Skip to main content
All Posts By

Silvia Capelli

Nomi per cani maschi

1125 Nomi per cani maschi (Italiani e stranieri, in ordine alfabetico)

By Guide Utili No Comments

1125 Nomi per cani maschi (Italiani e stranieri, in ordine alfabetico)

Nomi per cani maschi

E’ arrivato un nuovo cucciolo e ancora non sai quale scegliere tra i vari nomi per cani maschi a cui avevi pensato.

Ed è una scelta molto importante perché il nome lo accompagnerà per tutta la vita, e probabilmente ne influenzerà anche il carattere. 

Abbiamo stilato una lunga lista con i nomi per cani maschi più belli che abbiamo trovato online.

Ce ne sono per tutti i gusti, sono nomi per cani Italiani e stranieri e sono anche scritti con grafiche diverse.

Li abbiamo raggruppati in ordine alfabetico per facilitare la ricerca. Sono nomi per cani maschi Italiani e stranieri e ne abbiamo messi in lista anche tanti unisex.

Ma se avessi adottato una femminuccia e volessi scoprire i migliori nomi da cane maschio potrai invece cercare tra il nostro blog post 1301 nomi per cani femmina, Italiani e stranieri.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
nomi per cani maschi

Come scegliere il nome per un cane

Che nome posso dare al mio cane? O come scegliere il nome per il mio cane? Dovrei sceglierne uno che mi piace oppure uno che rispecchi la sua personalità?

Diciamo che se quale nome dare al cane è una scelta personale ci sono alcune regole che andrebbero seguite per facilitare l’apprendimento da parte del cucciolo. 

Ad esempio, è meglio scegliere un nome corto, di una sola sillaba o massimo due. I nomi lunghi sono difficili da imparare e finiresti per abbreviare e chiamare il cane con tanti vezzeggiativi.

E questo è un errore, perché almeno all’inizio dovresti cercare di chiamare il cucciolo solo con il suo nome.

E’ importante non dargli un nome molto simile a quello di un altro membro della famiglia, oppure quello di oggetti di uso comune (ad esempio non chiamarlo Snack se poi chiamerai così la sua ricompensa).

Se sei indeciso o hai poca fantasia ma stai cercando un nome originale per il tuo cane potremo sicuramente aiutarti: abbiamo stilato una lista di oltre 1100 nomi di cani Italiani e stranieri, alcuni dei quali sono nomi per cani unisex.

Siamo certi che saprai trovare il nome perfetto per il tuo amico a quattro zampe. Se invece a sorpresa arrivasse un cucciolo femmina potrai comunque trovare tante idee nel nostro post 1301 nomi per cani femmina 1301 Nomi per cani femmina (Italiani e stranieri, in ordine alfabetico)

Nomi di cani maschi lettera A

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera A

  • Aaron
  • Abbott
  • Abe
  • Abraham
  • Abramo
  • Ace
  • Achille
  • Achilles
  • Adam
  • Aero
  • Aflonso
  • Agatone
  • Aiace
  • Aiden
  • Aiko
  • AJ
  • Aki
  • Aku
  • Ala
  • Aladino
  • Alaister
  • Alan
  • Alano
  • Alaska
  • Albert
  • Albert
  • Alceste
  • Alden
  • Aldo
  • Alex
  • Alexander
  • Alexis
  • Alfa
  • Alfie
  • Alford
  • Alfredo
  • Algero
  • Ali
  • Alidoro
  • Alistar
  • Alvaro
  • Alvin
  • Aman
  • Amedeo
  • Amir
  • Amos
  • Anacleto
  • Andre
  • Andy
  • Anemone
  • Angus
  • Anteo
  • Anton
  • Apollinaire
  • Apollo
  • Arcadio
  • Archie
  • Arco
  • Arcobaleno
  • Ares
  • Argo
  • Argon
  • Aries
  • Arlie
  • Arnold
  • Aron
  • Artemio
  • Arthur
  • Artie
  • Artiglio
  • Artù
  • Arturo
  • Ash
  • Ashby
  • Ashton
  • Aston
  • Athos
  • Atlas
  • Attila
  • Augustus
  • Aureo
  • Auro
  • Austin
  • Avaro
  • Axel
  • Azelio
Nomi di cani maschi lettera B

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera B

  • Bailey
  • Baldassarre
  • Baleno
  • Bali
  • Baloo
  • Baltimore
  • Balto
  • Bandit
  • Barkley
  • Barney
  • Baron
  • Barron
  • Barry
  • Bart
  • Barton
  • Basil
  • Battista
  • Baxter
  • Beans
  • Bear
  • Beato
  • Beau
  • Becco
  • Beige
  • Beirut
  • Bel
  • Ben
  • Benjamin
  • Benji
  • Benne
  • Bennett
  • Benny
  • Benson
  • Bentley
  • Bernard
  • Berto
  • Bertrand
  • Beta
  • Biagio
  • Biagio
  • Bijou
  • Bill
  • Billy
  • Bingo
  • Birba
  • Birillo
  • Birra
  • Biscotto
  • Bixo
  • Black
  • Blake
  • Blaze
  • Blu
  • Blue
  • Bo
  • Bob
  • Boezio
  • Bolton
  • Bomba
  • Bongo
  • Bonné
  • Boomer
  • Boris
  • Bosco
  • Bourbon
  • Bowie
  • Bradford
  • Bradley
  • Brady
  • Brando
  • Brandon
  • Braxton
  • Briciola
  • Briet
  • Brigham
  • Brioche
  • Brock
  • Broderick
  • Brody
  • Brogan
  • Bronson
  • Brownie
  • Bruc
  • Bruce
  • Bruno
  • Brutus
  • Bryan
  • Bryce
  • Buba
  • Bubba
  • Bucaniere
  • Buck
  • Bucky
  • Buddha
  • Buddy
  • Buio
  • Buonì
  • Buster
  • Butch
  • Buzz
  • Byron
Nomi di cani maschi lettera C

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera C

  • Cadence
  • Caesar
  • Cain
  • Calippo
  • Calvin
  • Calvino
  • Canaglia
  • Candel
  • Candid
  • Captain
  • Carlton
  • Caro
  • Carter
  • Cash
  • Casper
  • Casper
  • Cavillo
  • Cecil
  • Cedric
  • Celeste
  • Cesare
  • Champ
  • Chance
  • Charger
  • Charlie
  • Charly
  • Chase
  • Chester
  • Chewy
  • Chicco
  • Chico
  • Chico
  • Chief
  • Chip
  • Chips
  • Choco
  • Chris
  • Chuck
  • Ciccio
  • Cipro
  • Ciro
  • Cisco
  • Ciuffo
  • CJ
  • Clarence
  • Clark
  • Clement
  • Clifford
  • Clown
  • Clyde
  • Coco
  • Coda
  • Cody
  • Colby
  • Coleman
  • Colin
  • Collie
  • Colombo
  • Conrad
  • Cookie
  • Cooper
  • Cooper
  • Corazon
  • Corky
  • Cornelius
  • Corsaro
  • Cosmo
  • Cowboy
  • Crawford
  • Creepy
  • Crema
  • Cresta
  • Cristoforo
  • Crosta
  • Crunch
  • Cupido
Nomi di cani maschi lettera D

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera D

  • Dakar
  • Dakota
  • Dalì
  • Damiano
  • Damien
  • Dane
  • Daniel
  • Danno
  • Dante
  • Darby
  • Darius
  • Darko
  • Dasel
  • Davis
  • Davy
  • Dayron
  • Decibel
  • Dem
  • Denver
  • Derrick
  • Dexter
  • Diego
  • Diesel
  • Diletto
  • Dimitrio
  • Dingo
  • Dino
  • Diogene
  • Dionisio
  • Diosito
  • Dixi
  • Dixon
  • Django
  • Doc
  • Dodge
  • Domingo
  • Don
  • Donald
  • Donatello
  • Donnie
  • Donovan
  • Doodle
  • Dream
  • Drew
  • Dubbio
  • Duccio
  • Dudley
  • Duffy
  • Duke
  • Duran
  • Dust
  • Dusty
  • Dylan
Nomi di cani maschi lettera E

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera E

  • Earl
  • Easton
  • Easy
  • Eccì
  • Eddie
  • Eden
  • Edgar
  • Edison
  • Edmund
  • Edward
  • Edwin
  • Efram
  • Egea
  • Egeo
  • Egidio
  • Eldon
  • Eldorado
  • Elfo
  • Eli
  • Elio
  • Eliodoro
  • Eliot
  • Eliseo
  • Elmer
  • Elmo
  • Elviro
  • Elvis
  • Elway
  • Emeron
  • Emerson
  • Emmanuel
  • Emmett
  • Emory
  • Enea
  • Enzo
  • Eragon
  • Ernest
  • Ernesto
  • Eros
  • Este
  • Esteban
  • Esturo
  • Etna
  • Ettore
  • Eugene
  • Evan
  • Evander
  • Evaristo
  • Everett
  • Ezechiele
  • Ezra
Nomi di cani maschi lettera F

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera F

  • Fabio
  • Fang
  • Farley
  • Febo
  • Febo
  • Fedele
  • Felix
  • Felton
  • Fenton
  • Fiamma
  • Fido
  • Figaro
  • Finley
  • Finn
  • Fiocco
  • Fiore
  • Fisher
  • Flap
  • Flash
  • Fletcher
  • Floyd
  • Focus
  • Folletto
  • Fonzi
  • Ford
  • Forrest
  • Foster
  • Foxy
  • Francis
  • Francisco
  • Frank
  • Frankie
  • Franklin
  • Frany
  • Fred
  • Freddy
  • Frederick
  • Freeman
  • Frisky
  • Fritz
  • Fulmine
  • Fumo
  • Fuoco
  • Furia
  • Fury
Nomi di cani maschi lettera G

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera G

  • Gag
  • Gage
  • Galbi
  • Galeone
  • Gallo
  • Gary
  • Gas gas
  • Gaucho
  • Genio
  • George
  • Gerald
  • Gerolamo
  • Ghost
  • Giacinto
  • Gianni
  • Gilbert
  • Gilberto
  • Gino
  • Giò
  • Giotto
  • Gipsy
  • Gitano
  • Giusto
  • Gizmo
  • Golia
  • Golia
  • Goloso
  • Goose
  • Gordy
  • Grady
  • Graham
  • Grato
  • Grazioso
  • Grey
  • Griffin
  • Grinch
  • Gringo
  • Grover
  • Guelfo
  • Guglielmo
  • Gunner
  • Guru
  • Gus
  • Gustavo
Nomi di cani maschi lettera H

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera H

  • Habram
  • Haiku
  • Hali
  • Hamilton
  • Hank
  • Happy
  • Harley
  • Harold
  • Harrison
  • Harry
  • Hart
  • Harvey
  • Hawkeye
  • Hayes
  • Heath
  • Hector
  • Heinek
  • Henrick
  • Henry
  • Herbert
  • Herman
  • Hilton
  • Hippie
  • Hippo
  • Hobbes
  • Hogan
  • Hola
  • Holly
  • Homer
  • Hooch
  • Hoover
  • Hope
  • Hoss
  • Huck
  • Hudson
  • Hugh
  • Hunter
  • Hyatt
Nomi di cani maschi lettera I

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera I

  • Iago
  • Ian
  • Ice
  • Idon
  • Iggy
  • Igor
  • Ike
  • Iker
  • Indio
  • Indy
  • Ira
  • Iron
  • Irving
  • Isaac
  • Ivan
  • Ives
Nomi di cani maschi lettera J

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera J

  • Jack
  • Jackson
  • Jacob
  • Jag
  • Jago
  • Jake
  • James
  • Jameson
  • Jason
  • Jasper
  • Java
  • Javier
  • Jax
  • Jayson
  • Jazz
  • Jedi
  • Jefferson
  • Jerry
  • Jess
  • Jesse
  • Jesus
  • Jet
  • Jethro
  • Jhonn
  • Jim
  • Jimmy
  • Jing
  • Joale
  • Joe
  • Joey
  • John
  • Johnny
  • Jonas
  • Joseph
  • Josua
  • Joy
  • Judge
  • Julius
  • Junior
  • Jury
  • Justin
Nomi di cani maschi lettera K

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera K

  • Kaio
  • Kane
  • Kannuck
  • Karim
  • Karl
  • Karma
  • Karo
  • Kassio
  • Ken
  • Kendrick
  • Kent
  • Kilo
  • Kim
  • King
  • Kinki
  • Kiss
  • Kito
  • Kiwi
  • Klaus
  • Kobe
  • Kobe
  • Kobi
  • Koda
  • Kona
  • Korton
  • Kraker
  • Krende
  • Kristo
  • Kruger
  • Krusty
  • Kurt
  • Kyle
Nomi di cani maschi lettera L

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera L

  • Lallo
  • Lamar
  • Lambert
  • Lamberto
  • Lampo
  • Lance
  • Lancillotto
  • Lane
  • Langston
  • Lapo
  • Larry
  • Lars
  • Lattuga
  • Lavis
  • Lawrence
  • Layo
  • Lazzaro
  • Leandro
  • Lee
  • Lemuel
  • Lenny
  • Leo
  • Leon
  • Leonard
  • Leone
  • Leonel
  • Leroy
  • Lessie
  • Levi
  • Lewis
  • Liam
  • Libio
  • Lillo
  • Lincoln
  • Ling
  • Linus
  • Liquore
  • Logan
  • Loki
  • Loki
  • Loras
  • Lord
  • Lorik
  • Louie
  • Love
  • Luce
  • Lucio
  • Lucky
  • Luigi
  • Luke
  • Luther
  • Lynn
Nomi di cani maschi lettera M

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera M

  • Mac
  • Macchia
  • Macho
  • Maguire
  • Major
  • Malcolm
  • Mambo
  • Man
  • Manson
  • Marcello
  • Marco
  • Marcus
  • Mario
  • Marley
  • Marley
  • Marshall
  • Martin
  • Marty
  • Marvel
  • Mason
  • Matthew
  • Maverick
  • Max
  • Maximillian
  • Maximus
  • Maxwell
  • Mccoy
  • McKinley
  • Melnetto
  • Menta
  • Mercer
  • Messi
  • Meticcio
  • Meyer
  • Michael
  • Michi
  • Mickey
  • Miele
  • Mike
  • Milburn
  • Miles
  • Mille
  • Miller
  • Milo
  • Milton
  • Mirto
  • Mistero
  • Modesto
  • Moe
  • Mojo
  • Monroe
  • Monty
  • Moon
  • Moose
  • Morfeo
  • Morgan
  • Morris
  • Morry
  • Mort
  • Morton
  • Mufasa
  • Muffin
  • Murdock
  • Murphy
  • Murray
  • Musetto
  • Muso
  • Mysterio
Nomi di cani maschi lettera N

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera N

  • Nacho
  • Nano
  • Napoleon
  • Napoleone
  • Narciso
  • Nash
  • Nate
  • Neal
  • Nebbia
  • Nebraska
  • Ned
  • Nek
  • Nelson
  • Nio
  • Neo
  • Nero
  • Nerone
  • Neve
  • Newman
  • Newton
  • Neymar
  • Nico
  • Niko
  • Niles
  • Nilo
  • Nimat
  • Noah
  • Noè
  • Noete
  • Noir
  • Noland
  • Noodle
  • Norm
  • Norman
  • Norris
  • Norton
  • Nube
  • Nuca
  • Nuca
  • Nugget
  • Nuvola
Nomi di cani maschi lettera O

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera O

  • Oakley
  • Odie
  • Odin
  • Olimpo
  • Oliver
  • Ollie
  • Ombra
  • Omega
  • Onorio
  • Orecchia
  • Oreo
  • Orfeo
  • Orgoglio
  • Orlando
  • Orso
  • Orson
  • Oscar
  • Oscar
  • Osso
  • Osvaldo
  • Otis
  • Otto
  • Ottone
  • Overton
  • Ovidio
  • Owen
  • Owen
  • Ozzy
Nomi di cani maschi lettera P

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera P

  • Pablo
  • Pablo
  • Pablo
  • Pachino
  • Paco
  • Pagliaccio
  • Paladino
  • Palla
  • Pallino
  • Paloma
  • Pancho
  • Panza
  • Parker
  • Parley
  • Pasticcio
  • Patch
  • Patrick
  • Patroclo
  • Peanut
  • Pedro
  • Pelè
  • Peleo
  • Pelo
  • Pepe
  • Pepper
  • Peppino
  • Percival
  • Percy
  • Petalo
  • Petey
  • Phillip
  • Phoenix
  • Picchio
  • Pierce
  • Piero
  • Pierogi
  • Pimpi
  • Pinto
  • Piper
  • Pippo
  • Pirata
  • Pistola
  • Piuma
  • Pizzico
  • Pluto
  • Podio
  • Pogo
  • Poldo
  • Poldo
  • Poncho
  • Pongo
  • Portento
  • Porter
  • Portus
  • Prince
  • Poofie
  • Pueblo
  • Puffo
  • Pumba
Nomi di cani maschi lettera Q

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera Q

  • Quark
  • Quincy
  • Quinn
  • Quinto
  • Quinton
Nomi di cani maschi lettera R

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera R

  • Radar
  • Ralph
  • Rambo
  • Randall
  • Ranger
  • Raphael
  • Rascal
  • Raul
  • Ray
  • Raymond
  • Rebel
  • Reed
  • Reese
  • Reggie
  • Regis
  • Rémi
  • Remo
  • Remy
  • Retro
  • Reuben
  • Rex
  • Rex
  • Richard
  • Ricky
  • Ricky
  • Rider
  • Riley
  • Ringo
  • Rino
  • Rio
  • Ripley
  • Robert
  • Robin
  • Roccia
  • Rocco
  • Rock
  • Rockwell
  • Rocky
  • Rodano
  • Rodrigo
  • Roger
  • Romano
  • Romeo
  • Ron
  • Ronaldo
  • Ronco
  • Ronfo
  • Rosario
  • Roscoe
  • Rosmarino
  • Ross
  • Rossetto
  • Rostro
  • Rotolo
  • Roy
  • Rudolf
  • Rudolph
  • Rudy
  • Ruffo
  • Rufus
  • Rum
  • Rupert
  • Russell
  • Rustico
  • Rusty
Nomi di cani maschi lettera S

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera S

  • Saba
  • Sabbia
  • Sade
  • Saetta
  • Sale
  • Sam
  • Sammy
  • Samson
  • Samuel
  • Sandro
  • Sansone
  • Sarge
  • Saturno
  • Saul
  • Sauro
  • Sawyer
  • Sberla
  • Scar
  • Scooby
  • Scooter
  • Scott
  • Scout
  • Scrappy
  • Scricc
  • Sebastian
  • Sebe
  • Sedrick
  • Segugio
  • Seitan
  • Semola
  • Senno
  • Sentinella
  • Shadow
  • Shamus
  • Sheldon
  • Shelton
  • Sherman
  • Sherwood
  • Shiloh
  • Shy
  • Sidney
  • Sigaro
  • Sigmund
  • Silas
  • Silvano
  • Simba
  • Simmaco
  • Simon
  • Sirio
  • Skip
  • Sky
  • Smalto
  • Smokey
  • Snoop
  • Snoop Dogg
  • Snoopy
  • Socks
  • Socrate
  • Sole
  • Sopra
  • Soprano
  • Sothy
  • Sparky
  • Spencer
  • Spike
  • Spillo
  • Spot
  • Spritz
  • Stanley
  • Steven
  • Stewart
  • Stewe
  • Stewie
  • Stitch
  • Storm
  • Stuart
  • Sugar
  • Summer
  • Sylvan

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera T

  • Taco
  • Tango
  • Tank
  • Tarso
  • Tartaruga
  • Tartufo
  • Tattoo
  • Taz
  • Tebe
  • Ted
  • Teddy
  • Teo
  • Tequila
  • Terra
  • Terry
  • Tesla
  • Thaddeus
  • Thai
  • Thaysson
  • Theo
  • Theodore
  • Thiago
  • Thin
  • Thomas
  • Thor
  • Thornton
  • Tiller
  • Tilse
  • Tim
  • Timo
  • Tino
  • Tito
  • Titty
  • Titus
  • TJ
  • Tobia
  • Tobias
  • Toby
  • Todd
  • Tofu
  • Tom
  • Tommy
  • Tonno
  • Torello
  • Tormenta
  • Tortuga
  • Tot
  • Toto
  • Totò
  • Tracy
  • Trapper
  • Trema
  • Treme
  • Trigo
  • Tripp
  • Trish
  • Tristan
  • Tromba
  • Trombetta
  • Trota
  • Trudy
  • Truman
  • Trust
  • Tucker
  • Tullio
  • Twist
  • Tyler
  • Tyrrell
  • Tyson
  • Tyssen
Nomi di cani maschi lettera U

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera U

  • Ugo
  • Ulisse
  • Ulysses
  • Uncino
  • Unico
Nomi di cani maschi lettera V

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera V

  • Valan
  • Valium
  • Vasco
  • Vaughn
  • Vela
  • Vernon
  • Vero
  • Vespro
  • Veturio
  • Victor
  • Vince
  • Vincent
  • Vinni
  • Vinnie
  • Virgil
  • Virgola
  • Vito
  • Vittorio
  • Vitus
  • Vivien
  • Voldemort
  • Volpe
  • Volt
  • Volter
  • Volton
Nomi di cani maschi lettera W

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera W

  • Wade
  • Waldo
  • Wallace
  • Wally
  • Walter
  • Warren
  • Watch
  • Watson
  • Werner
  • Wesley
  • Wheeler
  • Whiskey
  • Whisky
  • Wilbur
  • Wildrof
  • William
  • Willy
  • Wilson
  • Win
  • Winnie
  • Winston
  • Wolf
  • Woodstock
  • Woody
  • Wyatt
  • Wylie
Nomi di cani maschi lettera X

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera X

  • Xador
  • Xafi
  • Xaldin
  • Xander
  • Xander
  • Xandro
  • Xargo
  • Xavier
  • Xavier
  • Xenio
  • Xeno
  • Xenon
Nomi di cani maschi lettera Y

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera Y

  • Yago
  • Yak
  • Yako
  • Yalvé
  • Yanis
  • Yasuri
  • Yeron
  • Yoan
  • Yoan
  • Yogi
  • Yong
  • Yoshee
  • Yoshi
  • Yukon
  • Yuri
  • Yvan
Nomi di cani maschi lettera Z

Nomi per cane maschio che iniziano con la lettera Z

  • Zaimon
  • Zapper
  • Zane
  • Zanna
  • Zazu
  • Zeno
  • Zeus
  • Zick
  • Ziggy
  • Zingaro
  • Zohar
  • Zoido
  • Zoodle
  • Zoom
  • Zucchero
nomi di cani maschi italiani e stranieri

Dallo Staff di Cani Piccoli

Ancora non hai le idee chiare su quale sia il cane ideale per te? Trova tutte le informazioni che ti servono per scegliere al meglio su canipiccoli.it

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
cani senza pelo

Cani senza pelo

By Guide Utili No Comments

Cani senza pelo: come occuparsi al meglio dei cani nudi

cani senza pelo

I cani senza pelo sono animali estremamente particolari: nascono senza pelo a causa di un gene, però alcuni esemplari hanno pelo localizzato o una leggera peluria su alcune parti del corpo.

Alcuni esemplari nascono in due varianti, una con il pelo e una senza, e quello che è certo che possono piacerti o meno, ma a modo loro sono animali davvero affascinanti.

Purtroppo molte razze sono considerate in via di estinzione, ed è un vero peccato. In questo articolo ti racconteremo tutto quello sui cani senza pelo e come occuparsi al meglio dei cani nudi.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
le razze di cani nudi

Quali sono i cani senza pelo?

I cani glabri sono i seguenti:

  • American Hairless Terrier
  • Cane Nudo Boliviano
  • Cane Nudo Cinese (Chinese Crested Dog)
  • Cane Nudo Ecuadoriano
  • Cane Nudo Messicano (Xoloitzcuintle)
  • Cane Nudo Peruviano (Orchidea Inca Peruviana)
  • Chihuahua nudo
  • Jonangi
  • Pila Argentino
american hairless terrier

American Hairless Terrier

L’American Hairless Terrier è una razza che ha origine in Louisiana, nel Sud degli Stati Uniti. Questo piccolo terrier era utilizzato come cacciatore di roditori.

Deriva dal Rat terrier, il primo AHT è infatti un cucciolo di Rat Terrier nato senza pelo nel 1972.Tra i suoi antenati ci sono razze quali Feists Terrier, Beagle, Levriero Italiano e Pinscher in miniatura.

Poiché il gene hairless (nudo) è recessivo, alcuni esemplari nascono con il pelo, motivo per cui questa razza viene classificata in due varianti, una nuda e una con il pelo raso.

Nascono comunque tutti con una leggera peluria che perdono verso le 8 e le 12 settimane, e poi restano glabri.

La pelle è rosa con chiazze di tanti colori. Il corpo è lungo e snello, con arti lunghi e forti. Il muso è appuntito e il portamento è fiero, grazie anche alle orecchie erette e allo sguardo attento.

L’American Hairless Terrier è piuttosto curioso, solare e giocherellone. E’ molto buono con i bambini con cui ama molto giocare, mentre è piuttosto diffidente con gli sconosciuti.

Come molti dei cani che in origine venivano utilizzati per la caccia anche questo terrier di taglia piccola non è molto compatibile con gatti o altri piccoli animali. E ha bisogno di molto esercizio.

Proprio per questa ragione deve essere addestrato fin da cucciolo. Gli piace correre, scavare e inseguire prede, e ha tendenza alla fuga, per cui bisogna tenerlo d’occhio nei momenti di libertà. Tende anche ad abbaiare.

Altezza al garrese e peso

  •  Cane maschio e femmina 24-40 cm x 4-11 kg
cane nudo boliviano

Cane Nudo Boliviano

Come dice il nome questa razza di cane primitivo senza pelo è originaria della Bolivia. Ha i tratti fisici simili a quelli degli altri hairless dell’America Latina, ma è estremamente rara e non è riconosciuta da nessun Club cinofilo nel mondo.

Il corpo è completamente glabro, a parte un bel ciuffo crestato di pelo bianco sulla testa e qualche ciuffetto sui piedi.

Purtroppo non ci sono molte informazioni su questo cane nudo, ma caratterialmente è molto simile ai suoi cugini di taglia grande: si affeziona molto alla famiglia ma è piuttosto diffidente verso gli sconosciuti.

Sono cani piuttosto introversi e vanno socializzati fin da piccoli, ma sono ottimi guardiani e con la famiglia sono devoti e fedeli.

Hanno bisogno di molto esercizio e tendono a scappare facilmente. Anche se si adattano bene in caso hanno bisogno di spazi aperti e di un buon addestramento.

Altezza al garrese e peso

  • Cane maschio e femmina 35-51 cm x 6.8-15,5 kg
cane nudo cinese

Cane Nudo Cinese (Chinese Crested Dog)

Il Chinese Crested Dog sembra avere origine in Africa, come tutti i cani senza pelo di tipo primitivo. Annovera tra gli antenati le razze più svariate: Xoloitzcuintli, Cane della sabbia Abissino, Basenji, Perro Podenco di Ibiza, Tibetan Terriers e Maltesi.

Questa strana genealogia fa sì che ogni cane sia praticamente un esemplare unico. E non va dimenticato che ne esiste anche una variante con un folto pelo.

Inizialmente questi animali furono allevati dalla dinastia imperiale degli Han ma successivamente la razza sparì quasi completamente dalla Cina.

Si diffuse prima negli Stati Uniti e poi in Gran Bretagna grazie a due devote allevatrici che ne evitarono l’estinzione.

Il Cane Nudo Cinese è solare, allegro e giocherellone. Ha un temperamento vivace ed entusiasta, è dolcissimo e mai aggressivo, adora bambini e altri animali, tra cui i gatti.

E’ praticamente il cane da compagnia ideale anche per padroni alle prime armi. Si adatta bene alla vita in appartamento e vive per il proprio padrone.

A differenza di quasi tutti gli hairless il Nudo Cinese va d’accordo anche con gli estranei. Purtroppo soffre molto la solitudine e non va lasciato solo troppo a lungo.

Educarlo non è difficile, ma a volte può essere un po’ testardo ed è anche molto timido, per cui va sgridato il meno possibile.

Ha bisogno di una discreta quantità di esercizio ma apprezza anche le giornate sul divano. Poiché non è completamente glabro i ciuffi vanno comunque spazzolati.

Altezza al garrese e peso

  • Cane Nudo cinese maschio 28-33 cm, peso kg 2-6
  • Cane Nudo cinese femmina 20-23 cm, peso 2-6 kg
cane nudo messicano

Cane Nudo Messicano (Xoloitzcuintle)

Questo cane di razza primitiva ha origini molto antiche: era infatti considerato un animale sacro dagli Aztechi, che ritenevano fosse devoto al Dio Xolotl e aiutasse le anime dei morti a raggiungere l’aldilà.

La razza fu decimata dall’arrivo dei conquistadores Spagnoli, che ne consumavano la carne e ne utilizzavano la pelle per farne capi d’abbigliamento per il mercato Europeo.

E’ solo grazie all’arduo lavoro di alcuni appassionati, tra cui il pittore Diego Rivera e della moglie Frida Kahlo, che lo Xoloitzcuintle si è salvato dall’estinzione.

Questa varietà di cani senza pelo esiste in ben tre dimensioni diverse, e anche in questo caso può nascere totalmente glabro oppure con il pelo raso, che si presenta piatto e corto.

Nel caso del cane nudo il pelo deve essere del tutto assente sul corpo ma può presentarsi qualche ciuffo irsuto sulla fronte e la nuca, di lunghezza massima 2,5 cm, e qualcuno sui piedi.

Esiste in vari colori (nero, grigio nerastro, grigio ardesia, grigio scuro, rossiccio, fegato, bronzo o biondo) ma si prediligono i monocolori uniformi e scuri.

Questo cane ha un carattere molto riservato. Non si scompone in mille manifestazioni di affetto, sta piuttosto sulle sue anche se ama molto i membri della sua famiglia.

Con gli estranei invece non va proprio d’accordo, mentre convive discretamente bene con cani e gatti, anche se bisogna abituarlo con un po’ di pazienza.

Ha bisogno di fare esercizio, e tende a scappare (è un ottimo saltatore) . Purtroppo abbaia molto, ma è un ottimo cane da guardia.

Una curiosità su queste cane: il gene hairless, quello da cui dipende l’assenza di pelo, è responsabile anche della mancanza di vari denti.

Questa caratteristica è accettata nella varietà nuda mentre quella a pelo raso deve avere la dentatura completa.

Altezza al garrese e peso

  • Peso maschi miniatura 2,3 – 7 kg
  • Peso femmine miniatura 2,3 – 7 kg
  • Peso maschi taglia media 7 – 14 kg
  • Peso femmine taglia media 7 – 14 kg
  • Peso maschi standard 11 – 20 kg
  • Peso femmine standard 11 – 20 kg
cane nudo peruviano

Cane Nudo Peruviano ( (Orchidea Inca Peruviana)

Il Cane Nudo Peruviano (o Orchidea Inca Peruviana) era già presente nei reperti preistorici delle prime popolazioni precolombiane.

Sembra che il cane avesse un posto d’onore tra le antiche tribù peruviane, in quanto si riteneva che feci e urine avessero un potere curativo.

A differenza della razza odierna quella antica era di piccole dimensioni, furono gli Spagnoli a incrociarli per ottenere un cane dall’aspetto feroce e di taglia più grande.

Il corpo del Cane Nudo peruviano è forte e snello ma non grossolano. Ne esiste una variante a pelo raso e una senza pelo, anche se solitamente ha qualche occasionale ciuffo su testa, dorso o arti. E la pelle, o il pelo raso, possono essere di tutti i colori.

Come il cugino Messicano, anche questa razza spesso non ha la dentatura completa. E’ una caratteristica normale ma solo nella varietà glabra, quella con il pelo deve avere tutti i denti.

Il Cane Nudo peruviano è molto affettuoso con i propri familiari ma estremamente timido e diffidente con gli sconosciuti. E’ molto territoriale e protettivo, cosa che lo rende un ottimo cane da guardia.

Pur essendo un animale introverso ha bisogno di compagnia costante, odia infatti la solitudine. Per compagnia si intende quella umana, perché non è particolarmente amichevole con altri cani o con i gatti.

Ha bisogno di molto movimento e di vivere in spazi aperti. Non è il compagno ideale per i bambini per via del suo carattere un po’ chiuso, ma è molto intelligente e se educato fin da piccolo non ci saranno problemi. Ha una forte tendenza all’abbaio.

Altezza al garrese e peso

  • Taglia Piccola: 25-40 cm. x 4-8 kg.
  • Taglia Media: 41-50 cm x 8-12 kg.
  • Taglia Grande: 51-65 cm x 12-30 kg.

chihuahua senza pelo

Chihuahua senza pelo

Il Chihuahua è la razza da borsetta per eccellenza. Lo conosciamo tutti nelle sue versioni a pelo lungo e a pelo raso, ma ne esiste anche una variante senza pelo. O meglio, alcuni esemplari nascono glabri per un difetto genetico, e sono stupendi.

La razza ha origine in Messico, e questa piccola bellezza era il cane preferito dai ricchi indigeni Toltechi che lo consideravano un cane sacro, e dalle principesse azteche che lo avevano scelto come cane da compagnia. Ha quasi rischiato l’estinzione durante l’invasione dell’impero Inca.

Ha un corpo minuto, arti snelli e sottili, e la testa può essere a mela o a cerbiatto. Può essere di tutti i colori ad esclusione del merle nelle varianti con pelo, mentre il nostro Chihuahua nudo ovviamente avrà colori e macchie in toni diversi.

Questo è proprio il caso in cui si può dire che il vino buono sta nelle botti piccole: il Chihuahua è minuto ma ha un carattere forte e può essere piuttosto ribelle, per cui va addestrato fin dalla tenera età.

Si adatta molto bene in appartamento, adora la propria famiglia ed è ideale sia per persone anziane che per bambini.

E’ estremamente protettivo verso il padrone e tende ad essere dominante e tendenzialmente aggressivo con gli estranei. Ha forti istinti territoriali e abbaia molto.

E’ docile e mansueto, non necessita di troppa attività fisica ma ha bisogno di molte attenzioni; se abbandonato a se stesso potrebbe soffrire di ansia da separazione.

Altezza al garrese e peso

  • Cane maschio e femmina cm 15-25 x 1-3 kg
jonangi

Jonangi

A differenza di tutte le altre razze il Jonangi ha origine in Asia, e più precisamente in India. E non è un cane da compagnia ma da lavoro, è infatti specializzato nella caccia e nell’allevamento dell’anatra (ovvero, è la versione per anatre del cane da pastore).

Purtroppo con la diminuzione dell’allevamento di anatre molti esemplari sono stati abbandonati e si sono ritrovati per la strada allo stato brado, e la razza si è quasi estinta.

Anche questo cane ha il corpo forte e snello, con i tratti caratteristici dei cani nati per correre. La pelle può essere di vari colori.

E’ un solitario per natura, si adatta bene alla vita in famiglia ma non ama gli estranei e gli altri animali, per cui avrà bisogno di un buon percorso di socializzazione.

E’ però un cane attivo, energico e portato per il lavoro, e darà grandi soddisfazioni a chi vorrà investire un po’ di tempo per educarlo.

Ha molta energia da sfogare, ama nuotare, scavare e saltare. E’ come un tornado e non si tira indietro davanti a nulla.Non è decisamente il cane adatto per gli amanti dei pomeriggi sul divano.

Altezza al garrese e peso

  • Maschi cm 45-63 x peso 25-39
  • Femmine cm 45-63 x peso 20-29
pila argentino

Pila Argentino

Anche questa razza si è sviluppata in America Latina. E’ diffusa soprattutto nel Nord dell’Argentina, dove pare sia arrivata grazie agli Inca, che ne utilizzavano gli esemplari migliori come doni per stringere legami politici.

Probabilmente deriva dal cane Nudo Peruviano e non ci sono prove della sua presenza in Argentina fino al secolo XV. Ha anche rischiato l’estinzione, e tuttora ne sopravvivono pochissimi esemplari.

Generalmente gli esemplari sono glabri, ma possono avere ciuffi di pelo sparsi, anche se non abbondanti come quelli del cane Nudo Cinese. Alcuni nascono con una leggera peluria sparsa su tutto il corpo.

Hanno un corpo agile e snello ma forte allo stesso tempo, una testa lupoide e tratti che ricordano un po’ quelli del Pinscher. Possono essere di vari colori, ma i più comuni sono i toni del nero e del marrone.

Ha un temperamento amichevole e allegro, a differenza di altri hairless non è aggressivo pur essendo un buon cane da guardia. Lo si addestra facilmente e si adatta a qualunque ambiente.

Si relaziona discretamente bene sia con i bambini che con gli altri animali ma è un cane molto energetico e deve fare molto esercizio.

E un po’ timido e ci mette un po’ di tempo per fare amicizia con gli sconosciuti, ma è più amichevole di molti dei suoi cugini nudi.

Altezza al garrese e peso

  • Taglia Miniatura 25-35 cm x 4-8 kg
  • Taglia media 35-45 cm x 8,1 – 11,3 kg
  • Standard oltre 45 cm x 11,4 – 25 kg

Tratti comuni nei cani senza pelo

Quello che possiamo dire in generale è che questi cani richiedono un po’ di fermezza nell’educazione: a differenza di razze di cani da compagnia più diffuse i cani senza pelo non sono sempre facili da educare.

In linea di massima derivano da cani cacciatori, e vivevano in aree aperte dove potevano inseguire prede e correre liberi, e hanno mantenuto questo istinto da cane selvatico.

Vanno poco d’accordo con gli altri animali e molto poco anche con gli estranei, hanno forti istinti di cane da guardia (per cui abbaiano molto) e tendono alla fuga.

Generalmente non sono ideali per famiglie con bambini e anche per anziani, poiché necessitano di molto esercizio. E abbaiano parecchio, quindi non sono idonei per persone che vivono in condominio o hanno vicini poco tolleranti.

Il Chinese Crested Dog, il Chihuahua nudo e l’American Hairless Terrier, ovvero le razze più piccole e più diffuse, sono quelle più adatte alla vita in appartamento e quelle più idonee ad essere adottate puramente come cani da compagnia.

Le altre necessitano sicuramente di un po’ di preparazione e di attenzione da parte del proprietario, non solo per il carattere non semplicissimo da gestire, ma anche perché le dimensioni più grandi possono rendere più complicate anche le azioni più semplici quali le passeggiate.

In breve: se non puoi addestrare il cane considera una razza diversa. O stai sulle razze di piccola taglia!

C’è poi un altro fattore: la cura della pelle. Questi cani soffrono molto il freddo d’inverno e si scottano d’estate, la pelle è molto delicata e spesso soffrono di acne.

E’ vero che si risparmia molto sulla toelettatura, ma saprai prenderti cura della loro cute sensibile? Tieni anche presente che a causa degli oli naturali la pelle potrebbe avere un suo odore particolare.

I luoghi molto soleggiati non fanno per loro, in spiaggia si scottano e il mare gli secca la pelle. Quindi considera anche il posto in cui vivi prima di adottare un cane senza pelo.

Malattie comuni nei cani senza pelo

  • Acne
  • Dermatite
  • Scottature
  • Allergie da contatto
  • Atrofia della retina
  • Displasia dell’anca
  • Problemi del cavo orale
  • Piaghe cutanee
razze cani nudi estinte

Razze senza pelo estinte

Oltre alle razze di cani senza pelo di cui abbiamo parlato ce ne sono altre che purtroppo si sono estinte.

Questo non è un buon segno per le razze di cani senza pelo ancora esistenti, poiché a parte il Chinese Crested Dog e il Chihuahua nudo tutte le altre razze sono considerate sensibili, ovvero con scarsità di nascite ed esemplari sul territorio.

Ed è un vero peccato, non solo per la particolarità di questi meravigliosi animali, ma perché perdere una qualunque specie animale o una sua variante è sempre una sconfitta per tutti noi.

Le razze oggi estinte sono:

  • Cane africano (Abyssinian Sand terrier)*
  • Cane elefante africano
  • Cane glabro di Ceylon
  • Cane glabro egiziano
  • Cane nubiano
  • Cane senza pelo guatemalteco
  • Cane senza pelo indiano (levriero)
  • Cane senza pelo Maya
  • Cane Thai Boran
  • Cane turco senza pelo
  • Piccolo Levriero africano
*Una puntualizzazione importante

Sull’estinzione del Cane africano (Abyssinian Sand terrier) ci sono pareri discordanti: alcune fonti lo dichiarano estinto, alcune dicono ce ne siano alcuni esemplari.

In questo blog non ne abbiamo parlato perché le informazioni disponibili online sono poche e non molto chiare, e anche perché comunque se anche ne fossero rimasti alcuni esemplari sarebbe comunque impossibile adottarne o acquistarne uno, per cui lo abbiamo inserito tra le razze estinte.

Qualunque informazione certa in merito, se qualcuno ne avesse, ci sarebbe gradita per migliorare le informazioni fornite in questo articolo.

Dovrei o non dovrei acquistare un cane nudo?

Io personalmente li adoro, ma quelli di taglia grande non sono cani per tutti, e hanno un carattere difficile da gestire. Oltretutto sono molto rari, e probabilmente dovresti importarli dall’estero oppure pagarli una piccola fortuna.

Quelli più piccoli invece, ovvero L’American hairless, il Chinese Crest e il Chihuahua nudo sono adorabili cani da compagnia e vanno bene anche per padroni alle prime armi.

Dallo Staff di Cani Piccoli

Anche se i cani glabri sono i tuoi preferiti ci sono tantissimi altri cani piccoli tutti da scoprire, vieni a conoscerli con noi!

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
cani di razza piccola poco conosciuti

37 razze di cani piccoli che non sapevi esistessero

By Guide Utili No Comments

37 razze di cani piccoli che non sapevi esistessero

cani di razza piccola poco conosciuti

Credevi di conoscere tutto sui cani? Vediamo se è vero. Ti presentiamo in questo articolo 37 razze di cani poco conosciute o rare, tutte straordinarie e tutte interessanti.

Se stai cercando un cucciolo fuori dall’ordinario e non ti accontenti di un banale Barboncino forse potremo aiutarti.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
affenpinscher

Affenpinscher

Questo piccolo cane ha un muso simpatico e schiacciato che ricorda un po’ quello di una scimmietta, e la traduzione dal tedesco del nome Affenpinscher vuol dire proprio “Scimmia Terrier”. 

Ha occhi tondi e vivaci e un pelo di media lunghezza un po’ arruffato, solitamente di colore nero.

Il cane Affenpinscher era inizialmente utilizzato come cacciatore di ratti, poiché è audace e coraggioso. Ma è anche molto simpatico e affettuoso.

Va d’accordo con i bambini e ama fare lunghe passeggiate. E’ molto protettivo nei confronti del padrone e per questo tende ad abbaiare. Ma è un cane molto buono e non morde!

Affenpinscher: 25-30 cm x 3-4 kg

alaskan klee kai

Alaskan Klee Kai

La razza Alaskan Klee kai è stata creata solo negli anni 70 da una allevatrice che voleva ottenere una versione ridotta dell’Alaskan Malamute.

Ci è riuscita, anche se il cane somiglia più a un piccolo Siberian Husky. Klee kai vuol dire “Cane piccolo”. Ha un pelo lungo e folto che può essere di diversi colori.

Il cane Alaskan Klee  è curioso, vivace e giocherellone, ma mantiene intatte le caratteristiche delle razze originali: è infatti un cacciatore con un forte istinto all’inseguimento e ha bisogno di essere messo al lavoro per sfogare tutta l’energia possibile.

Impara molto in fretta ma è un po’ testardo. Non è adatto per climi molto caldi.

  • Alaskan Klee Kai toy: max 33 cm x 3-6 kg
  • Alaskan Klee Kai miniature: 33-38 x 6-8kg
american hairless terrier

American Hairless Terrier

La razza American Hairless Terrier era in origine un piccolo terrier utilizzato come cacciatore di roditori.

Nasce con una leggera peluria che perde verso le 8 e le 12 settimane, e poi resta glabro. La pelle è rosa con chiazze di colore oro, rosso, nero o grigio.

Qualche esemplare nasce con il pelo poiché il gene hairless (nido) è recessivo.

Il cane American Hairless Terrier è  un animale curioso, vivace e giocherellone, è dolcissimo con i bambini ma è un po’ diffidente con gli sconosciuti per cui tende ad abbaiare, ed essendo un cane da preda potrebbe non essere compatibile con gatti o altri piccoli animali.

  • American Hairless Terrier: 24-40 cm x 4-11 kg
australian silky terrier

Australian Silky Terrier

Il piccolo Australian Silky Terrier somiglia un po’ a uno Yorkshire Terrier: ha il corpo piccolo e compatto e le zampe corte e ha un pelo lungo e setoso blu focato o grigio blu focato, orecchie dritte e un aspetto nobile ed elegante.

Il cane Australian Silky Terrier è  un animale audace e coraggioso, ama correre e giocare e soprattutto rincorrere la palla.

Per questo motivo anche se si adatta bene in appartamento ha bisogno di moltissima attività fisica.

Tende però a essere dominante e difensivo e potrebbe diventare aggressivo verso gli sconosciuti e i cani di grossa taglia.

  • Australian Silky Terrier: 23 cm x 3,5-4,5 kg
brdlington terrier

Bedlington Terrier

Il Bedlington Terrier somiglia più a un agnellino che a un cane. Ha il pelo folto e riccio (può essere sabbia, fegato, blu o blu e tan), muso allungato e orecchie lunghe.

Le zampe sono lunghe e il fisico è agile, forte e muscoloso. Ed è un ottimo cane da caccia.

Il Bedlington Terrier ha un carattere docile e mai impulsivo, si affeziona molto al padrone e lo difenderebbe a costo della vita.

E’ intelligente e facilmente addestrabile ma ha origini da cacciatore ed è diffidente con gli estranei. Ha bisogno di molto movimento.

  • Bedlington Terrier: cm 40.5 x 8-10 kg
biewer terrier

Biewer Terrier

Lo Yorkshire Biewer Terrier è un cagnolino molto simile allo Yorkshire Terrier, ma grazie a una mutazione genetica dovuta a un gene recessivo il mantello ha macchie irregolari di colore bianco, nero e  e oro.

Il pelo è lungo e setoso e i peli del cranio si raccolgono in una buffa coda tipica di questa razza.

Il Biewer Terrier è un cane molto energetico, molto intelligente ma anche un po’ testardo, motivo per cui può essere difficile addestrarlo.

Si affeziona molto alla famiglia ma come tutti i terriers è diffidente con gli sconosciuti. 

  • Biewer Terrier 17-28 cm x 1.8-3.6 kg
australian silky terrier

Border Terrier

Il Border Terrier prende il suo nome dalla parola Inglese “Border”, ovvero confine, perché nasce sul confine tra scozia e Inghilterra.

Era impiegato per la caccia ai piccoli animali grazie alle sue dimensioni compatte e al suo pelo forte e resistente. Il Border Terrier è socievole e affettuoso, molto attaccato ai membri della famiglia.

E’ molto intelligente, adatto al lavoro e molto obbediente. Si educa con facilità ma ha bisogno di molto esercizio perché se non trova il modo di sfogare tutta l’energia residua potrebbe sviluppare comportamenti distruttivi.

  • Border Terrier -33-40 cm x 6-7 kg
australian silky terrier

Cairn Terrier

Come la maggior parte dei Terriers anche il Cairn Terrier era impiegato per la caccia ai piccoli animali e ai roditori. Ha il corpo piccolo e compatto e un bel pelo duro resistente alle intemperie.

 Cairn Terrier è concentrato e attento, predisposto al lavoro e molto determinato. E’ audace e coraggioso e non si tira indietro davanti a nulla.

E’ facilmente addestrabile ed ha bisogno di moltissimo esercizio. E’ tenace, resistente e per nulla aggressivo.

  • Cairn Terrier: 25-30 cm x 6-8 kg
cane cesky terrier

Cesky Terrier

Il Cesky Terrier è un cane di taglia medio piccola che somiglia molto a uno Schnauzer. Ha il corpo di media lunghezza e la testa allungata con barba e sopracciglia folte.

Il manto è lungo, di colore grigio blu o giallo nei cani con tonalità marroni. Il Cesky Terrier ha un alto livello di energia e ha bisogno di fare molto movimento.

Può essere un po’ testardo ma ha una forte propensione al lavoro ed è facile da addestrare. Pur essendo molto docile e affettuoso con i padroni può essere diffidente verso gli sconosciuti.

Cesky Terrier: 25-32 cm x 6-10 kg

chin giapponese

Chin Giapponese

Il Chin Giapponese ha il manto formato da un solo strato di pelo molto folto, liscio e setoso.

Il mantello è sempre bicolore, bianco e nero o arancio e bianco. Ha il muso schiacciato, gli occhi tondi e le orecchie molto lunghe.

Il Chin Giapponese ha una personalità sveglia e intraprendente, è un giocherellone ma sa rispettare i momenti di riposo.

Ama dormire su superfici elevate come se fosse un gatto, oppure girare su se stesso e danzare sulle zampe posteriori. E’ molto affettuoso con la famiglia e non è aggressivo con gli estranei. 

  • Chin giapponese: 18-30 cm x 3-7kg
cirneco dell'etna

Cirneco dell’Etna

Il Cirneco dell’Etna è una razza autoctona Siciliana presente sull’isola fin dal 1000 AC. E’ un cane di dimensioni medio piccole, slanciato e flessibile ma con muscoli ben scolpiti.

Il pelo è corto, liscio e setoso, di colore fulvo uniforme, oppure sabbia con macchie bianche o Isabella, una tonalità tra il giallo e il marrone.

Il Cirneco dell’Etna è un ex cane da caccia che conserva forti istinti al lavoro e ha bisogno di molto esercizio.

E’ intelligente, fedele e sa essere un buon guardiano.  Non è aggressivo ma dimostra diffidenza verso gli altri cani per cui va socializzato fin da giovane.

  • Cirneco dell’Etna 42-52 cm x 8-12 kg
dandie dinmont terrier

Dandie Dinmont Terrier

Il Dandie Dinmont Terrier è un cane di taglia medio piccola dal manto setoso e morbido, con un bel ciuffo corposo sulla testa. Il mantello è formato da un sottopelo morbido e da un manto piuttosto crespo, di colore pepe e senape.

La razza Dandie Dinmont Terrier ha molti dei tratti tipici dei terrier: questo cane è un animale determinato e tenace, con uno spirito indipendente e coraggioso.

Ma è anche sensibile, affettuoso e devoto al padrone, oltre a essere un ottimo cane da lavoro. Ha bisogno di molto esercizio.

  • Dandie Dinmont Terrier: 25-30 cm x 8-11 kg
danish-swedish farmdog

Danish-Swedish Farmdog

Il Danish-Swedish Farmdog, anche conosciuto come Pinscher danese, è una razza di origine Scandinava.

Ha il pelo corto e ruvido, il colore predominante è il bianco, con macchie tan, marroni o nere, o con combinazione di questi colori. 

Il Danish-Swedish Farmdog ha un temperamento dolce, calmo e gentile e come tutti i cani da caccia si addestra facilmente ed è un ottimo cane da lavoro.

Ha bisogno di molto esercizio, senza il quale potrebbe sviluppare dei comportamenti distruttivi verso la casa. E’ un gran giocherellone e si comporta come un cucciolo anche nella fase adulta.

  • Danish-Swedish Farmdog: 30-39 cm x 7-9 kg
Dutch Smoushond

Dutch Smoushond

Il Dutch Smoushond  è un cane di taglia medio piccola con un corpo robusto e ben strutturato.

Il mantello è di media lunghezza, ispido e arruffato, di colore giallo, ocra o beige, e uniforme. Il muso ha uno stop accentuato e una bella barba lunga.

Il Dutch Smoushond è un ottimo cane da compagnia, fedele e socievole. Non è iperattivo ed è facile da educare.

Si relazione bene sia con bambini che con adulti, è molto sicuro di sé e non ha tendenza alla fuga. 

  • Dutch Smoushond : 35-42 cm x 9-10 kg
jagd terrier

Jagd Terrier

Il Jagd Terrier  è un cane da caccia di origine Tedesca, di dimensioni medio piccole e con un pelo ruvido, fitto e dritto, e che può essere corto o di media lunghezza.

Generalmente è di colore nero ma può essere anche grigio o marrone, oppure avere delle macchie bianche sul torace.

Il Jagd Terrier ha un carattere poco espansivo e poiché tende ad essere molto protettivo nei confronti dei padroni è molto diffidente verso gli sconosciuti.

E’ molto indipendente ma anche sensibile e attento. Si adatta alla vita in appartamento ma ha bisogno di molto movimento.

  • Jagdterrier: 33-40 cm x 9-10 kg
Kromfohrlander

Kromfohrlander

Il Kromfohrlander è un cane di taglia medio piccola e origine tedesca. E’ quasi sconosciuto in Italia.

Ce ne sono due tipi, uno a pelo corto e uno a pelo ruvido, con base bianca e macchie che vanno dal marrone chiaro al marrone scuro. 

Il Kromfohrlander è un cane allegro e vivace, facile da addestrare e molto intelligente. Pur essendo un cane da caccia non ha conservato istinti da preda, e ama molto la vita in appartamento e i membri della propria famiglia.

E’ però molto diffidente con gli sconosciuti. Ha bisogno di molto movimento e di spazi aperti.

  • Kromfohrlander 38-46 cm x 9-15 kg
lowchen cane leone

Lowchen (Piccolo cane leone)

Il Lowchen è un cane di piccola taglia dal corpo compatto e ben proporzionato, con pelo lungo e ondulato (non riccio) e con un bel fiocco sulla coda. I

l pelo sulla testa è gonfio e sembra una criniera e il mantello può essere di vari colori.Il Lowchen è un cane socievole ed allegro, con un carattere attento e affettuoso. S

i addestra con facilità e si affeziona molto ai proprietari, mentre può essere diffidente verso gli sconosciuti, spesso più per timidezza che per aggressività. Va quindi socializzato fin da giovane. Ha bisogno di molto esercizio. 

Lowchen 25-32 cm x 4-6 kg

manchester terrier

Manchester Terrier

Il Manchester Terrier ha il corpo compatto, muscoloso e sollido, con un bel pelo nero liscio e lucido e con macchie color mogano su su testa, muso, zampe e petto, con focature sono ben definite.

Ha le orecchie piccole ma a forma di V che ricadono piegate sulla testa.Il Manchester terrier è  un cane perfetto per proprietari poco attivi poiché si adatta bene alla vita in appartamento.

E’ intelligente e motivato, allegro e sempre in movimento. Va d’accordo con bambini e  altri animali e si affeziona moltissimo al padrone, mentre è diffidente con gli sconosciuti. Non ama stare da solo.

  • Manchester Terrier 38-41 cm x 7-9 kg
Xoloitzcuintle cane nudo messicano

Xoloitzcuintle (Cane Nudo Messicano)

Lo Xoloitzcuintle (Mexican Hairless Dog) è una razza di tipo primitivo. E’ un cane con un fisico ben proporzionato, quasi filiforme e dagli arti lunghi, ed è quasi completamente senza pelo.

Accarezzandolo si sente la pelle, che è liscia e morbida. La pelle, o peluria, può essere bronzo, bionda oppure a macchie.

Il Cane Nudo Messicano ha generalmente un carattere molto riservato ma è anche affettuoso con i membri della famiglia.

Sa stare tranquillo e rispetta gli spazi altrui, ma è molto diffidente con gli sconosciuti. Tende ad avere un carattere dominante ma si relazione discretamente bene con altri cani.

Ci sono tre taglie:

  • Cane nudo Messicano 25-40 cm x 4-8 kg
  • Cane nudo Messicano 41-50 cm x 8-12 kg
  • Cane nudo Messicano 51-65 cm x 12-30 kg
norfolk terrier

Norfolk Terrier

Il Norfolk Terrier è un cane di piccola taglia da corpo compatto, con un caratteristico mantello a pelo duro, o meglio, mantello a fil di ferro.

Il pelo è di media lunghezza e molto folto, sale e pepe o di colore rosso, beige con focature. Alcuni esemplari hanno delle chiazze bianche.

Pur essendo un cane da caccia tenace e coraggioso il Norfolk Terrier è un cane molto tranquillo e per nulla propenso alla lite.

E’ molto affettuoso con i familiari ma piuttosto diffidente con gli estranei. Ha bisogno di molto movimento e se annoiato tende a scavare, per cui attenzione a non lasciarlo troppo tempo in casa da solo.

  • Norfolk Terrier 25-26 x max 5 kg
Lundehunds Norvegese

Lundehunds Norvegese

Il Lundehunds Norvegese (o Norwegian Lundehunds) è uno spitz di piccole dimensioni di origine Norvegese.

Ha il corpo solido e muscoloso, con arti lunghi e flessibili, il manto dal rosso,marrone, grigio o nero, oppure chiazzato e sempre combinato con il bianco.

E ha una particolarità: le zampe presentano polidattilia, ovvero hanno 6 dita invece di 4. E le orecchie possono appiattirsi sia all’indietro che in avanti.

Pur essendo in origine un cane da caccia, il Lundehunds norvegese si adatta molto bene a vivere in appartamento.

E’ estremamente fedele e molto affezionato al padrone e odia la solitudine, al punto da abbaiare per attirare l’attenzione. Va d’accordo con altri animali.

  • Lundehunds norvegese  30-36 cm x kg 6-9
parassiti orecchio

Norwich Terrier

Il Norwich Terrier è molto simile al Norfolk Terrier, si differenzia infatti solo per le orecchie erette. E’ un cane di piccola taglia , con arti corti e robusti.

Il mantello è ispido e duro, con un abbondante sottopelo e di colore fulvo, grano, nero focato e brizzolato in tutte le sue sfumature.

Il Norwich Terrier è un cane vigile e attento, rispettoso degli spazi altrui ma molto affettuoso e compiacente.

E’ un buon cane da guardia poiché percepisce anche i minimi rumori, ed è audace e coraggioso. Ma non è aggressivo e non morde.

  • Norwich Terrier  24-25 cm x 5-5,4 kg
papillon continental toy spaniel

Papillion (Continental Toy Spaniel)

Il Papillon (Toy Spaniel) è conosciuto anche come “cane farfalla” per le caratteristiche orecchie dalla forma di ali.

E’ un cane dal fisico armonioso, con i muscoli ben sviluppati, con il mantello lucido e ondulato. Il manto è bianco con macchie rosso, castano, nero e zibellino. Ne esistono due tipi: con orecchie pendenti e con orecchie erette.

Il Papillon è molto intelligente ed ha un carattere estremamente affettuoso e fedele, anche se un po’ da piccola diva.

Ha infatti bisogno di molte attenzioni e di interagire il più possibile con i membri della famiglia. E’ un ottimo cane da compagnia e si adatta bene alla vita in appartamento.

  • Papillion 28 cm x kg 2,5 -5
pastore delle shetland

Pastore Scozzese Shetland (Shetland sheepdog)

Il Pastore Scozzese Shetland è un cane da pastore di taglia medio piccola che deriva da Border Collie e Yakin Irlandese.

E’ molto simile al pastore scozzese, ha il pelo lungo, setoso e liscio e in colori molto accesi (sabbia, nero e bianco, fulvo o tricolore). 

Il Pastore Scozzese Shetland è diffuso soprattutto come cane da agility dog e non molto come cane da compagnia, ma ha un temperamento allegro e vivace e si adatta bene a tutte le condizioni atmosferiche.

E’ molto legato alla famiglia ma riservato con chi non conosce, e necessita di molta attività fisica.

  • Pastore Scozzese Shetland  33-41 cm x 6,4-12 kg
parson russell terrier

Parson Russell Terrier

Il Parson Russell Terrier (che viene spesso scambiato per un Jack Russel) è un cane piccolo e ben proporzionato, con un fisico atletico e zampe anteriori adatte allo scavo.

Il mantello è ruvido, duro, arruffato e dall’aspetto rustico, bianco o bianco con macchie nere, limone o focate.

Il Parson Russell Terrier è un cane attivo con tanta energia e non è particolarmente adatto a una vita sedentaria.

Ha un temperamento forte e coraggioso, con una buona salute e un carattere forte e deciso. Odia stare da solo e se non sfogasse tutta l’energia repressa potrebbe deprimersi.

  • Parson Russell Terrier 31-35 x kg 5,9 – 7,7
peruvian inca

Cane Nudo Peruviano (Peruvian Inca)

Il Cane Nudo peruviano è un cane primitivo senza pelo sul corpo, a parte qualche ciuffo sulla testa e coda. Ha un corpo snello ed elegante e la pelle può essere di vari colori (rosa, grigio, marrone o nero) oppure a macchie.

Ha un’altra caratteristica particolare oltre all’assenza di pelo: la dentatura è incompleta generalmente manca di quasi tutti i molari. Ne esistono tre taglie diverse.

Il Cane Nudo Peruviano è un cane dal carattere estremamente riservato, molto legato ai familiari ma poco socievole con gli sconosciuti.

Non è aggressivo ma è molto vigile e attento e ha bisogno di fare molto movimento. Corre molto velocemente  e tende ad allontanarsi.

  • Cane Nudo Peruviano taglia piccola  25-40 cm x 4-8 kg di peso
  • Cane Nudo Peruviano taglia media  40-50 cm x 8-12 kg di peso
  • Cane Nudo Peruviano taglia standard 50-65 cm x 12-23 kg di peso
piccolo brabantino

Piccolo Brabantino (Griffon Brabançon)

Il Piccolo Brabantino appartiene alla famiglia dei Griffoni pur essendo molto diverso dagli esemplari delle altre razze: ha infatti un corpo meno massiccio e la testa più piccola, con il muso sprovvisto dei tipici baffi e barba.

Il mantello è corto e aderente, non ruvido, di colore nero o nero focato, con maschera scura. Il Piccolo Brabantino è un cane molto dolce e vivace, si addestra facilmente e sviluppa un rapporto simbiotico con il padrone.

Va d’accordo con gli sconosciuti mentre non è il cane ideale per famiglie con bambini. Si adatta bene in appartamento ma è un ottimo cane da guardia e abbaia molto.

  • Piccolo Brabantino  18-20 cm x 2,5-5 kg
pumi cane

Cane Pumi (Pastore Ungherese)

Il Pumi è un cane di piccole/medie dimensioni tipo terrier, utilizzato prevalentemente come cane da pastore.

Il pelo è formato da ciocche morbide ondulate o ricce , di colore grigio (ma nero alla nascita), nero, fulvo, rosso, giallo, crema e può avere una macchia bianca.

Come tutti i cani da pastore il cane Pumi è facilmente addestrabile ma sviluppa un forte attaccamento per il proprio branco e si rivela ostile con gli estranei.

E’ estroverso, tenace e coraggioso ma un po’ irrequieto ed ha bisogno di correre spesso in spazi aperti.

  • Cane Pumi  38-47 cm x 8-15 kg
rat terrier

Rat Terrier

Il Rat Terrier nasce da un incrocio tra il Fox Terrier a pelo liscio e il Manchester Terrier. Ha il corpo muscoloso e arti solidi, il pelo è fitto e liscio e può essere di qualunque colore solido, oppure bicolore o tricolore. Non vi sono standard poiché la razza non è riconosciuta. 

Il Rat Terrier si addestra facilmente ed è un cane molto affettuoso, ideale anche per chi ha bambini. E’ anche amichevole con gli estranei.

Ha un grande livello di energia ed ha bisogno di camminare molto. Tende ad essere dominante con altri animali.

  • Rat Terrier cm 25-46 x 4-11 kg
russian toy

Russian Toy

Il Russian toy è una razza Russa che deriva dai terrier inglesi. Ne esiste una variante a pelo lungo e una a pelo corto.

E’ di piccole dimensioni ma ha grandi orecchie che porta ben alte sulla testa. Il mantello, sia lungo che corto, può essere nero-focato, marrone-focato, blu-focato o fulvo, e può avere una sfumatura marrone.

Il Russian Toy è socievole, affettuoso e molto dolce ma al tempo stesso attivo e coraggioso.E’ molto leale con i membri della famiglia, curioso e osservatore. E’ socievole con gli estranei ma a discapito delle dimensioni potrebbe essere aggressivo con altri cani.

  • Russian toy 15-27 cm x 1,5-3,6 kg
Russkaya Tsvetnaya Bolonka

Russkaya Tsvetnaya Bolonka

Il Russkaya Tsvetnaya Bolonka è un cane raro sviluppato in Russia e che deriva dai Bichon. Ha il corpo ben equilibrato e agile, il pelo fitto e lungo che ricade in onde folte e il muso ha barba e baffi.

Il mantello può essere di  tutti i colori tranne bianco, o meglio, non può essere macchiato di bianco per oltre il 20% del totale.

Il Bolonka è un cane molto dolce e molto affascinante, perfetto come animale da compagnia e ideale anche per famiglie con bambini.

Come le razze da cui deriva, che includono Maltese e Bolognese, anche questa è una razza ipoallergenica e questo cane non perde pelo.

  • Russkaya Tsvetnaya Bolonka 18-27 cm x 2-5 kg
schipperke

Schipperke

Il cane Schipperke somiglia molto a un Pastore Belga in versione ridotta. Ha un corpo ben strutturato e il muso appuntito somiglia un po’ a quello di un volpino.

Il pelo è duro e forte, esclusivamente nero, e molti esemplari nascono senza coda.Lo Schipperke, come tutti i cani da pastore, è un animale molto attivo, vigile e attento.

Si affeziona molto alla famiglia ma tende ad essere diffidente con gli sconosciuti, mentre è molto indicato per chi ha bambini. Si addestra facilmente e non soffre di ansia da separazione.

  • Schipperke 20-30 cm x kg 3-9
Sealyhan Terrier

Sealyham Terrier

Il Sealyham Terrier è una razza di taglia piccola sche si è sviluppata in Gran Bretagna nel 19 secolo. Ha barba e baffi ed un bel pelo folto e denso, le zampe corte e il muso buffo da cane dei cartoni animati.

Era il cane preferito di Alfred Hitchcock.Questo cane ama fare il clown e intrattenere adulti  e bambini con il suo brio e la sua grinta.

E’ intelligente e coccolone. E’ facilmente e si affeziona molto al padrone. Ha una forte tendenza all’abbaio e potrebbe diventare dominante con altri cani.

  • Selayham Terrier max 31 cm x 8.2-9 kg
skye terrier

Skye Terrier

Lo Skye Terrier è un cane di razza inglese con una strana particolarità: è lungo due volte la sua altezza.

Il tronco è lungo ma solido, il pelo è lungo e folto, dritto e piatto, mentre il sottopelo è corto e lanoso. I colori ammessi sono nero, grigio scuro o chiaro, crema e fulvo, con punta delle orecchie e muso neri.

La razza Skye Terrier ha un temperamento molto docile e gentile, estremamente affettuoso e si affeziona prevalentemente a un solo membro della famiglia.

E’ diffidente con gli sconosciuti ed estremamente testardo, caratteristica che lo rende difficile da addestrare.

  • Skye Terrier 25-26 cm x 10-12 kg
Sealyhan Terrier

Spitz Americano

Lo Spitz Americano è in realtà identico allo Spitz Tedesco, gli Americani gli hanno semplicemente cambiato il nome.

Ha il pelo lungo, liscio e folto, che deve essere possibilmente bianco, anche se sono ammessi il giallo paglierino e il crema. Ne esistono tre taglie.

Lo Spitz Americano è molto amichevole e giocherellone, ma non si rapporta molto bene con gli sconosciuti ed ha un livello di energia molto alto, per cui dovrà fare molto esercizio.

E’ un buon cane da guardia e abbaia rumorosamente.E richiede un certo impegno per il mantenimento del mantello.

  • Spitz americano Toy 23-30,5 cm x 2,7-4,5 kg
  • Spitz americano Miniature 30,5-38 cm x 4,5-8 kg
  • Spitz americano Standard 30-48 cm x 8-15 kg
Swedish Vallhund

Swedish Vallhund

Lo Swedish Vallhund è un cane tipo spitz e di tipo primitivo e la razza è autoctona della Svezia. E’ di piccola taglia, con muscoli ben definiti e molto agile.

Il pelo è di lunghezza media, folto e ruvido, ammesso nei colori grigio, bruno-grigio e marrone-rosso. Può avere collare o macchie bianche.

Lo Swedish Vallhund, come tutti i cani da pastore, si addestra molto facilmente ed è molto ubbidiente. Si affeziona molto ai propri familiari ma è riservato con gli sconosciuti.

E’ tenace e coraggioso ed ha bisogno di molto movimento.Deve vivere in spazi aperti.

  • Swedish Vallhund 30-34 cm x 9-14 kg
Teddy Roosevelt Terrier

Teddy Roosevelt Terrier

Il Teddy Roosevelt Terrier è un cane di taglia medio piccola e di origine Statunitense . E’ un cane muscoloso e robusto, con il corpo compatto e con le zampe corte.

Il mantello generalmente è bianco con macchie marroni o nere sul corpo, oppure bicolore o tricolore. Non è riconosciuto in Europa da F.C.I. e E.N.C.I.

Il Teddy Roosevelt Terrier è intelligente, adattabile e facile da educare. E’ molto curioso e ha bisogno di sfide costanti poiché ha un buon livello di energia.

E’ sospettoso con gli sconosciuti ma molto affezionato alla propria famiglia.

  • Teddy Roosevelt Terrier 28-38 cm x 3,62-11,5 kg
tibetan terrier

Tibetan Terrier

Il Tibetan Terrier è un cane di taglia medio piccola, con un pelo lungo, abbondante e leggermente ondulato, con un sottopelo fitto e denso. I

l mantello dei cuccioli è scuro e si schiarisce con l’età. Sono ammessi tantissimi colori, tra cui nero, fumo, grigio, crema e bianco, bicolore e tricolore, ma non fegato, merle e cioccolato.

Il Tibetan Terrier è giocherellone e vivace, molto astuto e simpatico. Ha un carattere forte e va educato sin da cucciolo ma non è aggressivo nemmeno con gli estranei e va molto d’accordo con i bambini.

E’ un buon cane da guardia e abbaia rumorosamente. Ed è un buon saltatore, quindi attenzione, potrebbe scappare.

  • Tibetan Terrier 35,6-40,6 x 8-13 kg

Dallo Staff di Cani Piccoli

I cani piccoli ti piacciono tutti ma ancora non sai quale sia il più adatto per te? Vieni a scoprire con noi le razze più popolari!

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
razze di cani ideali per tutt

27 razze di cani di piccola taglia ideali per tutti

By Guide Utili No Comments

27 razze di cani di piccola taglia ideali per tutti

razze di cani ideali per tutt

Scegliere il cane ideale non non è sempre facile: ci sono razze che ci piacciono molto ma che non sono indicate per il nostro stile di vita, oppure ci sono cani che sarebbero ideali per le lunghe passeggiate in montagna che tanto amiamo, ma che purtroppo non si adatterebbero facilmente alla vita in appartamento. 

Ci sono cani che necessitano i climi freddi o caldi e noi viviamo dalla parte opposta del pianeta. Oppure ci sono le allergie, o la scarsa pazienza con i bambini.

Adottare un cane è un impegno a lungo termine e non è decisamente solo una questione di gusto personale: il benessere del cane deve Infatti essere la prima cosa da tenere in considerazione, per cui vanno valutate attentamente tutte le caratteristiche della razza, così come la nostra disponibilità di spazio, tempo e denaro. 

Una scelta sbagliata potrebbe mettere in discussione il meraviglioso rapporto che si crea naturalmente tra il cane e il suo umano ed essere fonte di seri problemi in futuro. 

Meglio quindi informarsi bene sulle caratteristiche delle varie razze, in modo da scegliere il compagno perfetto per tutta la famiglia.

I cani di taglia piccola sono la scelta migliore per molti di noi: si adattano a qualunque tipo di ambiente, e non necessitano di eccessivo esercizio fisico. Vanno d’accordo con bambini e anziani e in molti casi non perdono pelo.

Ci sono tantissime razze tra cui scegliere, una più bella dell’altra, e tutte con caratteristiche particolari. E alcuni sono identici a quelli grandi ma in taglia ridotta. Ecco quindi a seguire un elenco delle razze di cani piccoli più amati al mondo.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
barboncino

Barboncino toy e Barboncino nano

Il Barboncino è una delle razze di cani di taglia piccola più diffuse. Non ha mai perso popolarità e attualmente viene incrociato praticamente con tutte le razze di cani a cui si possa pensare.

Ha un carattere solare e affettuoso, non necessita di eccessivo esercizio fisico, ma soprattutto non perde pelo ed è considerato un cane antiallergico, motivo per il quale è il cane ideale per chi vive in appartamento.

E’ facile da addestrare ed è estremamente longevo, ma i costi di mantenimento sono più alti della norma, poiché richiede di toelettatura frequente a causa del pelo lungo.

Oltre ad una variante in taglia grande, chiamato barbone standard, ne esistono tre tipi che fanno parte della varietà di cani di razza piccola:

  • Barbone toy:  23-28 cm x 3-5 kg.
  • Barbone nano: 28 – 35 cm x  7-8 kg.
bassotto

Bassotto nano (Dachshund) e Kaninchen

Nonostante il suo aspetto buffo, che in vari paesi gli ha fruttato il nome di “salsiccia”, il Bassotto nano è un cane di grande personalità e vitalità: era infatti allevato per stanare i tassi (il nome Dachshund in Tedesco significa proprio cane da tasso!).

Non farti ingannare dal fatto che sembri sproporzionato: non ha difficoltà di movimento ed è un ottimo cacciatore e inseguitore.

E’ fedele e affettuoso, ma a volte un po’ testardo e potrebbe non rispondere ai comandi. Essendo propenso alla fuga va addestrato fin da cucciolo. Sopporta male la solitudine ed ha bisogno di interagire molto con la famiglia.

Ce ne sono due taglie:

  • Bassotto Nano: 30-35 cm x 7 kg
  • Bassotto Kaninchen: 23-30 cm x 3,5 kg
basenji

Basenji

Il Basenji non è un cane per tutti. E’ un cane molto intelligente, ma è molto indipendente e piuttosto riservato e non ama troppo ubbidire ai comandi.

Ha un livello di energia importante che deve scaricare facendo molto movimento, per cui non si adatta bene a una vita sedentaria in appartamento.

Soffre anche molto la solitudine e potrebbe sviluppare un carattere ribelle se lasciato solo molte ore al giorno.

Poiché non è facile addestrarlo ed è piuttosto testardo potrebbe non essere il cane adatto a famiglie alle prime armi o senza budget per un buon istruttore. Tende a scappare ed ha un forte istinto predatorio.

  • Basenji: max 43 cm x 3-5 kg.
beagle

Beagle

Il Beagle è un cane di dimensioni medio piccole, ma con personalità da vendere. E’ tenace, un po’ testardo e determinato. Si affeziona al padrone ma tende ad essere molto indipendente, e ama prendere decisioni in autonomia. 

E’ un ex segugio e come tutti gli ex cani da caccia oggi cani da compagnia ha bisogno di molto movimento ed ha un alto livello di energia, per cui non è indicato a persone con poco tempo da dedicare all’esercizio fisico.

Ha una voce molto potente e tende ad ululare. E’ anche molto goloso.

  • Beagle: 33-46 cm x 11-1
bichon frise

Bichon Frisé

Il Bichon Frisé è un cane dal pelo gonfio, riccio e bianco candido. Somiglia molto a un barboncino, razza con cui viene spesso confuso.

Ha un carattere docile e socievole, è facile da addestrare ed ha un buon rapporto con familiari e sconosciuti.

Soffre molto la solitudine e se lasciato solo potrebbe sviluppare ansia da separazione. Si adatta bene a vivere in appartamento e si relaziona bene anche con altri animali.

Ha bisogno di toelettature frequenti perché il pelo cresce molto in fretta.

  • Bichon Frisé: max 30 cm, peso indicativo 3-7 kg
bichon havanese

Bichon Havanais (Havanese, o Avanese)

Il Bichon Avanese ha un bel pelo folto e denso e ricorda un po’ il cane Maltese.ha un carattere allegro e solare, è il classico cane che si appiccica al padrone e non si stacca più.

Per lui la famiglia è  tutto, ma è molto socievole anche con gli estranei. E’ ubbidiente e sempre pronto a inventarsi nuovi giochi, leale e fedele, intelligente e sveglio.

Adora passeggiare ma apprezza anche i momenti di relax sul divano. Tende ad abbaiare moderatamente ma in generale non disturba molto.

  • Bichon Havanais: cm 20-28 x 3-6 kg
cane bolognese

Cane Bolognese

Il Bolognese è un cane di razza Italiana che somiglia molto a un barboncino. Ha il pelo folto e bianco, un carattere dolce ma un po’ testardo, e si affeziona molto al proprietario.

Pur non essendo un cane pigro o apatico non ha un livello di energia altissimo, caratteristica che lo rende indicato come animale da compagnia per anziani che abbiano bisogno di momenti di tranquillità. Ma odia la solitudine e non va lasciato da solo troppe ore.

Come il Barboncino e il Maltese anche questa razza non fa la muta ed è quindi ideale per chi soffre di allergia o tollera male la presenza di pelo in casa e sugli abiti.

  • Cane Bolognese: 25-30 cm x 3-4 kg
boston terrier

Boston Terrier

Il Boston Terrier è un molossoide di piccola taglia con un aspetto molto simpatico e un carattere stupendo: è dolce e affettuoso, è dotato di grande vivacità e intelligenza ed è molto veloce nella fase di apprendimento.

Poiché ha origini da cane da combattimento potrebbe diventare protettivo nei confronti della famiglia e sviluppare un carattere dominante.

Avendo il muso schiacciato potrebbe sviluppare problemi respiratori, per cui non è la razza ideale per chi non ama l’idea di spendere per il veterinario.

  • Boston Terrier: 38-43 cm x 6-11 kg
chuhuahua

Chihuahua

Razza originaria del Sud America, il Chihuahua è il cane da borsetta per eccellenza. Docile e mansueto, di natura piuttosto tranquilla, non ha bisogno di attività fisica eccessiva.

Deve essere educato fin da cucciolo poiché tende a stringere un legame molto forte con il proprio umano, e se abbandonato a se stesso potrebbe soffrire di ansia da separazione o sviluppare tendenze aggressive.

È un cane che si può addestrare piuttosto facilmente, ma attenzione: ha un carattere da vera diva e può essere piuttosto ribelle, e necessita quindi di molte attenzioni.

Come tutti i cani ama uscire a passeggiare, ma soffre molto il freddo e va tenuto coperto in caso di basse temperature. Si adatta bene alla compagnia di anziani e bambini.

Chihuahua: 15/30 cm x 1-3 kg

cocker spaniel

Cocker Spaniel Inglese

Il Cocker Spaniel Inglese è un cane allegro, pieno di vita, affettuoso e vivace, amorevole con il padrone e tutti gli altri membri della famiglia, in particolare con i bambini. Ha uno sguardo vispo e attento, e va d’accordo con gli altri animali di casa.

Ha una grande vitalità e anche se è adatto a vivere in appartamento è piuttosto esuberante e ha bisogno di fare molto movimento, anche se molti esemplari sono tranquillissimi e un pò pigri.

E come tutti i cani da riporto il Cocker Spaniel Inglese ama molto l’acqua, per cui gradirà farsi delle belle nuotate.

  • Cocker Spaniel Inglese: 38-41 cm x 13-15 kg
coton de tulear

Coton de Tulear

La caratteristica principale del Coton de Tulear è l’immensa allegria: è sempre felice e spensierato, non solo con i suoi umani ma anche con gli estranei e con gli altri animali.

E’ adatto alla vita in appartamento e tollera discretamente bene la solitudine. E’ molto intelligente e curioso e si addestra molto facilmente.

Adora passeggiare e nuotare e non ha tendenza all’abbaio. E’ adatto a chi ha problemi di allergie poiché è una razza ipoallergenica.

  • Coton de Tulear: cm 23.28 x 3-6 kg
french bulldog

Bulldog Francese (French Bulldog, o Bouledogue Francese)

Nato dall’incrocio tra il Bulldog Inglese e razze più piccole come il Carlino, questo cane di piccola taglia è tra i più ricercati al momento.

E’ un cane poco attivo e tendenzialmente pigro, che non necessita di molto esercizio fisico e adora stare in casa a farsi coccolare da padrone, al quale è estremamente fedele.

E’ un animale molto dolce e intelligente ed è un ottimo cane da guardia. Purtroppo, a causa della conformazione del muso e dell’eccessiva selezione, il Frenchie tende ad essere soggetto a varie patologie di natura genetica.

Bisogna quindi fare moltissima attenzione all’acquisto: assicurarsi sempre che il cane rientri nelle dimensioni standard richieste dalla FCI e che i genitori non abbiamo patologie genetiche pericolose per la salute del cane.

  • Bulldog Francese:  24/35 cm, peso 8-14 kg
i cani griffoni

Griffon de Bruxelles, Griffone Belga e Piccolo Brabantino

Questi simpatici cani barbuti annoverano tra i loro antenati Yorkshire, Affenpinscher e Schnauzer nano. Allegri e divertenti, sono sempre pronti a fare i clown per intrattenere chiunque voglia prestare loro un po’ di attenzione.

Sono un pò timidi con le persone che non conoscono e possono soffrire di ansia da separazione, Non vanno d’accordo con i loro simili e gli altri animali e vanno socializzati fin da cuccioli, perché successivamente potrebbe essere difficile educarli. 

Sfortunatamente non sono nemmeno la razza ideale per chi cerca un cane che faccia da baby-sitter: non amano nemmeno i bambini, quindi chi ne ha dovrebbe evitare.

jack russel

Jack Russel Terrier

Il Jack Russell Terrier è vivace, energico, sempre in movimento e anche piuttosto testardo.

E’ intelligente e coraggioso e dimostra una grande affettuosità per il padrone, al quale spesso non ubbidisce poiché è un animale molto indipendente.

In quanto ex cane da caccia ha un olfatto molto sviluppato, una grande vitalità ed è sempre pronto a lanciarsi in grandi avventure e alla scoperta di nuovi posti e nuovi giochi.

Ha un grande livello di energia e non è il classico cane da appartamento Si adatta bene alla vita in appartamento ma necessità di molto movimento, più di quello delle razze classiche di cani da compagnia.

  • Jack Russel Terrier: cm 25-30 x 5-6 kg
lagotto romagnolo

Lagotto Romagnolo

Il Lagotto Romagnolo è l’unica razza ufficialmente riconosciuta per la ricerca del tartufo. E’ un ottimo cane da lavoro ed è facilissimo da addestrare.

Ha un carattere molto riservato e non apprezza molto i rimproveri e punizioni, ai quali reagisce chiudendosi in se stesso.

Ha un carattere mite e nonostante sia un cane da caccia adora farsi coccolare. Si affeziona soprattutto al padrone ma ama i bambini.

E’ invece diffidente verso gli sconosciuti. Questi cani non fanno la muta e non perdono pelo ma hanno bisogno di molto movimento.

  • Lagotto Romagnolo: 43-46 cm x 12-15 kg
lhasa apso

Lhasa Apso

Il Lhasa Apso ha una personalità forte e determinata: è coraggioso, intelligente, dolce e affettuoso con il padrone ma non molto socievole con gli estranei, e neppure con i cani.

Purtroppo non è un grande appassionato nemmeno di bambini. Ha bisogno di molto movimento, ama fare lunghe passeggiate e nuotare, ma non disdegna i momenti di relax.

Tollera bene la solitudine e può tranquillamente passare qualche ora da solo. Ha un difetto: russa parecchio! Non è comune a tutti gli esemplari ma è una caratteristica abbastanza diffusa.

  • Lhasa Apsos: cm 18-30 x 4-7 kg
cane maltese

Cane Maltese

Il Maltese è un cane molto amato e molto diffuso grazie al suo carattere allegro ed estremamente vivace e alle dimensioni ridotte.

A differenza di altre razze di taglia piccola il cane Maltese conserva una personalità giocosa e iperattiva anche da adulto. Si adatta molto bene alla vita in appartamento ed è indicato come compagnia per anziani e bambini.

Non perde pelo ed è considerato un cane anallergico, ma il mantello cresce molto velocemente e necessità di toelettature frequenti e manutenzione continua per evitare che si annodi.

Tende ad abbaiare, e soffre molto il freddo, per cui è preferibile mantenerlo coperto durante le passeggiate. Si affeziona molto al padrone ed è estremamente intelligente e facilmente addestrabile.

Altezza al garrese 20/25 cm, peso 3-4 kg

maltipoo

Maltipoo

Il Maltipoo è un cane dal carattere gentile e affettuoso. E’ un incrocio tra due razze davvero speciali, il Barboncino e il Maltese, e a queste deve la sua indole dolce e socievole e ubbidiente.

E’ un cane che si può addestrare ed educare molto facilmente ed è spesso utilizzato per la pet therapy.

Ama la vita in appartamento e adora passare il tempo in compagnia della propria famiglia, ma è un cane attivo e ha bisogno di relazionarsi con l’ambiente esterno.

Non va lasciato da solo troppe ore perché potrebbe deprimersi. Non fa la muta e non perde pelo.

  • Maltipoo: cm 35, peso 2-5 kg
cane nudo cinese

Cane Nudo Cinese (Chinese Crested Dog)

Il Cane Nudo Cinese è un cane particolare: è glabro sul corpo ma ha una folta cresta e pelo sulle zampe (e ne esiste persino una varietà con il pelo foltissimo che si chiama Powderpuff!). 

Ha un carattere davvero divertente e solare, è sempre felice ed è un ottimo compagno per i bambini. 

E’ amorevole, simpatico e non è mai di cattivo umore. E’ docile, sempre pronto a compiacere il padrone e facilmente addestrabile.

Adora intrattenere i suoi amici umani e gli piace essere al centro dell’attenzione. Detesta stare solo.

  • Chinese Crest 23-33 cm x 3-5 kg
cane pechinese

Cane Pechinese

Il cane Pechinese ha un carattere dolce ma al tempo stesso indipendente. Non è un cane particolarmente affettuoso e non ama dimostrare affetto con coccole eccessive.

E’ orgoglioso e non si rapporta bene con gli estranei. E’ particolarmente indicato per persone anziane che rispettano i sui spazi.

Non è tra le razze che si educano facilmente, soprattutto perché gli piace più comandare che prendere ordini, e va educato sin da cucciolo.

Ma quando decide di essere affascinante sa essere irresistibile, ed ha un aspetto davvero grazioso. 

  • Pechinese: 20-26 cm x 4-6 kg
piccolo levriero italiano

Piccolo Levriero Italiano

Il Piccolo Levriero Italiano è un levriero a tutti gli effetti, solo di dimensioni ridotte di una dolcezza disarmante: può sembrare freddo a chi non lo conosce ma è solo timidezza.

 E’ un animale molto riflessivo e lo si conquista poco a poco. E’ molto riservato con sconosciuti e altri animali ma ama alla follia il suo padrone, con il quale farebbe qualunque cosa. 

E’ un ottimo cane d’appartamento ma ha bisogno di fare molto esercizio. E’ un corridore insuperabile. Ma soffre molto le basse temperature.

Piccolo Levriero Italiano: cm 32-38 x max 5 kg

schnauzer nano

Schnauzer nano, o Zwergschnauzer

Originario della Germania meridionale e inizialmente utilizzato come cane da caccia ai piccoli roditori, lo Schnauzer Nano diventa presto un cane da compagnia molto diffuso.

Il suo carattere gioioso e socievole, la sua allegria e vitalità e il musetto simpatico e barbuto (Schnauzer in tedesco significa baffo) lo rendono decisamente un compagno perfetto per tutta la famiglia.

E’ un cane forte, tenace e robusto, con un pelo forte che lo protegge da temperature estreme sia calde che fredde.

Ha bisogno di esercizio fisico e corretta alimentazione poiché tende ad ingrassare, e va educato fin da giovane poiché potrebbe diventare aggressivo con gli estranei nel tentativo di difendere il padrone e la casa.

Schnauzer Nano: 30/35 x 4-8 kg

shih-tzu

Shih Tzu

Lo Shih Tzu è uno dei cani da compagnia più amati e apprezzati. Ha un temperamento amichevole e gentile, anche se spesso è po’ testardo.

Ha un carattere molto attivo ma si adatta molto bene a vivere in appartamento. Si lascia educare molto facilmente.

E’ giocherellone e adora non solo relazionarsi con gli amici umani, ma va anche molto d’accordo con i gatti.

Soffre molto la solitudine, ha infatti bisogno di compagnia costante o potrebbe finire per deprimersi o soffrire di ansia da abbandono.

Shih Tzu: 24-27 x 5 – 8 kg

welsh corgi pembroke

Welsh Corgi Pembroke

Il Welsh Corgi Pembroke è un cane dolce ma con una grande energia, che spesso si traduce in una forte testardaggine. Non è mai nervoso o aggressivo ed è sempre in movimento.

E’ intelligente e coraggioso e ama prendere il comando del branco, quello dei suoi simili e spesso quello dei membri della famiglia. 

E’ amichevole con gli sconosciuti e con altri animali e si adatta molto bene alla vita in appartamento, anche se necessita di molto esercizio.

Non ama la solitudine e tollera meglio il freddo del caldo. E’ anche incredibilmente goloso e tende ad ingrassare.

  • Welsh Corgi Pembroke 15-30 cm x kg 9-12
yorkshire

Yorkshire Terrier

Questa razza ha origine in Inghilterra nello Yorkshire, regione da cui prende il nome.

Questo piccolo terrier a pelo lungo era inizialmente utilizzato come cane da lavoro per la caccia ai piccoli roditori, oppure come sentinella nelle miniere per cercare i dispersi, o come allarme in caso di pericolo.

La taglia ridotta non è indicativa di poca personalità, anzi, tutto il contrario: il cane Yorkshire ha un temperamento forte e vivace, giocoso e intelligente, è arguto e a volte testardo e ama il proprio padrone morbosamente.

Proprio per questo forte attaccamento al proprietario può diventare diffidente o aggressivo quando percepisce una minaccia per la propria famiglia.

Yorkshire Terrier 15-25 cm x 2-3 kg

volpino di pomerania

Volpino di Pomerania

Il Volpino di Pomerania è  fedele, intelligente, si affeziona moltissimo al padrone. E’ però diffidente con gli estranei e per questo tende ad abbaiare parecchio.

E’ molto dolce ma anche  po’ testardo, per cui meglio educarlo fin da cucciolo. E’ un cane molto fedele e non ha tendenza alla fuga.

E’ adatto per famiglie con bambini e anche per anziani purché non ha un livello altissimo di energia, ma ama comunque uscire a passeggiare e odia restare solo.

  • Volpino di Pomerania: 21 cm x 1,3-3,2 kg
west-highland-white-terrier

West Highland White Terrier

Questa razza è diventata famosa in tutto il mondo per essere il logo di alcuni brand molto popolari ed è tra le più riconoscibili in assoluto. Il West Highland White Terrier è dolce e amichevole con i padroni e i bambini e anche con gli estranei. 

E’ un ottimo cane da guardia oltre che da compagnia ma non ama le coccole eccessive ed essere preso troppo in braccio.

Ha anche bisogno di molto movimento e a volte può essere un po’ cocciuto. E’ intraprendente e coraggioso e non ama la compagnia degli altri cani, con cui può diventare aggressivo.

  • West Highland White Terrier cm 25-28: 24-27 x 6 – 9 kg

Dallo Staff di Cani Piccoli

Sei un fan dei cani piccoli ma ancora non sai quale scegliere? Nessun problema, ti racconteremo tutto quello che sappiamo su ogni razza e su come occuparsene al meglio.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
le pulci del cane

Pulci del cane

By Salute No Comments

Pulci del cane: come eliminarle per sempre

le pulci del cane

Chiunque abbia avuto animali domestici prima o poi si è trovato ad aver a che fare con un tanto piccolo quanto fastidioso parassita: le pulci del cane.

Le pulci sono piccoli insetti ematofagi (che si nutrono di sangue) e che infestano gli animali e in caso di bisogno anche l’essere umano.

La loro puntura provoca fastidio e prurito e può essere causa di pericolose malattie quali la dermatite allergica da pulci.

Le loro punture non preoccupano tanto per il prurito, che è semplicemente un fastidio, quanto piuttosto per le possibili malattie che possono trasmettere.

E’ tra l’altro molto semplice ritrovarsele in casa, e potrebbe essere difficile sbarazzarsene se non si agisse in tempo e con determinazione.

In questo articolo ti spiegheremo tutto quello che sappiamo sulle pulci del cane, su come riconoscerle e come liberarsene.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
come sono le pulci

Come sono le pulci dei cani?

Le pulci dei cani sono insetti minuscoli di colore nero, marrone scuro o rosso scuro, con il corpo schiacciato e sei piccole zampette.

Non hanno ali per volare ma le zampe posteriori hanno molta forza e permettono loro di spostarsi a grandi balzi tra un animale e l’altro. Riescono a saltare tranquillamente per una lunghezza di 30 o 40 cm.

La lunghezza del corpo varia da 1 a 5 millimetri e una volta sul corpo dell’animale sono in grado di correre e spostarsi molto in fretta, motivo per cui potrebbe essere difficile vederle tra il pelo dell’animale.

Una volta finito il pasto di sangue il colore tende a virare dal nero o marrone scuro ad un marrone più rossastro.

Quelli che invece sono facilmente riconoscibili sono gli escrementi delle pulci, dei piccoli puntini neri che se bagnati producono un alone rossastro. Se sono presenti tra il pelo del cane ovviamente ci saranno anche le pulci.

Ci sono oltre 2000 specie di pulci: la più diffusa è la pulce del gatto (nome scientifico Ctenocephalides felis) che è la maggiore responsabile delle infestazioni nel cane, mentre la pulce del cane (Ctenocephalides canis) è molto più rara.

La pulce del cane ha una caratteristica particolare, che la differenzia dalle altre varietà: è dotata di pettine genale, ovvero una serie di aculei sulla cuticola intorno alla bocca. Ne ha anche uno pronotale, ovvero lungo il primo segmento del torace.

Questi aculei permettono ai parassiti di restare saldamente aggrappati agli ospiti e di spostarsi in tutta tranquillità senza cadere.

Dove vivono le pulci?

La pulce del cane si può annidare ovunque. Non ha un ambiente preferito, e non ha nemmeno bisogno di nutrirsi continuamente.

Le basta un posto riscaldato (anche se sta diventando sempre più tollerante alle temperature fredde di inizio inverno) e un buon pasto di sangue ogni tanto.

Vive in città come in campagna, ama gli ambienti chiusi come gli spazi aperti. Le pulci adulte possono annidarsi ovunque, e nessuno è completamente al riparo da questa terribile infestazione.

Quando le pulci entrano in casa trasportate da un ignaro ospite, dove potranno annidarsi? Sfortunatamente non si limiteranno ad annidarsi nel pelo dei cani, ma invaderanno tutta la casa.

I luoghi più comuni in cui si annida la pulce del cane sono i seguenti:

  • Cucce e lettini
  • Divani
  • Tappeti
  • Sedili e tappetini delle auto
  • Letti
  • Scarichi della casa
  • Anfratti sporchi nelle pareti o nei pavimenti della casa
  • Moquette o pavimenti al riparo dalla luce
  • Aiuole, cespugli, erba e piante nei giardini

La pulce percepisce sia il calore che il movimento, per cui non le sarà difficile individuare un animale su cui saltare nel momento del bisogno.

Quando compaiono le pulci?

Le pulci sono attive soprattutto nel periodo che va tra la tarda primavera e l’inizio dell’autunno.

Purtroppo i cambiamenti climatici, responsabili dell’allungamento della stagione calda, hanno fatto sì che il ciclo stagionale della pulce si sia allungato rispetto a quello dei decenni passati.

In un ambiente chiuso e riscaldato, ad esempio la casa, le pulci adulte saranno in grado di sopravvivere e riprodursi anche d’inverno.

Come si riproducono le pulci nel cane?

La pulce ha un ciclo vitale di circa 4 settimane. E’ decisamente un tempo sufficiente perché possa arrecare parecchio disagio ai noi e ai nostri pet.

La femmina di pulce, una volta fecondata, arriva a deporre dalle 20 alle 50 uova al giorno, per un totale di circa 2000 nell’arco della vita.

Le uova sono piuttosto grandi, di forma ovale. Se habitat e temperature sono favorevoli le uova si schiudono in 2-5 giorni circa, mentre se le temperature sono più fredde possono volerci fino a 2 settimane.

Una volta schiuse nasceranno le larve, dei piccoli vermi bianchi che riescono a spostarsi abbastanza velocemente strisciando sulle zampe posteriori.

Le larve si nutrono di detriti organici, ovvero degli scarti di sangue digerito dalle pulci adulte.

Dopo dieci giorni circa, una volta pronte per la trasformazione finale, formano un bozzolo costituito da polvere e detriti incollati con la saliva, da cui usciranno pochi giorni più tardi trasformate nei parassiti adulti.

E a quel punto questa nuova infestazione sarà diventata un bel problema.

Come si nutrono le pulci?

Le otiti e le infezioni condotto uditivo possono essere molteplici.

Infestazione da acari, batteri, funghi o lieviti

Quando l’infezione è causata da batteri, lieviti, funghi o acari la situazione cambia completamente. In questi casi il cerume tende ad assumere una colorazione molto scura, quasi nera e piuttosto maleodorante e il cane prova molto fastidio.

Se sospetti che si sia verificata una di queste situazioni porta subito il cane dal veterinario, un test specifico gli permetterà di verificare quale sia la causa della malattia e di intervenire con la terapia giusta.

Malattia autoimmune

Le infezioni del canale auricolare sono spesso uno dei sintomi che compaiono in presenza di una malattia autoimmune. Se ti trovassi di fronte ad una infezione che sembra resistere a quasi tutte le terapie e non sembra migliorare forse sarebbe il caso di testare Fido per patologie quali:

  • Lupus Eritematoso
  • Vasculite
  • Ipotiroidismo
  • Malattia infiammatoria intestinale
  • Pemfigo
  • Poliartrite immuno mediata
  • Morbo di Addison
  • Anemia emolitica autoimmune
  • Trombocitopenia immunomediata

I sintomi comuni che appaiono in concomitanza con una malattia autoimmune sono:

  • perdita di pelo
  • arrossamento
  • formazione di pustole
  • ulcere e croste, generalmente nella zona del muso, tartufo, orecchie, sotto gli occhi
  • croste
  • Discolorazione del tartufo, che passa da nero a rosa
  • letargia
  • prurito
  • abbattimento
  • alta temperatura corporea.
  • Difficoltà motoria dovuta all’ulcerazione dei polpastrelli

Presenza di corpi estranei

Tra tutti il più frequente e pericoloso è la temibile spiga di forasacco, ovvero l’arista delle graminacee, che grazia a dei piccoli gancetti riesce ad attaccarsi ovunque, mentre l’estremità appuntita fora la pelle penetrando nella cavità o nel corpo del tuo animale.

Le pulci non hanno gusti particolari in fatto di sangue, e si nutrono volentieri di vari tipi di mammiferi, esseri umani inclusi.

In campagna infestano qualunque tipo di animale, dai topi ai cinghiali. Questi inconsapevoli vettori ne facilitano gli spostamenti da un luogo all’altro, permettendo ai parassiti di spostarsi per lunghe distanze.

Una volta trovato un ospite succulento la pulce si nutrirà del suo sangue, provocando una piccola lesione, o meglio, un piccolo ponfo, mentre la saliva emessa durante il morso sarà responsabile del classico prurito.

prevenire le pulci del cane

Come prevenire le pulci nel cane

Il modo più efficace per prevenire le pulci nel cane è quello di utilizzare prodotti repellenti che tengano lontano i parassiti dal nostro adorato pet.

Prodotti per la prevenzione delle pulci

  • I migliori sono i classici spot-on (pipette) che si mettono una volta al mese tra le scapole del cane.
  • Ci sono poi i collari antipulci, molti dei quali rilasciano il principio attivo per tutta la stagione.
  • Ottima soluzione anche le compresse per uso orale, che proteggono dall’interno.
  • C’è poi lo shampoo antipulci, da utilizzarsi una volta ogni tanto o dopo una passeggiata in mezzo al verde, se il cane va lavato. Oppure non appena si rileva la nuova infezione.
  • E per finire, spray e salviettine repellenti, la cui efficacia è però molto limitata e vanno utilizzate solo come precauzione estrema prima della passeggiata.

Accorgimenti per la prevenzione delle pulci

Ci sono alcuni accorgimenti che eviteranno il diffondersi di questi fastidiosi parassiti:

  1. Tenere sempre la casa pulita, passare l’aspirapolvere spesso su tappeti e mobili imbottiti.
  2. Aspirare con un aspiratore apposito i divani e i letti, se il cane dorme con te.
  3. Utilizzare l’aspiratore quotidianamente per pulire la cuccia del cane.
  4. Controllare il mantello del cane regolarmente, e passarlo con un apposito pettine antipulci.
  5. Tosare di frequente il prato di casa.
  6. Verificare che il gatto o gli altri animali di casa non siano stati infettati dalle pulci.
  7. Utilizzare prodotti repellenti anche per la casa, a condizione che siano compatibili con cane e gatto.

Come sapere se il cane ha le pulci?

Riconoscere le pulci non è difficile, innanzitutto noterai un cambiamento nel comportamento del tuo animale e spostando il pelo potrai anche vedere i parassiti o i loro escrementi.

Quali sono i sintomi che indicano che il cane possa essere infestato dalle pulci?

I sintomi iniziali sono facilmente riconoscibili, ti accorgerai velocemente che qualcosa non va nell’animale:

  • Il cane si gratta frequentemente, in particolare nella zona del collo, vicino alle orecchie o nella zona dei genitali
  • Si morde o si lecca di frequente, in modo quasi conpulsivo
  • Il pelo ha un aspetto diverso, e in alcuni punti il mantello può sembrare spelacchiato
  • La cute è arrossata e coperta da piccoli ponfi di colore rossastro oppure da minuscole croste
  • La pelle si presenta infiammata, con un aspetto eritematoso (caso in cui il cane potrebbe soffrire di dermatite della pulce)
  • Le gengive sono molto chiare, segno classico di anemia, che può verificarsi in caso di infestazioni gravi
  • Nella cuccia sono presenti piccoli puntini neri (feci) che a contatto con l’acqua diventano di colore rossastro.

Oltre alle pulci il cane potrebbe avere le zecche. Per saperne di più leggi qui.

Malattie trasmesse dalle pulci del cane

Le pulci del cane non sono pericolose se consideriamo la puntura in se stessa, ma lo sono perché possono provocare varie malattie.

Le parassitosi più gravi sono:

  • Bartonellosi, malattia infettiva prodotta da batteri del genere Bartonella che provoca la Malattia da Graffio del Gatto. Questa può essere contratta dall’uomo se graffiato da un gatto infetto o attraverso la puntura di una pulce infetta.
  • Tularemia, o febbre dei conigli, infezione causata dal batterio Gram-negativo Francisella tularensis che si contrae per contatto diretto con animali selvatici infetti, solitamente conigli, oppure con la puntura di una zecca o una pulce infette
  • Infezione da tenia (dipylidium caninum), che il cane contrae leccandosi le parti pruriginose e ingerendo accidentalmente una pulce infetta
  • Tifo murino, una forma di tifo esantematico trasmesso dalle pulci dei ratti
  • Tungiasi, infestazione della cute provocata dalla pulce scavatrice Tunga penetrans o da specie simili
  • Peste (in Italia, questa malattia è stata debellata ma non in altre parti del mondo. Il batterio può essere trasmesso dalle punture delle pulci del ratto (Xenopsylla cheopis) e dell’uomo (Pulex irritans))

Ci sono poi altri problemi legati alla presenza di pulci, quali:

  • Dermatite allergica da pulci
  • Lesioni dovute a graffi eccessivi
  • Alopecia (perdita del pelo)
  • Anemia, in caso di infestazioni massicce
  • Iperpigmentazione della pelle
  • Forte prurito localizzato
  • Presenza di croste sulla pelle
  • Eritema
come eliminare le pulci

Come eliminare le pulci nel cane

Una volta riscontrata l’infestazione il modo migliore per procedere è il seguente:

1. Lavare il cane con uno shampoo antipulci e zecche:

Per prima cosa si dovrà lavare il cane a fondo con acqua calda e strofinare la sua pelliccia con lo shampoo antipulci.

Il prodotto deve agire per almeno 10 minuti prima di procedere con il risciacquo. La maggior parte dei prodotti antiparassitari contiene piretrina, un prodotto chimico capace di uccidere le zecche e le pulci già presenti sul cane.

Si consiglia l’uso di un prodotto specifico e non quello del comune shampoo del cane, che potrebbe anche essere efficace, ma se non uccidesse tutti i parassiti il problema potrebbe ricominciare.

2. Acquistare un prodotto spray insetticida:

Il prodotto va nebulizzato per eliminare le pulci adulte insieme alle larve. Vanno indossati guanti usa e getta e quando si strofina vicino a parti delicate del cane l’insetticida va spruzzato sul guanto e poi strofinato sulla cute, e non direttamente sulla pelle dei cani,

3. Utilizzare polveri antipulci:

I prodotti in polvere si usano cospargendo il manto del cane con un sottile strato di insetticida e lasciandolo in posa. Si inizia dalla testa per poi spostarsi sulla schiena e verso la coda. L’operazione va ripetuta una volta a settimana o quando necessario.

4) Mantenere ogni ambiente domestico pulito e disinfettato

Procedere alla disinfestazione della casa con prodotti antiparassitari e sessioni di pulizia. Vanno disinfettati mobili in tessuto e ambienti domestici per evitare il rischio che i parassiti tornino in circolo.

rimedi naturali

Come eliminare le pulci dal cane con rimedi naturali

Per chi non volesse utilizzare troppi prodotti chimici ci sono rimedi casalinghi e alternative naturali che potranno aiutarti a prevenire le pulci nel cane.

Prevenire è il termine corretto, perché una volta che il cane avrà contratto le pulci non avrai molto tempo per fare esperimenti, ma dovrai agire subito per debellare gli orribili parassiti.

I rimedi naturali per prevenire l’infestazione da pulci sono i seguenti:

1) Aceto di vino bianco

Va applicato sul pelo del cane dopo essere stato diluito con dell’acqua e spruzzato su un panno morbido. Può anche essere usato per lavare i giocattoli o come detergente per lavare la cuccia.

2) Lavanda

Tenere in casa alcune piante terrà lontane le pulci. La lavanda si trova anche in spray.

3) Succo di limone

Mescola il succo di 4 limoni in mezzo litro d’acqua con 2 cucchiai di bicarbonato di sodio, inumidisci un panno e tampona il pelo dell’animale.

4) Oli essenziali

Alcuni oli essenziali hanno un potere antiparassitario. Tra questi ci sono Limone, the verde, Garofano, cannella, Tea Tree e Neem.

Come riconoscere la puntura di pulce nell'uomo

Il morsi delle pulci si identificano con piccoli puntini rossi, isolati o raggruppati e ognuno con un alone rosso intorno. Al centro della lesione può essere presente una piccola vescicola contenente del siero, oppure una piccola crosticina.

I morsi possono fare molto prurito e la vittima tenderà a grattarsi furiosamente. Spesso le punture sono localizzate in punti ben precisi, solitamente sui piedi o sulle gambe. e possono provocare forme acute di dermatiti o malattie allergiche.

Il prurito si può ridurre con prodotti antibiotici e lenitivi.

malattie trasmesse dalle pulci all'uomo

Malattie trasmesse dalle pulci all'uomo

Il morso della pulce è molto pericoloso per l’uomo, che può a sua volta contrarre varie malattie.

  • Peste (Yersinia pestis), debellata in Italia ma presente in aree del Terzo Mondo
  • Bartonellosi
  • Tifo (Rickettsia typhi)
  • Tungiasi
  • Tenia delle pulci

E’ molto importante non prendere alla leggera il problema delle pulci dei cani. Una buona prevenzione terrà alla larga questi pericolosi insetti e salvaguarderà il benessere dei tuoi animali.

Quale detergente scegliere per pulire le orecchie al cane?

Le pulci non sono l’unico parassita che può essere fastidioso o addirittura epricoloso per l’uomo, oltre che per il quale. Vieni a scoprire con noi quali sono i parassiti dei  cani piccoli. 

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.

La rogna del cane

By Salute No Comments

La rogna del cane : come riconoscerla e curarla

la rogna nel cane

Fortunatamente la rogna del cane non è più particolarmente diffusa tra gli animali domestici, ma cosa fare si si adotta una cane randagio e si nota un problema a livello epidermico?

Meglio assicurarsi di saper riconoscere i sintomi, visto che questa malattia è facilmente curabile e che la terapia garantisce un recupero completo.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
cos'è la rogna

Che cos'è la rogna del cane?

La rogna del cane (o scabbia) è una patologia infiammatoria della cute provocata dalla presenza di acari, piccoli parassiti che normalmente vivono indisturbati sulla pelle del cane.

In determinate condizioni gli acari proliferano e si moltiplicano in eccesso, causando la comparsa della malattia.

Ma la rogna del cane si può prevenire? E una volta comparsa, si può curare? Vediamo di fare chiarezza su questa infezione così temuta.

cosa sono gli acari della rogna

Cosa sono gli acari?

I Sarcoptes scabiei sono artropodi parassiti appartenenti alla famiglia Sarcoptidae, e sono comunemente chiamati acari della scabbia.

La dermatite di cui sono responsabili è conosciuta come rogna canina. Oltre al cane la rogna può infestare altri mammiferi ed è contagiosa anche per l’uomo.

Gli acari della rogna sono ectoparassiti, ovvero parassiti che vivono sull’ospite per trarne nutrimento.

A differenzaa di pulci e zecche, che sono ectoparassiti temporanei (ovvero che sostano sull’ospite solo per trarne nutrimento) gli acari sono definiti ectoparassiti permanenti, poiché vivono in modo stabile sulla pelle dell’animale.

Gli acari si nutrono di cellule, detriti epidermici, secrezioni e sebo. Questi parassiti vengono definiti ubiquitari, ovvero capaci di sopravvivere in qualsiasi ambiente e in qualsiasi stagione.

Appartengono alla Famiglia degli aracnidi (la stessa dei ragni) e hanno quattro paia di zampe.

Compiono il loro ciclo vitale e riproduttivo interamente sull’ospite, sulla cute del quale passano attraverso i vari stati biologici della crescita: uovo, larva, ninfa e adulto.

Il ciclo vitale di un acaro dura circa 21 – 28 giorni. Gli acari più comunemente responsabili della rogna sono del genere Sarcopex o Demodex.

Dove vivono gli acari?

Gli acari sono presenti sulla superficie cutanei dei cani, e di altri animali.

Nel caso del cane, nella maggior parte dei casi vivono indisturbati e in piccolo numero sull’ospite senza che questo sviluppi i sintomi della malattia.

Vivono e si moltiplicano nei follicoli piliferi e nelle ghiandole sebacee del cane e non possono sopravvivere in un ambiente esterno.

come si trasmette la rogna

Come si trasmette la rogna del cane?

Gli acari del cane vengono trasferiti dalla pelle della madre a quella dei cuccioli durante il periodo dell’allattamento, e qui restano nutrendosi di detriti e secrezioni.

Se il numero di acari presenti sul cane resta moderato l’animale non svilupperà sintomi della malattia, mentre nel caso di alterazioni del sistema immunitario gli acari potrebbero trovare terreno fertile per moltiplicarsi, dando vita ai classici sintomi della rogna.

I sintomi della rogna si manifestano come una dermatite pruriginosa e dolorosa, le cui cause sono lo scavare gallerie nell’epidermide da parte delle femmine e una sostanza irritante e allergizzante presente nella saliva e nelle feci degli acari.

Quando il cane è debilitato, ad esempio a causa di altre patologie quali Ehrlichiosi, Leishmaniosi, Sindrome di Cushing e Filariosi cardiopolmonare, non sarà in grado di sviluppare una risposta immunitaria all’aggressione degli acari e la dermatite inizierà a manifestarsi con le classiche croste.

Anche l’utilizzo di alcuni farmaci può essere responsabile della replicazione dei parassiti, ad esempio quello di cortisonici o immunosoppressori.

Gli animali più colpiti, oltre a quelli debilitati, sono i cuccioli e gli anziani. I cani di razza sembrano essere più colpiti dei meticci.

Quali tipi di rogna ci sono?

Ci sono vari tipi di rogna:
  • Rogna Sarcoptica.
  • Rogna Demodex o demodettica.
  • Rogna Psoroptica (Rogna Umida) e Rogna Corioptica.
  • Rogna Otodettica.
Sono tutte curabili.
la rogna sarcoptica

Rogna sarcoptica

Questo tipo di rogna è comunemente conosciuta come Scabbia. Può colpire tutti i mammiferi, uomo incluso, e si trasmette per contatto tra animale e animale ma anche con l’uso di oggetti personali.

La rogna sarcoptica si manifesta con un forte prurito. Il continuo grattarsi le parti che prudono provoca delle lesioni localizzate che in genere compaiono sui gomiti, sullo sterno e sull’inguine, sulla testa, sui margini delle orecchie e sulle parti distali degli arti.

La malattia si espanderà sul resto del corpo. La pelle sarà arrossata, ispessita e coperta di croste ed escoriazioni dovute ai graffi che l’animale si infligge per alleviare il fastidio. Il pelo cadrà poco a poco, fino a dare al cane un aspetto glabro e rugoso.

In seguito la malattia può coinvolgere gran parte della superficie corporea (forma generalizzata), soprattutto in soggetti con sistema immunitario fortemente compromesso.

Diagnosi e cura della rogna sarcoptica

La rogna sarcoptica si individua con un test specifico ed è curabile. Una volta identificato l’acaro tramite raschiamento cutaneo il veterinario provvederà a consigliare la terapia adatta, che si effettua tramite prodotti topici (creme, shampoo medicato, spot-on) oppure per via orale.

Vanno trattati tutti gli animali domestici che sono venuti a contatto con il cane.

la rogna demodettica

Rogna demodettica (o Demodicosi, o rogna rossa)

Questo tipo di dermatite è causato da un acaro di tipo Demodex, e può essere di due tipi

1)Demodicosi localizzata: questa forma appare solo su aree circoscritte e il 90% dei cani affetti guarisce spontaneamente in 2 o tre mesi

2)Demodicosi generalizzata: questa variante si diffonde su tutto il corpo ed è generalmente molto grave, poiché spesso si sviluppa in combinazione con altre infezioni batteriche che contribuiscono a un ulteriore abbassamento delle difese immunitarie del cane.

I sintomi della rogna demodettica si manifestano con grave perdita di pelo molto estesa, cute ricoperta di pustole, lesioni e croste spesso sanguinolente, seborrea, comedoni e forte odore rancido, come se la pelle fosse in decomposizione.

Le lesioni podali (del piede) possono diventare croniche se non trattate nella fase iniziale

Diagnosi e cura della rogna demodettica

Anche questa forma è curabile. Va individuata attraverso un test specifico (generalmente un raschiamento cutaneo) e una volta identificato l’acaro si procederà con una terapia adeguata, che si effettua tramite medicinali quali:

  • ivermectina
  • milbemicina
  • moxidectina
  • amitraz

in combinazione con antibiotici se vi sono altre infezioni, e con prodotti topici. Vanno trattati tutti gli animali domestici che sono venuti a contatto con il cane.

Rogna Psoroptica (rogna umida) e Rogna Corioptica

Questa variante è causata dall’acaro psoroptes, che si localizza dove il pelo del cane è più folto. Anche questa si manifesta con forte prurito e croste e lesioni diffuse su una vasta superficie.

La rogna Corioptica è uguale a quella Psoroptica ma si localizza sugli arti.

Diagnosi e cura della rogna Psoroptica e Rogna Corioptica

Anche in questo caso si procede con un test specifico e terapia con medicinali per uso orale e topici.

Rogna Otodettica (Otocariasi)

Questo tipo di rogna si manifesta solo nel condotto uditivo del cane ed è causata dall’acaro Otodectes Cynotis.

Una volta infestato l’ospite questo acaro si riprodurrà in grandi quantità, nutrendosi di detriti cellulari, sangue, batteri e cerume.

I sintomi più visibili sono

  • Prurito molto intenso
  • Graffi e ferite provocate dal continuo grattaresile parti irritate
  • Perdita di pelo
  • Cerume secco nero
  • Arrossamento cutaneo

Una volta attaccato il primo orecchio gli acari si diffonderanno velocemente anche nel secondo, dove potrebbero causare lesioni permanenti. In rari casi si diffondono anche su altre parti del corpo.

Diagnosi e cura della rogna otodettica

Dopo un test che serve a verificare che l’acaro presente sia quello che provoca l’otoacariasi si provvederà a iniziare una terapia con prodotti acaricidi in forma di spot-on (pipette) da applicare direttamente nella zona tra le scapole.

Esistono anche prodotti da somministrare nelle orecchie (acaricidi, antibiotici e antimicotici) che possono essere utili se vengono riscontrate altre infezioni dovute a un abbassamento delle difese immunitarie.

Prevenzione della rogna del cane

La rogna sarcoptica, o scabbia, si può prevenire con prodotti antiparassitari a largo spettro, mentre la rogna demodettica dipende solo dal sistema immunitario del cane.

Come sapere se il cane ha la rogna?

I sintomi della rogna del cane sono piuttosto evidenti, anche alle prime fasi. Innanzitutto il cane avverte un forte prurito e si gratta compulsivamente fino a lesionarsi la cute.

La pelle appare arrossata, ricoperta di pustole e lesioni spesso sanguinolente, e in aree contenute o piuttosto estese vi sarà perdita di pelo.

La pelle appare anche ispessita e rugosa, spesso macchiata, e l’animale mostrerà chiaramente segni di malessere generalizzato, che possono derivare sia dalla rogna che da altre patologie dovute ad un abbassamento delle difese immunitarie.

come si cura la rogna

Come si cura la rogna?

Tutti i tipi di rogna si curano con un abbinamento di prodotti orali e topici (creme, spot on, shampoo medicato) e sono curabili.

Quando fare la terapia per la rogna?

La terapia per la rogna va iniziata appena compaiono i primi sintomi, ma questa patologia può essere curata anche quando le lesioni sono estese su aree molto vaste.

quanto vive un cane con la rogna

Quanto vive un cane con la rogna?

La rogna canina è curabile, ma se non trattata per lunghi periodi di tempo e se si sviluppa in concomitanza con altre infezioni e indebolimento generale del cane si potrebbe arrivare alla morte.

In questo caso non è la rogna ad uccidere il cane ma un eccessivo indebolimento del sistema immunitario, che ha come conseguenza altre malattie.

Prodotti per prevenzione e cura della rogna

Per la rogna del cane si possono acquistare prodotti che possono alleviare i sintomi, quali

  • Argento colloidale (antibiotico e antibatterico)
  • Spot-on (pipette)
  • Shampoo medicato
  • Collare antiparassitario

Anche se troverai tra le tante informazioni online che la rogna nel cane si può curare senza visita dal veterinario il consiglio è di rivolgersi sempre a un professionista, che non solo saprà identificare da quale acaro è affetto il cane, ma anche quale sia la terapia migliore, sia orale che topica.

Il cane con la rogna puzza?

Si, il cane con la rogna, soprattutto in stato avanzato, emette un cattivo odore rancido. E se affetto da altre malattie potrebbe emettere odori sgradevoli.

Rimedi naturali per la cura della rogna

Tra i rimedi per la cura della rogna vengono indicati:

  • Soluzione di acqua ossigenata e tetraborato di sodio
  • Aceto di mele
  • Sapone allo zolfo
  • Foglie di Neem
  • Miele
  • Succo di limone

Purtroppo però la rogna non è una patologia che va presa alla leggera e potrebbe essere presente in concomitanza con una malattia diversa.

Le cause della debolezza del sistema immunitario potrebbero essere molteplici ed affidarsi al fai da te senza il consulto di un veterinario potrebbe compromettere la salute dell’animale e causarne addirittura la morte.

la rogna è contagiosa per l'uomo

La rogna del cane è contagiosa per l'uomo?

La rogna sarcoptica è l’unica forma trasmissibile all’uomo, ma avviene solo in casi molto rari.

Se il tuo cane è affetto da questo tipo di rogna basteranno piccole precauzioni, quali lavare il cane e applicare i prodotti con guanti usa e getta, mettere una copertina nella cuccia e lavarla spesso e disinfettare gli ambienti dove si muove.

Se si hanno altri animali domestici ovviamente va evitato il contatto, come è meglio utilizzare i guanti anche per accarezzare l’animale.

Dallo Staff di Cani Piccoli

Se questo post ti è stato utile e vuoi saperne di più sulla cura, sul benessere e sull’educazione del cane saremo felici di aiutarti. Trova qui tante informazioni utili per capire al meglio il tuo amico del cuore.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
puntura di vespa nel cane

Puntura di vespa nel cane

By Salute No Comments

Puntura di vespa nel cane: cosa fare se il cane viene punto

puntura di vespa nel cane

La puntura di vespa nel cane, così come quella di ape, è un evento che si verifica piuttosto di frequente.

I cani tendono a cacciare gli insetti anche quando questi non li molestano, finendo così per farsi pungere.

La puntura avviene spesso in bocca o in gola, e in questo caso può essere non solo abbastanza dolorosa, ma anche pericolosa.

Le punture di api e vespe possono rappresentare un grave rischio per la salute degli animali, per cui meglio sapere come agire se si verificassero effetti avversi.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
come avviene la puntura di vespa

Come avviene la puntura di vespa?

A differenza dell’ape, la vespa può pungere più volte e il suo pungiglione è molto più doloroso.

Le vespe sono anche facilmente irritabili ed è molto più facile imbattersi in un nido di vespe che in un alveare di api. Fai quindi molta attenzione quando ne incontri uno.

puntura di ape

E si invece è la puntura di un'ape?

L’ape ha un solo pungiglione, per cui può pungere il cane una volta sola. Quando succede il pungiglione si stacca dal corpo uccidendo l’ape. Per questo motivo l’ape punge raramente.

Quali sono i sintomi della puntura di vespa nel cane?

Generalmente in seguito alla puntura di vespa il cane manifesta gonfiore della zona interessata, e dolore. Tutto dovrebbe risolversi abbastanza in fretta, a condizione che il cane non vada in shock anafilattico.

I sintomi più comuni sono:

  • Nervosismo
  • Debolezza
  • Difficoltà respiratoria
  • Gonfiore anomalo e rossore della parte interessata

shock anafilattico nel cane

Cos'è lo shock anafilattico nel cane?

Lo shock anafilattico è una reazione allergica particolarmente severa, che si manifesta solamente in circostanze particolari.

E’ indispensabile riconoscere immediatamente i sintomi per evitare che possano portare alla morte del cane.

In aggiunta ai sintomi normali in questo caso si potranno verificare:

  • Instabilità nei movimenti
  • Ipersalivazione
  • Vomito
  • Diarrea
  • Convulsioni
  • Collasso
  • Perdita di conoscenza
  • Coma
  • Morte
cosa fare in caso di puntura di vespa

Cosa fare in caso di puntura di vespa?

Nella maggior parte dei casi tutto si risolverà velocemente: se il pungiglione provoca solo gonfiore si potrà applicare del ghiaccio sulla zona dove il cane è stato punto: ti basterà avvolgere un paio di cubetti in un fazzoletto e appoggiarlo sulla parte interessata.

Non appoggiare il ghiaccio direttamente sulla pelle, avvolgilo sempre in un tessuto o in un fazzolettino di carta.

Se il pungiglione fosse visibile sarebbe meglio rimuoverlo, e si potrà successivamente applicare una pomata lenitiva per ridurre il prurito.

Non ci sono veri e propri rimedi, ma è importante tranquillizzare il cane ed assicurarsi che sia stato punto una volta e non parecchie.

Se però il cane è stato punto in una parte sensibile, ad esempio gola, bocca, occhi, interno dell’orecchio, muso, si consiglia di rivolgersi immediatamente al veterinario, così come se si manifestassero i sintomi di una grave allergia.

E’ importante verificare quale insetto abbia punto il cane per poter avvertire il veterinario in caso di bisogno.

come prevenire la puntura di vespa

Come prevenire i pungiglioni di ape e vespa

Purtroppo l’unico modo di prevenire questo tipo di eventi è tenere gli animali a distanza dagli insetti, cosa che può rivelarsi impossibile.

Quando il cane è in giro in mezzo alle piante in primavera o in estate e in piena fioritura, essere punto da una vespa è davvero questione di un attimo.

Quello che si può fare è spruzzare il cane con repellenti tipo olio di Neem, che avendo cattivo odore potrebbe tenere lontani gli insetti.

Purtroppo però nel caso di api e vespe non è l’insetto a molestare il cane ma il contrario, e non c’è davvero alcuna soluzione al problema.

la puntura di vespa è pericolosa

Il pungiglione di vespa è pericoloso?

Ovviamente si, perché non è possibile sapere in anticipo se il cane avrà o meno una reazione allergica.

Oltretutto, spesso le punture avvengono in campagna o in luoghi distanti dal veterinario e in caso di shock anafilattico si potrebbe non arrivare in tempo.

Per chi è pericolosa la puntura di vespa nel cane?

Anche se nella maggior parte dei casi tutto si risolve senza drammi la puntura di vespa può essere particolarmente pericolosa per cani cuccioli, anziani o cani con la salute compromessa.

Ma nessun animale è esente da rischi, e la circostanza in cui il cane viene punto può fare la differenza, perché come dicevamo, in caso di reazione allergica il tempo di arrivo in clinica è fondamentale per evitare la morte del nostro amico.

Fai molta attenzione anche alle zecche! Per saperne di più leggi qui.

primo soccorso shock anafilattico

Primo soccorso per shock anafilattico

Quello che può essere utile è sapere come comportarsi se si manifestassero i sintomi di una grave reazione allergica.

  1. Innanzitutto mantieni la calma e cerca di tranquillizzare il cane, agitandoti peggiorerai semplicemente le cose. Cerca di restare lucido.
  2. Tienilo fermo e fallo stendere su un lato. Attenzione, mantieniti a distanza dalla bocca, il cane sotto shock potrebbe morderti accidentalmente.
  3. Assicurati che la posizione sia corretta: mettiti a fianco del suo lato destro, tira le zampe verso di te e lascia che scivoli lentamente sul pavimento, possibilmente appoggiato ad una seconda persona o al muro. La sua colonna vertebrale deve essere dritta e le sue zampe distese.
  4. Se il cane ha perso conoscenza cerca di impedire che si soffochi piegandogli la testa all’indietro e tirandogli fuori la lingua.
  5. Sollevagli i fianchi con un cuscino o un capo di abbigliamento per favorire il flusso circolatorio.
  6. Corri dal veterinario. Assicurati che il cane in macchina mantenga la posizione consigliata anche mentre guidi.

Dallo Staff di Cani Piccoli

So quanto importante sia fare la scelta giusta quando si adotta un cucciolo o un cane adulto, per cui meglio informarsi esattamente su come occuparsene al meglio e come gestire eventuali emergenze. Trova tante informazioni utili su canipiccoli.it

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
zecche del cane

Zecche nel cane

By Salute No Comments

Zecche nel cane: come riconoscerle ed eliminarle

zecche del cane

Chiunque ha o ha avuto un animale domestico prima o poi si è trovato a fare i conti con un terribile parassita: la zecca. Le zecche sono parassiti esterni di piccole dimensioni che si attaccano al corpo dell’ospite per nutrirsi di sangue.

Questo non solo è fastidioso per l’animale, ma è anche pericoloso per l’uomo, poiché la zecca non fa distinzione tra animale o essere umano, e quando riesce ad attaccare un ospite a due zampe può trasmettere agenti patogeni responsabili di malattie molto gravi, quali la tanto temuta malattia di Lyme o la Babesiosi.

Come possiamo quindi riconoscere le zecche nel cane, come eliminarle e ancora meglio, come possiamo prevenirle? Ti spiegheremo tutto nell’articolo qui a seguito.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
Come sono fatte le zecche

Come sono fatte le zecche?

Le zecche sono artropodi che appartengono alla famiglia dei ragni. Sono parassiti ematofagi (che si nutrono di sangue) e possono avere dimensioni che variano tra 1 millimetro e 1 cm.

Il corpo ha una forma tondeggiante e piccole zampette, ed ha un apparato boccale (rostro) in grado di penetrare la cute dell’ospite e di succhiare il sangue.

Possono essere di diversi colori: a digiuno sono tutte scure o con macchie più chiare ma dopo il pasto possono diventare bianche o rosse, e il loro volume aumenta esponenzialmente dopo un lauto pasto.

dove si trovano le zecche

Dove si trovano le zecche?

Le zecche sono diffuse in tutto il mondo ma sono presenti soprattutto in aree con temperature calde e clima umido.

Prediligono luoghi ricchi di alberi e vegetazione ma non disdegnano ambienti più secchi. Non sono selettive in fatto di cibo e scelgono il proprio habitat anche dipendentemente da quanto cibo riescono a trovare.

La zecca riesce a percepire l’avvicinarsi di un buon pasto di sangue grazie all’anidride carbonica emessa dall’uomo o dal povero animale.

Quando questo è in prossimità del luogo in cui si trova le basterà lasciarsi cadere sul corpo della vittima e iniziare a succhiare il sangue.

L’animale, o la persona, non si accorgeranno di nulla e non sentiranno dolore o prurito dopo il morso, poiché il parassita inocula saliva anestetica nella pelle in modo da passare completamente inosservato.

Il tempo di permanenza sull’ospite è di circa 3-7 giorni, ma può variare in base all’animale.

tipi di zecche

Tipi di zecche e come riconoscerle

Le zecche si dividono in due varietà principali:

1)Zecche dure

Hanno uno scudo coriaceo e tendono a restare attaccate all’ospite anche per settimane per completare il pasto di sangue. Sono divise in 5 generi:

  • Ixodes
  • Rhipicephalus
  • Hyalomma
  • Haemaphysalis
  • Dermacentor

2)Zecche molli

Non hanno lo scudo, si nutrono prevalentemente di uccelli e il pasto di sangue dura solo qualche ora. Si dividono in:

  • Argas
  • Ornithodoros

Le più diffuse in Italia sono le varietà

  • Argas Reflexus (zecca del piccione)
  • Ixodes Ricinus (zecca dei boschi)
  • Rhipicephalus sanguineus (zecca del cane)

Sono particolarmente diffuse al Sud dove le temperature sono più calde ma nessuna zona è completamente libera, nemmeno i parchi al centro città o i giardini privati.

come capire se il cane ha le zecche?

Come capire se il cane ha le zecche?

Poiché la saliva della zecca è anestetica il cane (o anche il gatto) potrebbe non manifestare sintomi o comportamenti anomali.

Dovrai quindi fare un controllo ogni volta che porti il cane a passeggiare in aree verdi per evitare che le zecche dei cani possano entrare in casa.

Il modo migliore per farlo è semplicemente quello di passare la mano lungo tutto il corpo dell’animale, premendo per sentire se vi siano piccole protuberanze.

Se le senti, sposta il pelo e verifica se è una zecca: la riconoscerai perché è piccola, tonda, di colore nero o grigio o marrone. Le zampe potrebbero non essere visibili e la testa sarà conficcata nella pelle dell’animale.

La ricerca deve essere fatta soprattutto nelle zone nascoste: fai attenzione a zampe, spazi tra tra i polpastrelli, orecchie, area intorno a muso e collo e nella zona dei genitali. Se hai un cane con la frangetta controlla la zona intorno a occhio e pieghe del muso.

Prodotti per la rimozione delle zecche

I prodotti che ti serviranno per rimuovere le zecche del cane sono i seguenti:

  • Guanti in lattice o di gomma
  • Pinza per zecche* o pinzetta classica
  • Alcool Denaturato
  • Disinfettante
  • Crema antibiotica
  • Un telo chiaro

*La pinzetta classica funziona ma quella specifica per la rimozione delle zecche garantisce un risultato migliore: la zecca viene estratta intera molto più facilmente, poiché questo strumento ha la capacità di staccarla dal tuo pet afferrandola tra corpo e testa.

Nel caso in cui la testa rimanesse nell’epidermide potrebbe rappresentare un rischio per l’animale.

Tra l’altro costa solo qualche euro e con una piccola aggiunta potrai acquistare un kit di pinze per zecche e pulci completo di tutti gli accessori che ti potranno servire, lente inclusa.

togliere le zecche al cane

Come togliere le zecche al cane?

  1. Prima di tutto posiziona il cane su un telo chiaro, in modo da poter identificare velocemente il parassita se dovesse staccarsi e cadere. Non deve assolutamente rimanere in casa, e potrebbero cadere parassiti allo stadio larvale che non vedresti a occhio nudo.
  2. Indossa i guanti e sposta il pelo in prossimità della zecca, in modo da metterla in evidenza.
  3. Rimuovi la zecca afferrandola con la pinzetta e staccandola con un unico movimento (effettua un leggero movimento rotatorio, non tirare forte ma applica una leggera pressione). Staccandola con movimenti alternati potrebbe spezzarsi e la testa rimarrebbe incastrata nella pelle del cane.
  4. Non schiacciare la zecca, potresti averne bisogno in futuro: mettila in un vasetto a tenuta stagna con qualche goccia di alcol denaturato: la zecca morirà ma si conserverà per alcune settimane. Se il cane si sentisse male il veterinario potrà esaminare l’insetto per verificare se sia responsabile della malattia.
  5. Pulisci il morso della zecca con il disinfettante e applica la crema antibiotica. Tieni successivamente controllata la ferita per vedere se si infetta e in caso il tuo pet presenta strani sintomi o sembrasse poco in salute portalo dal veterinario.
  6. Lava immediatamente il telo su cui hai appoggiato il cane, potrebbero esserci ospiti indesiderati!

Importante: se la testa resta nella pelle niente panico! Disinfetta la zona e poi applica la crema antibiotica e tieni monitorato il punto. La testa dovrebbe espellersi da sola dopo poco tempo, e un po’ di gonfiore sarà normale.

C’è chi la toglie con un ago sterile ma se non hai esperienza potresti ferire il cane e peggiorare la situazione. In caso vai dal veterinario.

cosa non fare per togliere le zecche

Cosa non fare per togliere le zecche al cane

  1. Non toccare la zecca con le mani nude.
  2. Non usare rimedi fai da te, perché il rigurgito potrebbe trasmettere agenti patogeni ed essere causa di problemi e malattie nell’animale. Sono tassativamente vietati:
    • Olio
    • Liquidi infiammabili
    • Trielina
    • Alcol
    • Ammoniaca
    • Benzina
    • Grassi, Acetone
    • Oggetti arroventati
    • Sigarette
  3. Non strappare la zecca dalla pelle, e non tirare in modo brusco, o con movimenti ripetitivi.
  4. Non bruciare la zecca, conservala per il veterinario caso mai il cane sviluppasse infezioni o una malattia che potrebbe originare dalle puntura.

Malattie da punture di zecca nel cane

La malattia più grave, che può essere letale, è la paralisi da zecca. Succede quando la zecca rilascia la tossina in prossimità del cranio o della colonna vertebrale.

Il cane può anche presentare sintomi diversi:

  • Apatia
  • Debolezza Generale
  • Letargia
  • Nistagmo (una patologia che provoca perdita di equilibrio e malessere generale)
  • Debolezza muscolare
  • Problemi di coordinazione

Le malattie del cane dovute a punture di zecca possono essere difficili da diagnosticare poiché i sintomi non compaiono immediatamente dopo la puntura.

Ma se vedi che il tuo pet sembra spossato, inappetente o dimostra qualunque comportamento insolito portalo dal veterinario.

come prevenire le zecche nel cane

Come prevenire l'infestazione da zecche

Personalmente sconsiglio l’utilizzo di rimedi casalinghi quali gli oli essenziali puri tipo Citronella, Lavanda, Geranio, Bergamotto, Menta piperita.

Sono considerati repellenti ma la durata degli effetti è molto breve. Dovresti spruzzarli sul cane e gli animali amano essere profumati.

Questi prodotti sono contenuti in spray e pipette nella giusta concentrazione e in combinazione con altri ingredienti, quindi in caso acquistate quelli.

Ma hanno comunque una durata piuttosto breve e perdono efficacia a contatto con l’acqua.

L’olio di Neem è il più quotato tra i prodotti naturali ed è atossico per il cane, ma l’odore non è sempre gradito. E’ presente in molti spray ed è utilizzato anche per i collari.

Per assicurarsi il risultato migliore meglio optare per un antiparassitario farmaceutico, ad esempio:

Prodotti Spot-on per pulci e zecche

Pipette repellenti con soluzione liquida da applicare sulla pelle del cane: generalmente si versa il contenuto tra le scapole per garantire al cane circa 4 settimane di protezione.

Se il cane si bagna l’efficacia potrebbe essere compromessa. Questo prodotto agisce efficacemente anche sulle pulci.

Pastiglia per le zecche

Agisce dall’interno ed è il sistema più efficace poiché agisce dall’interno. La durata della protezione varia dai 90 ai 120 giorni quindi potrebbe essere sufficiente una sola dose a stagione.

Generalmente non ha controindicazioni per la salute del cane, ma è sempre meglio parlarne con il veterinario. Funziona anche come protettore per le pulci.

Collare per pulci e zecche

Dura dai 4 ai 10 mesi e la maggior parte sono prodotti in materiale impermeabile quindi il cane si può bagnare, ma quelli con principio attivo a base di ingredienti chimici possono rappresentare un problema per le persone in caso di contatto.

Meglio optare per la versione a rilascio di Neem. Anche questo protegge dalle pulci.

Attenzione: alcuni prodotti per cani non sono compatibili con il gatto, quindi non dividete le pipette tra animali domestici non della stessa specie.

E attenzione al dosaggio: se il cane pesa 10 kg usare la pipetta per cani di 4 kg per risparmiare non proteggerà completamente l’animale. Cerca di attenerti esclusivamente alle istruzioni sulla confezione.

Potrai scegliere il prodotto antiparassitario per cani che preferisci ma ricordati che la seconda applicazione o il ricambio dovranno essere fatti nei tempi indicati sul foglietto illustrativo.

Se hai poca memoria opta per la pastiglia o il collare che durano più a lungo.

Non dimenticare la prevenzione per le pulci! Per saperne di più leggi qui.

i rischi della puntura di zecca per l'uomo

Rischi di infezioni da zecche per l'uomo

Uomo e altre specie animali hanno la stessa possibilità di essere morsi dalle zecche: non sono selettive, cani, gatti o uccelli rappresentano la stessa ghiotta occasione. Uno o l’altro, non fa nessuna differenza. Gli animali sono tutti visti come un ottimo pasto.

Purtroppo la differenza la fa per gli ospiti, perchè la puntura di questi parassiti potrebbe rilasciare agenti patogeni molto pericolosi per la salute dell’uomo. I rischi sono alti e le conseguenze molto gravi.

Tra le malattie più comuni ci sono:

  • Malattia di Lyme
  • Encefalite da zecche
  • Babesiosi
  • Anaplasmosis
  • Ehrlichiosi
  • Borreliosi

e altre malattie molto gravi che possono portare alla morte. I sintomi variano da malattia a malattia ma il comune denominatore sembra essere uno stato di malessere generale che può sembrare poco preoccupante all’inizio, ma può sfociare in un problema serio dopo poche settimane.

Il rischio deriva da vari fattori:

  • azione traumatica da morso
  • azione anemizzante (nel caso di infestazioni importanti gli ospiti possono soffrire di forte anemia)
  • azione allergizzante (in soggetti sensibili si può arrivare allo shock anafilattico)
  • azione vettoriale (le zecche sono portatrici di varie malattie)
  • azione neurotossica (possono iniettare una sostanza neurotossica in grado di provocare paralisi e portare a morte per insufficienza respiratoria).

E’ quindi importante assicurarsi che il nostro pet sia controllato dopo ogni uscita: i cani sono vettori involontari per pulci e zecche e dobbiamo assolutamente evitare che queste ultime entrino negli ambienti domestici.

Se ne hai uno, va controllato anche il gatto, che generalmente è infestato più facilmente dalle pulci ma potrebbe prendere anche le zecche.

E se vivi in una fattoria non dimenticare che anche i polli sono possibili vettori, e se entrano in contatto con i cani potrebbero attaccare le zecche.

Anche se in generale non ci sono controindicazioni i cani, come le persone, sono individui unici e rispondono in modo diverso ad ogni possibile trattamento.

Se notassi strane reazioni dopo l’applicazione di un qualunque antiparassitario rivolgiti al veterinario.

Dallo Staff di Cani Piccoli

Se questo post ti è stato d’aiuto per capire meglio le esigenze del tuo amico a quattro zampe non vorrai perdere gli altri post sulla salute, sulla cura e sull’educazione del cane. Vieni a scoprirli con noi!

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
cani al mare

Cani al mare

By Guide Utili No Comments

Cani al mare: tutto quello che c’è da sapere

cani al mare

Arriva l’estate e per tutti i padroni di cani si ripresenta il solito problema: dobbiamo andare in vacanza e siamo amanti del mare e delle spiagge, ma come fare con Fido?

Ovviamente vorremmo portarlo con noi, è un membro della famiglia, e tra l’altro trovare strutture o dog sitter di fiducia può essere difficile, oltre che piuttosto costoso. Sempre che se ne trovino in stagione di punta.

Ma è giusto, o conveniente, portare i cani al mare? Cosa dobbiamo sapere perché la convivenza di Fido con noi e con gli altri sia piacevole?

Cosa dobbiamo fare, e cosa dobbiamo portare con noi per sfruttare al meglio quello che dovrebbe essere per tutti il periodo più felice dell’anno?

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
cosa fafe prima di partire col cane

Cosa fare prima di partire con il cane

Prima di prenotare la vacanza con il cane è molto importante informarsi riguardo tutto quello che può essere utile per non ritrovarsi con brutte sorprese.

Contatta la struttura che ti interessa.

Non chiedere semplicemente se accettano i cani e a che prezzo, ma informati anche riguardo:

  • politica della struttura in merito alla presenza di animali (accesso alle aree comuni, alla sala per la colazione, all’area piscina), e quali sono i servizi offerti
  • costo aggiuntivo per il cane (pet friendly non vuol dire cane gratis, vuol dire che lo puoi portare pagando una tariffa extra. Negli Stati Uniti si arriva a pagare anche $150 a notte per cane, per cui evita brutte sorprese al check-out!)
  • regolamenti degli stabilimenti locali, se l’hotel non è convenzionato con uno in particolare
  • distanza dalla spiaggia e accessibilità alla stessa (se è a 2 km su una strada di asfalto bollente e non è accessibile in auto forse è il caso di cambiare struttura)
  • presenza di una Dog Beach nei dintorni
  • cosa prevede la legge regionale del luogo. Le regioni hanno il potere di dettare regole in merito all’accesso dei cani in modo indipendente, quindi informati bene.

Contatta la compagnia aerea

  • richiedi la lista dei documenti necessari
  • controlla se in aeroporto ci sono aree predisposte per i bisogni dei cani
  • contatta per tempo il veterinario per assicurarti che il cane sia vaccinato o protetto per le malattie endemiche del paese di destinazione
  • prima di prenotare assicurati che i cani vengano accettati in volo e che ci sia posto, perché la maggior parte delle tratte prevede la presenza di due soli animali in cabina

E assicurati di avere tutte le informazioni relative alle seguenti casistiche:

Il cane viaggia in cabina:

Informati riguardo la politica di trasporto e le dimensioni del kennel.

Assicurati di essere in grado di viaggiare un certo numero di ore con il kennel sotto le gambe, e scegli un posto con uno spazio maggiore.

Il cane viaggia in stiva:

Richiedi informazioni specifiche riguardo i viaggi in stiva, in quanto potrebbe non essere una piacevole esperienza per Fido.

La temperatura in stiva ad esempio può essere piuttosto bassa, ma potrebbe essere tutto il contrario durante il periodo di attesa dell’imbarco.

Se il cane parte da Las Vegas, con temperature esterne di oltre 40°, e c’è un ritardo, potrebbe dover aspettare ore nel suo kennel e soffrire di un colpo di calore.

Le regole generali dicono che un cane che viaggia in stiva non deve essere esposto a temperature inferiori ai 7° e superiori ai 29°.

E’ un bello sbalzo termico, e se il povero cane che è partito da Las Vegas a 45° si trovasse in stiva a 7° potrebbe essere vittima di uno shock termico.

I viaggi in stiva vanno valutati molto attentamente, ci sono stati parecchi incidenti.

Parla con il veterinario di fiducia:

Informati su quelle che sono le malattie endemiche a destinazione e come proteggere il cane.

Valuta con lui lo stato di salute per assicurarti che il viaggio non sia pericoloso (ad esempio nel caso di un cane cardiopatico o con il sistema immunitario compromesso).

Assicurati di avere un sedativo blando nel caso il cane fosse molto nervoso.

Informati in merito alle regole per la somministrazione di acqua e cibo prima del viaggio, per evitare che il cane vomiti o sporchi mentre sei in volo.

portare il cane in hotel

Portare il cane in hotel.

A casa il cane può fare quello che vuole, ma in hotel bisogna avere il polso fermo: mai lasciarlo vagare libero neanche nel giardino.

Se ammesso in piscina o altre aree comuni tienilo al guinzaglio e non lasciare che si avvicini ad altri ospiti, nemmeno se è un cucciolo piccolo e tanto carino. Non a tutti piacciono i cani o vogliono essere disturbati.

portare il cane in spiaggia

Portare il cane in spiaggia

Ed eccoci al punto più importante, portare il cane al mare.

Prima di tutto bisogna sempre usare il buonsenso, perché se Fido è un membro della famiglia e lo vogliamo portare in vacanza dobbiamo considerare anche il suo benessere, esattamente come faremmo per un neonato.

Cosa portare con te per andare al mare?

Assicurati di avere un kit di base per ogni evenienza:

  • acqua, sia da bere che una bottiglia grande per risciacquare il cane, se non ci fossero docce nei dintorni
  • cibo e snack (se Fido ha fame potrebbe disturbare i bagnanti o mangiare avanzi che trova in spiaggia)
  • crema solare (le scottature sono un problema reale, non solo per i cani nudi)
  • asciugamano
  • sacchetti per i bisogni
  • brandina (la sabbia potrebbe essere bollente)
  • ombrellone o una piccola tenda da spiaggia, nel caso non ci fosse ombra nei dintorni
  • indirizzo e telefono del veterinario di zona
  • kit medico con prodotti di prima necessità
  • un sacchettino con due cucchiai di sale, in caso di avvelenamento

Come devo comportarmi quando sono in spiaggia?

Usa il buonsenso:

  • tieni Fido vicino a te e al guinzaglio
  • non lasciare che calpesti asciugamani e oggetti di altri bagnanti, o che disturbi chi si sta riposando
  • non lasciarlo vagare neanche se la spiaggia è semi deserta
  • assicurati che non mangi oggetti o cibo trovati in giro
  • se sporca, raccogli immediatamente e se fa pipì assicurati di coprire bene il punto in questione: l’igiene è indispensabile sia nelle spiagge affollate che in quelle vuote

Il nostro amico non deve mai rappresentare un problema per gli altri. Il cane al mare è sotto la nostra responsabilità, ed essere civili è un nostro dovere.

Se non lo siamo le regole riguardo i cani in spiaggia diventeranno ancora più severe.

Idrata spesso il cane: fagli una doccia o bagnalo con acqua in bottiglia. E applica un buon solare se ha il pelo raso, e sempre sul naso.

Attenzione alla sabbia bollente: può ustionare i polpastrelli di Fido, soprattutto quella scura. E all’asfalto dalla spiaggia al parcheggio.

Posso fare nuotare il cane?

Se stai chiedendo per il cane la risposta è si, a molti dei nostri amici animali piace fare il bagno.

Ma ci sono alcuni piccoli accorgimenti che ti eviteranno di incorrere in sanzioni o di litigare con gli altri bagnanti, e ti saranno utili anche per proteggere il tuo quattro zampe:

  1. Assicurati che le regole della spiaggia lo permettono (alcune ammettono i cani ma solo al guinzaglio) e fallo nuotare quando non ci sono troppi bagnanti.
  2. Non forzarlo se non se la sente o potresti traumatizzarlo. E attenzione, nuotare è un’attività ritenuta naturale nel cane ma non a tutti piace. Il nuoto comporta anche un grande dispendio di energie, per cui evita di spingere il cane in acqua se le condizioni del mare sono avverse, se non riuscisse a nuotare a riva potrebbe annegare.
  3. Non lasciarlo allontanare troppo, potrebbe non riuscire a tornare a riva.
  4. Attenzione a un’altra cosa: i cani spesso bevono l’acqua di mare, che purtroppo provoca dissenteria. Assicurati che non succeda e che abbia sempre una ciotola di acqua a disposizione.
  5. Una volta finito il bagno il cane andrebbe risciacquato. Il sale è dannoso per pelle e pelo. Porta con te una bottiglia di acqua se non ci fossero docce nelle vicinanze e fagli una bella doccia appena a casa.
  6. Utilizza solo shampoo e balsamo specifici per animali. Non preoccuparti se devi lavarlo ogni giorno, in questo caso è indispensabile.

Portare il cane al mare alla Dog Beach

Alcune spiagge sono predisposte ad accogliere esclusivamente padroni con cani senza guinzaglio.

Detto così sembra il paradiso, e generalmente lo è, perché i cani lasciati liberi di giocare e divertirsi tendono a non essere aggressivi.

Questo però ovviamente non vale per tutti i soggetti, e ci sono alcune accortezze da seguire:

  • quando cani di taglie diverse si avvicinano sii presente per evitare che scoppi una lite, o che succedano incidenti durante il gioco
  • se la femmina è in calore evita di portarla in spiaggia, ma se non te ne sei accorto e vedi che riscuote un po’ troppo interesse da parte dei maschi tienila legata
  • porta con te snack, cibo e acqua in abbondanza, in caso dovessi condividere
  • evita che il tuo cane rubi giocattoli o cibo ad altri animali, potrebbero non gradire l’invasione dei propri spazi.

Disidratazione e colpo di calore: cosa fare in caso di emergenza

Il calore eccessivo e il fatto che il cane beva l’acqua di mare possono avere gravi conseguenze per l’animale.

Nel primo caso, sappi che il cloruro di sodio secca molto pelo e pelle e che l’ingestione di acqua di mare può provocare sintomi anche gravi quali:

  • diarrea
  • vomito
  • tremori muscolari
  • convulsioni

e che in caso di intossicazione potresti doverti recare dal veterinario.

Il colpo di calore può avere addirittura conseguenze fatali e avviene in tempi brevissimi.

Si presenta come un’emergenza acuta e progressiva caratterizzata da un aumento della temperatura corporea superiore ai 41°C.

I sintomi sono:

  • respiro pesante, affannoso e aumento della frequenza respiratoria
  • debolezza generale
  • letargia
  • arrossamento di gengive e congiuntive degli occhi
  • urina di colore scuro
  • salivazione eccessiva
  • vomito
  • diarrea (spesso con presenza di sangue);
  • confusione e disorientamento
  • scarsa coordinazione nei movimenti
  • tremori muscolari
  • spasmi
  • collasso
  • coma
  • decesso

Se succede, il nostro quattro zampe va portato immediatamente dal veterinario. Nel frattempo bisogna cercare di rinfrescarlo avvolgendolo in un asciugamano bagnato o bagnandogli testa, inguine e polpastrelli.

Ma niente fai da te, l’intervento del veterinario è necessario!

Attenzione non solo al sole, ma anche all’auto: il cane non va mai lasciato nell’auto chiusa nemmeno quando scendi per pagare il parcheggio: se chiudesse accidentalmente le portiere o si bloccassero potrebbe essere necessario rompere un vetro.

Oppure potresti metterti a chiacchierare con il proprietario del bar o con gli amici e dimenticarti che il cane è in auto. Succede, non è così raro!

E fai attenzione anche alle punture di vespa! Per saperne di più leggi qui.

Dallo Staff di Cani Piccoli

Hai appena adottato un cucciolo e hai dei dubbi su come allevarlo nel migliore dei modi? Trova tutte le informazioni che ti servono per scegliere al meglio su canipiccoli.it

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
tosare il cane è giusto o sbagliato

Tosare il cane è giusto o sbagliato?

By Guide Utili No Comments

Tosare il cane è giusto o sbagliato?

tosare il cane è giusto o sbagliato

Arriva l’estate e con lei le temperature estreme a cui ci siamo abituati negli ultimi anni. Fido ha un folto mantello e probabilmente soffre il caldo.

Qual’è la cosa migliore da fare? E’ meglio lasciare che il cane tenga il suo pelo naturale oppure dovremmo accorciarlo? E se si, di quanto?

Ma soprattutto, tosare il cane è giusto o sbagliato? Vediamo di entrare più a fondo nell’argomento, così da permetterti di fare la scelta giusta.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.

Cosa significa tosare il cane?

Con il termine tosatura si intende il taglio corto del pelo, quello che lascia il cane con pochi millimetri di manto e che generalmente si fa con la tosatrice.

E’ una delle pratiche che fanno parte della toelettatura del mantello insieme a trimming (spuntatura) e stripping (rimozione del pelo morto).

a cosa serve il pelo

A cosa serve il pelo del cane?

Il pelo del cane ha una funzione molto importante: serve infatti da termoregolatore, ovvero ha funzione di filtro e protezione dai raggi solari, che potrebbero provocare tumori, scottature ed eritemi, e dalle temperature esterne.

E non è tutto: d’inverno aiuta il cane a stare caldo e d’estate a mantenersi fresco. Ma non solo: il manto ha anche una funzione impermeabilizzante e protegge il cane da patologie di forma reumatica spesso dovute all’umidità.

Cos'è la muta?

La muta è il processo di perdita del pelo che permette al manto di rinnovarsi quando arriva la stagione più fredda o più calda.

E’ una fase del tutto naturale e fisiologica, ed è necessaria perché il nostro amico a quattro zampe possa adattarsi alle temperature esterne e tollerare meglio quella estreme.

Non tutti i cani fanno la muta: la fanno soltanto le razze che hanno sia pelo che sottopelo.

Il pelo dei cani è di tipo diverso e si distingue in due categorie:

  • pelo esterno di copertura (giarra), che serve a proteggere da freddo, pioggia e vento. È generalmente costituito da una peluria più lunga e dura.
  • sottopelo (borra), uno strato interno più corto e morbido e serve a isolare il corpo del cane.

Durante il ricambio primaverile si rinnova la giarra, durante quello autunnale si infoltisce la borra.

Tra le razze che non fanno la muta, e il cui pelo li protegge per tutto l’anno, ci sono il barboncino, il lagotto, il bichon frisé, il maltese, lo o yorkshire, il border terrier, lo schnauzer, ed altri.

Il periodo della muta è quello più difficile per la convivenza tra cani e umani: in alcuni casi ci si ritrova con la casa e gli abiti coperti di pelo, ed è anche per questo che molti padroni decidono di tosare i cani.

cosa fare se il cane suda

Cosa faccio se il cane suda?

I cani non sudano come gli umani: non hanno ghiandole sudoripare sulla pelle. A differenza nostra, i cani regolano la temperatura corporea attraverso i cuscinetti delle zampe e l’ansimare.

Quando vediamo il nostro cane ansimare può essere effettivamente perché ha caldo, ma non necessariamente perché sta soffrendo, è solo il suo modo per regolare la temperatura del corpo.

E bisogna fare attenzione a distinguere l’ansimare normale da quello del colpo di calore, una condizione molto grave che può provocare la morte dell’animale.

Il taglio del pelo non aiuta questa funzione, e quindi tosarlo in estate è del tutto inutile in termini di freschezza.

Sempre che si parli di un mantello ben curato ovviamente, e non del taglio di una pelliccia in condizioni irrecuperabili.

il cane non va tosato

Il cane va tosato?

La risposta è no, il cane non va tosato, a meno che non sia una razza a crescita continua come il Bichon Frisé e il Barboncino.

Se il cane ha molto caldo, se il pelo è in condizioni povere per mancanza di spazzolatura o il cane vive in un ambiente dove si sporca molto, si potrà effettuare un leggero trimming per accorciare il mantello, ma non una rasatura completa. Oppure, nelle razze di cani che lo richiedono, andrà effettuata una delle sessioni annuali di stripping per alleggerire il peso del manto e garantire benessere al tuo animale. Il taglio a rasoio tra l’altro è totalmente sconsigliato nel caso di cani a pelo duro, perché un taglio a pelle potrebbe compromettere sia la ricrescita che la consistenza e il colore del pelo.

Quando è il caso di tosare il cane?

Ci sono condizioni particolari che richiedono forzatamente la rasatura del cane. Il cane va tosato nel caso in cui non sia possibile operare diversamente sul manto.

Lo si farà nel caso di trovatelli in condizioni disperate, in presenza di infezioni parassitarie impossibili da debellare o nel caso di patologie della cute che richiedano la rimozione totale del pelo.

Se si verifica una di queste condizioni bisogna comunque rivolgersi prima al veterinario, e successivamente a un toelettatore o toelettatrice esperti che abbiano esperienza in materia.

Il fai da te in questi casi è sconsigliato, e lo è anche nel caso di semplici spuntature se non si sa esattamente cosa fare.

posso tosare il cane a casa

Posso tosare il cane a casa?

Tosare un cane, o semplicemente spuntargli il pelo, non è un’operazione semplice: innanzitutto bisogna avere tutti gli strumenti giusti: spazzole, pettini, tosatrice, tavolo regolabile, stazione per toelettatura, soffiatore per asciugarlo… ma soprattutto bisogna avere esperienza.

Il cane non è un peluche e non tutti i cani amano fare il bagno, e tantomeno farsi accorciare la pelliccia.

Non stanno fermi mentre si effettua il taglio, e intervenire su punti delicati quali occhi, orecchie, muso e genitali può essere difficile se Fido si svincola tutto il tempo.

E a parte il fatto di poterlo ferire accidentalmente ci si potrebbe ritrovare con un cane dall’aspetto orribile, e nessuno vuole un cane che somiglia a uno spazzolone per i pavimenti.

Una buona toelettatura include anche la pulizia delle orecchie e il taglio delle unghie, che sono abbastanza difficili da fare a casa.

Se proprio non fosse possibile mettere il cane in mani esperte, ad esempio nel caso in cui fosse un’emergenza e non si riuscisse a trovare un toelettatore che abbia il tempo di ricevere Fido, si potrà procedere con una leggera spuntatura fai da te.

E se il cane soffre molto il caldo?

Ci sono molti modi per evitare che il cane soffra il caldo, indipendentemente dalla lunghezza del pelo:

  • Tieni accesa l’aria condizionata o il ventilatore, ma senza dirigere il getto d’aria sul cane
  • Non lasciarlo mai senza acqua
  • Tieni chiuse persiane e tapparelle
  • Non portarlo a passeggiare in orari molto caldi

La tosatura non risolverebbe il problema, non fargli correre rischi è molto più importante.

razze che soffrono il caldo

Quali sono le razze che soffrono di più il caldo?

Tra le razze piccole più sensibili alle alte temperature ci sono:

  • pechinese
  • pomerania
  • bulldog francese
  • cavalier king
  • carlino
  • akita
  • shih tzu
  • yorkshire

I cani brachicefali (quelli con il muso schiacciato) sono i più sensibili al calore, quindi attenzione alla gestione del mantello.

Carlino e French Bulldog a parte hanno tutte il pelo lungo, per cui è facile cadere in tentazione e togliere tutto il pelo possibile, con il rischio che al cane manchi la protezione naturale dal calore e finisca per surriscaldarsi.

Attenzione quindi a non optare per una rasatura a pelle, un taglio corto è accettabile ma non andare oltre.

Cosa posso fare per evitare di tosare il cane?

La cosa migliore è procedere con un’operazione meno invasiva della tosatura, partendo dal semplice bagno, già di per sé rinfrescante.

Si può poi precedere con un leggero trimming per accorciare il pelo troppo cresciuto o per regolarlo.

E infine, nel caso di determinate razze, si può procedere con los tripping, ovvero la rimozione di tutto il pelo morto rimasto nel mantello.

Ma vediamo di spiegare meglio come effettuare anche queste operazioni:

Come lavare il cane in casa

La toelettatura va fatta in un ambiente tranquillo, dove il cane si senta a proprio agio. Niente salotto con televisione a tutto volume e bambini che urlano.

Fare il bagno al cane può risultare difficile, alcuni animali sono molto nervosi e dovrai avere molta pazienza perché si lascino tagliare il pelo.

  1. Spazzola bene il cane: questa operazione non va trascurata, vanno infatti rimossi tutti i peli morti dal mantello e sottopelo, e tutte le impurità. Assicurati di spazzolare bene i punti sensibili, ad esempio zampe, coda, zona intorno ai genitali, muso e peli sotto gli occhi.
  2. Inserisci dei batuffoli di cotone nelle orecchie del cane per evitare che entrino acqua e schiuma. Per Fido sarebbe molto fastidioso.
  3. Bagna bene il tuo cane con acqua tiepida, anche nei punti nascosti. Versa una dose di shampoo sufficiente a ricoprire tutto il corpo di schiuma e inizia a massaggiare bene il dorso, poi passa alla testa, zampe e coda. Pulisci bene tra le dita dei piedi, la zona dei genitali e il collo.
  4. La parte del muso è la più delicata e bisogna fare molta attenzione a non irritare gli occhi del cane. Se non sei sicuro di riuscirci utilizza un cotoncino intriso di detergente specifico invece dello shampoo.
  5. Risciacqua a fondo, tutta la schiuma deve essere rimossa insieme allo sporco. Se il cane fosse molto sporco effettua un secondo lavaggio.
  6. Ripeti il trattamento precedente con il balsamo, e poi risciacqua bene. Non deve rimanere nessun residuo di condizionatore. Questo prodotto è importante anche per cani a pelo corto perché ammorbidisce anche la pelle e non solo il pelo.
  7. Tampona con un asciugamano tiepido e asciutto e rimuovi tutta l’acqua residua.
  8. Asciuga il cane con il soffiatore. L’asciugacapelli classico è sconsigliato poiché la temperatura, se alta, potrebbe scottare il cane.
  9. Pulisci le orecchie con il liquido apposito, le salviettine detergenti o i bastoncini. Se necessario pulisci nuovamente gli occhi con il liquido detergente.
  10. Lima le unghie con la lima a forbice, il tagliaunghie o la smerigliatrice. Questa operazione è molto delicata, soprattutto se fatta a forbice o con il tagliaunghie. Attenzione a non ferire il cane.

Come accorciare il pelo del cane a casa (trimming)

Dopo aver lavato e asciugato il manto al cane procedi come segue:

1) Inizia ad accorciare il pelo partendo dal dorso e dalle zampe posteriori. Procedi con collo, petto, zampe anteriori e ventre, per poi finire con la coda. Se stai usando la macchinetta, sappi che nelle zone in cui c’è più pelo potresti dover sfoltire prima un poco con le forbici.

2) Una volta sfoltito inizia a usare la tosatrice (mai contropelo). Procedi gentilmente e senza fare pressione . Se invece tutta l’operazione si effettuasse solo con le forbici aiutati con le dita e un pettine adatto per prendere le misure e tagliare tutte le ciocche della stessa lunghezza.

3)Usare anche una barretta da parrucchiere per il taglio della frangia. Ti può essere utile nel caso di uno Shih Tzu o di uno Yorkshire.

4) I peli del muso vanno rimossi solo con le forbici (a punte tonde se non sei un toelettatore esperto), non usare mai la tosatrice. Cerca di fare molta attenzione alla zona intorno agli occhi. Prosegui poi con i peli tra le dita di piedi.

Ricordati che parliamo di una spuntatura, e che il pelo non va mai rasato a pelle perché il cane potrebbe scottarsi o soffrire il freddo. Regola la tosatrice nel modo corretto.

Come fare lo stripping a casa

Lo Stripping è una tecnica di toelettatura purtroppo indispensabile per alcune razze canine.

In questo caso è necessario sfoltire il manto per assicurarsi non solo che il cane non soffra il caldo, ma anche per evitare che si trascini addosso montagne di pelo morto, e che per questo sia soggetto a dermatiti o altri problemi della cute.

Questa pratica è totalmente indolore se effettuata correttamente, ma la realtà è che ha tempistiche più lunghe del taglio normale, e serve molta pazienza, sia a noi che al cane. Ed è necessaria, anzi indispensabile, per la salute e il benessere del cane.

Vediamo quindi come fare uno stripping al cane.

Strumenti necessari:

  • forbice ergonomica
  • coltello da stripping

1) Passa il coltello da stripping (non è un coltello ma un pettine) nella direzione del pelo ed elimina delicatamente il pelo morto. Opera gentilmente ma in modo fermo.

2) Continua a spazzolare dividendo il lavoro in aree diverse. Cerca di lavorare molto delicatamente intorno alle zone sensibili.

3) Continua fino a quando non avrai rimosso tutto il residuo morto sia dal mantello che dal sottopelo.

4) Con la forbice ergonomica effettua un leggero trimming nelle aree delicate e poi spunta il manto dove e se necessario. Quando avrai finito, potrebbe essere utile fare un bagno al cane con ulteriore spazzolatura per rimuovere quanto resta del sottopelo.

Questa è una procedura per casi di emergenza, ma la sessione di stripping va fatta correttamente e mettendoci tutto il tempo che ci vuole, per cui è meglio lasciar fare a un esperto del settore.

E per saperne di più sulla toelettatura del cane e sul bagno fai da te leggi qui!

Dallo Staff di Cani Piccoli

So quanto importante sia fare la scelta giusta quando si adotta un cucciolo o un cane adulto, per cui meglio informarsi esattamente sulle caratteristiche della razza e su tutto quello che devi sapere a livello di salute e matenimento. Trova tante informazioni su canipiccoli.it

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.