Skip to main content

Australian Silky Terrier

Australian Silky Terrier

Carattere e Caratteristiche

L’Australian Silky Terrier è un cane di piccola taglia molto simile allo Yorkshire ma leggermente più grande, e ovviamente ha origine in Australia.

E’ un cane da compagnia perfetto per chiunque, anche per padroni alle prime armi: è allegro, fedele, attento e molto adatto per famiglie con bambini. In Italia è poco conosciuto, a differenza dello Yorkshire che invece tra le razze di cani da compagnia più comuni in assoluto.

Le due razze si somigliano molto, ma ci sono varie differenze. Nel caso non sapessi decidere tra un meno comune Australian Silky Terrier o un classico Yorkshire Terrier leggi questo articolo, ti aiuteremo a capire chi sarà il tuo prossimo migliore amico a quattro zampe.

Il Australian Silky Terrier in breve

Buono con i bambini 100%
Amichevole con gli animali 55%
Protettivo 70%
Facile da addestrare 91%
Ha bisogno di esercizio 86%
Amichevole con gli sconosciuti 43%
Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.

Il Australian Silky Terrier in breve

Buono con i bambini 100%
Amichevole con gli animali 55%
Protettivo 70%
Facile da addestrare 91%
Ha bisogno di esercizio 86%
Amichevole con gli sconosciuti 43%
Alcuni dei link in questo articolo potrebbero essere affiliati a terze parti. Nel caso di un acquisto da parte tua direttamente sul sito riceverò un piccolo compenso dal venditore, ma a te non costerà nulla. Alcuni sono prodotti che ho testato e apprezzato personalmente, altri sono stati provati da migliaia di clienti che li hanno valutati per noi. Tutto quello che proponiamo in questo sito è stato pensato per aiutarti a migliorare il tuo rapporto con Fido e speriamo di esserci riusciti. Questo sito non intende dare consigli medici o sostituire il parere di esperti di settore, è stato pensato solo come forma di intrattenimento per gli amanti dei cani. Se vuoi saperne di più puoi leggere le informazioni contenute nel rapporto di modalità, gestione e trattamento dei dati personali degli utenti.
storia-silky

Storia della razza Australian Silky Terrier

Questa razza deriva dall’incrocio dello Yorkshire Terrier con un’altra bellezza nazionale, l’Australian Terrier.

A sua volta l’Australian Terrier discende da un buon numero di razze originarie della Gran Bretagna, ovvero Black and Tan Terrier, Irish Terrier, Cairn Terrier, Skye Terrier, Dandie Dinmont Terrier e probabilmente una razza autoctona della Tasmania denominata Broken Coated Terrier.

L’Australian Silky Terrier nasce verso la fine del 1800, non si sa se per creare una razza nuova o semplicemente perché furono selezionati gli esemplari con il manto più setoso tra le cucciolate degli Australian Terriers. Inizialmente furono chiamati Sydney Silky.

I primi esemplari di Australian Silky Terrier furono importati negli Stati Uniti nel 1950, dove non ricevettero una buona accoglienza alle mostre canine: in fondo si trattava solo di uno Yorkshire di grandi dimensioni e nessuno voleva un clone con qualche kg in più.

A dare vita al primo Silky Terrier Club in America fu una coppia di appassionati della razza, Merle e Peggy Smith, che lavoravano entrambi per la Pan Am. Ne videro uno a San Francisco e chiesero alla proprietaria di procurare un esemplare anche per loro.

Da allora la strada è stata tutta in salita e il Silky Terrier è finalmente stato riconosciuto come una razza a sé. Gli standard di razza sono stati fissati American Kennel Club nel 1958 e dal Canadian Kennel subito dopo.

carattere-silky

Carattere dell'Australian Silky Terrier

Questo dolce cagnolino ha un carattere davvero meraviglioso: è intelligente, allegro, solare e curioso.

E’ il compagno ideale anche per famiglie con bambini poiché è estremamente esuberante e giocherellone e non si stanca facilmente, per cui i più piccoli non lo disturbano. E’ anche estremamente fedele al proprietario.

Si adatta bene alla vita in casa ma ha bisogno di fare esercizio quotidianamente per non ingrassare. E’ un ottimo cane da lavoro e si addestra facilmente.

Può diventare dominante, al punto da credere di essere il capofamiglia, e per questo motivo è meglio educarlo sin da piccolo a socializzare correttamente con persone e animali. Vede questi ultimi come prede e non sempre gli piacciono i gatti.

Caratteristiche del cane Australian Silky Terrier

NB: questi sono gli standard di razza fissati da FCI e ENCI e quindi validi per l’Europa. Standard di taglia, colore o manto diversi possono essere accettati da AKC e NKC. Per maggiori informazioni controlla gli standard del paese che ti interessa.

Le foto presenti in questo sito possono rappresentare sia gli standard FCI che quelli di AKC e NKC.

Standard ENCI FCI

  • Gruppo 3 Terrier
  • Sezione 4 Terrier di compagnia (gamba corta)
  • Senza prova di lavoro
dimensioni silky

Dimensioni

Ne esiste una sola:

  • Altezza al garrese cm 23-26, peso kg 3- 6

Tipo di pelo e mantello

Il pelo è piatto, fine e brillante, molto serico. La lunghezza non deve essere impedire il movimento del cane. Gli arti anteriori e posteriori sono privi di peli lunghi.

silky terrier

Colori

Sono ammesse tutte le tonalità di blu focate , più intenso è il colore, meglio è. Il blu sulla coda deve essere molto scuro. Il ciuffo dovrebbe preferibilmente essere blu argento o fulvo.

Il blu focato è distribuito come segue: focato intorno alla base dell’orecchio, sul muso e ai lati delle guance; blu dalla base del cranio fino all’estremità della coda, scendendo sugli arti anteriori fino alla prossimità del carpo e scendendo dalle cosce fino al garretto.

La focatura si espande sulle ginocchia verso il carpo e dal garretto alle dita. Inoltre, deve essere presente una focatura attorno all’ano. Il colore blu del corpo deve essere esente da focature o carbonature. Le focature devono essere pulite.

Il colore nero è ammesso nei cuccioli, ma il blu deve essere presente verso l’età di 18 mesi.

Testa

Il cranio è piatto, non pieno e coperto da un soffice ciuffo. Il tartufo è nero, la mascella si chiude a forbice e gli occhi sono piccoli, a mandorla, di color marrone scuro, ben distanziati e non sporgenti.

Corpo

Di media lunghezza, elegante e leggermente arcuato, esce bene dalle spalle.

Coda

Se tagliata, è attaccata alta, portata eretta, ma non troppo gaiamente, e senza frange.

Non tagliata: le prime tre vertebre portate erette o leggermente ricurve, ma non sul dorso. Non deve essere arrotolata e non deve presentare frange.

vita-silky

Quanto vive un Australian Silky Terrier

Come tutti i terrier anche questo cane Australiano ha una buona aspettativa di vita, la media è infatti di ben 12-15 anni.

Malattie della razza Australian Silky Terrier

Questa razza è naturalmente sana e robusta, ma può soffrire di malattie ereditarie comuni a questi tipi di cani o alle normali malattie del cane. Tra le più frequenti patologie dell’Australian Silky terrier troviamo:

  • Otite, sordità congenita
  • Allergie alimentari e del pelo
  • Malattia di Legg-Perthes-Calvé (necrosi dell’anca)
  • Rottura dei legamenti
  • Lussazione della patella
  • Collasso tracheale
  • Diabete
  • Epilessia

Cosa mangia un Australian Silky Terrier

Gli Australian Silky Terrier sono cani molto attivi, ma la vita in famiglia e lo scarso esercizio fisico possono essere causa di sovrappeso. E’ quindi molto importante non esagerare con le razioni e scegliere solo cibo di buona qualità, per evitare problemi futuri quali obesità, diabete (patologia per cui la razza è particolarmente predisposta) e colesterolo.

Alimentazione del cucciolo

Lo svezzamento del cucciolo di Australian Silky Terrier inizia verso le 4 settimane di età. A partire dal primo mese di vita si potrà iniziare ad inserire del mangime specifico per cuccioli o della carne macinata fine, iniziando con un pasto al giorno in combinazione con il latte materno.

Tra il primo e il secondo mese i pasti a base di cibo solido dovranno essere somministrati circa 3/4 volte al giorno, e tre a partire dal secondo mese di vita.

Alimentazione dell'Australian Silky Terrier adulto

Trattandosi di un cane di taglia piccola è preferibile somministrare due pasti al giorno per evitare che Fido si ritrovi con lo stomaco vuoto per troppe ore al giorno. I pasti devono essere bilanciati e contenere il giusto apporto di proteine, carboidrati, grassi e minerali.

Il cibo secco (crocchette per cani)

Ovviamente la scelta più pratica è quella del cibo secco di buona qualità, a condizione che ci si attenga alle dosi consigliate per peso ed età.

E bisogna tassativamente sceglierne uno studiato per cani di razze piccole e con le caratteristiche giuste i piccoli terrier (in commercio se ne trovano addirittura alcune varietà specifiche compatibili con l’Australian Terrier)

Ricorda di controllare sempre gli ingredienti e soprattutto l’apporto di vitamine e minerali, indispensabile per mantenere in forma i nostri cani. L’utilizzo del cibo umido come unica alternativa è sconsigliabile, ma se ne può aggiungere una piccola quantità per rendere più gradevole il cibo secco.

LA DIETA CASALINGA PER CANI

Se invece non volessi somministrare cibo confezionato e volessi cucinare per il tuo cane , la scelta più indicata per la preparazione di cibo casalingo ricade su prodotti primari da somministrarsi prevalentemente bolliti.

Cibi permessi

  • Carne
  • Interiora
  • Pesce
  • Cereali
  • Frutta e verdura adatta al cane
  • Solo occasionalmente uova e un po’ di formaggio.

Cibi vietati

  • Dolci
  • Prodotti da forno
  • Cibi grassi e unti
  • Ossa tubolari
  • Cibo speziato e affumicato
  • Cipolla e aglio
  • Funghi
  • Avocado

Ma è importante ricordare che per dieta casalinga non si intendono gli avanzi di cucina, bensì cibo appositamente preparato per il tuo compagno, che potrà essere congelato e scongelato all’occorrenza

Cucinare in casa non è difficile, ti basterà preparare un misto di proteine, carboidrati e verdure (50% – 25% -25%) e aggiungere un multivitaminico e un integratore di glucosamina e omega 3.

La quantità dei componenti del cibo casalingo per cani può variare ma la parte maggiore deve sempre essere composta dalle proteine, che sono alla base di una corretta alimentazione.

Per maggiori informazioni su come alimentare correttamente il tuo cane con cibo casalingo puoi attenerti ai suggerimenti presenti nella nostra guida: “La dieta casalinga per il cane”. Si consiglia comunque di rivolgersi sempre a un veterinario nutrizionista.

Il cane è un animale che non ama i cambiamenti quando si tratta di dieta, quindi è meglio sceglierne una dall’inizio e non cambiare successivamente le abitudini del cane.

cura-silky

Sverminazione dell'Australian Silky Terrier

E’ importante ricordarsi di sverminare periodicamente sia i cani cuccioli che gli esemplari adulti, in particolare se adottati da rifugi, canili o da privati.

Gli Australian Silky Terrier hanno un temperamento piuttosto esuberante e sono frutto di incroci tra cani da caccia e da lavoro, per cui finiranno sicuramente per inseguire piccoli animali entrando anche in contatto con le loro feci. Scegli un vermifugo per cani indicato al peso e all’età del tuo cane.

Altri consigli per mantenere in forma il tuo Australian Silky Terrier

Profilassi per zecche e pulci

L’Australian Silky Terrier ha una grande esuberanza e come tutte le razze di piccoli terrier adora infilarsi nelle tane a cacciare uccelli e roditori. Per questo motivo, se vivi in zone a rischio, si consiglia di effettuare regolarmente la profilassi per pulci e zecche.

E di fare molta attenzione alle spighe di forasacco, che potrebbero facilmente infilarsi negli occhi, nel naso e nella bocca.

Taglio delle unghie

Anche se il cane esce poco, le unghie vanno accorciate regolarmente per evitare che il tuo amico si faccia male quando corre.

Pulizia delle orecchie

La razza Australian Silky Terrier è predisposto a infezioni del canale auricolare e sordità. La pulizia delle orecchie è indispensabile per evitare odori sgradevoli o patologie quali:

  • Otoacarasi
  • Otiti batteriche
  • Otiti micotiche
  • Catarro auricolare
  • Otiti da corpo estraneo

Pulizia dei denti

Anche la pulizia del cavo orale va presa in seria considerazione, poiché se non effettuata può essere responsabile di gravi disturbi quali:

  • Gengivite
  • Stomatite
  • Parodontite
  • Tumori della bocca
  • Alitosi

La soluzione migliore per prevenire seri danni è quella di effettuare una pulizia dentale quotidiana per evitare la caduta di denti in giovane età o costose pulizie sotto sedazione.

In commercio troverai, oltre che modelli classici, anche spazzolini tipo guanto che si infilano sulle dita o spazzolini che puliscono contemporaneamente arcata interna ed esterna, e vari gusti di dentifricio enzimatico specifico per il tuo pet!

Cerca di lavare i denti almeno una volta ogni due giorni, ma se ti fosse impossibile cerca almeno di lavarli con una certa frequenza.

Può essere utile somministrare uno snack per la pulizia dei denti ogni giorno, in commercio se ne trovano tantissimi di gusti e forme diverse. Ma da soli non risolvono la situazione, i denti vanno comunque spazzolati!

Ghiandole perianali

Ricordati di controllare periodicamente lo stato delle ghiandole perianali per evitare  situazioni quali:

  • Ascesso dei sacchi anali
  • Tumori (adenomi e adenocarcinomi)
  • Infezioni batteriche atipiche
  • Micosi

Ti accorgerai quando è il momento perché il cane inizierà a strusciare l’ano sul pavimento, si gratta o lecca ripetutamente ed ha cattivo odore.

Sterilizzazione

Sterilizzare il tuo Australian Silky Terrier può metterlo al sicuro da futuri problemi: la femmina, se operata prima del primo calore, rischierà molto meno di sviluppare tumori maligni delle mammelle, mentre il maschio sarà meno aggressivo e meno propenso alla fuga.

I cani di piccola taglia tendono ad essere dominanti e i Silky decisamente fanno parte della categoria. La castrazione nel maschio limita questo tipo di comportamento a rischio. Questa razza ha forti istinti alla caccia e quindi può diventare aggressiva verso altri animali.

Per chi è adatta la razza Australian Silky Terrier

Per chi cerca un cane da compagnia di piccole dimensioni ma di grande personalità, e può fargli fare attività fisica in quantità sufficiente.

Per chi adora lo Yorkshire Terrier ma cerca un cane un po’ più grande e meno delicato.

Per chi non è adatto l'Australian Silky Terrier

Per chi non può portarlo a passeggiare, per chi ha altri animali domestici (va sempre testato) e per chi non ha budget per il mantenimento del pelo.

E’ molto esuberante e quindi non è indicato per persone che abbiano bisogno di molta tranquillità, se quello è il caso meglio optare per una razza diversa.

Domande Frequenti

Quanto costa un cucciolo di Australian Silky Terrier?

Il prezzo di un cucciolo di Australian Silky Terrier testato e con pedigree varia dai 1000 euro in su, ma si può arrivare anche a 2000 per un animale con il giusto albero genealogico. E’ una razza canina poco diffusa, per cui se volessi acquistarne uno rivolgiti solo ad allevatori qualificati.

L'Australian Silky Terrier perde pelo?

Non molto, come tutti gli incroci con lo Yorkshire Terrier ne perde molto poco. Ma ha bisogno di toelettatura costante.

Il Silky Terrier puzza?

Generalmente no, questo piccolo cane Australiano non emana cattivi odori, e la puzza potrebbe essere il segnale d’allarme che qualcosa non va nell’animale, o che ha problemi ormonali.

I problemi più comuni che riguardano il cattivo odore del cane sono:

  • Batteri nelle pieghe del muso (problema per il quale si consiglia una pulizia dopo i pasti con un panno di cotone umido)
  • Alito cattivo, dovuto a scarsa igiene dentale
  • Ghiandole perianali non svuotate
  • Orecchie sporche
  • Mantello sporco
  • Periodo del calore nella femmina
  • Flatulenza (le classiche puzzette, spesso dovute a cattiva alimentazione)

Di solito questi problemi non compromettono fortemente la salute del cane, ma solo tu conosci bene il tuo pet e se noti qualcosa di anormale o di cui non sei sicuro fallo controllare da un veterinario.

Come toelettare un Silky Terrier

Questa razza ha bisogno di cure costanti, poiché il pelo si annoda tanto facilmente quanto i capelli umani. Per cui, se decidi di fare la toelettatura di base personalmente, segui queste indicazioni passo a passo.

Si inizia sempre spazzolando bene il cane per rimuovere tutti i nodi dal pelo, soprattutto se è un’operazione che non si fa quotidianamente. Spazzola il manto dividendolo per livelli.

Inserisci delle palline di cotone nelle orecchie del cane per evitare che ci entrino acqua o schiuma.

Dovrai poi lavare bene il cane con uno shampoo specifico, risciacquare bene e poi ammorbidire il pelo con un balsamo condizionatore (importante: usa esclusivamente prodotti per cani e non per umani!). Attenzione a occhi e orecchie.

Tampona bene il cane con un asciugamano asciutto, meglio se tiepido, e rimuovi tutta l’acqua in eccesso. Asciuga bene con il phon non troppo caldo.

Inizia a spuntare zampe e corpo e poi passa alla testa. Attenzione ai punti delicati (occhi, orecchie, interno delle dita, zona intorno ai genitali). Visto che parliamo di trimming leggero, ovvero di una piccola spuntatura, per regolare la lunghezza del mantello, usa la forbice e non tagliare mai il pelo troppo corto.

E’ importante non tosare completamente l’animale, il pelo ruvido, se tosato, perde struttura e a volte cambia anche colore.

E per chi non si sente sicuro… un buon toelettatore ha un certo costo, ma il tuo cane avrà sempre un mantello in condizioni perfette e un aspetto fantastico.

Il Silky Terrier abbaia?

Si, ha la tendenza ad abbaiare, come il cugino Yorkshire.

Come addestrare un Australian Silky Terrier?

Non è difficile, questo cane è molto intelligente e impara piuttosto in fretta. Premialo con piccoli snack e usali in combinazione con il classico clicker. E con un guinzaglio e pettorina che ovviamente porterai sempre con te.

Inizia con i comandi di base quali

  • Seduto
  • A terra
  • Vieni
  • Stop o Fermo

Potrai insegnargli i comandi di base a casa e poi quelli in movimento all’aperto. L’addestramento non deve protrarsi per più di 30 minuti consecutivi.

Quando smette di crescere il Silky Terrier?

Questa razza raggiunge la dimensione definitiva verso gli 8 mesi, ma può dipendere da soggetto a soggetto.

Accetto di ricevere informazioni su novità, prodotti e offerte da canipiccoli.it

* Accetto di ricevere informazioni su novità, prodotti e offerte da canipiccoli.it
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments