Skip to main content
All Posts By

Silvia Capelli

Domande sul barboncino

Domande frequenti sul Barboncino

By Guide Utili No Comments

Domande frequenti sul Barboncino: 23 risposte per sapere tutto sulla razza

Domande sul barboncino

Hai appena adottato il tuo primo Barbone o Barboncino e ci sono domande alle quali non sai rispondere?

Hai bisogno di una risposta breve e immediata a un quesito importante sul tuo amico del cuore?

Abbiamo raccolto una lista di domande frequenti a cui abbiamo dato una risposta breve e concisa.

Per maggiori informazioni potrai leggere gli articoli dettagliati sul Barbone e sul Barboncino nel nostro sito canipiccoli.it.

Ma per cominciare vediamo se possiamo soddisfare la tua curiosità con queste domande frequenti sul Barboncino con 23 risposte per sapere tutto sulla razza.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.

Il Barboncino perde pelo?

No, non lo perde! Questa razza non ha il sottopelo e non fa la muta, quindi si considera antiallergica.

Con il Barboncino non dovrai preoccuparti di spazzolare abiti e divani, non perde assolutamente pelo, nemmeno nel cambio di stagione.

come si misura il barboncino

Come si misura il Barboncino?

L’altezza al garrese del Barbone si misura tenendo il cane in piedi (posizione quadrupedale) e con un metro rigido si calcola la distanza che va dal garrese fino a terra.

Il punto d’inizio della misurazione è quello dove il collo del cane finisce e inizia la schiena. Basterà calcolare la distanza in linea retta da quel punto fino a terra, mentre il cane si mantiene in posizione con le zampe dritte.

Il Barboncino è adatto come primo cane?

Il Barboncino è perfetto come primo cane! Ha un carattere molto buono, è estremamente intelligente e si addestra facilmente.

E’ perfetto con famiglie per bambini e per anziani poco attivi, ma anche i padroni più sportivi potranno farsi accompagnare in tante avventure semplicemente scegliendo il Barbone Medio e il Barbone Standard invece del Barboncino Toy e del Barboncino Nano.

Quali sono le dimensioni del Barboncino?

Ce ne sono 4 taglie diverse: 

  • Barboncino toy: altezza al garrese 23-28 cm, peso ideale 3-5 kg.
  • Barboncino nano: altezza al garrese 28 – 35 cm, peso ideale 7-8 kg.
  • Barboncino medio (o barbone media mole): altezza cm 35-45, peso ideale 12/14 kg.
  • Barbone standard ( o barbone grande mole): altezza cm 45-60 (con una eccedenza massima di 2 cm), peso ideale 22/24 kg.

La razza Mini Toy non esiste, siamo in presenza di un Barboncino sotto taglia o con problemi della crescita. Un’altezza inferiore ai 23 cm non è accettata da FCI e ENCI.

origine del barboncino

Dove ha origine il Barboncino?

Si dice che questa razza abbia origine in Francia, ma pare fosse già presente in Germania in tempi più antichi.

Sembra infatti che il nome Poodle derivi dalla parola Pudein, che in tedesco arcaico significa “tuffarsi”.

Perché il Barboncino perde pelo?

Se il Barboncino inizia a perdere pelo c’è sicuramente un problema. Potrebbe trattarsi di dermatite, allergia alimentari, parassiti del pelo e altre patologie.

Se si verifica questo evento il cane va portato dal veterinario. La perdita di pelo può essere sintomo di malattie molto gravi, quali ad esempio il temutissimo morbo di Cushing.

Perché il Barboncino puzza?

Anche in questo caso ci deve essere un problema. Il Barboncino non dovrebbe puzzare, e i cani non soffrono di alitosi, per cui potrebbe essere un problema di denti oppure una malattia.

Se si escludono le classiche puzzette o il fatto che sia sporco, un Barbone che puzza va portato dal veterinario, potrebbe avere una patologia grave quale la leishmania o una malattia della pelle.

Perché il Barboncino si gratta?

Le cause più probabili del grattare compulsivo nei Barboncini sono la presenza di parassiti, una malattia della pelle e un’allergia alimentare.

Se nei primi due casi la diagnosi dovrebbe essere semplice (presenza di pulci o di segni o escoriazioni sulla pelle o altre manifestazioni della malattia), per le allergie bisognerà seguire un percorso specifico con il veterinario.

perché il barboncino si chiama così

Perché il Barboncino si chiama così?

Il nome Barboncino deriva dal Francese Caniche, che a sua volta deriva dalla parola “canard, ovvero anatra.

Questo perché il Barboncino era impiegato per la caccia e il riporto in acqua, in particolare per la piccola selvaggina acquatica e per l’appunto per l’anatra.

Perché il Barboncino vomita?

Se per vomito intendi il cibo rigurgitato, che generalmente tenta di rimangiare, non è preoccupante.E nemmeno se la schiuma è bianca, perché il vomito ha cause alimentari.

Anche il vomito giallo generalmente ha cause alimentari (cibo non idoneo al consumo del cane, oppure grasso o in eccesso, oppure digiuno prolungato).

Se invece il cane vomita sangue potrebbe trattasi di emorragia interna, se il vomito è di colore marrone potrebbe essere un’occlusione intestinale con rigurgito di feci, mentre se contiene pezzi di colore blu, verde o di altri colori strani potrebbe trattarsi di avvelenamento.

Se si verificasse uno qualunque di questi eventi il Barboncino va portato subito dal veterinario.

Per saperne di più sull’avvelenamento del cane leggi qui!

Perché il Barboncino trema?

I cani tremano per vari motivi, tra cui i più comuni sono il freddo e la paura. Ma può tremare anche per l’eccitazione o per dirci che deve uscire a fare i bisogni.

Va invece fatta attenzione quando il tremolio è accompagnato da malessere generale, o quando è continuo o presente anche quando il cane è rilassato. Potremmo trovarci in presenza di una malattia o di un problema neurologico.

Per saperne di più leggi il nostro articolo sul cane che trema!

quale barboncino scegliere

Barboncino quale scegliere?

Le 4 taglie sono tutte uguali, cambiano solo le dimensioni. Per il resto carattere, gestione del pelo e malattie, sono uguali per tutti.

Tra le cose da considerare per fare una scelta ci possono essere il fatto di viaggiare molto trasportando il Barbone, l’attività fisica in outdoor con lui ed eventualmente la dimensione della casa.

Barboncino quando diventa adulto?

Ufficialmente un Barboncino diventa adulto tra gli 1 e i 2 anni di età. Ma se per adulto intendi quando smette di crescere, i cani piccoli raggiungono la dimensione definitiva verso gli 8-12 mesi di età.

Per i Barboni di taglia più grande ci vuole un po’ di tempo in più, come per tutti i cani di taglia grande. In questo caso il cane può smettere di crescere verso i 18-24 mesi.

barboncino quando diventa riccio

Barboncino quando diventa riccio?

Il pelo del barboncino non si stabilizza fino a circa 6 mesi di età. Per questo motivo in passato la prima toelettatura avveniva verso i 6 mesi.

Oggi si tende a toelettare il Barbone per la prima volta intorno ai 3 mesi, ma il pelo potrebbe ancora essere liscio, quindi se il cucciolo non torna trasformato dopo il primo taglio niente panico. La sorpresa ci sarà la prossima volta.

quando cambia i denti il barboncino

Barboncino quando cambia i denti?

Il Barboncino cambia i denti da latte verso i 4 mesi, e completa la dentizione del cane adulto verso i 7 mesi.

Probabilmente non ti accorgerai di nulla perché il cucciolo tende ad ingoiare i propri denti, ma quasi sicuramente noterai che mastica compulsivamente i giocattoli di gomma.

Barboncino quando va in calore?

Le taglie piccole del Barboncino affrontano il primo calore verso i 6-10 mesi di età, mentre per le razze grandi il tempo può prolungare notevolmente ed arrivare fino a 9-18 mesi.

Per quanto riguarda invece gli intervalli annuali, il calore si manifesta regolarmente ogni 6 mesi circa, più raramente ogni 4 o 8 mesi.

Barboncino quando perde i denti?

Il Barbone inizia a perdere i denti verso i dieci anni di età. La data può variare in base allo stato di salute del cane e della sua igiene orale. Mantenerli puliti può ritardare l’inizio della caduta.

I denti che cadono nella fase della vecchiaia continuano a cadere fino a circa 15-16 anni di età. Alcuni cani geriatrici li perdono tutti, o quasi.

Per sapere come lavare i denti al cane leggi qui.

il barboncino può stare solo?

Il Barboncino può stare a casa solo?

Per potere può, ma il Barboncino soffre enormemente la solitudine e tollera davvero male le molte ore in casa totalmente solo.

Nel caso in cui il cane dovesse per forza restare solo per lunghi periodi potrebbe essere il caso di valutare una seconda adozione. I Barboncini vanno anche molto d’accordo con i gatti.

il barboncino da tartufo esiste

Il Barboncino da tartufo esiste?

In realtà tutti i cani possono essere addestrati come cane da tartufo, e il Barboncino non è da meno, anzi, è un ottimo candidato!

Ovviamente per i veri amanti del prezioso tubero un Lagotto Romagnolo sarebbe più indicato, ma con un po’ di pazienza e i giusti strumenti anche il tuo Barbone diventerà un talentuoso cercatore.

Barboncino qual’è l’età media?

Il Barboncino è estremamente longevo. Se mantenuto in salute, nutrito adeguatamente e tenuto sufficientemente in esercizio può vivere fino ai 15-16 anni.

Ma molti Barboncini sono arrivati oltre i 20 anni. Le taglie grandi hanno un’aspettativa di vita leggermente più corta, ma vivono comunque molto a lungo.

il barboncino ha gli occhi rossi

Perché il Barboncino ha gli occhi rossi?

Quelle brutte macchie rosse o marroni sotto gli occhi dipendono da vari fattori. Il nome scientifico è Epifora, comunemente chiamata lacrimazione rossa.

Può dipendere dall’occlusione dei canali lacrimali, da batteri, da allergie alimentari o da un lievito chiamato Malassezia. E’ una condizione spiacevole da vedere ma può essere curata.

Per saperne di più sulla lacrimazione rossa leggi qui.

barboncino giapponese

Cos’è il Barboncino Giapponese?

Meglio dire “cosa non è” il Barboncino Giapponese! Se con quella definizione vuoi dire che il cane è nato in Giappone allora va bene, ma non esiste nessuna razza chiamata Barboncino Giapponese.

Quei graziosi Barboncini Asiatici che vedi nei video di TikTok vengono toelettati con un taglio che si chiama “a Orsetto” o alla Coreana, e che dà alla testa del cane una forma tonda da orsacchiotto.

Vengono anche acconciati con accessori e vestiti alla moda che li fanno somigliare a personaggi dei manga Giapponesi. Ma puoi creare lo styling anche con un Barboncino tutto Made in Italy!

Quanto esercizio deve fare il Barboncino?

L’ideale sarebbero almeno un paio di passeggiate di 30 minuti al giorno, ma ovviamente la quantità di esercizio può variare in base alla taglia, all’età, allo stato di salute e alla stagione in corso.

Per il Barboncino sarebbe meglio fare ad esempio 3 passeggiate di 20 minuti l’una piuttosto che una sola di 60 minuti, ma l’importante è farlo uscire quotidianamente, ha bisogno di distrarsi e socializzare.

Ovviamente se hai molto tempo libero il tuo fedele amico a quattro zampe sarà felice di passare anche molte ore all’aperto, il Barboncino è un cane attivo e fare passeggiate non lo stanca.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
toelettatura del barboncino

Toelettatura del Barboncino e del Barbone

By Guide Utili No Comments

Toelettatura del Barboncino e del Barbone

toelettatura del barboncino

Il Barboncino è un cane da compagnia amatissimo in tutto il mondo. Ha un bel pelo riccio e folto che può essere di vari colori solidi o di più colori.

Il suo pelo è naturalmente lungo, non ha il sottopelo e non fa la muta, classificandosi così come una razza ipoallergenica.

Questa caratteristica lo rende particolarmente apprezzato tra i cani d’appartamento, perché non solo è idoneo per chi soffre di allergie, ma anche per chi non ama molto aver a che fare con il pelo di cane.

C’è però uno svantaggio: il pelo ricresce davvero molto velocemente, e va tagliato ogni due mesi circa.

Il che vuol dire che chi acquista un Barboncino deve preventivare un certo budget per la toelettatura (dove certo è uguale a consistente!), e mettere anche quello nel conto spese per il cane.

Questa razza accontenta tutti i gusti con ben 4 taglie, che hanno standard di razza ben precisi:

  • Barboncino toy
  • Barboncino nano
  • Barbone Medio
  • Barbone Standard

Dimensioni a parte, le quattro taglie sono identiche, hanno lo stesso pelo e le istruzioni per la toelettatura del Barboncino e del Barbone valgono per tutte e quattro.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
come lavare il barboncino

Come lavare un Barboncino

In linea di massima il Barboncino è un buon candidato per un bagnetto senza problemi: i Barboni erano in origine utilizzati per la caccia e il riporto della piccola selvaggina e amano molto l’acqua.

Sono anche cani piuttosto accomodanti di natura e solitamente stanno tranquilli quando vengono lavati.

I prodotti di base per il lavaggio del cane sono i seguenti:

  • Spazzola e pettine
  • Shampoo
  • Balsamo

Porta il cane in un posto tranquillo, senza rumore e troppe persone intorno, e poi procedi come segue:

  1. Spazzola bene il manto del tuo animale per rimuovere il pelo morto incastrato tra i ricci. Fai molta attenzione ai punti delicati dove si formano i nodi, ovvero muso e peli sotto gli occhi, zampe, coda, zona intorno ai genitali.
  2. Metti dei batuffoli di cotone nelle orecchie del cane, così da evitare che ci entrino acqua e prodotto.
  3. Bagna a fondo il cane con acqua tiepida e versagli sulla schiena una dose abbondante di detergente.
  4. Massaggia il corpo per spargere lo shampoo, poi passa alla testa, zampe e coda. Pulisci accuratamente gli spazi tra le dita dei piedi, la zona dei genitali e il collo. Cerca di trattare con delicatezza la zona del muso per non irritare gli occhi del tuo animale. Se il cane fosse molto sporco ripeti una seconda volta.
  5. Risciacqua a fondo per rimuovere tutto lo shampoo e ripeti con il balsamo, per poi sciacquare di nuovo e rimuovere qualunque residuo di condizionatore.
  6. Tampona accuratamente con un asciugamano tiepido e asciutto e asciuga il cane con il soffiatore o il phon.
  7. Se usi il phon invece del soffiatore come fanno quasi tutti assicurati che la temperatura sia delicata, non metterla al massimo perché quando il cane è bagnato parte della pelle resta scoperta e potrebbe scottarsi.
  8. Offri un piccolo snack e fai tanti complimenti per rassicurare il cane.
ogni quando lavare il barboncino

Barboncino ogni quanto va lavato?

I Barboncini andrebbero lavati solo in caso di bisogno, ma sappiamo che la strada li sporca molto, e dato che quasi tutti dormono con noi sul letto lavarli frequentemente diventa una necessità.

Ricorda però che il lavaggio eccessivo potrebbe danneggiare gli oli naturali che proteggono epidermide e manto del tuo Barbone e provocare malessere all’animale.

E come ultima nota, è d’obbligo utilizzare esclusivamente prodotti per cani di buona qualità e non quelli che usiamo per noi e che potrebbero danneggiare pelo e cute del tuo amico.

E il cucciolo di Barboncino non va lavato appena nato o quando è molto giovane a meno che non sia davvero un caso di emergenza, aspetta fino almeno al compimento dei tre mesi.

nomi femmina k

Come tosare un Barboncino

Finiti i giorni del tagli strutturati a leoncino o all’Inglese, oggi per il Barboncino si preferisce una toelettatura più semplice e lineare.

Barboni e Barboncini vengono toelettati con il pelo del corpo mediamente corto, contando più su testa e orecchie per rendere originale lo stile.

Le toelettature moderne hanno una forma più omogenea su tutto il tronco, senza troppi livelli di lunghezze come si prediligeva in passato.

Quel tipo di taglio è principalmente riservato ad animali che partecipano a competizioni e show, non ai Barboncini di casa, che beneficiano di una tosatura più basica.

Per tosatura ovviamente si intende un taglio corto e non una rasatura a pelle, che non va fatta in nessun caso.

La cute deve sempre essere coperta e protetta sia dal caldo che dal freddo, e una rasatura sbagliata potrebbe provocare lesioni e di conseguenza infezioni o danni alla salute del tuo cagnolino.

Queste sono le istruzioni per un taglio uniforme su tutto il corpo, ovviamente lunghezza degli orecchi o eventuale pon pon sono a scelta di chi taglia!

Per il taglio ti serviranno i seguenti strumenti:

  • Forbice a punte tonde
  • Spazzola e pettine
  • Tosatrice

Assicurati che la zona in cui opererai sia sufficientemente calda e tranquilla e poi procedi nel modo seguente:

  1. Lava e asciuga il Barboncino accuratamente (segui quanto spiegato per il bagno in ogni passaggio).
  2. Se il manto fosse troppo lungo per procedere con la tosatrice, inizia a tagliare il pelo più lungo con una forbice, cominciando dal dorso e dalle zampe posteriori. Fai poi seguire collo, petto, zampe anteriori e ventre, e lascia per ultima la coda.
  3. Una volta effettuata la sfoltitura manuale, se necessaria, procedi con la tosatrice (mai contropelo). Procedi con delicatezza e senza fare pressione.*
  4. Spunta leggermente i peli del muso utilizzando esclusivamente le forbici (a punte tonde se non sei un toelettatore con molta esperienza). Fai molta attenzione all’area intorno agli occhi.
  5. In base al taglio prescelto potrai accorciare le orecchie oppure lasciarle lunghe, e stessa cosa con la criniera o i peli della testa.
  6. Prosegui con i ciuffetti tra le dita di piedi e infine accorcia i peli della coda.
  7. Premia il Barboncino con uno snack goloso e molti complimenti.

Per conoscere i tagli più alla moda per barboni e Barboncini leggi qui!

Abbiamo ben 11 tagli di tendenza per Barboni e Barboncini che ti piaceranno tantissimo.

*NB: Molti toelettatori non utilizzano la tosatrice e operano esclusivamente o quasi con le forbici.

Il risultato è generalmente migliore e permette di lasciare il pelo più lungo e di strutturarlo meglio.

Tagliare a forbice è però molto difficile, per cui se non sei sicuro lascia fare a toelettatori con esperienza e professionalità.

Per saperne di più su come toelettare i Barboncini leggi qui.

come tagliare le unghie al barboncino

Come tagliare le unghie al Barboncino

Questo è probabilmente il compito più difficile, non tanto il taglio delle unghie in sé stesso, quanto cercare di mantenere tranquillo l’animale.

I cani sembrano odiare il taglio delle unghie, soprattutto se fatto a lima, che è la soluzione più pratica e meno pericolosa.

E’ molto importante procedere con estrema delicatezza per mantenere l’animale il più tranquillo possibile.

Per il taglio delle unghie avrai bisogno di questi strumenti:

  • Tagliaunghie oppure Lima elettrica
  • Polvere emostatica (facoltativa ma pratica in caso di incidenti, meglio averla a disposizione!)
  1. Porta in cane in un luogo tranquillo e porta con te  tutto quello che ti serve.
  2. Individua l’area di taglio (puoi usare una lente se non sei sicuro) e se può esserti utile fai un piccolo segno con un pennarello sull’unghia, nel punto limite per il taglio.
  3. Siediti sul pavimento insieme al Barboncino ( o trova una posizione comoda sia per te che per il cane) e sollevargli la zampa.
  4. Comincia a tagliare le unghie delle zampe anteriori. Solleva la zampa del cane, tienila ben ferma, e taglia ogni unghia sempre dall’alto verso il basso, con taglio perpendicolare (45° circa). Non avvicinarti troppo alla carne viva, stai a una discreta distanza (2 mm circa).
  5. Non dimenticare di tagliare anche lo sperone, ovvero l’unghia che si trova all’interno della gamba: tende a spezzarsi molto facilmente il cane si può ferire.
  6. Come sempre, concedi al Barboncino qualche snack e fagli tante coccole, la prossima volta opporrà meno resistenza.

In caso di ferita, se l’unghia sanguina leggermente disinfetta se necessario e usa della polvere emostatica per fermare il sangue.

Se con il Barbone standard l’operazione potrebbe essere alla portata di tutti con Toy e Nano la storia cambia.

Se il tuo cane, o cucciolo, ha le zampe davvero minuscole evita il fai da te e prendi appuntamento con un professionista.

Per saperne di più su come tagliare le unghie ai barboni leggi qui.

come pulire le orecchie al barboncino

Come pulire le orecchie al Barboncino

Seppur più semplice da eseguire, anche questa operazione è delicata e va effettuata con una certa cura.

Per la pulizia delle orecchie ti serviranno dei semplici strumenti:

  • Tamponi di cotone e garza tagliata a pezzetti, oppure salviettine umide
  • Soluzione detergente per le orecchie
  • Pinzetta lunga (tipo quella per le sopracciglia)

Per effettuare una pulizia profonda procedere per gradi:

  • Appoggia il Barboncino su una superficie rialzata, ad esempio il tavolo. Mettilo comodo e fai in modo che non ci siano fattori di disturbo mentre fai la pulizia.
  • Solleva l’orecchio e versaci un po’ di detergente. Muovi la testa in modo che il liquido penetri fino in fondo al canale. Aiutati appoggiando il pollice sulla cartilagine alla base dell’orecchio e muovi il dito dal basso verso l’alto.
  • Con un leggero massaggio aiuta il liquido a scorrere e penetrare sul fondo. dove scioglierà il cerume.
  • Non usare il classico bastoncino per orecchie, arrotola un pezzo di garza (o una salviettina) intorno al dito indice ed entra delicatamente nell’orecchio del cane.
  • Sfrega delicatamente le pareti per rimuovere ogni traccia di liquido e cerume. Ripeti con la soluzione e vai avanti fino a quando la garza non uscirà pulita.
  • Questo metodo funziona molto bene per i Barboni, ma la vera difficoltà sono le orecchie minuscole dei Barboncini toy. Per loro arrotola un pezzo di garza su se stessa per formare una specie di bastoncino e usalo per pulire la cavità auricolare.
  • Tampona l’orecchio con una pallina di cotone per limitare l’uscita del prodotto detergente quando il cane scuoterà la testa.
  • Premialo con il solito snack e fagli molti complimenti.

Per saperne di più su come pulire le orecchie ai barboncini leggi qui.

Perché toelettare spesso il Barboncino?

Molto semplice: se è vero che la toelettatura è importante al fine estetico, è anche vero che è ancora più importante per il benessere dell’animale.

Il pelo alleggerito, fresco e pulito permette alla cute del Barboncino di respirare, e non dimenticare che trascurare tagli e spazzolatura non farà che creare ancora più nodi, e la prossima sessione di toelettatura sarà un’esperienza davvero traumatica per il tuo amico.

Il mio consiglio resta quello di effettuare il taglio non oltre i due mesi, così basterà una spuntatura leggera a forbice e il cane sarà sempre in ordine e in salute.

Dallo Staff di Cani Piccoli

Quante cose sai sui cani di taglia piccola, e quante altre non sai ancora? Scoprilo con noi su canipiccoli.it

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
tagli pelo per barboncino

11 Tagli di pelo per Barboncino e Barbone

By Guide Utili No Comments

11 Tagli di pelo per Barboncino e Barbone

tagli pelo per barboncino

Il Barboncino è senz’ombra di dubbio il cane più versatile quando parliamo di toelettatura: il suo pelo riccio a crescita continua e senza sottopelo lo rende il modello preferito da toelettatori e professionisti del settore.

I ricci non si trasformano in nodi facilmente quanto quelli di altre razze e i Barboncini non vanno spazzolati tutti i giorni, solo un paio di volte a settimana.

Come già sai i Barboni hanno standard di razza ben precisi ed esistono in 4 diverse taglie:

  • Barboncino Toy
  • Barboncino Nano
  • Barbone Medio
  • Barbone Standard

A discapito della diversa taglia tutte le dimensioni sono uguali sia nell’aspetto che nel carattere, e possono essere indistintamente toelettate con il taglio preferito.

Generalmente i tipi di taglio più elaborati vengono riservati ai Barboni standard (ad esempio il taglio a leoncino o quello all’Inglese), mentre per le varianti Toy e Nano si opta spesso per tagli più pratici quali il taglio Puppy o il Town & Country.

Ma quali sono i tagli di pelo per Barboncino e Barbone, come riconoscerli e quale scegliere? Ti proponiamo qui alcune idee e la descrizione dei tagli più belli e più diffusi, insieme a qualche stravaganza.

Proviamo a fare chiarezza sull’argomento e a darti qualche utile consiglio per mantenere le orecchie di Fido in ottima salute.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
barboncino taglio cucciolo

Taglio Puppy (o taglio cucciolo)

Il pelo del Barboncino è liscio alla nascita, e non si stabilizza nel classico riccio fino a circa 6 mesi di età. Il taglio definitivo dovrebbe quindi essere fatto al compimento dei 6 mesi.

L’attuale tendenza è quella di anticipare sempre di più la data della prima toelettatura, che oggi si fa verso i 3 mesi.

Poiché il manto non ha ancora raggiunto la sua consistenza e natura finale, per il cucciolo si opta per un taglio uniforme, semplice e spazzolato, che non metta il riccio in primo piano.

Questo taglio viene spesso mantenuto anche quando il cane è adulto, ed è la tipica toelettatura che viene fatta ai Goldendoodle, il cui pelo è spesso una via di mezzo tra liscio e riccio.

barboncino taglio orsetto

Taglio a orsetto (o alla Coreana)

Questo taglio è meno comune per il Barboncino, mentre è un vero must per il Bichon frisé.

Il pelo del Barboncino viene lasciato corto e spazzolato su zampe e corto, mentre alla testa viene data una forma rotonda, con il pelo delle orecchie tagliato così corto da farle praticamente sparire nella folta criniera tondeggiante.

Gli occhi del cane appaiono il rilievo per dargli uno sguardo vivace, e questo styling prende ispirazione dagli orsacchiotti di peluche.

E’ un taglio ad effetto che si vede spesso nei video e reels di cani asiatici, mentre in Italia si preferisce un taglio più classico.

barboncino taglio estivo

Taglio estivo

La praticità prima di tutto, soprattutto nel caso di un Barbone che vive in campagna e che si sporca e si bagna spesso.

Quando arriva l’estate molti padroni preferiscono optare per un taglio corto (attenzione, corto non significa tosatura a pelle!), che permetta di lavare e asciugare il cane velocemente.

Le orecchie vengono lasciate lunghe oppure spuntate solo leggermente, mentre il resto del corpo e le zampe vengono accorciati.

barboncino taglio country

Taglio Town & Country (città e campagna)

Si tratta di un taglio piuttosto basico, dove il pelo sul tronco del cane viene mantenuto piuttosto corto, mentre vengono enfatizzate le zampe lasciandolo più lungo e gonfio.

La testa si presenta ben cotonata a spazzola e con un bel ciuffo folto, le orecchie sono lunghe e ben curate.

Il taglio in sé è pratico soprattutto se il cane resta prevalentemente in città, quanto alla campagna… diciamo un po’ meno, considerando che le zampe sono la prima parte del cane a sporcarsi.

barboncino taglio spirituale

Taglio Leoncino

E’ il classico taglio ormai piuttosto datato, quello con la metà del corpo rasata, le zampe rasate nella parte superiore e la coda a pon pon.

Nei Barboncini toy e nani questo taglio è praticamente scomparso, mentre nei Barboni lo si vede solo in qualche esemplare da esposizione.

E’ un taglio difficile da mantenere (il pelo dei barboncini cresce in fretta!) e come già sai è sconsigliabile effettuare una tosatura completa dato che il cane, oltre a soffrire il freddo in inverno, potrebbe scottarsi d’estate.

barboncino taglio all'inglese

Taglio all'Inglese

E’ piuttosto simile a quello leoncino, ma nel taglio all’inglese la parte posteriore del corpo non viene rasata completamente, viene accorciata per creare due livelli di volume sul corpo.

Il cane appare così ben gonfio sul petto, mentre la parte posteriore si assottiglia e finisce con una bella coda a pon pon.

Le zampe anteriori hanno un solo pon pon come nel taglio leoncino, mentre le posteriori ne hanno due.

Anche questo tipo di toelettatura del Barbone non è molto comune ed è riservata alla taglia standard, e di base solo nei soggetti da esposizione.

barboncino taglio cupcake

Taglio Cupcake

Questo taglio è una variante del taglio a orsetto, ma in questo caso le orecchie vengono gonfiate per dargli un particolare aspetto tondeggiante e spiccare sul resto della testa.

La forma della testa è quindi tonda, con queste grandi orecchie laterali (piuttosto corte ma ben cotonate).

Tra le acconciature dei Barboncini è una di quelle meno comuni, probabilmente perché l’aspetto gonfio delle orecchie è difficile da mantenere una volta effettuata la toelettatura professionale.

barboncino taglio olandese

Taglio Olandese

E’ un taglio pulito e uniforme, con il pelo tagliato in modo equilibrato su tutto il corpo dell’animale.

Unica variazione, la coda a pon pon che spicca in rilievo. Il pelo degli orecchi, a differenza di quello del manto, viene mantenuto lungo e pettinato.

E’ un taglio molto diffuso tra i toelettatori e nei dog show, non solo perché è pratico ma perché permette di ammirare e giudicare chiaramente le forme del cane.

barboncino taglio moderno

Taglio moderno

E’ un taglio pensato per esaltare le forme del cane e dargli un aspetto naturale, che ricorda un po’ un leone ma senza le esagerazioni dei tagli leonino e Inglese.

Il pelo sul corpo è più lungo di quello della variante olandese, la testa è folta e le orecchie lunghe e dense.

La coda forma un palla ben cotonata e fitta per dare maggior equilibrio all’aspetto del cane. E’ un taglio che si presta molto bene per il Barbone standard.

barboncino taglio corto

Taglio corto

Tra i vari tagli è sicuramente quello più semplice sia da effettuare che da mantenere.

Questo tipo di toelettatura richiede una rasatura a tosatrice uniforme su tutto il corpo, e anche le orecchie vengono lasciate corte e la coda al naturale.

Gli animali sono quindi liberi di scorrazzare e bagnarsi come preferiscono, senza costringere gli sfortunati padroni a continue sessioni di lavaggio e spazzola dopo ogni uscita.

E decisamente lo styling preferito di chi vive in campagna, o di chi ha cani che hanno facile accesso all’acqua.

barboncino taglio cordato

Taglio cordato

Se probabilmente hai visto dal vivo tutti gli altri tagli, questo è quello che potrebbe mancarti: è davvero rarissimo e molto difficile da realizzare.

I ricci del Barboncino devono essere lasciati crescere e poi trasformati in dreadlocks (quelle specie di treccine tipiche delle acconciature rasta) e danno al cane un aspetto davvero originale.

Pur essendo una toelettatura di incredibile effetto è davvero poco pratica: il pelo lungo può complicare i movimenti del cane e può rendere difficili anche azioni molto semplici.

Non parliamo poi di quando il povero animale si sporca, e va lavato senza compromettere la tenuta delle corde.

La toelettatura del Barboncino

Indipendentemente da quale tra i vari tagli si scelga, quello che è importante è mantenere il mantello del cane in perfetta salute.

Il cane va lavato quando necessario, non tutti i giorni o tutte le settimane, così da non rovinare gli oli naturali della pelle.

Il bagno va fatto con prodotti specifici per questi animali e non con quelli umani, che potrebbero essere dannosi per il mantello e avere un PH sbagliato.

E il taglio del pelo va effettuato massimo ogni due mesi, poiché tutti i nodi vanno eliminati e bisogna assicurarsi che l’epidermide del cane sia sana e non ci siano parassiti.

Se è vero che è possibile effettuare la toelettatura del Barboncino a casa è anche vero che il mantenimento del pelo di questa razza necessita una discreta esperienza.

Il pelo del Barboncino va gestito nel modo corretto, e ci vuole molta pazienza con il cane, motivo per cui, se non si è sicuri di fare un discreto lavoro, è meglio lasciar fare a un toelettatore esperto.

Quando si sceglie un animale da compagnia vanno messe in conto anche le spese relative alla gestione del manto, la cui salute non è solo estetica, ma soprattutto serve a dare benessere al nostro amico.

Provvedere le migliori cure, anche se apparentemente sono solo estetiche, farà sicuramente felice il nostro Barboncino, e il tuo cane avrà sempre l’aspetto di una star!

Dallo Staff di Cani Piccoli

Ti piace il barboncino ma ancora non hai le idee chiare su quale sia il cane ideale per te? Trova tutte le informazioni che ti servono per scegliere al meglio su canipiccoli.it

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
alimentazione del barboncino

Alimentazione del Barboncino

By Alimentazione No Comments

Alimentazione del Barboncino: come mantenerlo sempre in salute

alimentazione del barboncino

Il Barboncino è un cane da compagnia di taglia piccola ed è tra le razze più apprezzate ed amate in Italia e nel mondo. 

Ha un portamento elegante, un mantello folto e riccio senza sottopelo, caratteristica che fa sì che non faccia la muta e quindi non perda pelo.

E’ considerato una razza ipoallergenica, ideale per chi soffre di allergia al pelo di cane e per chi non vuole ritrovarsi con i vestiti da spazzolare e la casa piena di pelo.

Ha un carattere allegro e solare, non è possessivo e va d’accordo con tutti. Non è diffidente verso gli estranei, tollera bene la compagnia dei bambini e si adatta perfettamente a vivere con altri animali, gatti inclusi.

Ce ne sono 4 taglie, tutte con un peso specifico, ma è importante alimentarlo correttamente perché non ingrassi e non sviluppi patologie legate al sovrappeso o all’obesità.

Il peso indicativo del Barboncino per taglia è il seguente:

  • Barboncino toy altezza al garrese 23-28 cm, peso è di circa 4-5 kg
  • Barboncino nano altezza al garrese 28-35 cm, peso 6-8  kg
  • Barbone medio altezza al garrese 35-45 cm, peso 9-12 kg
  • Barbone standard altezza al garrese 45-60 cm, peso 15-25 kg.

C’è una dieta ideale per mantenere il Barboncino in salute? E qual è il modo migliore per alimentarlo? Vediamo di rispondere in modo semplice alle più comuni domande che ci fanno gli utenti riguardo all’alimentazione del Barboncino.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
cosa mangia il barboncino

Cosa mangia il Barboncino?

Il tipo di alimentazione dipende prevalentemente dalla scelta del padrone: c’è chi preferisce le classiche crocchette e chi sceglie un approccio più naturale, la dieta casalinga o la dieta BARF.

La dieta casalinga, se correttamente preparata, offre cibi di maggiore qualità rispetto ai croccantini, ma può essere carente di alcune vitamine e minerali.

Le crocchette invece sono pratiche e bilanciate, ma devono essere di alta qualità e bisogna imparare a leggere le informazioni relative agli ingredienti, oltre a scegliere quelle più adatte per taglia, razza ed età.

Qual’è quindi la scelta migliore, e come orientarsi tra le centinaia di prodotti industriali presenti sul mercato? E riguardo al cibo umido, quanto e quando può essere utilizzato? E’ indicato per il barboncino o potrebbe fargli male?

dieta casalinga del barboncino

La dieta casalinga per il Barboncino

Valgono per il Barboncino le stesse regole che valgono per tutti i cani: la dieta casalinga deve essere bilanciata, contenere tutti i nutrienti necessari per il benessere del cane ed essere composta esclusivamente da alimenti crudi o bolliti, senza grassi, sale e condimenti.

Il linea di massima il mix alimentare dovrebbe essere così composto:

  • 50% proteine animali (minimo, ma può essere aumentato a discapito di verdure e carboidrati)
  • 25% verdure
  • 25% carboidrati

Gli alimenti migliori per il Barboncino sono:

  • Carne
  • Interiora (solo una volta a settimana)
  • Pesce
  • Cereali
  • Frutta e verdura adatta al cane
  • Una volta ogni tanto uova e un po’ di formaggio.

Per saperne di più sulla dieta casalinga del cane leggi qui.

Per saperne di più sugli alimenti sconsigliati leggi qui.

le crocchette per il barboncino

Le crocchette per Il Barboncino

Il Barboncino è così diffuso che in commercio ci sono persino crocchette specifiche per i Barboni e per i loro problemi più comuni.

Alcune sono pensate per combattere alcuni dei problemi tipici di questa razza, che spesso soffre di epifora, la fastidiosa lacrimazione rossa, o di allergie alimentari o del pelo. 

Ce ne sono alcuni per cani che soffrono di  dermatite, di pancreatite o di problemi gastrointestinali, oltre che quelli per cani senior o junior.

Ma come destreggiarsi scegliendo il meglio anche tra i marchi che offrono prodotti di buona qualità? Leggere le etichette non è sempre facile, e cosa significano quei nomi strani?

In generale  quello che troverai sulla confezione è descritto nel modo seguente:

  • Proteine grezze: 22%-24% per il cane adulto, mentre il cibo junior ne conterrà il 27%-30%. Attenzione anche alla qualità delle proteine, perché spesso le cosiddette crocchette al pesce ne contengono solo il 4%, il resto sono prodotti diversi.
  • Grassi grezzi: 10%-20%. Quelli più indicati sono gli acidi grassi polinsaturi, gli Omega 3 e gli Omega 6, (ambedue purtroppo spesso carenti nel cibo industriale poiché irrancidiscono velocemente.
  • Fibra grezza: spesso è presente in quantità minima, circa il 2,5%-5%, ma non deve mancare perché serve a regolare la funzione intestinale nel cane, che non la digerisce ma la espelle attraverso le feci.
  • Ceneri grezze: è la dicitura con la quale si indicano i sali minerali.
  • Carboidrati: presenti per circa il 20%, ma non se ne indica il tipo o a volte vengono addirittura omessi..

Umidità: anche il cibo secco contiene acqua, che generalmente è presente per 8%-10%.

il cibo umido per il barboncino

Il cibo umido per i Barboncini

 cani lo gradiscono molto poiché è più saporito e appetitoso, ma non va somministrato come unico alimento.

Se è vero che contiene più acqua delle crocchette e garantisce una maggiore idratazione è spesso meno completo in termini di vitamine e minerali, oltre ad avere un costo maggiore e a deteriorarsi molto velocemente.

E a differenza di una credenza comune, non andrebbe mischiato con le crocchette. Va quindi utilizzato solo in occasioni speciali.

Molti dei cani alimentati esclusivamente o in maggioranza con cibo umido tendono a soffrire di diarrea, per cui attenzione alla consistenza delle feci.

cibo migliore per il barboncino

Qual'è il cibo migliore per il Barbone?

Purtroppo non si può generalizzare. La dieta ideale può variare da soggetto a soggetto e in base a tanti fattori, ma è principalmente una scelta del proprietario.

Ambedue hanno vantaggi e svantaggi, per cui la cosa migliore è parlarne con il veterinario, in particolare nel caso in cui il cane soffrisse di una patologia che può essere influenzata dal tipo di dieta.

Tra i fattori da considerare ci sono l’età, il livello di esercizio, la condizione di salute attuale del cane, l’eventuale stato di gravidanza o post parto, lo stato dei denti ed eventuali allergie.

Le feci possono aiutarci a capire se l’alimentazione è corretta: se hanno la giusta solidità e consistenza il cane sta bene, se al contrario fossero gelatinose, molli o del colore sbagliato potremmo dover rivalutare la dieta.

E non dimentichiamo la quantità di esercizio: se il cane fa molto movimento lo si potrà alimentare con una quantità leggermente maggiore di cibo, mentre se è totalmente inattivo o quasi si dovrà fare maggiore attenzione alle calorie.

E niente abusi con gli snack, che possono essere molto calorici: meglio limitarsi a uno al giorno, oppure offrire un pezzo di carota bollita o un bocconcino di mela.

Per sapere quale frutta è consigliata per il cane leggi qui.

quanto mangia il barboncino

Quanto deve mangiare il Barboncino?

Come dicevamo, la quantità di cibo dipende dall’età e dai fattori di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente (un cucciolo dovrà mangiare più del doppio di un cane anziano).

C’è però una semplice formula che ci consente di fare un calcolo approssimativo:

  • Barboncino cucciolo 6-7% del peso corporeo
  • Barbone adulto 3-4% del peso corporeo

In poche parole, un cucciolo di 1 kg dovrà mangiare circa 70 grammi di cibo fresco, mentre per un cane adulto di 4 Kg si dovranno preparare dai 120 ai 150 grammi di mix alimentare al giorno.

Tutto è più semplice con le crocchette: basterà attenersi alle indicazioni presenti sulla confezione.

quando mangia il barboncino

Quando deve mangiare il Barboncino?

Nel caso delle taglie piccole è raccomandabile somministrare due pasti al giorno e non uno unico: il cane si manterrà leggero e i pasti saranno una piacevole distrazione dalla routine quotidiana. 

Se al cane adulto spesso viene somministrato solo un pasto, il mio consiglio è quello di alimentarlo comunque due volte al giorno, esattamente come si fa per la piccola taglia.

integratori per il barboncino

Come posso migliorare la dieta del mio Barbone?

Le crocchette dovrebbero contenere tutto quello di cui il cane ha bisogno, ma il Barboncino potrà beneficiare degli stessi integratori consigliati a chi opta per la dieta casalinga :

  • Multivitaminico
  • Glucosamina
  • Omega 3
  • Probiotici
  • Vitamine per rinforzare il sistema immunitario
  • Prodotto specifico per la lacrimazione rossa a base di alga spirulina e betacarotene.

Come sapere se il mio Barboncino è in salute?

E’ importante fare attenzione al comportamento del cane: se un Barboncino vitale ed energico improvvisamente appare letargico, piuttosto stanco, appesantito o assume comportamenti strani potrebbe esserci un problema.

I cani che soffrono di allergie alimentari ad esempio tendono a leccarsi compulsivamente le punte delle zampe.

La lacrimazione rossa peggiora in presenza di problemi gastrointestinali o di allergie alimentari, ed è un indicatore che non va sottovalutato.

E come dicevamo, aspetto e consistenza delle feci in primis. Se il cane ha la diarrea o le feci sono molli o gelatinose probabilmente non lo stiamo alimentando correttamente.

Molta attenzione anche al pelo, che deve avere un aspetto lucente ed essere morbido e setoso, e ben distribuito su tutto il corpo. E il Barboncino non dovrebbe perderlo, per cui se l’evento si presenta potrebbe soffrire di carenze alimentari.

E se cambiando la dieta il problema non si risolve niente fai da te a oltranza, il cane va portato dal veterinario.

Posso cambiare la dieta del mio Barboncino?

Si, ma molto gradualmente. Il cane è un animale che non ama molto i cambiamenti, soprattutto se stai passando dal cibo in lattina o dalla dieta casalinga alle crocchette che sono meno saporite.

Abitualo gradualmente alla nuova dieta, ci vorrà qualche giorno ma basta insistere un poco e presto inizierà ad apprezzare la nuova pappa.

Dallo Staff di Cani Piccoli

Sai quanto importante sia fare la scelta giusta riguardo l’alimentazione di un cucciolo o un cane adulto, per cui meglio informarsi esattamente su quale sia il cibo più indicato per lui. Trova tante informazioni su canipiccoli.it

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
perché scegliere un barboncino

Perché scegliere un Barboncino?

By Guide Utili No Comments

Perché scegliere un Barboncino? 13 motivi che lo rendono popolare

perché scegliere un barboncino

Il Barboncino, o Barbone, non è solo uno dei cani più amati e diffusi al mondo, è anche la razza più incrociata in assoluto.

Ma perché il Barboncino attira tanto l’attenzione del pubblico, e perché tra le tante razze è proprio lui a dare i Natali a tante nuove varietà di ibridi esotici e bellissimi? 

E infine, perché scegliere un Barboncino? Se ancora non sei sicuro, ti aiutiamo noi a capire se è la razza giusta per te.

Proviamo a fare chiarezza sull’argomento e a darti qualche utile consiglio per mantenere le orecchie di Fido in ottima salute.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
il barboncino è intelligente

Il Barboncino è molto intelligente

Non per nulla è al secondo posto nella classifica dei cani più intelligenti, preceduto solo dal Border Collie e seguito da pastore Tedesco e Golden Retriever.

Chi ha avuto il piacere di conoscere ambedue le razze potrebbe non essere d’accordo su un semplice secondo posto sul podio e vorrebbe vedere il Barbone al primo, ma è comunque una grande vittoria!

ci sono 4 taglie

Ce ne sono 4 taglie diverse

Vivi in un monolocale? In appartamento? Hai una casetta? Una fattoria? Nessun problema, c’è un cane Barbone per tutti i gusti! 

  • Barbone standard
  • Barbone medio
  • Barboncino nano
  • Barboncino Toy

Così che potrai scegliere tra quello più adatto ai tuoi spazi e al tuo stile di vita. E se te lo stai chiedendo… in quanto a carattere i barboni sono tutti uguali, indipendentemente dalla taglia!

Per saperne di più sulle caratteristiche del Barboncino leggi qui!

il barboncino non perde pelo

Non perde pelo

Il Barboncino non ha il sottopelo, non fa la muta e di conseguenza non perde pelo. Nemmeno un po ‘, nemmeno un peletto, nemmeno nel cambio di stagione.

Questa caratteristica lo rende idoneo non solo per chi ha problemi di allergia ma anche per chi proprio non sopporta i peli di cane su abiti e divani.

E’ la razza di cane da compagnia ideale anche per chi lavora a contatto con il pubblico e porta con sé il cane in negozio o in ufficio.

il barboncino nuota

E’ un ottimo nuotatore

Se sei un patito della spiaggia, dei laghi e del nuoto il Barboncino è il quattro zampe perfetto per te: ama l’acqua e si diverte a nuotare.

In fondo in passato era usato come cane da riporto in acqua nelle battute di caccia alla piccola selvaggina, e anche se non caccia più non ha mai perso il suo grande talento.

il barboncino è alla moda

E’ un cane sempre alla moda

Taglio classico, pelo lungo, taglio alla coreana, mantello corto… il Barboncino farà felice qualunque stilista del capello.

Il suo pelo a crescita continua può essere acconciato come più ti piace, e potrai creare look sempre nuovi e moderni.

incroci di barboncino

Puoi incrociarlo davvero con tutto

Maltipoo, Goldendoodle, Shepadoodle, Schnoodle… quanti incroci di Barboncino conosci? Ce ne sono davvero tantissimi, uno più bello dell’altro.

Nessuno è ancora riconosciuto da FCI o altre federazioni, ma se quello che ti interessa è un cane originale e che non perde pelo o che ne perde molto poco un meticcio di Barboncino farà al caso tuo.

Per saperne di più sugli incroci del Barboncino leggi qui!

il barboncino si addestra facilmente

Si addestra facilmente

Non solo il Barboncino era la razza preferita dai circensi, ma è anche un campione in tanti sport per cani e competizioni di agility.

Questa razza, grazie alla grande intelligenza, è facilissima da addestrare anche per chi di cani e addestramento se ne intende molto poco.

ideale come primo cane

E’ perfetto per padroni alle prime armi

Con il suo carattere vivace ma accomodante e la sua grande intelligenza il Barboncino è adatto per chiunque: famiglie con bambini, anziani e padroni alla prima esperienza.

Si adatta bene in qualunque ambiente e situazione e non richiede particolare abilità per diventare il cane di casa perfetto.

Ti basterà dedicare un po’ di tempo alla sua socializzazione e il tuo Barbone saprà comportarsi a dovere in qualunque ambiente.

va d'accordo con i gatti

Va d’accordo con i gatti

Dimentica la frase “Litigano come cane e gatto!” Potrebbe servire qualche giorno perché si abituino l’uno all’altro, ma gatto e Barboncino possono diventare compagni inseparabili.

Il Barbone va d’accordo davvero con tutti e ama la compagnia di altri animali quanto quella degli umani.

Se resti fuori casa per molte ore e non vuoi un secondo cane Micio potrà fare compagnia al tuo cucciolo e in pochissimo tempo ne diventerà il miglior amico.

il barbone vive a lungo

Vive a lungo

Il Barboncino vive mediamente 15 anni, ma molti arrivano a 20. E’ una vita media piuttosto lunga anche per un cane di piccola taglia.

Ed è piuttosto sano per essere un cane che è stato selezionato molto, per cui è una razza ideale per chi non ha un grosso budget per le spese veterinarie.

il barboncino è un coccolone

E’ un gran coccolone

Se hai scelto il cane e non il gatto perché ti piacciono le manifestazioni d’affetto con il Barboncino puoi andare sul sicuro: il suo amore per il padrone non ha limiti.

Questo cane stravede per il suo umano e si affeziona tantissimo a tutta la famiglia. Con lui non ti mancheranno mai amore e devozione, e ti farà sapere in tutti i modi quanto sei importante.

non è possessivo

Non è possessivo

A differenza di altre razze il Barbone non è possessivo, caratteristica che lo rende amichevole anche con gli estranei.

Questa importante qualità ti permetterà di portare con te il tuo fedele amico ovunque tu vada, senza preoccuparti di doverti trovare in situazioni imbarazzanti con gli sconosciuti.

il barboncino è fotogenico

E’ molto fotogenico

Sei un aspirante influencer, ami la fotografia e non ne hai mai abbastanza di scattare foto? Il Barboncino è la scelta giusta.

Con il suo aspetto nobile e il suo carattere accomodante si presterà più che volentieri come modello per tutti i tuoi scatti, e con un Barbone al tuo fianco il successo è assicurato!

Dallo Staff di Cani Piccoli

Anche se questa è la tua razza preferita ci sono tantissimi altri cani piccoli tutti da scoprire, vieni a conoscerli con noi!

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
i problemi del maltese

I problemi del cane Maltese

By Salute No Comments

I problemi del cane Maltese: come gestirli al meglio

i problemi del maltese

Il cane Maltese è un cane da compagnia di piccola taglia, naturalmente sano e robusto, e non ha grossi problemi di salute.

E vale la stessa cosa per quanto riguarda il carattere: è un cagnolino molto dolce e accomodante, estremamente affettuoso con anziani e bambini, e va d’accordo anche con gli altri animali, gatti inclusi.

Ma ci sono alcune cose che vorrai sapere su questa razza, sui piccoli  problemi del cane Maltese e su come gestirli al meglio.

Abbiamo raccolto una lista di domande frequenti, e abbiamo cercato di dare una risposta breve ed esaustiva per aiutarti a conoscere meglio il tuo amico del cuore.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
come pulire gli occhi al maltese

Come pulire gli occhi di un cane Maltese

Molti cani Maltesi soffrono di un fastidioso problema chiamato Epifora, o lacrimazione rossa.

Le cause sono di diversa natura, e la lacrimazione rossa può dipendere dall’occlusione del canale oculare,dovuta ad un enzima chiamato Porfina, o ad un fungo chiamato Malassezia (questo nel caso di macchie marroni).

Ma ci sono tanti fattori che possono essere responsabili di questo antiestetico problema.

L’Epifora si può curare o contenere utilizzando degli integratori da banco a base di acidi grassi essenziali, alghe marine (in particolare la spirulina), vitamine e minerali quali cromo, selenio, ferro e betacarotene.

Oppure con prodotti topici per la pulizia degli occhi, ad esempio salviettine imbevute o lozioni detergenti.

Per saperne di più su sulla lacrimazione rossa leggi qui.

cane maltese che perde pelo

Cane Maltese che perde pelo

Una leggera perdita di pelo stagionale potrebbe essere una condizione normale, ma se ti accorgi che si tratta di una perdita di pelo anomala, oppure se la perdita è a chiazze, le ragioni potrebbero essere le seguenti:

  • Infezione batterica o fungina
  • Rogna o Tigna
  • Allergia alimentare o ambientale
  • Carenze nutrizionali

Nei primo caso ti renderai facilmente conto che la pelle ha un aspetto malsano, con presenza di lesioni dovute spesso al fatto che il cane si gratta compulsivamente.

Nel caso di allergie purtroppo trovare il fattore scatenante potrebbe essere piuttosto difficile.

E’ comunque consigliabile portare il cane dal veterinario qualora si verificasse una perdita eccessiva e immotivata del pelo.

cane maltese che trema

Cane Maltese che trema

Il cane può tremare per ragioni diverse, tra cui le più ovvie sono il freddo e la paura.

Ma l’evento può verificarsi anche quando il cane è molto eccitato, quando si sente male o quando sta cercando di dirci qualcosa, ad esempio che deve fare i suoi bisogni.

Oppure, nel caso più grave, potrebbe soffrire di una patologia neurologica che causa tremore convulsivo.

Se il tremore psicologico è difficile da curare (è molto frequente nei cani adottati che possono aver subito abusi) è importante assicurarsi che il tremolio non dipenda da una particolare patologia.

E ovviamente bisogna ricordarsi di tenere il cane al caldo o ben coperto durante la stagione fredda. 

Per saperne di più sul cane che trema leggi qui.

Cane Maltese con la diarrea

La diarrea nel cane è un evento che si presenta occasionalmente e che spesso dipende esclusivamente da qualcosa che ha mangiato, o da un’alimentazione errata.

A volte però può essere il sintomo di una condizione diversa, ad esempio allergie, infezioni, parassiti (tra i più comuni vermi e giardia), stress o ansia, oppure essere conseguente alla somministrazione di farmaci (vaccini, vermifughi chimici antiparassitari.)

La diarrea può essere acuta, se gli episodi sono occasionali, o cronica, caso in cui il problema potrebbe essere dovuto al malfunzionamento di uno degli organi, ad esempio al sovraffaticamento del fegato.

Se l’evento si verifica occasionalmente probabilmente è dovuto solo all’errata alimentazione e non è particolarmente preoccupante, mentre nel caso fosse cronico dovrai rivolgerti al veterinario ed effettuare gli esami del caso

maltese che vomita

Cane Maltese che vomita

Le cause possono essere molteplici. Tra le più comuni troviamo i pasti consumati troppo in fretta, l’affaticamento dopo un esercizio intenso, la presenza di parassiti nello stomaco, lo stress, l’eccitazione e il mal d’auto.

Potrebbe però trattarsi di un caso più grave, ad esempio l’ingestione di sostanze non commestibili, avvelenamento, ostruzione intestinale, oppure di patologie quali pancreatite, insufficienza renale, una patologia del fegato, gastrite acuta, cimurro o peritonite.

Se il cane rigurgita il cibo appena consumato generalmente non ci si deve preoccupare, ma se il vomito è intenso e persistente l’animale va portato dal veterinario.

E’ anche importante assicurarsi che il vomito non contenga sostanze dal colore strano, che potrebbero indicare chiaramente un caso di avvelenamento.

cane maltese che puzza

Cane Maltese che puzza

Il Maltese non puzza, a meno che non sia sporco o non soffra di flatulenza (le classiche puzzette), generalmente causata da cattiva alimentazione.

Un odore persistente e malsano può dipendere da un cattivo stato di salute, oppure da un’infezione della pelle.

Se il cane soffre di alitosi potrebbe avere problemi del cavo orale o del cavo gastrointestinale. Sarà quindi il caso di rivolgersi al veterinario.

cane maltese che abbaia

Cane Maltese che abbaia

Il Maltese tende ad abbaiare, così come la maggior parte delle razze di cani piccoli. Purtroppo non ci si può fare molto, visto che abbaia soprattutto quando viene lasciato in casa solo, quando è eccitato o quando incontra altri animali.

Ovviamente si può tentare di correggere gentilmente l’animale per diminuire la frequenza dell’abbaio, ma è una caratteristica tipica della razza.

E’altamente sconsigliato l’uso di sistemi invasivi quali gli spray antiabbaio e il collare elettrico.

Per saperne di più sul cane che abbaia leggi qui.

Cane Maltese geloso

Il Maltese ha generalmente un ottimo carattere e va d’accordo con tutti, ma si affeziona molto al proprio padrone e a volte può diventare possessivo.

Questa condizione si verifica raramente e solitamente basta poco tempo perché il cane si affezioni al nuovo membro della famiglia (nel caso di un’adozione improvvisa) o che si abitui ad un estraneo, oppure al nuovo nato.

Se però il cane non è stato socializzato da piccolo può diventare molto protettivo e soffrire di gelosia quando l’amato padrone rivolge le proprie attenzioni a qualcun altro.

Basterà comunque un po’ di pazienza perché il tuo amico a quattro zampe si tranquillizzi e smetta di fare la piccola diva.

cane maltese malattie

Cane Maltese malattie

Anche se è un animale sano il Maltese può soffrire di alcune malattie comuni a questa razza. Tra le più frequenti troviamo: 

  • Infezioni dei denti e delle gengive
  • Congiuntivite
  • Malattie della pelle (micosi profonde e superficiali, dermatite atopica)
  • Otiti

Ci sono poi patologie più complesse quali:

  • Idrocefalia  (aumento della pressione cranica che provoca convulsioni)
  • Pragnatismo (difficoltà nella chiusura dentale)
  • Patologie dell’apparato cardiaco
  • Patologie dell’apparato respiratorio
  • Ritenzione testicolare, o criptorchidismo (mancata discesa di uno dei testicoli)
  • Lussazione della rotula
  • Displasia

E’ importante mantenere il cane in buona salute evitando di farlo ingrassare, e portandolo regolarmente dal veterinario per i controlli di routine.

Se stai pensando di acquistare un cucciolo di Maltese fallo solo in un allevamento serio e assicurati che sia testato per le malattie genetiche della razza.

Cane Maltese e gatto

Il Maltese va d’accordo con i gatti. Diventano molto amici e i gatti sono un’ottima compagnia se il cagnolino resta da solo molto tempo.

Essendo però un animale che si affeziona molto al padrone può diventare possessivo e soffrire di gelosia.

E a volte può non capire che il gatto non vuole essere disturbato, mentre il Maltese, un allegro giocherellone per natura, potrebbe tormentarlo involontariamente, finendo per farsi graffiare.

Se il gatto di casa non gradisce le attenzioni del cagnolino dovrai insegnargli a rispettare i suoi spazi e a moderare l’eccessiva esuberanza. Ma impara in fretta e i problemi non dureranno a lungo.

Dallo Staff di Cani Piccoli

Sei un fan dei cani piccoli ma ancora non sai quale scegliere? Nessun problema, ti racconteremo tutto quello che sappiamo su ogni razza e su come occuparsene al meglio.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
il maltese coreano

Maltese coreano

By Guide Utili No Comments

Maltese coreano: è una razza speciale o una semplice moda?

il maltese coreano

Ultimamente si è parlato molto di Maltese Coreano. Ma che cos’è esattamente? E’ una variante del Maltese? E’ una razza nuova che ancora non conosciamo?

FCI classifica circa 400 razze riconosciute, ma non ci bastano: oggi siamo disposti a pagare migliaia di Euro per cani di razze esotiche nati da incroci a volte molto azzardati. E’ una moda alla quale non sappiamo resistere.

Non spopola soltanto l’amatissimo Maltipoo, ci sono il Doodle, lo Schnoodle, lo Yorkipoo, il Morky, e chi più ne ha più ne metta.

Ma nessuna di queste razze è riconosciuta, e nonostante il cucciolo in questione sia davvero molto carino, la realtà è che chi compra uno di questi cani sta acquistando semplicemente un meticcio.

Una volta standardizzate alcune di queste razze saranno probabilmente riconosciute, ma ci vorranno anni, e molti altri tentativi.

La stessa cosa si è verificata con le varianti Toy, che purtroppo non esistono, se non nel caso del Barboncino.

Ma torniamo al Maltese Coreano, e vediamo di chiarire di cosa si tratta. E’ una razza speciale o una semplice moda?

Proviamo a fare chiarezza sull’argomento e a darti qualche utile consiglio per mantenere le orecchie di Fido in ottima salute.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
il maltese standard

Il Maltese (originale)

Il Maltese è un cane da compagnia di taglia piccola, che ha origine in Italia. E’ infatti classificato come una razza Italiana.

Ha determinate caratteristiche fisiche che compaiono nella scheda del Maltese di ENCI e FCI:

Dimensioni

Come dicevamo, c’è un solo tipo di cane Maltese, ed ha dimensioni standard ben definite.

Tutti gli esemplari di dimensioni molto ridotte, ovvero le varianti Maltese Toy, Maltese Teacup, Maltese Mini etc, non sono riconosciute e sono frutto di incroci sconsiderati.

Il Maltese deve rispettare le seguenti dimensioni:

  • Maltesi cani maschi adulti, altezza al garrese cm 21-25, peso indicativo 3-4 kg
  • Maltesi cani femmine adulte, altezza al garrese cm 20-23, peso indicativo 3-4 kg

Alcune Federazioni diverse da ENCI hanno standard di dimensioni diverse, leggermente inferiori al nostro minimo di 3 kg, ma non ammettono comunque i cosiddetti Maltesi Toy che da adulti pesano 1,5 kg.

Tipo di pelo e mantello

Il mantello è folto, lucido, serico e lucente, naturalmente lungo su tutto il corpo e totalmente liscio. Se lasciato crescere, ricade a terra come mantello appoggiato sulla schiena del cane. Non ha il sottopelo.

Colori

Il Maltese esiste in un unico colore, il bianco candido. Qualunque variazione di colore indica la non purezza, anche un semplice avorio.

Aspetto fisico

La testa è piuttosto larga, il naso tassativamente nero, e non marrone.  Le orecchie sono a triangolo e larghe circa un terzo della lunghezza. Gli occhi sono di colore ocra scuro con palpebre nere.

Il torace è forte e ben sviluppato, il tronco allungato, con una buona ossatura, le zampe piuttosto corte e la coda spessa. Le proporzioni sono equilibrate.

cos'è il maltese coreano

Cos'è il Maltese Coreano?

Cercando su internet si trovano siti che descrivono il Maltese Coreano come un Maltese di taglia molto ridotta (un Maltese Toy, o addirittura MiniToy, per capirci!) con la testa tonda, gli occhi sporgenti e il muso più schiacciato del normale.

Detto così sembra la descrizione di un incrocio tra un Maltese e un Bulldog Francese (che tra l’altro esiste, e lo chiamano French Maltese!), ma è solo un Maltese più piccolo del normale.

Perché la realtà è che non esiste nessun Maltese Coreano. O meglio, se per Coreano si intende nato e arrivato dalla Corea allora, sì, è un Maltese Coreano.

Come sarebbe un Maltese Brasiliano se arrivasse dal Brasile, un Maltese Thailandese se arrivasse dalla Thailandia e così via.

Ma il Maltese è classificato esclusivamente come una razza Italiana, da qualunque posto arrivi.

E se vorrai saperne di più potrai consultare la scheda di ENCI del cane Maltese per verificare l’appartenenza d’origine di questa razza.

Ma perché allora lo descrivono come una razza diversa? Qualcosa che lo differenzia ci sarà pure!

Dimensioni ridotte (e non standardizzate, e quindi in alcuni casi segnale di scarsa salute!) a parte, quello che lo differenzia è il taglio del mantello.

E’ molto di moda un taglio chiamato anche “alla Coreana”, che prevede si dia una forma arrotondata al pelo della testa.

Le orecchie vengono accorciate il più possibile, così da dare al cane l’aspetto di un orsacchiotto. Questo è il Maltese Coreano.

prezzo maltese coreano

Prezzo del Maltese Coreano

Il prezzo è molto variabile, e questo fattore dipende soprattutto dal fatto che a vendere i cuccioli sono soprattutto venditori privati.

Se ne trovano a partire da Euro 500 circa, ma il prezzo può salire notevolmente. Parliamo di prezzi trovati negli annunci tra privati.

Un allevamento serio spiegherà chiaramente che un Maltese Coreano o Americano è semplicemente un Maltese. La linea di sangue indica solo la provenienza.

E se questo non succede, fatti qualche domanda. Soprattutto se la cifra richiesta è più alta di quella che pagheresti per un Maltese Standard.

perché scegliere un maltese

Perché scegliere un Maltese?

Per un motivo molto semplice: è un cane dolcissimo, molto intelligente, con un portamento elegante, buono con bambini e anziani.

Va d’accordo davvero con tutti, persone e animali (gatti inclusi), e ha un carattere davvero meraviglioso.

Se è questo il cucciolo dei tuoi sogni, considera che un peso di 3-4 kg fa del Maltese un cane davvero piccolissimo.

A proposito, un Barboncino Toy è più alto di un Maltese Standard. Perché quindi volerlo ancora più piccolo?

Coreano, Americano o Italiano, il Maltese è uno solo, e ci piace esattamente per quello che è, un adorabile cagnolino bianco che sprizza gioia da tutti i pori!

Per scoprire tanti fatti interessanti sul cane Maltese leggi qui!

Dallo Staff di Cani Piccoli

Anche se questa è la tua razza preferita ci sono tantissimi altri cani piccoli tutti da scoprire, vieni a conoscerli con noi!

Se il cane non ha grossi problemi e parliamo di prevenzione andrà bene un qualunque detergente da banco, ce ne sono tantissimi e si possono acquistare ovunque.

Se invece ti trovassi in presenza di acari, parassiti, infezioni allergiche o di altro tipo sarà il veterinario a consigliarti il miglior prodotto farmaceutico per ogni situazione.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
alimentazione del maltese

Alimentazione del cane Maltese

By Alimentazione No Comments

Alimentazione del cane Maltese: tutto quello che devi sapere

alimentazione del maltese

Il Maltese è un cane di piccola taglia, ed è uno delle razze più diffuse tra i cani d’appartamento e da compagnia.

Ha le zampe corte, un carattere allegro, è molto affezionato alla famiglia, ha una buona energia ed è attivo, ma senza esagerazioni.

Generalmente il suo peso varia dai 3 ai 4 kg. Ha il manto naturalmente liscio, lungo e serico, a crescita continua e senza sottopelo.

E’ una razza definita ipoallergenica, ovvero che non fa la muta e quindi non perde pelo.

Il Maltese è un cane di piccole dimensioni e di peso leggero, e deve restare tale. Per questo va fatta molta attenzione al tipo di alimentazione.

Somministrare cibo grasso, di scarsa qualità e in quantità eccessiva può essere causa di sovrappeso e di conseguenza di varie patologie che dovrebbero assolutamente essere evitate.

Ma vediamo di rispondere in modo semplice e chiaro alle più comuni domande che riguardano l’alimentazione del cane Maltese.

Proviamo a fare chiarezza sull’argomento e a darti qualche utile consiglio per mantenere le orecchie di Fido in ottima salute.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
cosa mangia il maltese

Cosa mangia il cane Maltese?

In base alle scelte del padrone il Maltese potrà consumare alimenti industriali secchi e umidi oppure pasti equilibrati preparati appositamente per lui.

Ambedue le scelte offrono svantaggi e vantaggi: la dieta a base di crocchette, se di buona qualità, dovrebbe fornire tutti i nutrimenti necessari per mantenere il cane in buona salute.

E’ purtroppo risaputo che spesso le case produttrici non utilizzano gli ingredienti migliori per i mangimi per cani, e che quelli a basso prezzo spesso non sono bilanciati.

Mentre la dieta casalinga, che se preparata correttamente sembra essere la soluzione più salutare, potrebbe scarseggiare in vitamine e minerali ed essere causa di carenze nutrizionali nel cane.

Qual’è quindi la soluzione migliore, e come orientarsi tra i vari tipi di alimenti industriali? Ti possiamo aiutare con alcuni consigli su come scegliere il cibo più adatto al tuo piccolo amico.

dieta casalinga maltese

La dieta casalinga per il Maltese

In linea di massima il Maltese, così come gli altri cani, dovrebbe consumare cibo fresco di buona qualità, con pochi grassi, bollito o crudo e non condito.

Preparare pasti bilanciati non è difficile: basterà creare un misto alimentare così composto:

  • 50% proteine animali
  • 25% verdure
  • 25% carboidrati

Tra gli alimenti consigliati ci sono:

  • Carne
  • Interiora (solo una volta a settimana)
  • Pesce
  • Cereali
  • Frutta e verdura adatta al cane
  • Solo occasionalmente uova e un po’ di formaggio.

Gli alimenti devono essere somministrati bolliti (o crudi, nel caso si scegliesse la dieta BARF) e senza condimenti di alcun tipo.

Per saperne di più sulla dieta casalinga del cane leggi qui.

Per saperne di più sugli alimenti sconsigliati leggi qui.

le crocchette per il maltese

Le crocchette per cani Maltesi

In commercio si trovano prodotti specifici per Maltesi (in particolare contenenti ingredienti che dovrebbero limitare il problema della fastidiosa lacrimazione rossa), per piccoli terrier, per cani senior, adulti, cuccioli e così via.

Ce ne sono per la dermatite, per le allergie, per i problemi gastrointestinali… c’è solo l’imbarazzo della scelta. Ma come orientarsi di fronte a tanta offerta?

Per scegliere il prodotto giusto bisogna saper leggere le etichette: è importante acquistarne uno che contenga tutti i nutrienti necessari per mantenere il nostro amico a quattro zampe in ottima salute.

  • Proteine grezze: 22%-24% per il cane adulto e 27%-30% per il cane cucciolo. Attenzione anche alla qualità delle proteine.
  • Grassi grezzi: 10%-20%. I migliori sono gli acidi grassi polinsaturi, gli Omega 3 e gli Omega 6, purtroppo spesso carenti nel cibo industriale (irrancidiscono facilmente).
  • Fibra grezza: è presente in piccole quantità, circa il 2,5%-5%, ma è importante perché serve a regolare la funzione intestinale nel cane. Non viene digerita ma viene espulsa attraverso le feci.
  • Ceneri grezze: è la dicitura con la quale si indicano i sali minerali.
  • Carboidrati: generalmente sono presenti per circa il 20%, ma non vengono indicati.
  • Umidità: anche il cibo secco contiene acqua, che generalmente è presente per 8%-10%.
cibo umido per il maltese

Il cibo umido per cani Maltesi

Il cibo umido è molto gradito al cane in quanto più gustoso delle crocchette, e fornisce maggior idratazione.

Sfortunatamente non è completo in termini di nutrienti come le crocchette, ha un costo maggiore ed è più difficile da conservare. E a differenza di quello che si crede, non andrebbe mischiato con le crocchette. E’ quindi una soluzione da considerare solo in particolari occasioni.

Qual'è il cibo migliore per il Maltese?

Quando si tratta di alimentazione non c’è una risposta precisa: la scelta del cibo dipende da vari fattori quali l’età, il livello di esercizio, lo stato attuale del cane.

Bisogna valutare se è in salute o ha patologie, se è in stato di gravidanza o post parto, se ha ancora i denti, se soffre di allergie…

Quando si verifica una di queste condizioni è sempre meglio rivolgersi al veterinario e discutere con lui caso per caso.

Un altro indicatore importante sono le feci: se troppo molli o gelatinose probabilmente dovremo cambiare leggermente il tipo di alimentazione, così come se il cane apparisse costipato.

quanto deve mangiare il maltese

Quanto deve mangiare il Maltese?

Non c’è un calcolo esatto riguardo le dosi del cibo, poiché come dicevamo ovviamente la quantità somministrata potrà variare in base al grado di attività del cane, all’età, all’eventuale stato di gravidanza o alla presenza di patologie.

Ma in linea di massima per calcolare i grammi di cibo casalingo si usa questa semplice formula:

  • Maltese cucciolo 6-7% del peso corporeo
  • Maltese adulto 3-4% del peso corporeo

Quindi un cucciolo di 1 kg dovrà mangiare circa 70 grammi di cibo fresco, mentre un adulto di 4 Kg dai 120 ai 150 grammi al giorno.

Per quanto riguarda le crocchette invece ci si dovrà attenere alle indicazioni presenti sulla confezione.

quando deve mangiare il maltese

Quando deve mangiare il cane Maltese?

Trattandosi in un cane di piccole dimensioni è meglio somministrare due pasti e non uno unico: il Maltese si manterrà leggero e i pasti saranno una gradita distrazione.

Come posso migliorare la salute del mio Maltese?

In aggiunta a quanto già contenuto nel cibo si possono somministrare integratori di vario tipo:

  • Multivitaminico
  • Glucosamina
  • Omega 3
  • Probiotici
  • Sistema immunitario

Ma ce ne sono molti altri, e per il Maltese può essere particolarmente utile quello per la lacrimazione rossa a base di alga spirulina e betacarotene.

Come sapere se il mio Maltese è in salute?

La prima cosa ovviamente è la vitalità del cane: se un cane vivace improvvisamente appare letargico e privo di energia potrebbe esserci un problema.

E nello specifico, parlando di alimentazione, i fattori chiave sono due: il pelo, che deve avere un aspetto lucente ed essere morbido e setoso, e le feci, che devono avere la giusta consistenza.

Altri elementi che possono servirci da indicatori per la salute di questa razza sono le macchie rosse sul muso (l’epifora, o lacrimazione rossa, può peggiorare in caso di allergie alimentari).

Oppure il fatto che il cane si gratti molto o si lecchi compulsivamente le punte delle zampe, evento che si verifica spesso in caso di allergie.

Qualunque cambiamento a livello fisico o psicologico del cane potrebbe indicare che ci sono carenze nutrizionali, e richiedere l’intervento del veterinario.

Posso cambiare alimentazione al mio Maltese?

Si, ma molto gradualmente. Il cane è un animale abitudinario e cambiamenti repentini potrebbero disturbarlo, soprattutto se stai passando dal cibo in lattina o dalla dieta casalinga alle crocchette che sono meno saporite.

Dallo Staff di Cani piccoli

Se questo post ti è stato d’aiuto per capire meglio le esigenze del tuo amico a quattro zampe non vorrai perdere gli altri post sulla salute, sulla cura e sull’educazione del cane. Vieni a scoprirli con noi!

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
la toelettatura del cane maltese

Toelettatura del Maltese

By Guide Utili No Comments

Toelettatura del Maltese in pochi semplici passaggi

la toelettatura del cane maltese

Il Maltese ha un pelo naturalmente lungo, liscio e setoso, senza sottopelo e a crescita continua.

E’ un cane di taglia piccola che non perde pelo, ed è anche per questo che è una razza di cani da appartamento tra le più amate in assoluto.

Ma questa caratteristica tanto apprezzata ha un suo prezzo: il pelo del Maltese cresce velocemente e si riempie di nodi piuttosto facilmente, obbligandoci così a costanti sedute dal toelettatore.

Ovviamente non tutti hanno un grosso budget per il mantenimento del pelo, ma non per questo si dovrebbe rinunciare al cane dei propri sogni.

Come fare dunque per evitare di pagare delle costose sessioni di toelettatura bimestrali? E’ possibile lavare e tosare il Maltese a casa?

Sì, è possibile, ci vogliono un po’ di pazienza e di esperienza ma si può fare! In questo articolo spiegheremo in breve come procedere per la toelettatura del Maltese in pochi semplici passaggi.

Alla fine di ogni sezione troverai il link alla nostra guida estesa con tante utili informazioni per la toelettatura del cane.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
come lavare un cane maltese

Come lavare un cane Maltese

Lavare un Maltese non è difficile: è un cane tranquillo e generalmente si lascia fare il bagnetto senza troppe proteste.

Per il lavaggio ti serviranno i seguenti prodotti:

  • Spazzola e pettine
  • Shampoo
  • Balsamo

Ti basterà poi seguire alcuni semplici passaggi:

  1. Assicurati di lavare il tuo amico in un posto tranquillo e silenzioso, sufficientemente caldo.
  2. Spazzola bene il mantello per rimuovere il pelo in eccesso. Fai attenzione ai punti delicati dove si formano i nodi, ovvero zampe, coda, zona intorno ai genitali, muso e peli sotto gli occhi.
  3. Metti dei batuffoli di cotone nelle orecchie del cane per evitare che entrino acqua e sapone.
  4. Bagna perfettamente il tuo cane con acqua tiepida e versa una buona dose di detergente sul mantello.
  5. Comincia massaggiando bene il corpo, poi passa alla testa, zampe e coda. Pulisci accuratamente tra le dita dei piedi, la zona dei genitali e il collo. Assicurati di trattare delicatamente il muso per non irritare gli occhi del tuo Maltese. Se il cane fosse molto sporco ripeti una seconda volta.
  6. Risciacqua a fondo e ripeti il trattamento precedente con il balsamo, e poi rimuovi qualunque residuo di condizionatore.
  7. Tampona con un asciugamano tiepido e asciutto e asciuga il cane con il soffiatore o il phon (se usi questo e non il soffiatore assicurati che la temperatura sia delicata).
  8. Offri un piccolo premio e fai tanti complimenti.

NB: occasionalmente, se il Maltese incontra spesso altri cani, potrai utilizzare uno shampoo specifico per i parassiti.

Cane Maltese ogni quanto va lavato

In realtà i cani andrebbero lavati il meno possibile, ma anche se è quasi impossibile limitarsi alle due o tre volte l’anno consigliate cerca di non abusare.

La toeletta eccessiva potrebbe danneggiare gli oli naturali che proteggono epidermide e mantello del cane e provocare malessere all’animale.

E’ importante utilizzare esclusivamente prodotti per cani di buona qualità e non per umani per evitare danni al manto del tuo animale, i nostri detergenti non sono l’ideale per la cura del pelo del Maltese.

Per saperne di più su come lavare il cane leggi qui.

come tosare un cane maltese

Come tosare un cane Maltese

Il pelo del Maltese dovrebbe essere mantenuto lungo, ma sapendo quanto è difficile tenerlo in ordine spesso si preferisce optare per un taglio pratico e corto.

Per tosatura ovviamente si intende un taglio corto e non una rasatura a pelle, che non va fatta in nessun caso.

La cute deve sempre essere coperta e protetta sia dal caldo che dal freddo, e una rasatura sbagliata potrebbe provocare lesioni e di conseguenza infezioni o danni alla salute del tuo cagnolino.

Per il taglio ti serviranno i seguenti strumenti:

  • Forbice a punte tonde
  • Spazzola e pettine
  • Tosatrice
  • Barretta da parrucchiere per il taglio della frangia

Procedi poi come segue:

  1. Lava e asciuga il cagnolino accuratamente (vedi sezione relativa al bagno).
  2. Se il mantello fosse molto lungo, inizia a tagliare il pelo più lungo con una forbice, partendo dal dorso e dalle zampe posteriori. Procedi con collo, petto, zampe anteriori e ventre, e lascia per ultima la coda.
  3. Una volta effettuata la sfoltitura manuale inizia a usare la tosatrice (mai contropelo). Procedi con delicatezza e senza fare pressione.
  4. Accorcia i peli del muso esclusivamente con le forbici (a punte tonde se non sei un toelettatore esperto), mai con la tosatrice. Fai molta attenzione all’area intorno agli occhi.
  5. Dai una bella forma tonda alle orecchie, così che non finiscano nel cibo quando il tuo maltese mangia.
  6. Prosegui con i ciuffetti tra le dita di piedi e infine accorcia i peli della coda.
  7. Concedi uno snack per premiare l’animale.

N.B.: Se deciderai di tagliare solo con le forbici (ad esempio per spuntare il pelo che vuoi mantenere lungo) aiutati con le dita e un pettine adatto per prendere le misure, oppure con una barretta da parrucchiere per il taglio della frangia

Per saperne di più su come toelettare il cane leggi qui.

come tagliare le unghie a un maltese

Come tagliare le unghie al Maltese

Tagliare le unghie al Maltese può rivelarsi estremamente difficile: molti cani hanno il terrore del tagliaunghie o della lima elettrica, molti non stanno fermi e altri hanno le zampe così piccole da rendere quasi impossibile l’operazione.

E’ quindi importante procedere con estrema delicatezza per mantenere l’animale il più tranquillo possibile.

Per il taglio delle unghie ti serviranno questi strumenti:

  • Tagliaunghie oppure Lima elettrica
  • Polvere emostatica (facoltativa ma pratica in caso di incidenti, meglio averla a disposizione!)
  1. Trova un luogo tranquillo e porta con te  il cane e tutto quello che ti serve.
  2. Individua l’area di taglio e se può esserti utile fai un piccolo segno con un pennarello sull’unghia.
  3. Siediti sul pavimento insieme a Fido ( o trova una posizione comoda sia per te che per il cane) e sollevargli la zampa.
  4. Inizia a tagliare le unghie dalle zampe anteriori. Solleva la zampa del cane, mantienila ben ferma, e taglia ogni unghia sempre dall’alto verso il basso, con taglio perpendicolare (45° circa). Non avvicinarti troppo alla carne viva, stai a una discreta distanza (2 mm circa).
  5. Taglia lo sperone, ovvero l’unghia che si trova all’interno della gamba: tende a spezzarsi molto facilmente.
  6. Dai al tuo Maltese qualche snack e fagli tante coccole, premiarlo è il modo migliore per assicurarsi che non si arruoli nella legione straniera prima del prossimo taglio!

E se per caso sbagli e l’unghia sanguina leggermente disinfetta e usa della polvere emostatica per fermare il sanguinamento.

Per saperne di più su come tagliare le unghie al cane leggi qui.

come pulire le orecchie a un maltese

Come pulire le orecchie al Maltese

Questa operazione è meno difficile del taglio delle unghie ma è altrettanto delicata, bisogna infatti evitare di penetrare troppo a fondo e danneggiare il timpano del cane.

Per la pulizia delle orecchie ti serviranno dei semplici strumenti:

  • Tamponi di cotone e garza tagliata a pezzetti, oppure salviettine umide
  • Soluzione detergente per le orecchie
  • Pinzetta lunga (tipo quella per le sopracciglia)

Per effettuare una pulizia profonda e senza danni meglio procedere per gradi:

  1. Fai sedere comodamente il Maltese su una superficie rialzata, ad esempio il tavolo. Assicurati che si senta comodo e non sia distratto o disturbato.
  2. Solleva l’orecchio e versaci un po’ di detergente. Muovi la testa in modo che il liquido scorra e penetri fino in fondo al canale. Aiutati appoggiando il pollice sulla cartilagine alla base dell’orecchio e fai scorrere il dito dal basso verso l’alto.
  3. Effettua un leggero massaggio per aiutare il liquido a penetrare sul fondo e a sciogliere il cerume.
  4. Arrotola un pezzo di garza (o una salviettina) intorno al dito indice ed entra delicatamente nell’orecchio del cane.
  5. Pulisci delicatamente le pareti. Ripeti con la soluzione e vai avanti a pulire fino a quando la garza non sarà più sporca.
  6. Se le orecchie del cane fossero troppo piccole arrotola un pezzo di garza su se stessa per formare una specie di bastoncino e usalo per pulire la cavità auricolare.
  7. Tampona l’orecchio con il cotone per limitare la fuoriuscita di detergente quando il cane scuoterà la testa.
  8. Premialo con uno snack e rivolgigli molti complimenti.

Ed evita i classici bastoncini per le orecchie, sembrano la soluzione più pratica ma basta un millimetro di troppo perché il tuo amico si faccia male.

Per saperne di più su come tagliare le unghie al cane leggi qui.

Dallo Staff di Cani Piccoli

Se questo articolo ti è stato utile vieni a scoprirne molti altri con noi per imparare tutto quello che devi sapere sui cani piccoli e su come gestirli al meglio.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
incroci barboncino

Barboncino: 19 incroci di taglia piccola e toy che ti ruberanno il cuore

By Guide Utili No Comments

Barboncino: 19 incroci di taglia piccola e toy che ti ruberanno il cuore

incroci barboncino

Ebbene si, il Barboncino è probabilmente il cane più incrociato in assoluto. E non a caso! 

Chiunque abbia avuto un Barboncino potrà confermare un’inconfutabile verità: i Barboncini danno dipendenza! 

Hanno una personalità così accattivante da rendere l’adozione di razze diverse molto difficile. I padroni di barboncini sono fedeli, quello è poco ma sicuro.

Questi cani di piccola taglia hanno davvero un carattere stupendo: sono allegri, intelligenti, giocherelloni, si addestrano facilmente e sono fedelissimi al padrone.

Hanno un buon livello di energia, amano la vita all’aria aperta ma si adattano benissimo alla vita in appartamento. 

Hanno il pelo a crescita continua e non fanno la muta, caratteristica che sfortunatamente rende questa razza piuttosto costosa in termini di toelettatura, ma ne fa un cane ipoallergenico, visto che non perde pelo.

E per non farsi mancare nulla, ce ne sono 5 taglie (di cui la più piccola non riconosciuta dalla FCI) e 5 colori solidi riconosciuti, più 4 colori non riconosciuti e un buon numero di mantelli bicolori. 

Il Barboncino è senza dubbio il candidato perfetto per dare i natali a tantissime altre razze una più bella dell’altra. Ne abbiamo trovate ben 61, e te le presentiamo tutte in questo articolo.

Ma attenzione: trattandosi di incroci, e non di cani puri, peso, forma e dimensioni possono variare notevolmente da un esemplare all’altro, per cui indicheremo una semplice media.

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.

Gli incroci del Barboncino: le taglie toy

Abbiamo classificato come cani toy le razze che hanno un peso medio che varia dai 3 ai 5 kg.

chipoo

Chipoo - con Chihuahua

Poiché questo cane può nascere dall’incrocio del minuscolo Chihuahua con un Barboncino Toy o Mini toy lo classifichiamo come taglia XS, ma tutto dipende dalla taglia del barbone. 

E’ decisamente un cane piccolo dalla grande personalità che tenderà a comportarsi da piccola diva, e finirà per diventare l’indiscusso padrone di casa.

Pur avendo maggiore tendenza ad abbaiare e a mordere di altri meticci è assolutamente adorabile, è si può portare ovunque in borsetta.

  • Peso 2-5 kg
pomapoo

Pomapoo - con Volpino di Pomerania

L’accoppiamento tra quel nervoso capellone del Volpino di Pomerania e il ricciuto Barboncino darà vita a un cucciolo con un pelo folto, morbidissimo e che cresce davvero in fretta.

Il Pomerania può avere un carattere ansioso ed essere piuttosto diffidente con gli sconosciuti, per cui potrebbe non essere il meticcio giusto per chi ha bimbi piccoli o viene spesso in contatto con estranei.

Sfortunatamente questo cane probabilmente perderà parecchio pelo, per cui se è tua prima scelta assicurati di non avere allergie.

  • Peso 2-5 kg
yorkipoo

Yorkipoo - con Yorkshire

Questo incrocio produce un cane che sa quello che vuole: gli atteggiamenti da signora del castello dello Yorkshire e il bisogno continuo di attenzioni del Barbone terranno impegnato qualunque padrone.

Lo Yorkie non è il cane più obbediente in assoluto, quindi il cucciolo potrebbe necessitare di essere educato fin da giovane.

E’ un cane ad alta manutenzione poiché il pelo cresce molto in fretta, ma ne perde davvero pochissimo.

  • Peso 2-5 kg

Gli incroci del Barboncino: le taglie piccole

In questa categoria abbiamo raggruppato una lista di incroci di cani di piccola taglia con un peso medio dai 4 agli 8 kg circa

affenpoo

Affenpoo - con Affenpinscher

Questo incrocio dà vita a un cane rustico, sano e robusto, con un alto livello di energia e che ha bisogno di un buon livello di esercizio.

E’ perfetto per famiglie con bambini, un po’ meno per padroni pigri. Potrebbe perdere pelo, ma non quanto l’Affenpinscher.

  • Peso 5-7 kg
bolondoodle

Bolonoodle - con Bolognese

Altro incrocio assolutamente fortunato: due razze di taglia piccola che si somigliano molto, con il mantello quasi uguale e le stesse proporzioni.

Tutte e due con il manto a crescita continua e quindi che non perdono pelo. Insomma, un’accoppiata perfetta sia fisicamente che caratterialmente.

Questi cani sono simpatici, divertenti e sanno essere ottimi amici per i bambini. E il Bolognese è davvero adorabile!

  • Peso 4-7 kg
cairndoodle

Cairndoodle - con Cairn terrier

Un musetto graziosissimo circondato da un bel pelo folto è il tratto che contraddistingue questo bellissimo meticcio.

La dolcezza del Barboncino sminuisce l’irruenza del Cairn Terrier senza però abbassare il livello di energia.

E’ un animale che si adatta bene in appartamento ma ha bisogno di molto esercizio. Grazie al Cairn molte delle patologie ereditarie del Barbone non si presentano in questo ibrido.

  • Peso 5-8 kg 
cavapoo

Cavapoo - con Cavalier King Charles Spaniel

Se la dolcezza fosse un cane sarebbe sicuramente un Cavapoo! Questo incrocio onora la delicata sensibilità del Cavalier King ed esalta la grazia del Barboncino, dando così vita ad un ibrido assolutamente adorabile. 

Ma c’è un rovescio della medaglia importante: il Cavalier King Charles Spaniel non ha una salute di ferro ed è affetto da moltissime patologie, in particolare quelle respiratorie. 

E purtroppo questo è un fattore da tenere in considerazione prima di acquistare o adottare questo cane.

  • Peso 5-8 kg 
doxiepoo

Doxiepoo - con Bassotto

Il frutto di questo accoppiamento può risultare piuttosto anticonvenzionale: le zampe lunghe e l’aspetto aggraziato del Barboncino contrastano parecchio con le gambette corte del bassotto e con il suo corpo allungato.

Eppure l’incrocio funziona, e dà origine ad un Bassotto dal pelo folto e dal carattere dolce, con proporzioni più equilibrate.

  • Peso 4-10 kg
eskiepoo

Eskipoo - con American Eskimo

E’ una combinazione estremamente rara, motivo per cui i cuccioli possono essere molto costosi.

Ma hanno un aspetto davvero carino e sono ottimi compagni di giochi per i bambini. Grazie al Barboncino questo ibrido si adatta meglio alla vita in appartamento dell’American Eskimo.

  • Peso 5-9 kg
foodle

Foodle - con Fox Terrier

Davvero si può incrociare un cane rustico, irruento e sempre in movimento con un esemplare elegante e nobile come il Barbone?

Ebbene sì, si può, e il risultato è un cane dal pelo spesso e duro, molto attivo ma non tanto quanto l’irrequieto Fox Terrier. Ed è anche più amichevole con gli sconosciuti.

  • Peso 5-9 kg
havapoo

Havapoo - con Bichon Havanese

L’esotica bellezza caraibica del Bichon Havanese si sposa perfettamente con la raffinata eleganza del Barboncino, e produce un cagnolino davvero grazioso e dal carattere molto dolce.

Ma non solo: anche questo incrocio non perde o perde pochissimo pelo, caratteristica che lo rende particolarmente indicato per chi soffre di allergie.

  • Peso 3-6 kg
lhasapoo

Lhasapoo - con Lhasa Apso

Altro incrocio molto fortunato, che dà i natali a un cagnolino di bell’aspetto e che generalmente va d’accordo con i gatti e gli altri animali, ma un po’ meno con gli sconosciuti.

E’ amorevole e molto intelligente, ma se somigliasse più al genitore Lhasa Apso che al Barbone potrebbe avere un piccolo difetto: pare che i Lhasa russino parecchio!

  • Peso 5-8 kg
maltipoo

Maltipoo - con cane Maltese

Questo incrocio Maltese Barboncino, insieme al Goldendoodle, è il meticcio di taglia piccola più diffuso, al punto da essere diventato nell’immaginario collettivo una razza a sé.

Questo incantevole cagnolino può avere il pelo più o meno riccio ed essere di vari colori, ma riunisce tutte le caratteristiche che ci fanno tanto amare i genitori: intelligenza, simpatia e dolcezza.

E il Maltipoo non fa la muta, quindi non perde pelo!

  • Peso 3-6 kg
pekapoo

Peekapoo - con Pechinese

Se questo matrimonio garantisce un cucciolo dall’aspetto davvero seducente, prima di fare acquisti dobbiamo ricordare che il Pechinese è un cane brachicefalo e quindi particolarmente propenso ad avere problemi respiratori.

E non è il cane con il carattere più semplice da gestire, a differenza del Barboncino, per cui il cucciolo potrebbe necessitare di un po’ di tempo in più da investire nell’educazione. 

Potrebbe non essere particolarmente adatto per famiglie con bambini, in quanto il Pechinese non ama molto le attenzioni dei più piccoli.

  • Peso 3-6 kg
pochoon

Poochon - con Bichon Frisé

Cosa può nascere tra due cani così belli e con un carattere così allegro, se non una piccola meraviglia? 

L’irriducibile simpatia del Bichon Frisé e la sua innata esuberanza compensano la leggera tendenza del Barboncino ad essere protettivo verso il padrone, caratteristica che a volte lo porta a non amare molto gli estranei.

Sono due razze ideali per la vita in appartamento e faranno felici sia proprietari anziani che famiglie con bambini. Man non possono essere lasciati soli troppo a lungo.

  • Peso 4-7 kg 
schnoodle

Schnoodle - con Schnauzer Miniatura

Se in casa ci sono altri animali lo Scoodle potrebbe essere il nuovo membro ideale della famiglia: questo cane è perfetto in compagnia di altri animali, si ambienta molto meglio in branco che da solo.

Tuttavia può essere diffidente con gli sconosciuti e piuttosto protettivo verso la famiglia, in quanto lo Scottish Terrier tende ad essere un buon cane da guardia. 

  • Peso 4-7 kg
scoodle

Scoodle - con Scottish Terrier

E’ facile immaginare questo meticcio come un bel cane con i baffi ricci, ma in realtà lo Schnoodle assomiglia spesso a un semplice Barboncino con i colori dello Schnauzer. E’ un cane molto espressivo, ed è un piccolo clown che sprizza allegria da tutti i pori.

Ma attenzione a taglia e peso del cucciolo: lo Schnauzer esiste in taglia standard proprio come il Barbone, per cui meglio assicurarsi che il nuovo membro della famiglia sia figlio di cani toy o miniatura, per evitare di ritrovarsi con un cane decisamente più grosso del previsto.

  • Peso 5-9 kg
shih-poo

Shih Poo - con Shih Tzu

Poiché lo Shih Tzu ha un carattere testardo il nuovo cucciolo potrebbe non avere lo stesso carattere accomodante che ci si aspetta da un Barboncino.

Ci vorranno quindi un po’ di tempo e pazienza oppure il supporto di un educatore cinofilo. Ma vale la pena di fare l’investimento, dato che lo Shih Poo è davvero grazioso!

  • Peso 4-8 kg 
westiepoo

Westiepoo - con West Highland White Terrier

Il cucciolo di Westiepoo ha una bella testa gonfia e pelosa e un aspetto solido e forte. E’ riflessivo e deciso come il Westie ma affettuoso come il Barbone.

E’ però propenso alla caccia e gli piace inseguire piccole prede, caratteristica che lo rende poco idoneo a stare in branco. Potrebbe quindi non essere il compagno ideale per famiglie con altri animali, in particolare con gatti. 

  • Peso 4-8 kg 

Gli incroci di Barboncino sono riconosciuti da FCI?

No, nessuno di questi cani è di razza pura, sono incroci e di conseguenza, nonostante la pubblicità fatta dagli allevatori per spacciarli per cani di razza, sono semplicemente dei meticci.

Incrocio di Barboncino: gli esemplari delle varie “razze” sono tutti uguali?

No, purtroppo questi ibridi, seppur allevati da allevatori che cercano di standardizzare le caratteristiche incrociando ibridi tra di loro, sono ancora troppo recenti perché si abbia la sicurezza di ottenere determinate caratteristiche in tutti i cuccioli.

Se ad esempio vengono incrociati uno Yorkshire e un Barbone potranno nascere cuccioli molto diversi tra di loro, ma anche incrociando 2 Yorkipoo potremmo ritrovarci con cuccioli non identici.

E perché a un cane venga rilasciato il pedigree dovrà rispettare una serie di requisiti piuttosto importante riguardo purezza e albero genealogico.

Tieni presente che il Barboncino esiste in tante taglie e colori e che spesso gli allevatori fanno esperimenti, per cui è molto importante valutare il rapporto peso altezza del cucciolo per capire quale sarà la futura dimensione del cane adulto.

Quali sono le taglie del Barbone?

Il Barboncino è riconosciuto in 4 taglie, mentre ce n’è una chiamata Minitoy o TeaCup che non è riconosciuta.

  • Barboncino toy: altezza al garrese 23-28, peso ideale 3-5 kg.
  • Barboncino nano: altezza al garrese 28 – 35 cm, peso ideale 7-8 kg.
  • Barboncino medio (o barbone media mole): altezza cm 35-45, peso ideale 12/14 kg.
  • Barbone standard ( o barbone grande mole): altezza cm 45-60, peso ideale 22/24 kg.

La presenza di tutte queste taglie fa sì che nei meticci di Barbone la possibilità che il cucciolo diventi più grande o resti più piccolo del previsto sia una possibilità reale.

Se deciderai di comprarlo meglio farlo in un allevamento dove i genitori siano visibili.

Dallo Staff di cani piccoli

Molti di questi ibridi sono difficili da trovare, mentre è più semplice adottare i cani delle razze originali.

Scoprili con noi su canipiccoli.it!

Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.