello è il tempo medio in cui si verificano accumulo e sedimentazione di placca e tartaro.

Spazzolare i denti regolarmente eviterà il proliferare dei batteri e di conseguenza le malattie del cavo orale.

Per quanto tempo devo spazzolare i denti del cane?

Tutto dipende dal cane e da quanto docile è durante l’operazione, ma diciamo che se fosse compiacente e ti lasciasse spazzolare senza svincolarsi ti basterebbero un paio di minuti, esattamente quanto serve a te per lavarti i denti.

Quando si può iniziare a pulire i denti del cane?

Il periodo migliore per iniziare la pulizia dei denti è intorno ai 2/3 mesi di vita del cucciolo: se spazzolerai i suoi denti ogni giorno fin da piccolo si abituerà facilmente ed eviterà problemi in età adulta.

Posso prevenire il tartaro nel cane?

Sicuramente una dieta corretta e priva di zuccheri e grassi può aiutare, così come la somministrazione di cibi che vanno masticati a lungo.

Purtroppo però senza pulizia dei denti il tartaro finirà per formarsi comunque e i problemi per presentarsi, soprattutto nei cani anziani.

Prodotti utili per la pulizia dei denti

Insieme a spazzolini e dentifrici possono venirci in aiuto altri utili prodotti che possono impedire la formazione del tartaro e aiutare gli animali ad avere una migliore igiene orale.

  • Additivi per l’acqua: si tratta di un liquido che si aggiunge all’acqua e aiuta a rimuovere i batteri del cavo orale. Devono essere prodotti di buona qualità e con gli ingredienti giusti, perché vengono ingeriti. E vanno testati per assicurarsi che non siano causa di problemi allo stomaco nel cane.
  • Snack dental: si tratta di bastoncini masticabili da somministrare come snack. Generalmente sono alla menta ma esistono in altri gusti.Si possono sostituire agli snack classici.
  • Giocattoli dental: sono giocattoli da mordere che delle piccole setole o scanalature sulla base
  • Bastoncini da mordere: in commercio se ne trovano di tanti tipi, scegli le versioni dental
pulizia dentale dal veterinario

Pulizia dei denti dal veterinario

Quando la situazione è disperata e risulta impossibile intervenire con il fai da te ti dovrai rivolgere a un veterinario di fiducia.

Al cane verrà fatta una pulizia profonda sotto sedazione mirata a rimuovere tutto il tartaro ed eventuali denti cariati.

Cos'è la detartrasi?

La detartrasi è un procedimento di rimozione del tartaro che può essere effettuato solo dal veterinario e mettendo il cane sotto anestesia generale.

Il cane viene sedato e la pulizia dei denti si effettua con un ablatore ad ultrasuoni che pulisce sia le facce dei denti che lo spazio sotto le gengive.

Spesso si riscontra la necessità di procedere all’estrazione di alcuni denti, che ormai sono troppo rovinati per essere salvati, oppure dondolano.

L’operazione di rimozione dei denti può fare lievitare il prezzo dell’intervento e spesso spaventa i proprietari, poiché il nostro amico a quattro zampe potrebbe ritrovarsi senza denti e spesso con la lingua che pende da un lato, ma se la situazione è disperata non ci sono altre alternative.

I denti vanno rimossi per garantire al cane benessere e salute, e per ridurre o eliminare il dolore.

Purtroppo, trattandosi di una procedura in anestesia totale spesso non può essere effettuata su cani anziani o malati, motivo per cui la pulizia dei denti è il tuo alleato migliore perché Fido abbia una lunga vita felice e dei denti sani e splendenti.

Dallo Staff di Cani Piccoli

Se questo post ti è stato utile e vuoi saperne di più sulla cura, sul benessere e sull’educazione del cane saremo felici di aiutarti. Trova qui tante informazioni utili per capire al meglio il tuo amico del cuore.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments